Salta i links e vai al contenuto

È possibile lasciare la persona che si ama?

Sono finita su questo forum per caso, una delle tante sere in cui torno a casa insoddisfatta, confusa, insicura.. Ho pensato che forse scrivendo ciò che mi passa per la testa e magari anche con l’aiuto di qualche consiglio potrei riuscire a fare chiarezza. Un mese fa il mio ragazzo dopo una storia vissuta tutta d’un fiato, intensa e ricca di emozioni mi ha lasciato.
Non l’ho ancora superata, sfortunatamente le sue motivazioni potevano risultare valide.. ma per lasciare la persona che si dice di amare non credo ci siano motivazioni valide ma solo scuse..
Mi ha lasciato perché costretto dai suoi genitori ad andare a studiare all’estero per 5 anni.. sarebbe dovuto partire dopo 4 mesi.. Avreste passato gli ultimi 4 mesi nella vostra città accanto alla persona che amate pur avendo la vostra storia una scadenza precisa????? O avreste preferito troncare per non rendere le cose ancora più difficili poiché vivere una storia del genere sicuramente dà malinconia e crea mille problemi??
Io so cosa avrei fatto.. Io sarei voluta stare al suo fianco fino all’ultimo minuto prima che partisse.. E pensavo che quello che provava per me non sarebbe stato così facile da cancellare.. Mi aveva dato tutte le certezze per credere che dimenticarmi sarebbe stato impossibile..
Ho riflettuto molto su questa cosa.. È veramente possibile lasciare la persona che si ama?????? Forse da questa lettera appaio come una ragazza che si è illusa di qualcosa che non c’era.. e fino a poco tempo fa credevo nelle sue parole, credevo che mi amava e che le sue motivazioni avessero un senso.. adesso magari sto iniziando ad aprire gli occhi.. Forse la nostra storia per me era un sogno che diventava realtà, mi sono fatta trasportare così tanto da perdere la testa per una persona che poi si è rivelata di un ipocrisia e di una superficialità unica..

Io non so se con questa lettera sono riuscita a esprimere ciò che provo, data la confusione che ho nella mia testa, è che avevo bisogno di sfogarmi.. essendo una persona molto orgogliosa non riesco a parlarne con nessuno…

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

22 commenti

Pagine: 1 2 3

  1. 1
    Insensatamente -

    Si può lasciare nonostante si ami. E per una serie di motivi. Non può essere tutto bianco o nero. Ovviamente tu non lo avresti fatto perchè sei donna e ti comporti da tale. Le donne si sa che ragionano con sentimento. Ma gli uomini restano un caso a parte. In questo caso credo che lui ti abbia amato con tutto se stesso quel tempo in cui eravate tanto felici e secondo te quello sarebbe bastato a far perdurare le cose. Ma, per esperienza fatta, credo che un amore non smette mai di finire fino a quando davvero non si ama e lo si professa alla persona accanto. Vi siete amati a modo vostro e lo farete in silenzio in onore di ciò che siete stati. Non credere che tutto ciò che sia accaduto finora, sia successo solo per te. Lui ti ha amata ma a modo suo e credo che continuerà a farlo nonostante la lontananza vi farà perdere. Ma rispetta ciò che siete stati, d’altronde le cose si fanno in due 🙂

  2. 2
    annagrazia -

    io non sono d accordo che ci si lascia quando ci si ama per motivi del genere. i miei genitori sono stati separat per otto anni quando erano giovani perche mio padre aveva una malattia rara che lo costringeva a stare lunghi periodi in sanatorio, eppure si sono sposati dopo che lui e guarito. lo so erano altri tempi non cerano tutte le distrazioni che ci sono oggi, ma penso anche a quanti sono andati in guerra e sono tornati dopo quattro o cinque anni
    lo so sono un po dura ma secondo me non e amore vero se ci si lascia per un motivo del genere…….

  3. 3
    francy -

    Si puo’ lasciare chi si ama?? Io credo di si,per mia esperienza personale che non e’ paragonabile alla tua.Ci si lascia quando ci si sente imprigionate in una relazione di dipendenza totale,in cui si ha bisogno di un compagno come l’aria che si respira,si vive in funzione al partner,ci si accontenta del poco affetto,si cerca di controllare l’altro e di assecondarlo in ogni modo,mendicando attenzione e amore.Ma e’ un’amore che non riusciamo a dare a noi stessi.Ottenendo per giunta esattamente il contrario,poiché’ “il troppo amore” che diventa una sorte di ossessione porta l’altro in fuga….Ritrovare l’amore per se,solo quando si decide di lasciar andare l’altro a chiederci se e’ lui che vogliamo o non sia piuttosto la convinzione di non meritare amore che ci paralizza in in una storia a senso unico..allora si e’ pronti..Pronti ad abbandonare l’idea che un’altro ci completi,pronti a darci per primi rispetto e affetto.Tutto cio’ porta a cambiare direzione,ad abbandonare la strada della sottomissione per imboccare quella della autostima e dell’amore per se..Da qualche parte,la fuori c’e’ qualcuno che sta cercando noi,dovrò’ esser solo capace di riconoscerlo..Ma,chissa perché’,credo che questa volta sara’ piu’ felice..Comunque sia mi auguro un buon viaggio..Ps a chi si rispecchia nel mio scritto,,auguro di ritrovarsi..e di affrontare il prossimo viaggio con l’amore di se..In bocca al lupo

  4. 4
    Ame -

    l’amore non è dipendenza,l’amore è condivisione,le storie a distanza purtroppo non sono mai buone.
    due amanti devono condividere le loro giornate insieme pur rimanendo con le loro vite distaccate senza creare dipedenza l’uno dell’altro ma pur sempre insieme….
    come si vive un amore a distanza…secondo me è impossibile

  5. 5
    fiorellina -

    per amore si lotta.io ne sono convinta

  6. 6
    fabio -

    L’amore che conosce fine non è amore.La verità credo sia questa.

  7. 7
    Dany -

    Sono un uomo ed ho lasciato la mia fidanzata nonostante l’amassi. Il motivo? In un anno e mezzo estremamente intenso, in cui abbiamo convissuto fin da subito, abbiamo avuto due battute di arresto. Ci siamo lasciati due volte perchè i nostri caratteri sono gli opposti. Nonostante sono gli opposti, io ho sempre desiderato una donna come lei. Siamo stati messi alla prova. Sei mesi dopo esserci conosciuti, lei ha aperto un’attività in proprio ed io ho cambiato vita ricominciando a studiare per fare una professione complicata. Le tensioni ci hanno separato due volte. Ci siamo riconciliati a gennaio. Lei ha capito che la vita è fatta di problemi che non vanno aggirati ma affrontati insieme, scrivendomi una lettera stupenda e piena di propositi. Io ho accettato di farmi scivolare addosso certi problemi, per evitare tensioni. Dopo tre mesi di amore stupendo, io ho vissuto giorni di tensione al lavoro, comprensibili per tutti. Mi sono aperto con lei e non ha saputo dire altro che il mio momento passerà, come ha sempre fatto d’altronde. Io le ho risposto che parlando con amici e parenti, ho sempre avuto il loro punto di vista del mio problema e non mi hanno liquidato con un banale “passerà, ce la farai”. Lei mi ha risposto che crede che non cambierà mai e che si piace così. Non si ricordava una parola di quella lettera. In meno di un secondo mi sono visto nel futuro, al suo fianco: ero infelice perchè non la riconoscevo come un porto sicuro. Se non posso trovare conforto nella donna che amo, vuol dire che vivrei una vita infelice. A distanza di tre mesi, io soffro ancora nonostante abbia preso io la decisione di interrompere il rapporto. L’ho lasciata amandola perchè ci abbiamo provato diverse volte, arrivando a dire che nella vita non si cambierà mai. Io nella mia di vita, sono cambiato tantissimo, smussando gli angoli vivi del mio carattere e ascoltando chi poteva criticare parte della mia persona. L’ho fatto anche con lei. Non mi sono affatto pentito della decisione ma rendetevi conto che è stato come buttarsi da un treno destinato a schiantarsi. Mi sono fatto male, ma ho avuto salva la vita.

  8. 8
    bimba -

    @ dany

    sì, ci sono storie che non funzionano nonostante la buona volontà… in tal caso è giusto lasciare.. anche a me è capitato… non c’era comprensione da parte di entrambi.. dunque non eravamo fatti l’uno per l’altro… ma in questa storia si parla della distanza.. allora lì cambia, cioè non credo basti la distanza per un certo periodo, anche se lunga, a spegnere l’amore vero.. altrimenti è simpatia, attrazione, infatuazione, ma non amore…

    @ francy

    il tuo commento è vecchio, non so se leggerai, ma condivido tutto ciò che hai scritto, davvero un ottimo commento! 🙂

  9. 9
    bonaparte -

    dany, ho letto le tue parole e ti confesso che mi sono scese 2 lacrime, forse perche’ io sono sceso dal treno ma ora farei di tutto per risalirci sopra…
    penso che in amore ogni storia e’ a se, ogni persona e’ a se. cerchiamo solo di non avere rimpianti.

  10. 10
    Meteora -

    Caro Dany , se mai ti dovesse capitare di essere lasciato da una persona che ami con un : “Ti lascio , ma ti amo ancora , è solo che non vedo un futuro per noi….” potresti capire come possano sembrare assurde le tue parole!!! Se ami una persona la lasci per gravi motivi, se questa ti logora la vita se ti fa della violenza fisica o psicologica, o magari per tradimenti . Ma quando lasci significa che già una parte di te ha smesso di amare. Quando capisci che l’altra/o non ti completa più l’amore è andato via da un pezzo. Ci sarà affetto , ma non amore.
    Se la escludi dalla tua vita è perchè non c’è più quel sentimento!!!
    Questa è la mia opinione. Elektra spero davvero tu possa trovare un po di serenità. Anch’io avrei trascorso gli ultimi mesi con la persona che amo, provando ad affrontare anche la distanza e valutare con il tempo la decisione giusta da prendere. Fatti forza. Il tempo aiuta a farci rialzare. Un abbraccio

Pagine: 1 2 3

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili