Salta i links e vai al contenuto

L’ho persa per sempre

La mia storia… troppo lunga e troppo complessa, ci sono tante sfaccettature e tanti dettagli che rischiano di essere tralasciati e sono fondamentali.
In sunto, sono una ragazza di 18 anni follemente innamorata di una splendida ragazza. Tutto è cominciato un anno esatto fa proprio di questi tempi: Io e lei frequentiamo la stessa classe e cominciamo a legare tantissimo solo dalla fine dell’anno scorso. Il nostro legame nel corso del tempo si rafforza sempre di più, ancora ricordo con grande nostalgia le ore passate al telefono a consolarla quando litigava con i suoi, quanto scherzavamo e quanto ci volevamo bene… Il legame diventa sempre più forte tanto da arrivare a baciarci. All’inizio solo baci a stampo dati per gioco ma man mano che passava il tempo i baci si intensificavano molto di più, fino a creare un’intimità pazzesca, un’intimità che non ho mai avuto con nessun amica. Niente di particolarmente spinto ma molto intenso. Non era esattamente molto chiaro quello che ci fosse tra noi, in quel periodo non ne abbiamo mai veramente discusso fatto sta che io mi stavo innamorando di lei sempre di più ogni giorno che passava e speravo che anche lei provasse qualcosa per me visto che ricambiava ogni mia effusione, ogni mio bacio, ogni mio abbraccio senza contare che oltre ad essere il mio primo amore è anche una ragazza e perciò ho dovuto fare i conti con la scoperta di questa nuova sessualità; inizialmente fu difficile ero spaventata, ma quando stavo con lei ogni dubbio passava e volevo solo lei, e le sue labbra. Tutto questo avvenne nell’estate tra la quarta e la quinta.
Quando ricominciò la scuola riprendemmo a vederci ogni giorno. Ero contenta che ricominciasse la scuola solo per questo. Lei però cominciò a diventare sempre più fredda nei miei confronti e non avevo la più pallida idea del perché. Inutile dire che ci rimasi molto male… ne abbiamo parlato in seguito e lei aveva capito che provavo qualcosa di forte per lei ma lei non ricambiava…. insomma il nostro bellissimo rapporto era tutto un gioco… non ricordo quanto piansi ma ricordo che all’inizio forse non mi ero resa bene conto della cosa (come quando muore una persona cara e ti rendi conto che ti manca solo quando ricomincia la quotidianità) e decidemmo comunque di rimanere amiche; non volevamo perderci ci volevamo ancora molto bene. Io però iniziai a cadere gradualmente in depressione pur non affibiando a lei la colpa. Cominciavo ad essere insicura spaventata di tutto, terrorizzata dalla solitudine, di perdere tutte le amiche con cui avevo legato l’anno precedente (che nonostante tutto mi erano sempre vicino) . inoltre non avevo più fiducia in me stessa e provavo un terrore disumano per l’esame di maturità. Nonostante tutto questo lei mi era comunque accanto sempre pronta farmi piangere sulla sua spalla ma non solo; i baci nonostante tutto continuavano occasionalmente senza che lei ne fosse troppo dispiaciuta, anzi ricambiava. si ricambiava ma era sempre solo un gioco. Lei stessa ha affermato di aver”fatto un errore”. Per me era tutto. E il sentimento diventava sempre più forte. Scioccamente però ero sempre io a cominciare. Un brutto giorno scopro che un ragazzo un nostro amico con cui lei si vedeva spesso, si era preso una cotta per lei (nonostante fosse fidanzato) , è stato allora che ho capito che non l’avevo affatto dimenticata e in quel momento il mondo mi crollò addosso ancor più quando scoprii che tra di loro ci fu pure un bacio. non ho mai desiderato così tanto di morire come in quel momento. fortunatamente fu solo un bacio e nulla più, loro sono rimasti buoni amici mentre io ho smesso di sentire questo ragazzo, ero troppo arrabbiata e adesso mi pento, sono stata sciocca.
La situazione tra me e lei col tempo degenera arrivando a smettere di parlarci del tutto. La colpa qui è stata mia, ho fatto una cosa che non dovevo fare: il giorno prima che cominciassero le vacanze di natale le ho… dato delle lettere che avevo scritto e poi non mi sono più fatta sentire… ho sbagliato sono stata stupida ed infantile, non so nemmeno io quello che cercavo di ottenere, forse una sorta di gesto disperato. sta di fatto che lei per tutte le vacanze non mi ha mai chiamata, ne contattata, ne niente. io speravo che lo facesse ma non è stato così. forse si vergognava, forse era imbarazzata, sta di fatto che da quel momento abbiamo smesso di parlarci. e va avanti così tutt’ora anche se c’è stata una specie di riappacificazione durata poco (questione di 3 giorni) sempre per causa mia. non reggevo e facevo una fatica disumana a starle vicino. la mia mente si annebbiava completamente quando le stavo vicino o le parlavo e mi investiva una tristezza incredibile… allora l’ho di nuovo “lasciata”. La cosa che mi fa soffrire maggiormente è che lei non sembra sentire granché la mia mancanza, avendo fatto amicizia con tante ragazze e ragazzi che condividono come lei la passione per gli anime e i manga, che inizialmente aveva contribuito alla nostra unione ma poi ci ha divise perché io ho smesso di interessarmene. Nel suo cuore ormai mi ha rimpiazzata e penso anche molto facilmente; ne ho avuto la certezza quando le ho chiesto”se smettessimo di essere amiche ci staresti male? ” e lei mi ha risposto che si, all’inizio un po’ ci sarebbe rimasta male ma poi con l’aiuto delle altre sue amiche l’avrebbe superato… ma forse è giusto così…. pretendevo troppo da lei, pretendevo che si interessasse troppo a me quando invece di me non gliene importava più niente. nonostante tutto io so di amarla ancora, ma sento che anche tornassimo amiche non sarebbe più la stessa cosa e io ne soffrirei troppo e non riuscirei più a vivere ; non riesco più ad essere sua amica. Eppure anche ora che abbiamo chiuso i contatti sto male, i ricordi mi perseguitano. faccio fatica a studiare, faccio fatica a mangiare… non so che cosa fare. non so quello che voglio. Sono molto confusa. Vivo scioccamente nel terrore che un giorno aprirò facebook e vedrò il suo stato sentimentale cambiare, sono consapevole che è una paura molto stupida, io sono stupida, ma questa storia mi ha completamente spiazzata e non passa giorno che io non pianga di nascosto o non mi senta in colpa, tutte le amiche che mi sono state vicino ormai sono stufe di vedermi soffrire, perché mi vogliono bene. Davanti a loro fingo che vada tutto bene ma il fatto che debba vederla tutti i giorni in classe mentre vive la sua vita spensieratamente ed io soffro ancora come un cane, mi fa davvero male… non riesco a ricominciare a vivere una vita nuova, è come se il passato mi tormentasse… non so più che cosa fare…

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

3 commenti a

L’ho persa per sempre

  1. 1
    Simo2212 -

    Ciao Frankie. Quello che stai passando sicuramente non è facile. Tanti di noi, se non tutti, hanno passato dei momenti difficili come il tuo. Dove tutto sembra non avere senso, dove sembra non ci sia via di uscita e dove ci si sente sbagliati in ogni cosa. Dico questo non per sminuire il tuo pensiero ma proprio per farti forza. Perchè questo è un punto da dove ricominciare e ripartire. Ciò che stai vivendo è la normalità della vita e dei sentimenti. Non c’è nulla di strano. Comincia dal non darti colpe che non hai. Da quello che scrivi sembra che la tua “amica” abbia solo più carattere e forse freddezza di te. A Natale tu non l’hai chiamata… ma neanche lei! Quindi perchè la colpa è la tua? Tu le hai dato le lettere in cui c’era scritto qualcosa, no? E quindi doveva essere lei a farsi sentire. Non darti colpe che non hai.
    Fatti forza e cerca di “sbirciare” sempre di meno il suo profilo su FB. A scuola sforzati di essere sorridente e non cercare il suo sguardo e se lo incroci sorridi… è uno sforzo disumano, soprattutto perchè dentro ti sentirai morire. Sorridi sempre. Ma è uno sforzo che fai per te stessa. Per ricominciare devi farti forza e capire cosa vuoi e cosa puoi ottenere… non sempre le cose coincidono, naturalmente.
    Fare scelte e portarle avanti ti aiuterà a sentirti viva…solo affrontandole le situazioni si risolvono! Fai ciò che senti, sbaglierai e farai cose giuste. Ma fai ciò che senti di fare e combatti per qualsiasi scelta tu riesca a prendere… poi quello che verrà può essere una sorpresa anche per te! E se non verrà niente, almeno hai vissuto ed affrontato te stessa e ciò che hai dentro.
    Scusa se ho scritto in maniera confusa… ma non è facile spiegare che “solo vivendo ed affrontando le cose ci si sente vivi e si sta bene con se stessi”. Finchè lotterai per qualcosa non perderai mai…e chi non perde non può essere triste! Ciao

  2. 2
    Frankie22 -

    ti ringrazio per avermi risposto 🙂 per aver avuto la pazienza di leggere tutta questa pantomina,davvero grazie,rileggerò queste parole ogni qualvolta avrò bisogno di tirarmi su,perchè mi danno davvero la forza di continuare,anche se a volte è davvero difficile…a volte mi sembra davvero di stare meglio e invece quando meno me lo aspetto ricado nuovamente nel baratro..prima o poi finirà tutto questo..lo spero davvero,anche perchè non posso continuare a gingillarmi in illusioni ed utopie che non accadranno mai
    comunque non so se leggerai questa mia risposta ma davvero grazie 🙂

  3. 3
    Simo2212 -

    Leggerò eccome… ciò che ti dirò è sciocco e scontato: ma tutti abbiamo vissuto certe situazioni. Ognuno a modo proprio, ognuno in maniera differente..ma le sensazioni percepite credo siano sempre le stesse… Quando passano gli anni ti rendi conto che quegli insegnamenti dei “nonni e genitori” saranno gli stessi che spesso dirai anche tu a chi è più piccolo o proprio ai tuoi figli.
    Io ricordo un’insegnamento sciocco (per chi me lo dava) ma illuminante per me… dovevo prendere la patente e mio padre mi disse: “Guidano tutti perchè tu non dovresti farlo o non dovresti essere capace di farlo?”… beh questa frase mi cambiò tanti pensieri dei miei 18 anni.
    Oggi capisco che certe cose dette o fatte non conta quanto spessore abbiano, ma conta se chi le recepisce le recepisce nella maniera giusta e nella maniera migliore per se stesso.
    Non demordere ed attendi il tuo momento migliore…ma sempre combattendo! Attendere fermi farà solo male a te stessa.
    Ora inizia l’estate la maniera migliore per liberarti di tante cose…se lo vorrai! Soprattutto di certi pensieri che nelle cose ti tutti i giorni ti troverai davanti… Ma non fare mani confronti e vivi e decidi al massimo di quello che hai.
    In bocca al lupo.

    p.s. io finchè lo vorrai e finchè risponderai ti leggerò.
    Ciao

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili