Salta i links e vai al contenuto

Perché si soffre sempre d’amore?

CIao a tutti è la prima volta che scrivo, mi chiami francesco ho 33 anni, vi dici subito che sono molto ansioso, quasi da impasticcarmi spesso, sopratutto in situazioni insostenibili. Premetto che vengo fuori da una storia di 10 anni finita ormai nel 2005 con l’abbandono di lei e lasciandomi per il suo collega. Tutto questo 5 anni fa mi ha completamene svuotato, non so nemmeno io quanto ho pianto e quanto mi ha fatto male il cuore. Mi disse sono 2 anni che ho un’altra storia. Dio non so come sono stato male.
Tutto passa, ho trovato altre ragazze ma mai come lei, nel 2008 incontro la mia attuale ragazza è bellissima ma c’è un problema ha 10 anni meno di me, all’inizio io non voglio assolutamente farci nulla, poi però mi inizia a piacere ma io avevo già una ragazza che però non mi prendeva così tanto, alla fine la lasciai per stare con lei ma non subito insieme, volevo frequentarla almeno all’inizio. Passarono altri mesi ma io non ero molto convinto sempre per l’età lei mi ha rassicurato mille volte dicendo che l’età non conta io ti amo e voglio stare con te e basta, a me piaceva ma non ero ancora molto sicuro, decidemmo di metterci insieme, lei era felice. Io un po’ meno era la mia collega, all’inizio è stato duro, litigi a non finire per il lavoro e perché nessuno doveva sapere nulla. Alla fine a febbraio dell’anno successivo lei perse il lavoro e il rapporto iniziò a funzionare bene, ci divertivamo insomma era tutto tranquillo.
Purtroppo questo inverno mi sono ammalato di stomaco ed ho passato i mesi da ottobre fino ad aprile di quest’anno non molto bene, poi per fortuna tutto si era risolto non avevo nulla era tutto un fattore psicosomatico, lei mi era stata molto vicina. Poco tempo dopo iniziò a frequentare delle

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Me Stesso

1 commento

  1. 1
    cactus -

    La tua storia mi sembra proprio incompiuta, ma per quanto riguarda i dieci anni di differenza di età non sono ne troppi ne pochi; per esperienza personale dovresti trattarla come una tua coetanea, evitando accuratamente di fare l’esperto e il professore di vita; dovrai sopportare qualche capriccio in più nel modo di vestire di truccarsi di scimmiottare le donne più grandi, con sapiente comprensione e soprattutto dandole estrema , dico estrema fiducia. Sarai sicuramente ripagato. In fondo devi aspettare che cresca ancora un po’ e si renda conto di quali sono i veri valori della vita (la famiglia e i figli) le donne hanno dentro un’orologio biologico. Sai credo che anche le donne come noi uomini, se non di più, abbiano paura di fermarsi, per motivi diversi ma più concreti. La donna ha voglia di sistemarsi, l’uomo ha voglia di giocare di sentirsi importante. Bisogna giocare di anticipo, ma soprattutto bisognerebbe parlare poco, sembrare sornioni ma fermi e comprensivi. Bisogna avere l’atteggiamento di chi sta leggendo e ti ascolta guardandoti da sopra gli occhialetti con atteggiamento occupato ma disponibile e pronto a posare il libro per sostenerti e darti una mano. Carezze, affetto, teneri abbracci e non farla mai sentire sola. Ciao e finisci la tua storia se ne hai voglia.

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili