Salta i links e vai al contenuto

Il mio ragazzo mi ha tirato uno schiaffo molto doloroso

Ciao a tutti, eccomi l’ennesima vittima dell’uomo violento. Io che vado avanti ottimista, sempre con il sorriso in faccia per la non violenza e per il dialogo.
Non sto a spiegarvi il mio passato, vi dico che non è il primo episodio, c’è stata violenza quando litigavamo e lui spaccava le cose, quando discuteva al telefono e prendeva la macchina mentre c’ero pure io e faceva per schiantarsi contro mano, o andare ai 100 all’ora in strada statale. O i gesti di autolesionismo verso di lui, o le minacce di uccidersi verso di me.
Ieri sera siamo andati a un concerto a cui tenevo veramente molto, una delle cose a cui tengo di più e la musica e l’atmosfera dei concerti.
Al che lo preparo settimane prima dicendogli che probabilmente se c’era qualche canzone a me molto gradita sarei andata in mezzo alla folla a pogare, cioè saltare e spintonarsi. Sarà una bambinata ma a me piace e scioglie i nervosismi. Quindi premettiamo che io l’ho avvertito, e lui ha acconsentito a venire con me e a lasciarmi libera (che poi ho 19 anni penso di poter essere libera di saltare). Metà concerto va bene, al mio gruppo preferito molto duri, parto e vado in mezzo al pogo da sola, dopo una decina di minuti arriva lui incazzato nero, inizia a menare la gente intorno a lui, io mi son girata e ho iniziato ad urlare di smetterla, ho avuto paurissima. Al che prende e inzia ad uscire dalla massa spingendo le persone mettendo anche le mani in faccia, ho solo il flash di questa ragazza che ha chiuso gli occhi spaventata a morte. Arrivati fuori gli chiedo per favore di dirmi cos’era successo e gli ripetevo puoi mai menare delle persone, avevo davvero paura. Al che lo prendo dal braccio e gli dico cos’è successo!! e lui mi tira un ceffone, violentissimo pieno di odio della sua faccia prende e se ne va.
Chiunque lì intorno non ha detto nulla e va be. Io rimango pietrificata 5 minuti, poi mi vado a sedere per tranquillizzarmi poi per fortuna ritrovo dei miei amici che erano tristissimi per l’accaduto e per fortuna mi hanno aiutato.
Dopo di che non sono più riuscita a tranquillizzarmi, io avevo paura di incontrarlo. Era terrore puro.
Al che inizia a mandarmi messaggi dove diceva che dovevamo vederci, che se no si sarebbe ammazzato, che tutte le volte io gli do torto e questa volte aveva ragione lui. Praticamente a lui è successo che è venuto a cercarmi ed è rimasto schiacciato in mezzo al pogo. Che poi scusate io ero lì in mezzo da un sacco di tempo una ragazza, magrolina, bassina non sono morta, lui alto, spesso e uomo si è fatto rompere il naso? Dubito. Dopo tutte ste minacce non ce l’ho fatta e ho spento il cell. Fine, io ho paura, nel tragitto di casa avevo il terrore mi raggiungesse, mi immaginavo le cose più brutte. Io non le sopporto ste cose, io che vado alle riunioni e manifestazioni contro la violenza alle donne ricevo questo? Scusate ma anche qui ho bisogno di consigli. Anche se una decisione già l’ho presa.

L'autore ha scritto 3 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

12 commenti a

Il mio ragazzo mi ha tirato uno schiaffo molto doloroso

Pagine: 1 2

  1. 1
    trimaxion -

    Non permettere ad un’altra persona di calpestare la tua dignità. E’ una persona violenta e non potrai mai cambiarlo. L’unica soluzione possibile è chiudere la storia, persone del genere mettono in serio pericolo te e chi ti sta intorno. Leggiti la mia storia…”ho lasciato la mia ragazza per la mia dignità”

  2. 2
    kiky9326 -

    ciao, ne sono stata vittima anche io, solo però che purtroppo non c’è stato nessun campanello d’allarme. Lascialo immediatamente, se si ammazza sono affari suoi, tu non puoi vivere una vita fatta di terrore e violenza. Ti dico che a me ha cambiato profondamente ogni aspetto della mia vita in peggio e che ancora ne pago le conseguenze a distanza di anni. Se puoi parlane con i tuoi e i suoi genitori, sembra una cavolata ma in realtà è una delle cose più sensate da fare.

  3. 3
    bohemian girl -

    Ciao purtroppo anche io mi trovo in una situazione difficile. Ho incontrato il ragazzo sbagliato in un momento della mia vita che già era di per se un errore. Inizialmente si frequentava con una mia amica, sapevo tramite le sue confidenze che era una persona violenta con manie di controllo e molto possessiva e manipolatrice, ma nonostante cio’ mi sono lasciata ingannare. Ma vado a ritroso per farvi capire meglio. Ho avuto due storie importanti prima di lui, la seconda e’ finita con una lite violenta che mi ha devastata psicologicamente, di li sono entrata nel tunnel della depressione, ho assunto psicofarmaci e spesso per dimenticare e sentirmi felice bevevo alcool. Proprio in quel lasso di tempo io e lui ci conoscemmo, diventammo subito amici, sembrava essere interessato a me, mi e’ stato di grande aiuto, standomi vicina quando stavo male. Poi e’ successo che ci siamo innamorati, inizialmente non volevo perché sapevo che la mia amica ne era ancora innamorata, ma lui mi assicurò che il suo interesse per me era reale, che non mi avrebbe trattata come gli altri. L’incubo e’ iniziato quando ci siamo messi insieme, pian piano manifestava la sua gelosia sempre più soffocante, per calmarlo mi sono allontanata da tutti, cambiando i miei recapiti, tagliando alcune amicizie. Abbiamo vissuto una pseudo convivenza per 6 mesi in cui spesso si verificavano litigi per futili motivazioni. A seguito di un cambio di lavoro si trasferisce, la distanza mi fa stare male, vedendoci di meno gli episodi di gelosia aumentano poiché viene meno la fiducia da parte di entrambe. Durante i litigi lui mi fa sentire minuscola un verme senza forza di reagire, mi sminuisce, mi aggredisce non solo verbalmente. Attualmente ho difficoltà economiche e sono senza lavoro e lui invece di aiutarmi e incoraggiarmi mi chiama scansafatiche,ecc…Adesso ho avuto il coraggio dopo l’ennesimo litigio di lasciarlo dopo che lui mi ha detto che sono solo un problema e che sono diventata troppo negativa. Il mio sbaglio e’ stato di avergli aperto il mio cuore, di avergli raccontato tutto di me e di essere stata troppo sincera, ammetto la colpa di essere stata anche io gelosa ma perché’ non mi sentivo amata come desideravo, sentendomi spesso una COSA DA NIENTE.
    Ma paradossalmente ci sono istanti in cui lo penso e lo rivorrei con me e soffro tanto da perdere il respiro. La mente mi suggerisce di aver fatto la scelta migliore, ma il cuore soffre tanto per la sua mancanza..

  4. 4
    cecco -

    Dici di essere stata vittima di un uomo violento e dici pure che non è la prima volta… Scusa ma qui sorge spontanea una domanda: cosa aspetti a mollarlo? Tolleranza zero per chi è violento con le donne. Una persona così non meriterebbe nemmeno di essere definito “uomo”, anzi, è solo un animale schifoso. Meno male che una decisione l’hai già presa, anzi era ora che la prendessi. Fossi in te non esiterei a fargli passare i guai, magari denunciandolo alle autorità competenti. Questa vergogna deve finire!
    Allo stesso tempo però ritengo che pure le donne dovrebbero stare più attente cercando sempre di mettersi assieme a uomini perbene anziché perdere tempo, salute e, ahimè, talvolta anche la vita appresso a delle sottospecie di trogloditi.

  5. 5
    luca -

    la peggiore categoria di maschi in assoluto.

  6. 6
    Beatris01 -

    Ciao Valeria….ti scrivo in quanto penso di poterti dare un consiglio dato che ci sono passata anche io… Anche se, perlomeno, il mio ex non faceva ‘ste cose in pubblico: davanti agli altri sembrava un agnellino, poverino lui..
    Premetto che il motivo per cui ci siamo lasciati non c’entrava nulla con tutto ciò.
    Quando litigavamo di brutto lui o mi tirava un ceffone, o mi spingeva contro qualcosa, insomma, diventava violento…. però io tolleravo, perché appena “rinsaviva” mi chiedeva scusa, mi diceva che gli spiaceva, e che non l’avrebbe fatto più…
    Io non ti dirò di lasciarlo solo per questa sua violenza, perché credo te l’abbiano già detto tutti, e se non l’hai ancora fatto significa che sei talmente innamorata da non riuscire a rinunciare a lui.
    Però ti posso dire una cosa: se un giorno la vostra storia dovesse finire, vivrai col rimorso di aver perso giorni, mesi, anni, tempo prezioso, dietro ad una persona che non ti meritava. Ti mangerai le mani per aver rinunciato ad esperienze fantastiche con chi ti vuole veramente bene, solo perché lui non avrebbe acconsentito a farti fare queste esperienze da sola… e ricordati che il tempo, e soprattutto il tempo degli “anni d’oro” della gioventù non te lo ridarà indietro nessuno. Sicura che il gioco vale la candela?

  7. 7
    valeria -

    Ciao a tutti,grazie per le risposte..purtroppo o sono scema o sono davvero innamorata,ieri mi ha spiegato cos’è successo,praticamente nel pogo mi cercava ha preso il cellulare l’ha perso a terra lo raccoglie e la gente lo calpesta,ha davvero molti graffi in faccia. Quando siamo usciti dalla massa di gente io ero spaventata e gli ho urlato che aveva spinto delle ragazze senza motivo,al che lui li mi ha tirato uno schiaffo. Certo non giustifica l’azione che ha fatto mi ha,chiesto scusa e ha,pianto mentre mi implorava. Non so se sto sbagliando,so solo che voglio stare con lui ma non riesco a baciarlo. Ho paura,che sia abitudine, o forse no.

  8. 8
    bohemian girl -

    se e’ davvero la prima volta e senti di perdonarlo fallo ma stai attenta, io l’ho fatto la prima la seconda e la terza ora mi ha cercata…dicendo che e’ nervoso x causa mia …queste persone sono da eliminare. Tra poco cambierò scheda telefonica e se possibile anche citta’ non voglio rivederlo anche se una parte di me lo ama ancora.

  9. 9
    cecco -

    Sta attenta, perché se l’ha fatto una prima volta lo potrebbe fare anche una seconda e poi tu stessa hai detto che non è il primo episodio. Forse sono la persona meno indicata per fare commenti perché a 23 anni suonati mi ritrovo a non avere molta esperienza in campo sentimentale, però il buon senso mi suggerisce che se un uomo ama davvero la propria donna non la prende a mazzate… Secondo te un uomo che prende a schiaffi la propria donna dimostra di amarla? Secondo me no… L’amore implica in primo luogo, non solo la fiducia ma anche il rispetto reciproco, l’uno dell’altra. Se un uomo ama davvero la propria donna non dovrebbe maltrattarla, anzi dovrebbe tenerla sul palmo di una mano, almeno questo è quello che penso ma ovviamente le persone come me non fanno testo perché ho una mentalità tradizionalista. Se poi l’amore é direttamente proporzionale ai lividi che lui ti lascia allora mi sfugge qualcosa.

  10. 10
    ketty -

    Se vuoi dargli un altra possibilità fallo pure ma mi raccomando solo una se lo fa di nuovo lascialo e non tornare più indietro !!!

Pagine: 1 2

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili