Salta i links e vai al contenuto

Ho tirato troppo la corda e mi ha lasciata

Lettere scritte dall'autore  amica76

Ciao a tutti ragazzi,
eccola qui, l’ennesima donna con il cuore spezzato, il 2 agosto è finita la mia storia di 3anni e mezzo, prossima alla convivenza a casa sua (lui si è trasferito lì senza di me qualche mese fa) . Purtroppo credo di pagare il prezzo della prima storia seria e impegnata, arrivata troppo tardi (ho 34 anni!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! ) perché prima ho avuto storielle, flirt e un rapporto di quasi un anno ma niente di così serio anche se le mie sofferenze le ho passate e le ho date. L’ho sempre sentito un po’ immaturo per me, molto bambinone… decidevo io tante cose anche perché il mio carattere è questo, facevo io a lui regalini e pensieri (da parte sua era difficile considerare che dovesse conquistare la sua donna) organizzavo week end romantici, sorprese per il suo compleanno… per me mai niente, tutto nella routine e di questo ho iniziato a soffrire perché pensavo di meritare più attenzioni, almeno all’inizio di una storia e, lo ammetto, ho iniziato a pensare di meritarmi di più. Lui che mi ha sempre dato AMORE. Adesso mi rendo conto che dopo tanti momenti di crisi mie personali in cui mi chiedevo se lui fosse quello giusto, in cui lo allontanavo ( e questo ci ha allontanati anche sessualmente e meno lui mi cercava più io entravo in crisi e lo allontanavo e pretendevo e lo mettevo alla prova) e in cui l’ho dato per scontato lui si è stancato, si è preso 10 giorni di tempo e poi ha chiuso il 2 agosto. Non si è più fatto vivo, l’ho cercato io nei giorni seguenti per capire… capire cosa o povera stupida? Che l’hai trattato come un pupazzo e lui si è stancato? E adesso piango e mi dispero… Ho provato con una lettera in cui ho ammesso tutti i miei limiti e i miei problemi (fino a 10 anni pesavo 20kg in più e, sebbene nel lavoro e con gli amici sia una forza, nella vita di coppia ho bisogno di continue conferme) e la voglia di ripartire senza ipocrisie ma da un nuovo punto in cui io mi ero resa conto di tanti comportamenti errati e di averlo dato per scontato (ad aprile dopo una lite avevo chiedo info ad una psicologa che mi aveva chiesto troppi soldi… e lui a dirmi che non ne avevo bisogno, che lui sarebbe rimasto con me…. ecco si è visto) che gli ho dato 3 settimane fa, lui mi ha risposto via mail che ormai non crede più in noi, troppi problemi e momenti difficili e per questo ha perso l’entusiasmo e la serenità per un futuro insieme. L’ho voluto vedere 10 giorni fa per la prima volta per parlare. Credevo di poter riuscire ad avere una possibilità quando l’ho visto felice di avermi lì con lui sul divano, con gli occhi lucidi ascoltava i miei pensieri, quello che ho maturato, il mio percorso con una psicologa del consultorio (ci sto andando adesso che ormai è troppo tardi per noi) e ho sentito: “mi piacerebbe dirti vediamoci per una birra, darti un bacio ma poi so che tanto tutto tornerebbe come prima… e io non voglio. non ci credo più. Anche tu mi hai lasciato, tante volte e non sono solo io che lascio. Cosa vuoi sentirti dire? Ricominciamo? Io non ce la faccio, non voglio più soffrire”. Poi però voleva tenermi lì, non voleva farmi andare via… Mi ha detto almeno 4 volte ad ogni mio : “Adesso vado a casa”….. “No, dai resta ancora un pò… siediti, cosa vuoi da bere? “. Poi all’improvviso il suo sguardo e il suo viso è cambiato, razionalità 100% e quando io ho detto: “è assurdo che due persone che si amano lascino tutto così.. ” e lui ha detto: “allora significa che io non sono più innamorato”. A cui è seguito un: “se hai bisogno di altro, di risposte, di parlarne chiamami quando vuoi”. Io gli ho detto: “cosa vuoi amicizia? tu che non hai amiche donne? ” E lui: “è che mi dispiace vederti così, lo sai che sto male quando ti vedo piangere”! Io gli detto: “vuoi avermi come amica e sei pronto a sentirmi parlare di un altro? ” Risposta” fino a quel punto non saprei….? “. E da lì sono passati 10 giorni, non mi sono più fatta viva e ho capito che ormai lui non mi vuole più. Voi che ne pensate? io mi sento un’idiota perché è vero che lo consideravo immaturo per me, è vero che non mi faceva mai un pensiero gentile, un gesto da “uomo” (ma poi uo uomo è quello che ama la sua donna senza “ma” e senza “se” come ha sempre fatto lui con me) ma lui mi ha sempre dato AMORE e mi ha fatto sentire AMATA. Come ho fatto ad essere così stupida e cieca? Non tornerà mai più vero? DITEMI PER FAVORE COSA NE PENSATE; HO BISOGNO DI VOI E DELLA VERITÀ!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! A tutto questo aggiungete il fatto che ho 34 anni e mi sento finita! Sento che lui era la mia ultima possibilità… non che io voglia un figlio adesso, ma tra un paio d’anni avrei voluto una famiglia mia. Adesso inizio col comprare casa e andare da sola… con la sensazione di aver perso la persona migliore del mondo e che lo rimpiangerò per il resto della mia vita, perché se mi ha lasciata è perché l’ho portato io a questo punto!!!!! Vi prego ditemi la vostra opinione, senza pietà! Grazie a tutti quelli che vorranno spendere due minuti per aiutarmi con una risposta!

L'autore ha scritto 4 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Condividi su Facebook: Ho tirato troppo la corda e mi ha lasciata

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

15 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    Nadia -

    Secondo me sbagli a darti la colpa di tutto. Nelle separazioni la colpa e’ sempre di tutti e due. Lui ti ha dato amore? l’Amore non si dimostra solo con le parole, anche quei piccoli gesti stupidi di cui parlavi servono, non e’ tuo fratello,non e’ il tuo professore a scuola, e’ il tuo compagno, non vedo perche’ avere di questi limiti, da come lo descrivi sembra parli di tuo padre. Comunque, mettiamo anche che tu abbia sbagliato tutto. Lui non ha chiuso completamente la porta, nei suoi discorsi ci sono tanti “forse”, e’ difficile dirti come comportarti, tu lo conosci e tu sai come prenderlo. Di sicuro, non fare discorsi tipo “non valgo niente”, chi non ama se stesso non sara’ mai amato dagli altri.

  2. 2
    elisabetta -

    Scusa, ma non riesco a capire, sei contraddittoria.
    Prima dici che forse meritavi di piu’, poi dici che lui ti ha sempre dato solo amore e che era la persona migliore del mondo.
    Fammi dire cio che penso. Tu non sei innamorata di lui, ma dell’amore.

    E aggiungo anche che se ti lamentavi che lui ti dava per scontata e non ti riempiva delle atenzioni che meritavi o credevi di maeritare, forse è perchè davvero non te le dava e quindi avevi una sensazione piu che giustificata.
    E ricorda che se hai avuto anche l’impressione che lui fosse immaturo, forse è perchè lo era davvero!!
    Purtroppo quando in una coppia si hanno di questi dubbi sin dall’inizio, raramente si sbaglia. Ci si puo ricredere quasi sempre in megativo ma rarmente in positivo.
    Non darti troppe colpe, perchè forse i tuoi atteggiamenti erano il riflesso dei suoi, per cui…tu hai fatto tutto per lui e lui per te niente.
    Certo che meiritavi di piu!

    Sempre sperando che cn il prossimo uomo che ti riempirà di attenzioni, tu non decida di lamentarti di qualcos’altro…
    Noi donne siamo un pò cosi, a partire da me. Ma io ho ricevuto una terribile lezione ultimamente, e devo dire che l’ho imparata molto molto bene.

    Un bacione.

  3. 3
    colam's -

    Probabilmente hanno ragione le commentatrici precedenti. Aggiungerei che pero’ se hai la sensazione di aver tirato la corda forse e’ giustificata. Consiglierei percio’, con lui o con il prossimo, di limitare al massimo i periodi di tiraggio di corda. Ci stanno questi periodi, e’ normale, ma il bello di un rapporto e’ quando si sta bene in due, quando tiri la corda invece stai stressando il rapporto..

    Percio’ forse un lavoretto su te stessa, volto a smussare un po’ gli angoli, e a saper limitare queste tirate di corda, potrebbe essere proficuo.

    Ps: elisabetta, che lezione hai tirato ? Sembra interessante..

  4. 4
    amica76 -

    Elisabetta, mi hai fatto venire la pelle d’oca perchè mi hai detto la stessa cosa della psico che ho visto stamattina. Non ne ero più innmorata di un amore profondo ma volevo a tutti i costi andare avanti e far funzionare le cose. E forse è vero che come dici ero innamorata dell’amore, di quello che eravamo stati. Una bellissima coppia in cui io ho iniziato a scricchiolare per le mancanze che sentivo e lui a ruota a scricchiolato dopo di me. Sto imparando da questa storia tanto, tantissimo. Per prima cosa a non dare NIENTE PER SCONTATO e a coltivare il rapporto quotidianamente. Quanto vorrei però poterlo fare con lui e il fatto che oramai non sarà più possibile mi distrugge. hai ragione quando dici che le donne si lamentano anche per niente, è vero. Spero che la mazzata mia ( e la tua….cosa è successo????) mi faccia davvero capire cosa è importante ma soprattutto che la vita mi permetta di incontrare una persona da amare ancora. A 34 anni ho una paura pazzesca! E grazie anche a te Nadia, perchè hai chiuso con un’altra frase che mi ha fatto venire i brividi perchè io continuo a ripetermela: Devo amare me stessa altrimenti non avrò mai la fortuna di amare veramente e di essere ricambiata! Forse è stat o proprio questo il problema! Grazie ragazze!

  5. 5
    Nadia -

    Bravissima amica76, sai guardarti dentro e questo e’ fondamentale! Vedrai che, con lui o senza di lui, da oggi sarai una persona migliore! Un abbraccio

  6. 6
    il Conte -

    rassegnati, sei la perfetta rappresentante delle donne italiane, quelle che ormai hanno stancato.. che i spingono ad andare nel sentiero della solitudine.. a 34 anni mia madre aveva gia’ due figli grandi.. voi a 34 anni vi fate ancora le paranoie! come pretendete di farvi una famiglia?? vai! anche te invecchierai sola con un can o gatto al tuo fianco, oppure con un ometto insipido, giusto se ti va bene, cosi per accontentarsi.. vi sta bene, donne italiane… vee la tirate all’inverosimile tutta la vita, la date agli stronzi e fate soffrire chi vi ama… non meriti aiuto.. e neanch compassione, sei egoista! come la maggior parte di oi italiane! pensatedi imanere sempre givani??? non pensate quanti uomini per colpa vosta nn saranno mai padri??, ma sparatevi che è meglio! siete buone forse solo per una sco…a

  7. 7
    amica76 -

    Ciao Conte,
    da una parte non posso darti torto sai? sono io la mia prima che si sta incolpando per tutto quindi non mi stupisco che qualcuno lo possa fare anche qui. Hai ragione, sono immatura e inesperta a 34anni. Ma sapere perchè? perchè fino a 23anni pesavo 20 kg di più e nessun uomo mi ha mai voluta. Come la mettiamo allora? che gli uomini sono tutti superficiali???!!! No, non lo penso. Ti dico questo solo perchè in questo modo la mia vita è stata tutta “in ritardo” purtroppo….e questa storia seria è arrivata a 30 anni. Io non me la sono mai tirata e non me la tiro, magari riuscissi a farlo, significherebbe avere l’autostima necessaria per poter essere felice. Ciao Conte, e grazie….comunque!

  8. 8
    Valinda -

    Cara amica76 sbagli prenderti tutte le colpe. certo puoi migliorare
    certi aspetti del tuo carattere, smussare gli angoli per essere più
    serena con te stessa. questo va bene. ma se ti sentivi frustrata e in
    crisi evidentemente era anche a causa delle sue mancanze. a me è
    capitato qualcosa di simile (per farla breve dopo un mesetto di
    nervosismi anche perché ero anche stressata per lavoro lui mi lascia
    dicendo che non andavano d’accordo ecc e dopo poco è già con un’altra.
    dopo che per un anno e fino a pochi giorni prima ero la donna della
    sua vita con cui voleva figli parole sue). anch’io mi sono sentita in
    colpa e sbagliata credimi, di avere un caratteraccio. ma poi col
    tempo, a prescindere dal tradimento, ho capito tante cose. anche il
    mio ex come il tuo era immaturo e niente regalini, sorprese, weekend,
    niente iniziativa. ero sempre io che mandavo avanti la baracca. a un
    certo punto questo causa insofferenza perché non ci si sente amate. e
    non ci si sente amate perché non si è amate è semplice. si dà, si dà
    senza ricevere lo stesso in cambio. da qui nasce il nervosismo e le
    incomprensioni credo. ed è verissimo molte volte siamo innamorate
    dell’amore ma la persona che abbiamo davanti semplicemente non è
    quella giusta. e mentre lo dico a te lo dico anche a me stessa.

    in bocca al lupo!!!

  9. 9
    elisabetta -

    Cosa è successo a me?
    Beh, ho rimepito il questo sito di mille post riguardo la mia storia troncata di netto e inaspettatamente da lui lo scorso gennaio…
    Non oso riportare per iscritto cio che ho provato e come sono stata, dopo 4 anni di molto sacrificio..
    Nell’arco di 4 giorni ho perso fidanzato e lavoro (poichè lavoravo per lui e avevo anche un mutuo da pagare!), in un botto senza neanche avere la possibilità di capire cosa stesse succedento, e soprattutto tra l’incredulità di tutti coloro che ci conoscevano… Neanche un segnale, nessuno si è accorto di nulla, specialmente io.. soprattutto dopo che a dicembre si era parlato pubblicamente di sposarci.. Un semplice NON TI AMO PIU’!!!

    Da cani, sono stata da cani!
    Poi il Signore, la vita o come vogliamo intenderlo, ci ha fatto un regalo, a luglio ci ha dato la possibilità di ritornare insieme, ma su basi completamente diverse, sia da parte sua che da parte mia. Perchè ENTRAMBI abbiamo rifelttutto sui nostri errori, quindi abbiamo tirato le somme e abbiamo deciso di darci un’altra possibilitààà.
    E siamo tornati insieme!!! Siamo felici, ma io non ho ancora trovato lavoro, quel lavoro che lui mi ha “scippato”. E poichè vorrei realizzarmi nel mio ambito, con lui non tornerò mai piu a lavorare.
    L’importante è aver capito che l’amore non era finito, era solo sopito e travolto dallo stress e dalla stanchezza…
    Ma anche se stiamo insieme, la lezione è comunque servita a entrambi perchè ci ha fatto capire quanti e quali errori abbiamo commesso, ma bisogna essere in 2 a capirlo. Se lo fa solo uno dei 2, non serve a niente.

    Ps. vorrei dire un pò a tutti coloro che sono nella mia situazione che per quanto sia bello tornare con il proprio ex, c’è sempre di mezzo un pò di paura che possa risuccedere. Non è mai facile, sappiatelo e non illudetevi di poter cancellare tutto con un colpo di spugna perchè non si puo. Ci vuole tempo e buona volontà! Mi raccomando!!! Ci vuole davvero tanto tanto impegno per faqr andare meglio le cose e specialmente per NON DARE NIENTE PER SCONTATO, perchè non c’è niente di piu errato dell’essere convinti di poter sempre dire e fare tutto quello che ci va perchè tanto l’altro ci ama e ci capisce. EDUCAZIONE prima di tutto!!

    Un bacio.

  10. 10
    amica76 -

    Elisabetta, che dire…mentre leggevo le tue parole ho provato invidia, devo essere onesta. Invidia perchè hai avuto la possibilità di capire i tuoi errori e di poterli comunicare a lui che, come te, ha riflettutto e non ha voluto buttare via tuto. E’ quello che ho fatto io, ho riflettuto, l’ho cercato, gli ho detto tante cose ma….come hai scritto correttamente bisogna essere in due a volere la stessa cosa e nel mio caso lo vorrei solo io. Immagino non sia facile tornare insieme, la paura è una brutta bestia. Ma avere la possibilità di riprovare con una nuova consapevolezza credo sia impagabile! Ormai per me non resta altro che voltare pagina, sono passati due mesi in cui lui non mi ha mai cercata, sono stata solo io a volere contatti e chiarimenti. Si è sempre tenuto il disagio dentro fino a quando è scoppiato lasciandomi…se solo me ne avesse parlato…ma forse doveva andare così. Magari un giorno lo ringrazierò, se mai troverò l’amore. Per adesso devo riprendere in mano la mia vita, tenere il suo ricordo in un cassetto e sperare che, malgrado la mia età, la vita mi possa offrire un’altra opportunità che vivrò con tutta un’altra consapevolezza, che vivrò con l’amore di dare senza aspettarmi per forza qualcosa in cambio. Come dici tu “NON DARE NIENTE PER SCONTATO, perchè non c’è niente di piu errato dell’essere convinti di poter sempre dire e fare tutto quello che ci va perchè tanto l’altro ci ama e ci capisce. EDUCAZIONE prima di tutto!!”. Hai sintetizzato l’insegnamento che io ho ricevuto dalla fine della mia storia. Ti auguro tutta la felicità del mondo e tieni duro, anche il lavoro arriverà! ti abbraccio, C.

Pagine: 1 2

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili