Salta i links e vai al contenuto

Niente sesso niente amore

… e sense amore che vita è?!
Ciao a tutti, mi trovo qui a scrivere semplicemente per sfogarmi un po’ e magari parlare con qualcuno del mio problema dato che è talmente personale che, con le persone che mi sono vicine. non riesco proprio.
La mia vita sarebbe veramente perfetta se non per un piccolo particolare. Non posso fare sesso.
Si, sono impotente e, causa questa cosa, non riesco a tenermi stretta una donna per più di un annetto e dopo troppi tentativi sono sulla strada della rinuncia definitiva. Mi arrendo all’evidenza. una donna senza sesso non può stare e io, non potendo offrire sesso, non posso stare con una donna.
Il problema è che così non so bene come riempire la mia vita e come colmare questo vuoto che sento sempre accanto a me. Come si può sostituire un qualcosa come una donna vicino che ti faccia sentire importante e trovare comunque la felicita??
A questa domanda non esiste risposta lo so… era solo per sfogarmi.
Grazie

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria:   - Amore - Sesso

18 commenti a

Niente sesso niente amore

Pagine: 1 2

  1. 1
    ennio -

    Carissimo, se trovi la persona giusta, quella che ti ama veramente, allora lei può pure stare con un pò di sesso in meno…se invece frequenti mezze zo....exxe, allora no, rimarrai solo…cerca meglio-)

  2. 2
    Luca -

    Cialis?

  3. 3
    Giuseppe -

    Scusami, ma posso chiederti a cosa sia dovuta questa impotenza? La medicina non può fare niente? Lascia perdere coloro che cercano di consolarti dicendo che può esistere l’amore romantico tra uomo e donna senza il sesso. Comunque esiste la possibilità di innesti pneumatici che inducono una erezione a comando. Magari tu continuerai a non godere, ma la tua donna sì, e questa, per come la vedo io, è una prova d’amore…

  4. 4
    dafne82 -

    Sono d’accordo con Giuseppe. Puoi ricorrere ai farmaci e non arrenderti così…l’importante è’ che tu sia chiaro fin dall’inizio sui tuoi problemi sessuali per evitare che l’altra persona possa soffrire inutilmente.

  5. 5
    Anonima81 -

    Ciao
    Oramai ai giorni d’oggi esistono molte cure/soluzioni riguardo a questo tipo di disturbo; non sei solo! Leggevo non troppo tempo fa che disagi come questo sono problemi che appartengono non solo ad individui appartenenti ad una certa fascia d’età, ma anche a persone piu’ giovani. Le cause possono essere svariate, gli specialisti possono illuminarti o eventualmente fornirti un valido aiuto/supporto per risolvere questa brutta e fastidiosa questione. Ne hai parlato con qualcuno? Specialista o medico di base? Non abbatterti cosi, perche’ e’ un problema risolvibilissimo che non dovrebbe assolutamente precluderti di vivere un amore…. E magari anche quello giusto! 🙂

    Saluti!!

  6. 6
    sarah -

    Devi innanzitutto capire bene il problema, può essere psicosomatico anche se dura da tanto. Hai sempre avuto questi problemi o è iniziato dopo una determinata esperienza?Prima di affidarti alla medicina cerca di individuare la causa del problema, devi andare alla fonte. Hai consultato un medico ed eventualmente uno psicologo?Non devi vergognarti, sono cose che capitano, se ti abbatti non andrai da nessuna parte.

  7. 7
    losthope -

    Questo e’ un problema che ho sempre avuto,fin dalla mia prima volta o meglio al mio primo tentativo. Avevo 17 anni e nessuna valida ragione psicologica o fisica per la quale dovesse succedermi una cosa simile. Ma cosi fu. Per i primi 2-3 anni ho tenuto la cosa per me perche’, veramente troppo imbarazzato, non avevo il coraggio di parlarne con nessuno, ma poi con il passare del tempo e non vedendo miglioramenti mi sono deciso a parlare con un urologo che dopo vari esami mi ha rassicurato che non c’erano problemi e che il mio era solo un problema psicologico. Non sapendo piu che pesci pigliare stavo pensando di andare da uno psicologo e quindi ne parlai anche con i miei genitori. Ma qui successe che mentre mi confessavo a mio padre lui mi disse,molto dispiaciuto,che anche a lui succedeva la stessa identica cosa e questo mi fece perdere ancora di piu le speranze di poterla risolvere. Da allora ho sempre usato medicine e stratagemmi vari per riuscire ad avere degli pseudo rapporti. Rapporti che pero non hanno mai potuto soddisfare la mia lei. Nella vita di un uomo questa cosa e’ un macigno troppo pesante da portare, rischia di compromettere tutti i miei bei obiettivi che sognavo tanto di raggiungere. Una donna che invecchiasse con me,una famiglia. Invece piu ci provo piu mi accorgo che una donna vuole un vero uomo vicino e l’essere un vero uomo non puo prescindere dal riuscire a soddisfare la propria donna sotto le lenzuola. Oramai dopo tanti anni mi ritrovo con una mente oramai manipolata dall’idea di stare da solo per tutta la vita. Non ne esco piu. grazie a tutti per l’attenzione

  8. 8
    camy -

    lost, veramente, credo che un aiuto psicologico potrebbe migliorare innanzitutto la tua autostima. il fatto che anche tuo padre ha avuto questo problema non vuol dire che sei condannato a vita anche tu…. come ti ha detto il dottore non ci sono problemi fisici e biologici, ma è una questione psicologica. allora, non arrenderti, lotta per affrontare e risolvere il disagio che hai, che appunto sarà solo psicologico, come forse ha tuo padre. tu li sai i motivi per cui tuo padre ha questo stesso problema? glieli hai chiesti? tuo padre stesso li sa? ha mai provato a risolvere? insomma, arrendersi senza neanche aver provato a tentare delle cure mi sembra eccessivo, sia per te che per tuo padre. ciao!

  9. 9
    sarah -

    losthope il tuo problema è molto più diffuso di quello che credi ma spesso è davvero per ansie da prestazioni, più o meno consapevoli. Secondo me dovresti andare dallo psicologo e non scoraggiarti, sono cose che si possono risolvere ma non devi farti pippe mentali ed essere fiducioso.

  10. 10
    Andrea74 -

    Lost ma tuo papà come ha fatto ad avere te?
    Non è sicuramente affetto da impotenza assoluta.

    Non sono un farmacista, ma selon moi potresti venirne fuori con una costosa terapia farmacologica a base di tadalafil, un inibitore della fosfodiesterasi, magari non il 5 mg, troppo blando.. ma ovviamente devi sentire il medico e fare un elettrocardiogramma.

    E poi, come giustamente consigliano gli altri, analisi psicanalitica, perché non è detto che il tuo sia SOLO un problema organico.

    Perdona la durezza della domanda ma.. hai problemi erettili o di eiaculatio precox? Perché non è chiaro..
    Sei obeso? Fumi?
    Te lo chiedo nel tuo interesse, non per impicciarmi.

Pagine: 1 2

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili