Salta i links e vai al contenuto

Per quanto lo “odi” mi piace sempre

  

Salve,

in una mia lettera precedente ho raccontato del flirt che ho avuto con un ragazzo fidanzato e di come, non volendo fare l’amante, dopo 3 mesi abbia chiuso, con tanto dolore per il suo “lasciarmi andare” e per i sensi di colpa.

Ecco, ieri ho rivisto il lui in questione ed è venuto a parlarmi. Ha detto che si era chiesto che fine avessi fatto, che mi aveva pensata, che non era vero che non gliene era fregato ma lo aveva fatto per rispettarmi perché non sapeva se contattandomi mi sarei arrabbiata; insomma ha inventato un sacco di scuse pur di non ammettere di essere stato un gran vigliacco e doppiogiochista. E poi mi ha anche scritta, dicendo che gli piaccio sempre troppo, che mi desidera ancora, che mi vorrebbe: la lezione non l’ha imparata e vuole provarci ancora! Io ho ribadito che l’amante non la faccio e che possiamo limitarci ad avere un rapporto civile quando ci incontriamo (troppo buona!) Ma ora ho paura perché purtroppo sarò costretta a rivederlo e so, conoscendomi, che se lui mi verrà a parlare io non mi rifiuterò perché purtroppo, per quanto lo “odi” mi piace sempre e mi piace la sua compagnia. E so che così facendo il mio percorso di recupero per togliermelo dalla testa è per sempre minato!

Come posso fare? Ho l’ansia, la tachicardia e non riesco più a vivere serena.

Grazie a chi vorrà darmi un parere.

L'autore ha scritto 3 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

24 commenti a

Per quanto lo “odi” mi piace sempre

Pagine: 1 2 3

  1. 1
    E -

    È normale: hai una dipendenza affettiva.

  2. 2
    rossana -

    “per quanto lo “odi” mi piace sempre e mi piace la sua compagnia.” – a me sa molto di attrazione sessuale spinta, contro la quale non c’è molto da fare, se non… prendere le distanze da ogni tipo di contatto.

    in sintesi: far prevalere la ragione!

  3. 3
    pretty -

    Grazie..Avete ragione entrambi E e Rossana. Dipendenza affettiva derivante da una fortissima attrazione sia fisica che mentale che io ho nei suoi confronti e che è cresciuta sempre di più nel nostro rapporto. Il problema è che questa attrazione, almeno fisica, lui ce l’ha ancora più grande e in qualche modo me la trasmette e non è facile. è dura far combaciare razionalità e tentazione ma devo essere forte!!!Forse la vita vuole mettermi alla prova…

  4. 4
    rossana -

    Pretty,
    una botta e via non potrebbe rientrare in un percorso di crescita e di acquisizione di maggior conoscenza di te stessa?

    capisco il tuo timore di lasciarti poi andare, ed è soprattutto con questo che dovresti fin d’ora fare i conti.

    in futuro, potresti essere contenta di aver resistito, così come potresti rimpiangere di averlo fatto… decidi con la maggior consapevolezza possibile.

  5. 5
    Golem -

    Sono d’accordo Pretty. Non butti certo via la tua femminilità con una botta e via, ma figuriamoci. (Per sicurezza ti informo che la battuta è ironica, non si sa mai).
    Comunque almeno tu non parli d’amore a caso capendo bene che si tratta di cotte di natura “ormonale” e che lui sa benissimo che te la sei “presa”. Ti scoperà, tu ti innamorerai e poi ti lascerà col cuore spezzato, è un classico. Potresti andarci a letto solo se non ne fossi presa, fermo restando che mentre lo fa con te sta tradendo un’altra ragazza, e uno così, se piace, può servire solo per una cosa se una si vuole togliersi uno “sfizio”, non certo immaginarsi una storia. Ma da quel che leggo tu mi sembri di tutt’altro genere.
    Questo è il classico stronzo, del quale purtroppo molte donne, specie quelle con nessuna o scarsa esperienza – e non solo giovani – sono troppo spesso inspiegabilmente affascinate. Per il resto è tutto normale. Non sei la prima e non sarai l’ultima a cascare nella “rete” di questi soggetti, ma alla fine ne uscite tutte allo stesso modo. Rotte.

  6. 6
    pretty -

    Rispondo a Rossana e anche a Golem dicendo che sono presa da lui ad un livello maggiore di una semplice attrazione fisica, e in realtà non sono proprio il tipo, perché quando un ragazzo mi piace, mi piace sempre e in primis a livello mentale quindi la botta e via, per quanto mi attragga fisicamente, finirebbe per legarmi a lui ancora di più di quanto non lo sia già. E siccome non posso legarmi ad uno che ha comunque “scelto” di rimanere con la sua ragazza, devo stare da parte come avevo già deciso. Il mio problema ora è solo resistere al suo ritorno, e farlo per il bene di me stessa, a dispetto di qualsiasi sguardo, parola, voce, tentazione. Devo ricordarmi che è fidanzato, che non si è fatto scrupoli a tradire la ragazza, e che lo farebbe ancora, quindi non è certo un ragazzo che vorrei razionalmente accanto a me.
    Ce la farò?

  7. 7
    rossana -

    Pretty,
    con me sfondi una porta aperta, in quanto ritengo sia MOLTO RARO che nella nostra epoca una FORTE attrazione si limiti a chimica ormonale. gli istinti in atto sono più d’uno, intesa mentale inclusa.

    “Devo ricordarmi che è fidanzato, che non si è fatto scrupoli a tradire la ragazza, e che lo farebbe ancora, quindi non è certo un ragazzo che vorrei razionalmente accanto a me.” – ottimo punto di vista, razionalmente perfetto!

    ce la farai di certo, se così vorrai che sia. a mio avviso, RIPETO, la parolina attorno a cui dovrebbe ruotare qualsiasi scelta è consapevolezza (almeno parziale, poiché, umanamente, è quasi impossibile che sia totale) della decisione che si sta per mettere in atto e delle relative ipotizzabili ricadute.

    PS: ti ho dedicato una spigolatura sul thread di favole e racconti…

  8. 8
    Golem -

    “Devo ricordarmi che è fidanzato, che non si è fatto scrupoli a tradire la ragazza, e che lo farebbe ancora,…”.
    Puoi giurarci.

  9. 9
    maria grazia -

    io ti consiglio di spostare le tue attenzioni su qualcun altro ( pref libero, e “dannato” quanto basta.. ) o su qualcos altro ( per es un progetto che potrebbe ridarti slancio ). A quel punto questo tizio lo dimenticheresti in men che non si dica. Non mi pare una di quelle storie destinate a lasciare il segno.
    Accontentarsi di una botta e via o di fare l’ amante, quando invece si desidera l’ AMORE, è come adattarsi a mangiare le sardine in scatola davanti al televisore quando invece si vorrebbero le ostriche fresche consumate davanti alla brezza marina. Insomma dai, un colpo di scure allo slancio vitale della passionalità. Le cose belle bisogna viverle APPIENO. e, dove questo non fosse possibile, bisogna cercarle ALTROVE.

    In bocca al lupo.

  10. 10
    pretty -

    ROSSANA sono d’accordissimo con te sul discorso dell’attrazione, anche perché se fosse solo un discorso di mero “bisogno” fisico ci sarebbero tanti modi per consumarlo.
    Detto questo, io sono assolutamente consapevole di tutto e credo di averlo fatto capire bene anche a lui, dato che in questi giorni non mi ha più scritta. Temo che ricomincerà non appena ci vedremo, oppure potrebbe aver capito che il mio concetto di “rapporto civile” è diverso dal suo e quindi mi eviterà?

    p.s. Ti ringrazio, ma non riesco a trovare questo 3d. Potresti aggiungere il link?

Pagine: 1 2 3

Lascia un commento

Max 2 commenti per lettera ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili