Salta i links e vai al contenuto

Ho paura di diventare come chi mi ha fatto male

Ciao a tutti, questo è per me un periodo no per vari motivi. So che c’è chi sta peggio di me, chi ha problemi più seri ma per me deludere o ferire una persona è un gran problema. Non riesco a perdonarmi per come ho trattato il mio ragazzo. Lui mi ha detto di no per venire in posto, io ci tenevo tanto (non gli ho spiegato il perché) e mi sono arrabbiata troppo, una rabbia da disperazione (riesco a capirlo solo nella lucidità di adesso). Gli ho detto cose brutte e preso a calci una borsa dove ci sono dentro le cose che scrivo. Uno psicologo anni fa mi ha detto che dopo quello che ho passato ci sarebbero stati momenti come questi, e che i miei pensieri negativi riguardo la vita di coppia, la famiglia e il fidarsi di qualcuno FORSE sarebbero spariti nel tempo. Era tanto tempo che non mi succedeva, avevo iniziato ad imparare a distinguere cose che mi facevano paura per davvero dalle paranoie e invece ci sono ricascata ancora! Io non volevo iniziare una relazione per paura di questi momenti, per paura di far del male a chi mi vuole bene. Io da una parte non voglio perderlo, ma dall’altra vorrei che fosse felice e dopo quello che ho fatto ho seriamente paura di non riuscire ad avere una relazione normale. Lui dice che mi ama, che vuole stare con me ed io per questo mi sento ancora più in colpa. Sento di amarlo ma i miei gesti hanno dimostrato il contrario e anche se solo in un’occasione, mi sento un mostro. Non credo di meritarmi un amore così anche se mi sono davvero sforzata per farci stare bene, io gli ho detto che mi impegnerò ancora di più e voglio farlo, seriamente. Ma non so se riesco ad essere così forte e soprattutto non voglio ferirlo a causa di cose che mi hanno fatto male e per adesso, non posso permettermi uno psicologo. Consigli?

L'autore ha scritto 20 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

6 commenti

  1. 1
    unamanoanonima -

    Ciao,io ci sono passato in questa situazione,e purtroppo non ne sono uscito,quello che dici tu e’ vero.
    Io non mi sono fatto piu’ fidanzato,purtroppo quando qualcuno ci ha fatto del male in passato e non siamo riusciti ad ammortizzare quella cosa,le nostre future relazioni saranno pesantemente influenzate dal nostro brutto passato che ci ha cambiato,almeno e’ quello che e’ successo a me,poi le persone siamo tutte diverse e c’e’ gente che ne esce fuori da questa situazione,ma nel caso mio o odiato le donne e non sono piu’ riuscito ad amare qualcuna,la mia vita affettiva e’ finita.
    Se poi ci metti anche i problemi familiari,l’ansia e tutte le stupide paranoie che uno si fa,la cosa e’ ancora peggio da superare,e quindi mi ritrovo solo a 34 anni,non mi sento nemmeno uomo, senza poter amare piu’ nessuna,per me e’ stato un tunnel senza uscita,quindi posso capire quello che provi,sensi di colpa confusione,e disturbi in campo emotivo o sentimentale.
    Spero che le cose si sistemano per te,io nonostante sia una persona esemplare non sono riuscito a prendere in mano la situazione.
    Cordiali saluti a tutti..

  2. 2
    Angelo9 -

    Credo che tu debba partire da alcuni semplici (?) presupposti: non essere troppo severa con te stessa, non pretendere da te e dagli altri la perfezione, non pensare mai di non meritare l’amore o di essere felice. Tutti meritiamo di raggiungere questi obiettivi, ma nessuno di noi esseri umani e’ perfetto. L’aspirazione alla felicita’ non si misura sul proprio grado di santita’ ne’ su quello altrui. Se riesci a convincerti di questo, vivrai in maniera un po’ piu’ semplice e meno tormentata. Scusami se ho dato l’impressione di pontificare, non e’ mia intenzione, ho espresso con convinzione un parere che deriva dalla mia esperienza personale. Ma sappi che, anche se ho diversi anni piu’ di te, per me resta sempre difficile non giudicare me stesso e, di conseguenza, gli altri. E’ un percorso che dobbiamo fare, cercando di non farlo con ansia, per quanto possibile. Coraggio!

  3. 3
    kiky9326 -

    @unamanoanonima volevo chiederti se sei mai andato da uno psicologo e se lo hai trovato (anche momentaneamente) utile.
    @Angelo grazie delle tue parole, penso che tu abbia ragione, sono cose semplici però anche difficili, spero di riuscirci.

  4. 4
    unamanoanonima -

    Ci sono andato un paio di volte ma non appena entravo non mi piaceva starci mi metteva ansia ,forse per un orgoglio personale non riuscivo ad ammetere questo mio disagio davanti ad un dottore,comunque,quelle poche volte che ci sono andato non mi e’ piaciuto anzi mi ha infastidito andarci,ma ovviamente la cosa e soggettiva da persona a persona..
    Io avrei voluto che qualkuno mi volesse bene,mi amasse e mi farebbe sentire uomo ma al momento e’ un muro invalicabile,forse non mi fido di nessuno per ora..
    Cordiali saluti

  5. 5
    Angelo9 -

    Gia’ che ci siamo, vorrei dirti che anche io ho girovagato in passato per due psicologhe, una pscicoterapeuta ed uno psichiatra. Ogni volta esperienze pessime. Ciascuna volta me ne sono andato con la netta impressione di aver perso soldi e tempo. Non nego che molti possano trovare aiuto ma io sono una persona che di per se’ riflette,ragiona e parla continuamente dei propri problemi, ripetere le stesse cose a pagamento era folle. Da alcuni anni preferisco parlare con persone di cui mi fido e, spesso, con il parroco, che ha saputo darmi con la sua esperienza indicazioni interessanti e per nulla “confessionali”. Inoltre, prego costantemente. I problemi non sono risolti, ma alcuni riesco ad accettarli ed ho anche capito che non posso aspirare alla perfezione – e cos’e’ poi la perfezione?- e che alcuni lati del mio carattere li devo pur accettare, cercando di volgerli in senso positivo per quanto possibile. E’ soltanto la mia esperienza, tu fanne cio’ che credi. Se mi decidero’ a scrivere una certa lettera e la leggerai, ti chiederai se non sia uno squilibrato chi cerca di darti consigli. D’altra parte, non e’ detto che chi vede un barlume di verita’ riesca poi a seguirla personalmente. Ti sono vicino, anche se non ci conosciamo. Ciao

  6. 6
    kiky9326 -

    Grazie ad entrambi per le risposte

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili