Salta i links e vai al contenuto

Mi sento sola al mondo come se a nessuno importasse di me

Ciao sono una ragazza di 23 anni.
Soffro da quasi 6 mesi di solitudine, mi sento sola al mondo come se a nessuno importasse di me.
Mi sento sola anche in casa con la mia famiglia, causa la notevole differenza di età che ho con i miei fratelli non siamo mai stati molto legati, e per quanto riguarda i miei genitori ci siamo allontanati molto a causa del loro impegno a prendersi cura dei miei fratellini.
Non parlo molto con loro anche perchè non voglio essere un peso.
Con gli amici evito discorsi tristi o riguardanti le mie preoccupazioni anche perchè mi sento presa in giro dai loro commenti, non sono mai disponibili, si sono tutti fidanzati e rinchiusi in casa, anche le mie amiche storiche non escono piu se non hanno il moroso con loro, quindi il poco tempo che ho lo passo facendo finta che vada tutto bene.
Questa finzione che mi sono creata attorno mi sta opprimendo.
A peggiorare le cose, c’è il fatto che spesso ho dovuto fare lavori serali e questo non ha portato altro che un ancora maggiore isolamento.
Ora passo le mie giornate in casa a studiare e la sera a guardare la tv.
Quello che mi fa soffrire è che vorrei fare tante cose, sono sempre stata una persona attiva impegnata in mille cose.
Ora pero mi guardo attorno e mi rendo conto che sono da sola, e questo mi fa soffrire, vorrei qualcuno con cui poter andare in giro a divertirmi, viaggiare, magari anche visitare un museo.
Non so cosa fare…

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

15 commenti a

Mi sento sola al mondo come se a nessuno importasse di me

Pagine: 1 2

  1. 1
    Max -

    Ah! Peccato che sono vecchio! 🙂
    Ma su con il morale hai 23 anni, quasi la metà di me, ed io cosa dovrei dire?
    Max

  2. 2
    IO -

    ciao,
    scusa di dove sei?

  3. 3
    Bishop -

    Praticamente quello che sta succedendo a me. A differenza tua sono un ragazzo e ho 22 anni! Di dove sei te?

  4. 4
    Gabriele -

    Ciao cara, ho letto il tuo pensiero.

    Ascolta, il momento di solitudine lo hanno tutti, tutte le persone, anche quelle che tu vedi fidanzate; solo che non te lo dicono.
    In questo momento, a mio avviso vedi tutto nero, anche fuori nonostante ci sia una bella giornata.

    Ti scriverò una cosa, che ti probabilmente non ti farà piacere, ma il mio scopo non è farti piacere ma farti da spalla.

    Prima di sentirti meno sola, con la presenza delle altre persone, pensa a te stessa.

    Prova a fare qualsiasi cosa da sola, anche la più banale. Prova, e fammi sapere.

    Io ad esempio, mentre pioveva mi sono messo nudo su un prato. Un’emozione unica.
    Io e la natura. Un freddo che non ti dico, ma…in pace con me stesso.

    Ti senti presa in giro dai loro commenti, ma sei sicura che vogliano prenderti in giro e non spronarti?

    Ciò che voglio comunicarti è di costruirti una tua dimensione, e non di cercarne.
    Come tu stessa scrivi, sei sempre stata molto attiva. 😉
    Sarà un momento di smarrimento, e ti assicuro che capita a tutti.

    Ciao, ti abbraccio.
    Fammi sapere.

  5. 5
    birba -

    Tutti hanno brutti momenti nella vita, per superare questa “solitudine” ti serve solo qualche nuova amicizia, dato come dici sembra che ti dai da fare e sei una persona indipendente.
    Ad esempio puoi Iscriverti in palestra, fai oppure fai qualche nuova attività, qualche corso anche per i fatti tuoi che ti aiuterà a farti conoscerti da persone che magari come te hanno bisogno di darci un taglio alla routine e a scrollarsi un’po’ di dosso i loro problemi.
    Io ho un’amica che aveva una situazione difficile a casa e voleva andare a lavorare all’estero, una buona volta si è decisa e si è organizzata per andare a vivere qualche mese a Londra…quando è ritornata era cambiata decisamente in meglio, più serena è andata a vivere da sola e adesso ha un buon lavoro e nuovi amici.
    Credo che devi sforzarti di più e cercare di affrontare questi momenti senza crogliolarti troppo in inutili preoccupazioni

  6. 6
    Paolo -

    Ciao

    Capisco molto bene la tua situazione. La solitudine è il più brutto dei mali. Ti colpisce e resta lì cucendosi addosso a te come una seconda pelle. So cosa significa da tanto e troppo tempo e di lei non ne fai mai abitudine poichè per vivere si ha bisogno di comunicare. Ti racconto in brevissimo la mia esperienza. Sono un ragazzo di 26 anni. Studiavo a Torino dove questa estate mi sono specializzato. Ho lasciato tutto lì (era anche poco: la mia fedeltà per un amore poi distrutto aveva fatto si che avessi pochi amici…quei pochi però erano fidati). Ora sono tornato a casa bloccato da opportunità che non arrivano in un posto dove strano a dirsi non conosco nessuno perchè non ho mai sviluppato legami. La solitudine è un virus che ti immobilizza, ti impigrisce, ti spreme goccia dopo goccia tutta la tua linfa vitale ed è durissima anche da nascondere. Palesare un ottimismo mascherato davanti agli altri per poi tornare e scaricare il tutto in qualsiasi cosa possa arrecare conforto al tuo spirito (io canto tantissimo, ascolto musica, leggo, coltivo le mie passioni da parlante di lingua spagnola e portoghese). Ma quel senso di vuoto lo conosco fin troppo bene credimi. Sei giovane. Hai 23 anni e credo tu sia una ragazza dolcissima, questo aspetto è palese nelle tue parole. Non ti smettere mai di amare te stessa e di volerti bene, tieni alto il tuo orgoglio e difendilo altrimenti questo stato (che comunque fidati sarà sicuramente passeggero) rischia di portarti via anche quello. Se ti senti sola coltiva le tue passioni e apriti al sorriso. Cerca di sorridere sempre. Il broncio fomenta la solitudine. Il fatto che tu sorrida nn risolverà il problema ma ti renderò più agile nell’affrontarlo finchè un giorno e ne son sicuro la vita ti ripagherà di questa prova che tu stai affrontando con te stessa e con essa stessa. Non farti sfuggire le piccole occasioni. Ricorda che le querce nascono dai semi piantati nel terreno. Ripeto capisco come tu ti senta, lo sto passando anche io e ormai quasi da un anno e mezzo. Un anno e mezzo di delusioni e solitudine. Eppure nonostante abbia i miei momenti durante il giorno non smetto di sorridere e soprattutto non smetto di far sorridere quei pochi amici storici (2) che mi sono rimasti. Ama te stessa e vinci la solitudine o perlomeno impara a conviverci. Quanto ti stancherai di questo fidati che non sarai più sola. L’esempio di “birba” è stupendo. Basta solo trovare il coraggio di uscire dal pantano è verissimo ciò che dice…

  7. 7
    Pino -

    Guarda che hai solo 23 anni non 32, sono certo che capirai.

  8. 8
    dancan -

    scusa… certo che al mondo non importa nulla di te. ed è questo il bello. 23 anni e ti fai ste seghe mentali? hai la possibilità di fare cio che vuoi, senza rendere conto a nessuno. non è poca cosa. vuoi uscire a vedere un museo? prendi e vai. magari qualcuno lo incontri là. se i tuoi amici ridono per i tuoi problemi, non sono cosi amici, nn credi? sei sempre stata attiva… ricomincia. fai uno sport. fai volontariato. di sicuro gli amici non li trovi, a stare chiusa da sola…. no? la tua vita, dipende da TE. non dagli altri..

  9. 9
    skitunbici -

    Grazie a tutti per il sostegno 🙂
    Grazie Paolo per le tue parole mi è piaciuto molto quello che hai scritto.
    Avete ragione ho 23 anni sono giovane e la vita è nelle mie mani e forse è proprio questo che mi spaventa.

  10. 10
    dancan -

    a 23 anni non sei giovane. sei una donna. cresci, amica , cresci. non usare la scusa stupida della giovinezza. il tempo passa. mettiti alla prova. datti da fare. se cadi, rialzati. vuoi aspettare i 40, per iniziare a vivere?

Pagine: 1 2

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili