Salta i links e vai al contenuto

E possibile che non mi ama più ma sta male se mi vede?

Se un uomo dice di non amare più (lui se fosse stato  dal punto di vista del sentimento non mi avrebbe lasciata, dopo un mese mi lascia e dopo due mesi mi dice che se forse non è tornato e perché non mi ama più ) è normale che non voglia vedere o sentire la sua ex perché se no sta male? Che la tenga bloccata su Instagram per non vedere cosa pubblica che se no sta male? Che è interessato però a vedere le sue storie o foto su fb dove non l’ha bloccata in quanto lo usa meno?  E possibile che il sentimento sia svanito da un momento all’altro ?

Guarda l’ultimo messaggio

L'autore ha scritto 3 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:
Continua a leggere lettere della categoria: Amore
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

6 commenti a

E possibile che non mi ama più ma sta male se mi vede?

  1. 1
    christian -

    Punteggiatura e verbi? Impara a scrivere

  2. 2
    Rossella -

    Ogni uomo ha il suo carattere. Recentemente un’amica mi ha parlato di un ragazzo che, a suo dire, non sarebbe quel gran “frescone” che vorrebbe farci credere. Frescone sarebbe l’equivalente di “figo”. Non esattamente… comunque. In primo luogo lui si rappresenta in quel modo perché rappresenta un certo tipo di morale e ti dico che al di fuori di quel contesto una donna potrebbe ammirarlo solo come amico perché, a dispetto di quello che molti pensano, ci sono cose che suscitano un certo timore. Io l’ho appreso dalla viva voce di diverse donne… anche se non ci avevo mai pensato in quei termini nella vita in generale ho sempre avvertito delle resistenze. Resistenze diverse da quelle che possono scaturire dall’irriverenza o dalla troppa accondiscendenza. Lui, proprio per com’è fatto, se non può darmi certezze, mi dovrebbe lasciare. Solo così potrebbe coltivare la speranza di avere un futuro con me. E’ il classico ragazzo che ti dovrebbero presentare. Ad una festa neanche lo noterei… perché sono attratta da un ragazzo che giustifica il mio naturale modo di essere e mi fa sentire apposto con la mia coscienza e quindi libera di vivere nel “mondo dei giusti”. Io non vivo l’amore in maniera conformistica… sono contraria alla convivenza, ma per me l’uomo può essere anche un compagno. Con questo voglio dire che non mi sento in dovere di sposarmi. Lo vivo come un obbligo al quale è possibile sottrarsi quando mancano determinati presupposti.

  3. 3
    Rossella -

    Se avessi un carattere leggermente diverso potrei addirittura andare a convivere. Ma proprio non ce la faccio. Mi manca l’aria. Lui rappresenta il fidanzato (punto e basta). Non riuscirei a frequentarlo in compagnia di altre persone. Non riuscirei a stare con lui senza condividere un progetto per il futuro (studio, lavoro, ecc.) che mi porti a minimizzare il significato dell’anello che ho al dito. Un anello troppo costoso mi starebbe stretto. Da 50 a 150/180 euro (max) in attesa della veretta e quindi dell’ufficializzazione del fidanzamento. Lui non avrà mai un anello da me perché ho la vanità di apparire sua senza sentirmi tale. Poi c’è la fede. Vabbè, quello è un altro discorso. Io gli regalerei un orologio perché ha bisogno di sentirsi mio. Lo dico perché dal racconto di quest’amica sembra il santo della situazione. Il santo della tela. Senza sapere che se gli gira (puntiglioso com’è) non ci pensa due volte. Almeno guarda l’ora. Si ricorda di avere una famiglia. Mica si ricorda di me? Si erge a giudice della chiesa e per lui è un capitolo chiuso. Fa parte della sua natura. E’ una cosa di famiglia, tra l’altro. Vabbè lasciamo perdere. Io non scherzo, ma non avrei la forza per tradirlo. Invece lui sì. Le affinità elettive sono rare. In questi casi oltre a trovare il fidanzato, trovi un compagno, trovi tutto… la natura investita da questo raggi d’amore rende forti due elementi fragili perché amanti della verità e della vita.

  4. 4
    Rossella -

    Lui non è solo l’intrattenitore della serata (il ragazzo con il quale tutte vorrebbero uscire) è anche la persona sulla quale potrai fare sempre affidamento: un marito devoto e fedele, un padre presente (anche quando è assente), un figlio, un fratello e un amico sempre a disposizione di chi ha bisogno. Ha un carisma che ti porta ad accettare la straordinarietà del suo carattere. Non abbiamo scadenza. Trovo quindi sbagliato generalizzare.

  5. 5
    flower97 -

    Rossella, non capisco questi tuoi commenti al mio post sinceramente..

  6. 6
    Luca -

    E’ normalissimo, c’è un famoso proverbio, “occhio non vede, dente non duole”, quando ti vede, gli tornano in mente tutti i momenti passati insieme, ci sta male, molto spesso è nostalgia non amore. E’ passato troppo poco tempo, lui deve metabolizzare il distacco, lo deve fare appunto lontano da te. Se vi foste lasciati un anno fa, sarebbe stato diverso, allora forse qualcosa dentro ancora provava, ma in così poco tempo, non lo sa neanche lui.

Lascia un commento

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili
Ricorda che sei personalmente responsabile di quanto scrivi su questo forum: prima di inviare il commento verifica che non infranga norme di legge e che non arrechi danno, non offenda la reputazione e non violi la privacy di alcuno.