Salta i links e vai al contenuto

Mia moglie vuole che me ne vada

Vorrei raccontarvi la mia situazione, scritta di getto e senza pensarci troppo, forse sarà un po’ sconclusionata ma spero che almeno il concetto si capisca.
10 anni che viviamo assieme, 3 figli stupendi e ora mia moglie vuole che me ne vada di casa.
Che brutta roba ritrovarsi così, con un futuro molto incerto e non avere la più pallida idea di cosa fare.
I problemi con mia moglie sono iniziati anni fà per motivi economici, ho la facoltà innata di trovare datori di lavoro che mi pagano sempre in ritardo, anche di 20/30 giorni. Non potete immaginare la vergogna che da anni sopporto tutte le sere entrando in casa, apro la porta, saluto tutti, mi dirigo in cucina per mangiare qualcosa in piedi (quando arrivo hanno già mangiato e sparecchiato) ed aspetto la mia esecuzione:
Lei: Ti hanno pagato?
Io: (senza neanche guardarla negli occhi) No…
Lei: mi fai schifo.
E con quella faccia schifata se ne ritorna sul divano a chattare con la sua amichetta del cuore.
Spesso per poter vivere in serenità il week-end ho iniziato a mentire, al venerdì le dicevo che mi avevano fatto il bonifico anche se in realtà sapevo che non era vero. Però funzionava, passavo 2 giorni di tranquillità per poi all’inizio della settimana successiva riprendere con l’inferno. Questo però le ha permesso di catalogarmi “bugiardo patologico”
Premetto che non ho mai fatto mancare niente alla mia famiglia, mi sono tolto tutto, a pranzo restando fuori non mangio niente, non vado al bar nemmeno per bere un caffè, non spendo un euro che sia per me, neanche per l’abbigliamento e il barbiere.
Ciononostante vivo tutti i giorni l’inferno, mia moglie mi vede come un cretino che non si fà rispettare e questa cosa l’ha portata 2 anni fa ad avere una relazione con un’altra persona. Io non sò chi sia, ho solo il suo numero di telefono (e non ho mai avuto il coraggio di chiamarlo).
Adesso lei dice che non lo vede e sente più (però il telefono segreto di cui io non conosco nemmeno il numero continua ad averlo) però vuole che esca dalla casa. Si esco e dove vado? dovendo lasciare almeno un migliaio di euro per gli alimenti dei bimbi e pagare un affitto per una nuova casa rimarrei con niente… la mia vita sarebbe terminata, potrei giusto giusto permettermi di respirare, figuriamoci rifarmi una vita!
Io nonostante tutto continuo ad amarla, in fondo al cuore spero che sia ancora possibile risistemare tutto anche se lei dice che è impossibile.
Mi sono reso conto di amarla ancora nell’ultimo periodo, una collega che tralaltro non mi dispiaceva mi ha fatto delle avances molto esplicite, io sebbene fossi invogliato ad andare con lei all’ultimo minuto l’ho rifiutata pensando: non vali neanche un unghia di mia moglie! E rifiutare del sesso dopo che non ricordi nemmeno l’ultima volta che l’hai fatto assicuro che non è semplice.
Boh non sò neanche perchè ho scritto qua, letterealdirettore.it, mai sentito questo sito, ci sono capitato per caso stamattina ed ho deciso di scrivere… forse perchè devo pur sfogarmi con qualcuno, non posso tenere sempre tutto dentro!
Ecco l’ho fatto… forse in fondo mi sento già meglio…
Ciao
PS: non rileggo quello che ho scritto, spero non ci siano troppi strafalcioni 🙂

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Famiglia

27 commenti

Pagine: 1 2 3

  1. 1
    Anonima081 -

    sei un grande uomo!!!!!ti dico solo che tua moglie non ti merita.. non hai colpe di niente.. mi trovo nella tua stessa posizione.. la mia e peggiore della tua se posso confortarti e magari fartj rendere conto che ci sono persone davvero peggio di tua maglie scusami non è un offesa.. Ho un padre che lavora.. dice che non lo pagano.. non e vero.. non si spiega qst soldi dove c...o cvanno a finire.. siamo venuti a conoscenxa di un suo tradimento..mia madre ingenua l ha xrdonato..i soldi continuano a mancare.. non si capisce il xke.. io e i miei fratelli sospettiamo cjhw lui stia ankora kon quella .. pretende fa il padre padrone.prende i soldi di mamma e sta protestando mia sorella.. cerca soldi d,ruba alla famiglia con milleeee scuse e kissa ke kazzo kombina.. la sera nonostante tutto trova la tovaglia apparecchiata e mia mamma santa donna aspetta mezza addormentata sul divano fino a mezzanotte asettando che si ritira.. ogni tanto da qualkosa dui soldi ..ne da 20 e se ne prende 30 .. noi non dobbiamo acquistare alla luce del sole xke x lui anke l akkua x bere e uno spreko.. e poi lui fa cio ke vuole squarcione ma morto di fame.. scusate lo sfogo.. qst e x farti capire che tu sei davvero un grande uomo e un gran papa.. tua moglie davvero non ti merita.. i tuoi soldi non entrano x altri motivi..potrebbe comprenderti xke non te ne vai a puttane!!!!!!! scusa lo sfogo.! e intanto non te ne andare di casa.. fagli capire che non sai dove andare..e ke lei ti dovrebbe stare vicino..xke fino a oggi hai sfamato anche lei!

  2. 2
    Silvia -

    Sei un brav’uomo. Non capisco tua moglie….???? come si fa a trattarti così. E’ infantile e superficiale. Sei stato bravo a sopportare i suoi tradimenti e se può farti stare meglio ti chiedo scusa io per lei. Come fa a prendersela con te se non ti pagano in tempo???? E chiamarti bugiardo??? Ma lei lavora?? Sa i sacrifici che fai?
    E’ terribile che torni a casa e mangi in piedi. Significa che per lei vali meno di zero.
    Tu dici di amarla, ma hai visto quanto rispetto ti porta?????
    Devi farti valere. Valuta bene la tua situazione, cerca di documentare e provare i suoi tradimenti, portali in tribunale.
    ma credimi che di donne che valgono più di tua moglie ce ne sono eccome.
    E tu vali sicuramente più di lei, lo dimostra il fatto che hai rifiutato le avance di quella collega, e inoltre questo dimostra anche che puoi trovare di meglio; evidentemente alle donne piaci ancora (non so la tua età)
    Questa situazione la puoi risolvere, ma devi farti rispettare!!!! Urla in faccia a tua moglie il suo poco rispetto, ma non permetterle di trattarti così.
    Ti faccio un grosso in bocca al lupo. e fammi sapere come va.

  3. 3
    camy -

    che brutta persona tua moglie: “mi fai schifo” = non si parla così a nessun essere umano, tantomeno al proprio marito. donne migliori ce ne sono, ora sei preso dall’idealizzazione di tua moglie, credi che nessuna è come lei, ma dire “mi fai schifo” con tale supponenza credendosi di essere chissà chi quando lei è la prima a dimostrarsi senza cuore buttandoti fuori casa sapendo che non navighi nell’oro e non avresti i soldi per alimenti, mangiare e pagarti un affitto, rende lei una persona schifosa. e non trovarle giustificazioni, perché non ne ha. se si ama qualcuno davvero lo si affianca anche nei momenti bui, lo si cerca di aiutare e gli si dà sostegno (e non perché lo dice il rito del matrimonio, ma perché lo si sente dentro), e non ci si mette lì dall’alto di non so che a giudicarlo, sputare sentenze, tradirlo, umiliarlo e calpestarlo. lei non credo ti abbia mai amato, né mai lo farà, anzi ti odia proprio (e non perché non ti pagano in tempo, ma perché non ha mai sentito vero amore per te, altrimenti non si sognerebbe di parlarti così né di comportarsi così). rifletti.

  4. 4
    Andrea -

    Di patologico credo tu che abbia solo la dedizione verso tua moglie.
    In effetti se ti fai calpestare così da lei, ha ragione nel pensare che tu faccia lo stesso anche sul lavoro, subendo angherie da tutti.
    Tua moglie sbaglia a trattarti così e credo che abbia lei stessa seri problemi psicologici, tu però non sei da meno, perchè assecondi questa suo modo di essere e non riesci ad arginarla.
    Probabilmente non rappresentate l’uno per l’altra ciò di cui avete bisogno: lei di un uomo di polso, tu di una donna normale.
    Prima di pensare a salvare il matrimonio, pensa a salvare te stesso…altrimenti non avrai nè l’uno, nè l’altro.

  5. 5
    monu -

    scusa ma lei non lavora? non fa niente? a parte sentenziare…

  6. 6
    fiordaliso81 -

    Ciao mochefaccio, che dirti, perché continuare a perdere anni e tempo con chi ti riduce e minimizza a semplice funzione di bancomat, lo so che non è facile separarsi, ma la vostra storia è tenuta in piedi da una semplice paura la tua, di non avere più nulla nel portafoglio,certo poi ti ritroveresti a ritornare in casa dai tuoi, o magari in affitto, in un buco di casa, ma sarebbe gia un inizio, non credo tu sia giovanissimo meriti di essere amato come meriti è il desiderio di tutti, un diritto inalienabile, la vostra non è più una storia, è un trascinarsi dietro una serie di problemi di insulti, usati come sfogo per manifestare il fastidio che da in giro per casa un uomo per il quale non si prova nulla . poi quanto alle etichette dille di approfondire la conoscenza e la scientificità di cio di cui di riempie la bocca, non credo proprio tu sia un bugiardo patologico semplicemente perché utilizzi la menzogna per sfuggire ad insulti gratuiti.spero che le mie parole ti siano servite.vivere è ricominciare.

  7. 7
    COGITO -

    Forza e coraggio, ti sono vicino anche se non ti conosco! solidarietà maschile amico mio!
    purtroppo l’hai persa (sta con l’altro sicuro al 100%), fattene una ragione e preparati alla battaglia giudiziaria. le femmine sono animali feroci e cattivi, ti farà una guerra spietata piena di colpi bassi (vedi ad es. metterti i figli contro..). cerca di salvarti per come puoi e rifatti una vita (ma non innamorarti mai più di una femmina altrimenti sei destinato a soffrire!!).
    l’unico appunto che ti faccio è che probabilmente l’hai trattata coi guanti. SBAGLIATISSIMO!!! il miglior modo di perdere la tua donna è proprio quello di trattarla bene. dalle mie parti si dice: c...o e cazzoto! capito?
    forza e coraggio..

  8. 8
    Angelo9 -

    Carissimo, hai avuto tanta solidarieta’ femminile e in effetti hanno detto tutto loro. Da parte mia vorrei dirti che anch’io sono sposato con figli e dunque ti capisco, ma – scusami se mi permetto- io non ce la farei più a vivere con una donna che mi tratta in questo modo. Mi sento di consigliarti questo: se tieni ancora a lei parlale ma in modo energico e
    convinto ( potreste riscoprirvi e recuperare il rapporto) ma preparati anche ad altro ( ad esempio documentare i suoi tradimenti, come ti è già stato consigliato). Se la situazione rimane insostenibile considera il lato positivo di andare via: non dovresti piu’ subire queste
    ingiuste umiliazioni. Meriti molto di piu’. Pensa al tuo bene, per una volta prima di quello della tua famiglia: non e’ egoismo, credimi. Come puoi seguire adeguatamente i figli se accetti tutto cio’? Ciao.

  9. 9
    Aton -

    Per darti un consiglio, bisognerebbe sentire anche l’altra campana… se sopporti una situazione come quella che hai descritto, probabilmente qualcosa sulla coscienza ce l’hai. Però chiarisci un dettaglio: tua moglie non ha redditi?

  10. 10
    Bluray -

    Ma quanti anni hai Mochefaccio? Io una sfracagnata di mazzate a quella donna, anche solo una volta, gliel’avrei data, giusto per far vedere che ci sono maschi che sono violenti solo perchè non riescono ad essere stronzi come certe donne.

    Senti, Mò, ne ho avuto anch’io una così, anche se i soldi a casa li portavo, facendo due lavori, ed era lei piuttosto a spenderli in vestiti ed accessori, nonostante un mutuo e una bambina appena nata da accudire, che chiamava “papà” se si svegliava di notte, tanto per dirti chi la seguiva.
    Casa comprata coi miei soldi ma intestata ad entrambe, come mi sembrava giusto ma, si è ripassata tutti gli amici, per poi confessare in lacrime in preda al pentimento (o alla sazietà?) della mignotta… griffata (a proposito, li ho chiamati tutti, ringraziandoli di avermi aiutato a capire chi mi ero messo in casa).

    Dopo una benefica sfracagnata, post pentimento, di quelle famose mazzate, che ha giovato ad entrambe, ho mollato tutto, casa compresa, con la bambina che aveva ormai 7 anni, e, come un profugo siriano, con 10.000 lire in tasca (non c’era ancora l’euro), ho ripreso in mano la mia vita e SOPRATTUTTO la mia dignità, contando solo su me stesso. Avevo 36 anni.

    Oggi, più di vent’anni dopo, ho una moglie straordinaria, un’altra figlia, un’altra casa (più una piccina per la seconda figlia) e mi sento realizzato. Pensa che forza ho ritrovato in me solo mandandola affanculo e facendole vedere che ero capace anch’io di farle male “vigliaccamente”.

    Quella ex era ed è una fallita: una mignotta fallita griffata, per la precisione.

    Ti auguro di riprendere in mano la tua dignità, che è quella che ci dà la forza, pur immaginando cosa significhi avere tre figli.
    In bocca al lupo.

Pagine: 1 2 3

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili