Salta i links e vai al contenuto

Poche idee, ma confuse

  

Poche idee, ma confuse.

O forse non poche e confuse ma quanto meno in movimento e non in eccesso, così da lasciare nello zaino che mi accompagna nel cammino tanto spazio vuoto: Da riempire con canzoni, libri e idee che mi colpiranno, se in contrasto tra loro ancor meglio.

Oggi scopro che nel 2017 Stefano “Edda” è tornato con un disco, artista particolare, arrivato insieme anzi forse poco prima della ribalta di Subsonica e Afterhours, quasi un loro precursore, e poi persosi nella sua fragilità.

Edda e la sua voce un po’ bisclacca ma con quel timbro che mi resta sempre impresso, che mi racconta sempre qualcosa, canzoni imperfette, come una strada dissestata; non potevo chiedere inizio migliore:

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

5 commenti a

Poche idee, ma confuse

  1. 1
    Adam -

    https://www.youtube.com/watch?v=ClQvD99aItg

    https://www.letterealdirettore.it/notte-2/

  2. 2
    Suzanne -

    Non riuscendo a linkare, annoto una recente scoperta…”Genova (le persiane sono verdi) di Chiara Dello Iacovo

  3. 3
    Adam -

    Molto molto interessante, Suzanne: Grazie!

  4. 4
    Suzanne -

    “Genova, salutami dal mare
    Che è sempre troppo grande
    E ho paura di affogare…”
    De nada, Adam:)

  5. 5
    Adam -

    -Life is a coldwater pool-
    17/11 Nizwa.

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili