Salta i links e vai al contenuto

Mi sento solo come un puntino blu cobalto su foglio di bristol

  

Vagando in rete sono capitato qui, ed ho deciso di scrivere i miei pensieri, le mie sensazioni e quello che mi tormenta dal di dentro. – Scrivo senza rileggere e senza censura, così come viene, di getto, come se parlassi in “diretta” e questa volta senza paura del giudizio, senza dover affrontare lo sguardo di un giudice benpensante che ti giudica e ti condanna senza diritto di replica. –
Sono normalmente uno che parla tanto, tanto. – Un po’ per lavoro ed un po’ perché mi piace. –
Ma non ho amici. – Dicono che abbia un carattere palloso e pesante. – Forse è vero ma la gente giudica senza capire il perché. –
Non capisce che quando si è soli, si cerca qualcuno che ti lenisca il male di vivere e talvolta la bramosia di trovare quello che ti manca ti impone forse un assillo o peggio un servilismo che raramente capiscono. –
Oggi è ben voluto chi tenta di fotterti e magari non ti da troppa confidenza. – Un po’ sopra le righe. –
Una persona “buona ” è una persona fessa. – Da magari schernire e non considerare senza capire il perché del suo atteggiamento. – Elemosinare affetto e considerazione in maniera servile sortisce l’effetto opposto. –
Così sono io.. senza amici. – Uno disponibilissssssssimo con tutti ma senza essere cattivo e scaltro. –
I miei 50 anni incominciano davvero a pesarmi quando mi guardo allo specchio e i capelli bianchi mi riportano al mio tempo, mentre sento dentro di me ancora il ragazzo di un tempo, allora mi struggo, talvolta piango, nella consapevolezza del tempo. –
Hermann.

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

11 commenti a

Mi sento solo come un puntino blu cobalto su foglio di bristol

Pagine: 1 2

  1. 1
    silvana_1980_ma_anche_no_sai -

    caro hermannn,
    il male di vivere lo puoi avere a 50 anni come a 30, io lo sto avendo seppur in forma leggera, a 30.
    non credo che le persone buone siano fesse, qusto è quello che vogliono farci credere gli altri. non è vero.
    le persone buone sono intelligenti, quelli che tu consideri furboni, scaltroni, etc aldifuori di un certo cerchio ristretto, credimi… non sono proprio benvolute come pensi tu
    ognuno di noi è circondato da tante persone, forse amico ne puoi chiamare solo uno, forse anche solo il tuo cane
    lo riconosci perchè è quello che non ha paura di dirti che sei scemo (e ci sono molte forme per dirlo, non necessariamente verbali….ma che comunque hanno il potere di scuoterti)
    il vero amico ti rompe le scatole, ti fa domande scomode a cui non vuoi rispondere
    io ne ho trovata una (forse, spero…lo dico per scaramanzia)…che mi prende come sono e qualche volte mi manda a quel paese…si incazza con me, sparisce per un periodo, poi però ritorna
    ma che mi fa fare delle sane risate
    gli altri conoscenti sono pieni di complimenti ed elogi nei miei confronti, che cara qua, che bella là, che buona su che buona giù…e dopo? scopri che parlano male di te alle spalle, ti tradiscono, non sono sinceri con te
    e allora? arridatemi un bel “ma va a kegher”. Please!!!
    tirati su…io sto cercando di farlo, cerca l’ambiente giusto, le persone giuste..esci da quel cerchio ristretto
    sempre una prigione è
    è meglio avere periodi i sconforto alternati che il salto nel buio che prima o poi dovranno fare loro…quelli che della vita hanno capito tutto. Si si
    neanche Gesù Cristo della vita, aveva capito tutto
    tienti la tua bontà…è merce rara e non si compra, si ha o non si ha: alla fine qualcuno se ne ricorderà (o se ne renderà conto

  2. 2
    ciro48 -

    Ciao Hermann. Ti confesso che la sorpresa nella tua lettera l’ho avuta
    quando hai detto la tua età. Mi trovo su questo Forum da un paio di giorni, e leggendo un po di tutto, la stragrande maggioranza sono molto giovani. 50 anni sono un traguardo fondamentale, è il momento in
    cui si fa il bilancio dell’esistenza e a questa età è quasi sempre negativo. Parlo di me naturalmente, che ho superato i 60. Ricordo che ho cominciato ad usare gli occhiali per la lettura proprio a 50 anni. 1 grado, adesso sono a 3! Questo per dire, che a tutti gli effetti e un giro di boa e il ritorno a riva, richiede uno sforzo doppio. Il tuo malessere è una tua peculiarità! Se non sono intervenuti avvenimenti particolari, penso che faccia parte delle tue caratteristiche, e non ci trovo niente di anormale. Mi sembra di capire che tu accetti volentieri il tuo essere “buono” è la tua indole
    perché cambiarla? Anch’io se mi guardo indietro, trovo che la società
    si sta evolvendo in un qualcosa di tetro e frustrante e che siamo tutti in corsa per staccare il biglietto per la catastrofe finale. Ti
    invito a leggere la lettera che ho scritto un paio di giorni fa, vai un po più giù. “STO CERCANDO DEGLI AMICI VERI” Ti sarà più chiaro quello che sto cercando di dire. I valori di una volta, sono un ricordo. Concordo con te sul fatto che oggi chi non si adegua, si sente soffocato. Ma è tardi per cambiare, e io, come penso anche tu, non mi sento sbagliato. I modelli sani di una volta, sono stati sostituiti da valori effimeri e deludenti. Sembra che tutta la nazione sia diventato un’immenso stadio, e nessuno vuole uscire con la sconfitta. Botte da orbi se solo si pareggia. Io che mi sento vicino al tuo temperamento, sono orgoglioso di conservare gli antichi valori, la cosiddetta modernità, sta danneggiando le persone più sensibili, ho letto almeno un centinaio di lettere di ragazzi che a vent’anni si sono già arresi. Sarebbe il caso di ripensare ai troppi errori fatti, nel nome del “progresso” Ciao

  3. 3
    Boh -

    Io mi sento peggio di te perche’? Ho 21 anni e mi sento perso, sono nato nel mondo sbagliato. Se vuoi possiamo chiacchierare yashiro_260@hotmail.com

  4. 4
    diletta -

    ciao Hermann, condivido con ciro48 non ti avrei mai dato 50 anni.
    io ne ho 48 e ti posso assicurare che x certi versi la penso esattamente come te. Il bello del virtuale è scrivere quello che si pensa senza aver paura di essere giudicati, la possibilità di esprimere liberamente le proprie opinioni.ciao

  5. 5
    hermann -

    grazie a tutti voi, del tempo che mi avete accordato, grazie per aver letto le mie parole e per aver per un attimo…pensato a me…hermann

  6. 6
    diletta -

    herman, forza e coraggio vedrai che è solo un momento passeggero. Cerca se ti è possibile di trovare un pò di serenità, di stare in particolar modo bene con te stesso e ricordati di volerti + bene.
    tanti aguroni di una buona pasqua.
    ciao diletta

  7. 7
    hermann -

    grazie diletta.-
    La tua sensibilità si appalesa in tutto ciò che scrivi.-
    Buona Pasqua anche a Te.-
    Vorre tanto leggere qualcosa di tuo su questo sito.-
    un saluto in punta di piedi.-
    her

  8. 8
    diletta -

    Grazie her,
    chissà forse un giorno scriverò, x ora sappi che mi limito a scrivere lettere che non verranno mai consegnate al destinatario. Le parole che vorremmo dire ma che non osiamo x vergogna, x timore, x paura di essere fraintesi. probabilmente solo su un virtuale dove nessuno sa veramente chi 6, dove non ti importa un fico secco di essere giudicata….allora, forse mi aprirò x un pubblico sconosciuto. x ora mi piace leggere gli altri, mi tiene compagnia, mi fa sentire un pò meno sola. Cmq, la Pasqua è stata orrenda, ma non importa, tutto passa alla fine, non dobbiamo permettere a nessuno di distruggere il bello ed il buono che c’è in ognuno di noi.ciao

  9. 9
    francy -

    Ciao hermann..Non penso esista un modo predefinito di comportarsi,non penso neanche ci si possa comportare diversamente dalla propria natura a lungo termine..Siamo tutti diversi,ma penso che tutti uomini e donne,piaccia la comprensione,la stima,la fiducia ecc..Ognuno di noi ha il suo modo di comunicare che può rivelarsi piu’ o meno efficace,o magari per certe persone palloso e noioso..Io per certi versi,al contrario di te sono poco loquace,non perché’ non ami parlare..ma difficilmente vado a ruota libera,devo entrare in sintonia con le persone,sono selettiva,poche amiche ma buone amicizie..Sono buona,tollerante,riesco a far scivolare le cose di poco conto,da addosso,pero’ a tutto c’e’ un limite..quando mi arrabbio mi prende di brutto..ho sempre avuto fiducia negli altri e pensavo che,quando cerchi di essere gentile,disponibile, all’altra persona fa piacere,purtroppo ho cambiato idea..ci sono persone che ti puoi fidare,altre..della categoria di m…che non si fanno problemi di pugnalarti alle spalle..Tutto sta nell’essere sinceri con se stessi..io sono quella che sono posso piacere o meno..ma sono me stessa..E le persone dall’animo buono sono introvabili e rare perciò’ rimani come sei..un abbraccio ciao

  10. 10
    charly -

    Eh soli soletti ciao a tutti ed in particolare ad Ehrmann, mi ha colpito per il suo modo di scrivere e il suo pensiero. Quando ho cliccato sulla voce – mi sento sola – non sapevo di trovare una così grande schiera di anime sole.
    Ed allora vi sembrerà strano ,ma ne ho tratto una grande carica che mi è servita per dire a voi tutti: viva la vita, perchè il sole ci illumina e ci riscalda ancora, perchè il cielo è pieno di stelle , perchè il ruscello scorre trasparente e spensierato, perchè sto bene e perchè niente deve togliermi il buonumore e la voglia di vivere. E questo lo dico a voi tutti che siete approdati in questo sito in un periodo buio e di sconforto.Io dico sempre a chi è giù : sei una creatura meravigliosa, sensibile e maledettamente intelligente, altrimenti non avresti mai toccato l’abisso dell’estrema tua sensibilità che ti avrebbe fatto scoprire di soffrire per la tua solitudine, perchè il mondo è fatto di tanti tipi egoisti, cattivi, infami e balordi, ma anche di tante anime buone . Ricorda Dio ti ama, cerca Lui e tutto il resto ti sarà dato.
    Carla.
    P.S: Mi farebbe piacere ascoltare qualcuno di voi.

Pagine: 1 2

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili