Salta i links e vai al contenuto

Finirò per essere il terzo incomodo e perdere il mio migliore amico?

Lettere scritte dall'autore  

Salve a tutti.
Questa è la mia prima lettera e ho scoperto questo sito da poco, mentre vagavo per il web in cerca di un po’ di conforto perché sono in preda ad una tempesta di emozioni e sto cercando di fare chiarezza. Dunque, circa cinque anni fa ho iniziato il liceo e in classe con me c’era questa ragazza, F., con cui all’inizio non avevo legato molto, ma alla fine dell’anno siamo diventate molto amiche e questo rapporto continua anche adesso. Circa due anni dopo, al laboratorio teatrale che frequentavamo insieme, ho conosciuto P., con cui sono diventata molto amica, praticamente nel giro di pochi mesi è diventato il mio migliore amico, nonostante F. non lo sopportasse. Per un anno intero io e P. abbiamo avuto un rapporto specialissimo, di quelli rari, fatto di confidenze profonde, ci chiamavamo fratello e sorella ecc.
Poi l’anno scorso lui è andato all’università a Bologna e io ero ancora al liceo, perciò ci siamo immancabilmente un po’ allontanati, anche se comunque ci sentivamo spesso e quando tornava a casa uscivamo ecc. Comunque, qualche mese dopo che lui è andato all’università, F., durante un’uscita tutti insieme con anche altri amici, si è avvicinata a P. per chiedergli un po’ di informazioni sull’università a Bologna, visto che ci voleva andare anche lei visto che quest’anno si è diplomata, mentre io sono rimasta indietro di un anno.
Da allora hanno iniziato a parlare di più e F. ha cominciato a dirmi che si era sbagliata tantissimo su di lui, che è un bravissimo ragazzo, anche se ha dei difetti alquanto marcati con cui sia io che lei ci scontriamo un sacco, e che capiva cosa io ci trovassi in lui. E lì ho capito subito che sarebbero finiti insieme, perché lei ha un carattere molto spigoloso e lui le tiene testa con una tale spontaneità che era scontato che la loro amicizia sarebbe andata oltre. Solo che io ho sempre temuto il momento in cui si sarebbero resi conto di essersi innamorati, perché già da tempo ho iniziato ad avere la sensazione di essere un po’ di troppo, anche se non si appartano spesso, giriamo tutti e tre a braccetto ecc.
Io ne ho parlato con entrambi e sia lui sia lei mi hanno risposto che non ci devo nemmeno pensare. Lei ha aggiunto che mi vuole bene e che ci ha pensato tantissimo perché sapeva che anni fa lui mi piaceva e temeva di ferirmi. Lui, quando, dopo averlo saputo da F., gli ho scritto per congratularmi, ha detto che volevano che fossi la prima persona a saperlo, come è stato.
Però io ci sono rimasta male che me ne abbia parlato solo lei, come se lui avesse dato a lei il fardello di comunicarmi la cosa, contando sul fatto che lei è la mia migliore amica, per poi aggiungere una frasetta di cortesia quando ormai il grosso era fatto. Ma come? E che ne è stato delle serate passate a sentire i suoi problemi d’amore con la sua ex? E di quando, quando era ancora fidanzato, credeva di essersi preso una sbandata per un’altra ed era tormentato dai sensi di colpa da una parte e dallo strazio di una storia a distanza con la sua ragazza di allora? Perché sulla mia amica non mi ha detto niente?
E’ vero che ci siamo un po’ distanziati perché lui non abita più sulla mia stessa via, ma è quasi sempre a Bologna, ma io ho comunque continuato a confidargli tutto e lui si è sempre dimostrato comprensivo come sempre. E poi anche lui mi raccontava alcune cose, ma evidentemente non tutte.
Io avevo intuito le cose tra di loro già da mesi, ma speravo che a rendere le cose ufficiali fossero entrambi e non solo lei. Ho provato a parlargli, ma è evasivo, rimanda sempre con la scusa che “ne riparleremo ad un bar a cui mi porterai tu in macchina quando avrai preso la patente”.
Rimarca sempre su questa benedetta patente che sto cercando di fare, ma se io sono imbranata e ci metto due mesi che facciamo, chiariamo questa situazione tra due mesi? Mi sembra veramente ridicolo e penso solo che non abbia il coraggio di parlarmene. Io temo che lui sia stufo di vedermi ronzare intorno a lui e a F. e anch’io mi sento male all’idea di uscire con loro e trovarmi o in mezzo ai due piccioncini o in disparte perché i due si appartano. Però d’altro canto non voglio nemmeno allontanarmi da loro perché sono i migliori amici che io abbia mai avuto e purtroppo anche tutti gli altri miei amici sono fidanzati, io sono rimasta l’unica non accoppiata e non so veramente cosa fare… Che disastro.
F. so di per certo che mi vuole bene e me l’ha ripetuto spesso, ieri abbiamo fatto una lunga chiacchierata su skype e le ho detto tutte le mie sensazioni e mi ha rassicurato, ma P.? A volte si comporta come sempre, mi consola ecc., ma poi sento che da quando è diventato prima amico e poi fidanzato di F. si è allontanato un sacco, mentre con la sua vecchia ragazza non era così, si confidava tanto con me… Mi mancano le nostre chiacchierate, ma è sfuggente e ho paura che se insisto lo perdo definitivamente.
Che devo fare? Ho bisogno di consigli perché sto impazzendo, vorrei essere solo felice per loro e lo sono, ma c’è qualcosa che mi fa stare male…
Grazie, Hiley

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amicizia - Amore

4 commenti

  1. 1
    Mariù -

    Non è che,nel profondo, sei anche tu innamorata di P.? Prova a pensarci seriamente..

  2. 2
    hiley -

    No, non sono innamorata di lui e di questo sono convinta. Mi manca solo la nostra amicizia, solo che lui dice che non è cambiata, ma non è vero. Lui ultimamente si interessa solo di come va con la patente, con la dieta e cose così. Oppure, se una sera dico che non esco con loro perché ho già un altro “appuntamento”, mi fa il terzo grado per sapere se vado con un ragazzo, perché vorrebbe tanto vedermi con qualcuno. Poi, però, neanche mi dice che si è fidanzato lui e si nasconde dietro il plurale e la storia che con la sua ex si erano lasciati male e con F. era insicuro e non voleva sbilanciarsi… Tutte ca**ate, dal momento che con la sua ex si è lasciato più di un anno fa e sono persino rimasti in rapporti tutto sommato buoni, anche se mi ricordo bene che entrambi hanno sofferto, soprattutto lei. Ma io allora mi dico, ma perché cavolo sto a raccontargli tutto, se tanto alla fine non gli interessa? E allora ho pensato, visto che non vuole affrontare l’argomento, di provare a diventare ancora più distaccata di lui, cioè parlare solo di cose superficiali per vedere se si accorge che sono cambiata o se a ‘sto punto è meglio considerarlo un semplice amico che è stato molto importante in una fase delicata della mia adolescenza e ora non lo è più, cercando comunque di non ferire F. Boh… Certo che lei… non poteva continuare ad odiarlo? XD se si fosse staccato per una qualsiasi altra ragazza sarebbe stato molto più facile, così ho paura di ferire anche lei…

  3. 3
    Almost-Imperfect -

    hiley potrebbe darsi che il tuo amico, sapendo che un tempo provavi qualche cosa per lui, abbia paura di rovinare la vostra amiciza e così avrà preferito che ti parlasse lei; forse non profondo crede di averti tradito un pochino. In più sta con una tua cara amica e quindi si sentirà in imbarazzo a parlarti di cose più personali
    Non avercela con lui, semmai cerca di rispettare i suoi silenzi e continua ad essere la sua amica com meglio puoi

  4. 4
    Mariù -

    Infatti,ha ragione Almost. Inoltre tieni conto che i ragazzi quando si fidanzano tendono ad allontanarsi dalle amiche,credono che la ragazza sia l’unica cosa di cui abbiano bisogno..ma in realtà son sicura che non lo fa apposta,e ti vuole ancora molto bene.
    Tu cerca di non pensare in modo negativo e continua a frequentare entrambi

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili