Salta i links e vai al contenuto

Ho un’ossessione

Lettere scritte dall'autore  

Non so cosa mi spinge a scrivere forse il fatto che sta storia va avanti da quasi cinque anni. Sono convivente da più di dodici anni, il mio fidanzato non esce molto. Io esco spesso con le mie amiche e quando mi capita di incontrare un ragazzo che mi attrae, se lui tenta anche solo di approcciarmi, io mi blocco e lo rifiuto. Poi nei giorni successivi, nella mia mente, non so perché, inizio a farmi tutte fantasie su come poteva essere e diviene un chiodo fisso, fino a starne male, per aver perso un’occasione. Non so se è la mia scarsa capacità a relazionarmi o il fatto che con il mio compagno, che mi ama alla follia, non trovo più niente da condividere. Anzi…. non provo più la minima attrazione. Sono spaventata e non so come fare per togliermi queste fantasie che piano piano mi rovinano, perché seppur infantili ma sono veramente un’ossessione. Non so che fare.

L'autore ha scritto 3 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Me Stesso

22 commenti

Pagine: 1 2 3

  1. 1
    sospeso -

    come volevasi dimostrare ho ragione in toto

  2. 2
    huxtable -

    Lascia quello che chiami “fidanzato”. Allo stato attuale delle cose non è altro che un complemento d’arredo. Non è giusto per te e non è giusto per lui. State uccidendo le vostre emozioni. E’ un errore imperdonabile.

  3. 3
    Mirko -

    Laser, a forza di mantenerti coerente e collimata come la luce del tuo pseudonimo, stai perdendo di vista la cosa più importante: la mira. Sei completamente fuori bersaglio. Se tu stessa riconosci di non trovare più nulla da condividere con il tuo compagno, devi chiudere la relazione. Cinque anni di riflessioni possono bastare. Se continui, farai solo soffrire di più sia lui che il tuo io, costretto in una gabbia di stimolazione artificiale e controllata.

  4. 4
    maty7 -

    Ma non ti preoccupi nemmeno un po’ per il tuo convivente??? Ne parli come fosse un soprammobile, un pezzo di arredamento, che ti ha pure stancato. Sicuramente quando arriverà il momento di rottamarlo non ci penserai su due volte, poverino ti ama pure alla follia. Una prece.

  5. 5
    IO -

    semplice, non lo ami più e non ti attrae.. gli vuoi bene e basta.
    dovresti parlargli del fatto che la routine vi sta allontanando e se non si rende conto e non ravviva la situazione dovresti lasciarlo e di certo non tradirlo continuando a stare con lui

  6. 6
    Ste -

    mmmm. bruttina come la racconti. Va bo, mettiamola nel razionale, innanzitutto sono esterefatto per quel povero cristo che hai a mano, sinceramente mi sembra abbastanza superficiale come lo stai trattando, se non provi nulla per lui che ci stai a fare? domanda 2 ma come diavolo fai ad avere dei rapporti intimi con lui???????
    Ascolta @laser, cerca per quanto possibile, di farti un’attimo di chiarezza perchè in questo momento hai in mano non solo la tua vita ma anche quella del tuo attuale compagno…… buona l’ho detta.
    Il segreto è respirare , respira, respira, ok, riprendiamo,dice che lui non esce molto , ti da fastidio questa cosa? Hai provato a coinvolgero nelle cose che ti piace fare? e sopratutto che tipo di rapporto avete, parlate? affrontate i problemi in duo o autonomamente?
    Premessa sono domande che dovresti fare tu, non diventare il solito stereotipo di donna con la d minuscola, se hai scritto questo post un minimo di dubbio ti sarà venuto sul fatto che c’è q.sa che non va e non è l’accettare o no le avances di un ragazzo.
    Se state insieme da cosi’ tanto tempo ci sara’ q.sa che ti piace in lui, scava in profondita’ nei tuo sentimenti e prendi delle decisioni.
    Buona fortuna…. a lui in primis.

  7. 7
    query -

    ..e te lo dico da donna: sei una persona quantomeno abietta,egocentrica.

    provo a rispondere io alla domanda “perchè non lo lasci”?

    per lo stesso motivo per cui molte donne stanno con compagni che non amano.

    Perchè hanno paura di rimanere sole!! e soprattutto non ne sono capaci!
    facile fare le tormentate e le indecise quando la sera
    ci sono braccia forti che ti scaldano..
    e d’estate vacanze assieme. e la casa mai vuota.
    e le telefonate e la presenza continua..

    Permettimi d darti un consiglio ,più che altro per riacquistare un minimo di dignità e coerenza come persona e come donna:
    parlagli ,ovvio.

    Ma soprattutto: stai sola! sperimenta che vuol dire.
    Sola. con te stessa. davvero.
    Senza seratine..
    senza maschietti da sedurre .

    Con dignità. provaci. ripeto ,sono una donna.non è un attacco, ma insomma,il tuo è un atteggiamento abominevole,quanto purtroppo comune.dai,un minimo di orgoglio per te stessa non ce l hai ? da sola,vivendo ogni cosa in reale autonomia,

    forse comincerai a capire che vuoi e che hai fatto fin ora,sentimentalmente intendo.

    poi ne riparliamo.Ci vuole coraggio eh.. non credere.ps: una nota a margine.Mi scuseranno gli uomini che stanno leggendo.ma un pensiero mi viene da fare sull’intuito maschile: che penso non esista. In 5anni un uomo non è in grado di accorgersi o quantomeno di ” sentire” che ha una compagna che finge praticamente di vivere una vita normale..?

  8. 8
    laser -

    Abbiamo provato a parlarne e a discuterne, non tratto il mio fidanzato come soprammobile ho cercato forse con troppo speranza che le cose si risolvessero che parlandogli dei miei dubbi trovassi una qualche strada e quando gli chiedevo tu cosa pensi di fare lui mi rispondeva “Ci sei te che parli! Pensaci te” oppure se gli chiedo di uscire mi risponde “vai vai!”, non esco per sedurre i maschietti, ma per non pensare: ho le stesse amiche da 20 anni. Ma vorrei vedere chiunque se a forza di trovarsi sola in mezzo alla gente riuscisse a fare a meno di sensazioni che è da tempo che non sente più (Mai Tradito non ne varrebbe la pena) Sono abbastanza coerente, oltre che razionale. Bhè sì forse con lui ho un rapporto quasi adottivo ed è difficile stare da soli, ma guardandomi intorno non ne vedo di rapporti perfetti. Questo mi frena, la minima speranza che tutto possa riaffiorare come un fiume che attraversa la terra e poi fuoriesce. Ciò che mi fa male è il fatto di legarmi a delle fantasie senza morigerazione. Perchè mi sento sola chiusa tra 4 muri se fossi egocentrica e lo vedessi solo come un pezzo d’arredamento, non sarei qui a scrivere. Appunto: quando usciamo siamo io e lui da soli, se c’è un’altra coppia o degli amici che non sopporta o non esce o se esce minimo ci litiga o inizia a prenderli in giro fino a che non smettono di parlargli. Quello che mi piace di lui è che è un uomo e tutto d’un pezzo ma non cede mai su niente

  9. 9
    giova -

    per query:

    credi davvero che l’uomo non senta queste cose?
    di sicuro tante volte togliere il prosciutto dagli occhi servirebbe, ma tant’è.
    tante altre volte proprio per l’amore immenso si preferisce far finta di non vedere le cose, per le stesse paure identiche che tu hai elencato, che valgono da entrambe le parti.
    non pensare che siano tutti c*****ni.
    si da libertà alla propria compagna, le si da fiducia, proprio per non essere opprimenti, per lasciarla libera di vivere la sua vita senza dover per forza stare appiccicati 24 ore su 24.
    i risultati sono sempre questi alla fine, dopo 1 mese, dopo 1 anno o dopo 10 anni. immancabilmente.
    chi ha scritto questa lettera è comunque una persona vigliacca.
    non lo intendo nel senso strettamente offensivo del termine, ma di questo comunque si tratta.

  10. 10
    picconatore -

    fai cosi:’proponigli lo scambio di coppia,vedrai che si riaccende la fiammella,e tra adulti consenzienti,non sara’ mai un tradimento,ma solo complicita’…
    auguri!!

Pagine: 1 2 3

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili