Salta i links e vai al contenuto

Mia moglie ha deciso di separarsi

Dopo 12 anni di convivenza/matrimonio e 2 bellissime bambine, mia moglie ha deciso di volere la separazione. La motivazione? Glielo chiesto ed ogni volta diceva una cosa diversa. Poi una che diceva più spesso era che io non l’ascoltavo abbastanza e quando nei periodi più bui io non le ero vicino. Probabilmente non avrò fatto il massimo che uno pensa, ma ho sempre dato il mio di massimo. Non bevo, non fumo, non mi drogo, non ho avuto mai storie con altre donne ( e questo lo consideravo una delle cose migliori), ho lasciato hobby e svaghi da quando abbiamo avuto le bambine, per starle più vicino. Abbiamo iniziato a litigare, anche pesantemente, nel senso che ha iniziato a dire cose, anche davanti le bambine, di umiliazione nei miei confronti. A quel punto non sono ovviamente un santo ed ho iniziato a risponderle per le rime. Non nascondo che ho pianto tanto per me, ma tanto per le bambine che dovevano subire tutto questo. Poi cambiava idea ogni 5 minuti: esempio mi ha chiesto di andare via per un po, pur sapendo delle nostre difficoltà economiche; sono andato per 5 giorni in un posto squallidissimo in campagna. Tornato mi ha detto che io non dovevo andare via (ma come prima….). Sapete perchè sono tornato? Perchè mentre ero in ufficio al telefono mi ha detto che aveva una relazione da tempo con un collega, al che dicendole che lei sarebbe dovuta andare via, mi ha detto che avrebbe sempre negato tutto. Mi è caduto addosso tutto il mondo ed ho iniziato a piangere a dirotto. Dopo 2 ore ha cercato di richiamare lasciando messaggi nei quali diceva non era vero, ma che aveva detto quelle cose per allontanarmi. Ne ha continuate a fare mille fin quando mi ha fatto recapitare la lettera dell’avvocato. Devo essere sincero io non avrei mai fatto tante cattiverie ad una persona che dicevo di amare. Lei ne ha fatte di più! Sono sconvolto!

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Famiglia

13 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    amica76 -

    Mi spiace davvero tantissimo per quello che stai passando, credo davvero che sia un incubo. Allora, con calma pensa che: hai le tue bimbe a cui pensare e loro hanno la priorità. Lei è una stronza, non c’è altro da dire. Perchè ok che l’amore può finire ma c’è modo e modo di chiudere una storia, e il suo credo sia il modo peggiore.
    Separati da lei e mandala via di casa!!!!! Se penso che i tribunali lasciano sempre i figli con la madre mi viene il nervoso, come si fa a lasciare le bimbe con una del genere??!!!!! Di certo la relazione con il collega è reale, ha ritrattato solo perchè poi con l’avvocato avrebbe torto lei!
    Cerca di stare su, sono convinta che per te sia un bene perdere una persona del genere anche se adesso immagino che tutto il tuo mondo sia crollato e non la stia pensando come me….Vedrai, con il tempo tutto si sistemerà. hai le tue bimbe e poi troverai una persona che ti sappia amare con il rispetto che meriti! ti auguro il meglio, noi siamo qui!

  2. 2
    rhasya -

    Capisco il tuo essere sconvolto..da quello che scrivi,al tuo fianco c’è una “donna”
    che ha difficoltà interiori,dovrebbe fare una autoanalisi profonda ed essere onesta
    con se stessa e con te.le cattiverie di cui parli sono dovute proprio a questo,una
    miriade di giustificazioni che le servono da scudo pee non prendersi nessuna
    responsabilità..un comportamento immaturo ma anche di molta sofferenza. quello
    che tu potresti fare è di assecondarla,cioè:nel litigio,nelle discussioni,non
    rapportarti a lei con lo stesso modo in cui lei si rivolge a te,mostrati
    disponibile,comprensivo,cerca con dolcezza e attenzione,di aiutarla a capire cosa è
    che le crea disagio.(lo avrai fatto,ma perdere il controllo nella rabbia e nel
    dolore,non ha buoni risultati).poi,il maggiore sforzo lo deve fare lei,si deve mettere
    nella posizione di voler cambiare il suo malessere,dovrebbe capire che non è sola,ha
    un marito,due figli e questo comporta grandi responsabilità e grande forza.non
    bisogna attaccarsi a ogni cosa,ma all’essenziale,al vostro essenziale. mi spiace del
    fatto che di fronte ai vostri figli si verifichino litigi e umiliazioni,una persona con il
    rispetto e il buon senso,dovrebbe evitare,perchè nessuno ha il diritto di far sminuire
    un genitore davanti ai figli.se dovete,fatelo tra di voi,perchè poi i bambini
    assorbono,senza capire,si creano il loro punto di vista e iniziano a soffrire. un
    unione davanti a loro è un bene,per non dargli l’amaro di due persone che loro
    amano,che non si trovano più e che non condividono più lo stesso progetto.
    Per quanto riguarda la finta relazione..è una cattiveria,se non c’è del vero,che senso
    ha dirlo?per il semplice fatto che lei soffre e vorrebbe che tu soffrissi con lei,il
    rancore,le cose non dette,lasciate passare,sono tutte ombre che rovinano un
    rapporto.ora,se pensi di aver dato il massimo,di aver provato ogni via,allora,forse,la
    separazione potrebbe essere ciò che ci vuole,nella solitudine si capiscono molte
    cose e ci si morde la lingua,quindi un secondo avvicinamento sarà dopo aver
    compreso a fondo il proprio stato e l’averlo superato.se invece,ci si accorge che non
    avevate,o lei non aveva più niente da darti,allora dovrete essere così forti da
    sopportare il distacco e andare avanti solo e unicamente per i vostri figli,ricordando
    che prima di tutto ci sono loro.io ti posso augurare di avere pazienza e molto
    amore,cercando nelle tue possibilità di costruire qualcosa di nuovo,è evidente che
    non serve più ciò che vi aveva unito

  3. 3
    Cronico -

    questo sia da lezione a chi vuole comportarsi bene con le donne.
    e a chi vuole sposarsi.
    purtroppo ci sei capitato tu.cerca di fare in modo che le bambine stiano con te e non darti mai per vinto.
    purtroppo dovrai affrontare il nazifemminismo imperante ma spero che tu ce la faccia

  4. 4
    sisley-68 -

    ecco che significa essere buoni!!!ormai i danni hai gia’ fatto. nn credo che puoi rimediare. se ci torni con la tua lei ti cornificera’ per il resto della tua vita.

  5. 5
    colam's -

    Se puoi salva le tue figlie a fa di tutto per evitar loro i traumi del divorzio e delle litigate in casa.

    Per il resto il motto dei Savoia era F.E.R.T.
    Qualcuno lo intese come Femina Erit Ruina Tua.

  6. 6
    gattaselvatica -

    Ti consiglio di andare subito da un avvocato e di chiedere tu la separazione con addebito per tradimento coniugale. Inoltre a chi è intestata la casa? Guarda cerca di non finire sotto un ponte come tutti quegli uomini che si separano e che devono lasciare la casa alla ex che nel frattempo se la spassa con un altro, muoviti al più presto sennò quella si farà anche mantenere alla grande. E tu alla fine del mese non avrai più il tuo stipendio, nè la casa, nè i figli. Tira fuori le unghie e sii spietato o perderai tutto e farai una vita di merda. Cerca di sapere chi può essere questo collega ma non per fare scene di gelosia, ma per avere le prove del tradimento. Sbrigati finchè la cosa è ancora fresca…..

  7. 7
    Dan67 -

    Ciao Renatigno29,
    la tua storia é un pó come la mia, io 17 anni convivenza e matrimonio, due bambini e da 7 mesi lei se ne andata. Diciamo che le motivazioni sono uguali alle tue, cioé tutto e niente, io ho lasciato tutto per stare con lei e formare una famiglia, ma come si sa a essere buoni te la prendi nel cu.. , infatti vivo in germania e mia ex é tedesca. Le nostre litigate, come nel tuo caso cominciavano quando lei iniziava a criticare questo e quello, a disprezzare me e la mia famiglia che vive a 1000 km, mi ha portato da 4 diversi consulenti famigliari e io non capivo che problema aveva con me, visto che avevamo una bella famiglia, nessun problema di soldi, tutti sani, lei vive nel suo paese, vicino alla sua famiglia nell’ambiente dove é cresciuta e con i suoi amici. Alla fine come te mi sono stancato di essere umiliato e offeso e lei furba e cattiva com’é faceva credere a i suoi famigliari e amici che io la trattavo male.
    Io molte volte ho pensato che sia psicolabile, perché vedeva e pensava di me cose che a me non passavano neanche per la testa.
    Penso che tua moglie assomigli un pó alla mia, sono persone egocentriche, viziate che non vedono oltre ai propi interessi, io voglio, io sono io, io, io, questo era mia moglie e sinceramente penso che di me non gli é mai interessato molto, ma io ero innamorato e cieco. Con queste persone non hai nessuna possibilitá, puoi dire bianco, puoi dire nero, ma non va bene mai niente. Io ti consiglio di dimenticarla al piú presto, non meritano niente certe persone, non hanno valori e rispetto di niente, cercano di umiliarti e farti perdere la dignitá perché sanno approfittare della nostra bontá. Secondo te tua moglie pensa alle tue bambine?Al loro bene? I miei bambini soffrono come cani, ma io credo che lei non lo veda neanche.
    Diciamo che non sempre gli uomini sono dei rovinafamiglie, nel nostro caso propio no, ma questi sono i tempi moderni, abbiamo sbagliato moglie, ma questo non vuol dire che siamo sbagliati noi. Vai avanti per la tua strada e alla fine ti accorgi che non hai bisogno di avere vicino una persona che t’insulta e che non ti ama.
    Ciao

  8. 8
    p -

    …e’ pazza. Strano che non se ne sia gia’ uscita con qualche pseudo suicidio o qualche denuncia contro di te.
    Io le farei trovare la valigia fuori dalla porta alla prima occasione, magari facendole ‘dimenticare’ chiavi e cellulare prima che vada in ufficio…
    Vorrei ti fosse chiaro che o glielo metti nel cu.., o lo prendi. Non ci sono alternative. Devi farla seguire, metterle soTto controllo cell, pc, ecc a caccia di prove e farle scrivere per primo dal tuio avv…

  9. 9
    Ren -

    Ieri sera mi ha detto che se l’avessi lasciata sola (non si sà per quanto!!!)chissà. Ma non pensa che anche le altre possono avere una dignità?Ed io i soldi dove li prendo? Ma poi perchè continua a farmi del male in questa maniera? Sono sempre più esausto di questa “vita”!

  10. 10
    deluso -

    Caro Ren, mi trovo nella stessa situazione ma con un aggravante “non sono sposato” e quindi non esiste “il tradimento” come giusta causa. Le ho intestato tutto quello che avevo per darle quelle sicurezze che magari non avrebbe avuto senza matrimonio. perchè non ci siamo sposati? Perchè volevamo un bel matrimonio ma mutuo, auto ecc… al momento mi avevano dissanguato. Nel frattempo è nata nostra figlia che ora ha quattro anni e mezzo ed io per lei dovrò lasciare tutto ma lo farò con la speranza che almeno lei un giorno si renda conto di quanto suo padre l’ha amata, la ama e l’amerà. La vita per dura che sia deve continuare per le persone che ami e ti ricambiano ma anche per te stesso.
    In bocca al lupo

Pagine: 1 2

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili