Salta i links e vai al contenuto

Mi ha usata provo un dolore immenso

  

La mia potrebbe sembrare una storia come tante e forse per molte versi lo è, ma la verità è che ogni cosa vissuta sulla propria pelle può avere delle conseguenze devastanti! Tutto è iniziato quando sono stata costretta a cambiare casa, ho trovato una nuova stanza in un appartamento in cui abitava già un ragazzo. Non lo conoscevo e un pò mi spaventava l’idea di andare a vivere da sola con uno sconosciuto, ma da subito lui si è dimostrato molto carino e disponibile, sembrava esserci un feeling che non riuscivo a capire, passavamo insieme più tempo possibile, lui tornava dal lavoro più o meno a metà pomeriggio e passavamo le serate a parlare. Ero triste perchè nella vecchia casa avevo lasciato molti ricordi e soprattutto perchè stavo soffrendo molto per una storia con una persona lontana che oramai volgeva al termine! Lui mi rassicurava, mi prometteva uscite e divertimenti e… un pò ci provava. Ero molto spaventata, mi accorgevo di essere vulnerabilissima, così per la prima settimana ogni volta che mi chiedeva di darmi un passaggio, andare in palestra con lui o uscire con i suoi amici rispondevo di no. Mi disse di essere fidanzato e questo mi allontanava ulteriormente ma che la sua storia non andava bene, sembrava si stessero per lasciare, al punto che il primo fine settimana disponibile lui non partì per andarla a trovare e restammo insieme. L’ultima uscita con gli amici era stata il venerdì prima e lui era tornato a casa alle 5 del mattino. Il sabato sembrava strano, cominciai a sospettare che avesse conosciuto un’altra, pranzammo insieme e nel pomeriggio successe la prima volta. Restai sconvolta, fece i fatti suoi in breve tempo e si fermò! Poi attaccò con il discorso di routine: “sono fidanzato… è una cosa seria… se non ci fosse lei andrebbe avanti, ecc”! Fin qui solo qualcosa che capita tristemente a molte. Seguì un litigio e una riappacificazione, lo facemmo di nuovo, poi uscimmo e notai che si allontanava come avesse paura di farsi vedere! Stupidamente attribuì tutto questo al fatto di essere fidanzato. Stavo male, troppo male per i fatti miei, quella settimana con lui era stata molto bella, vivevamo insieme e sarebbe stato difficile evitarlo. Disse che avremmo continuato, con me durante la settimana e avrebbe visto lei nei week end. Entrai così in un vortice che mi inghiottì senza che me ne rendessi conto, non avrei dovuto starci nemmeno la prima volta e tutto sarebbe stato diverso, ma quelli con lui erano gli unici momenti in cui stavo bene in quel momento orribile della mia vita.

Mi disse che sarebbe partito dopo alcuni mesi per andare a vivere con la ragazza. Non ero innamorata nè mai pensavo che avrei potuto esserlo, così cominciai a pensare che non ero io a tradire e accettai di stare con lui per il tempo che rimaneva sperando che questo avrebbe aiutato anche me ad uscire dalla tristezza che mi accompagnava da un pò! Subito dopo la prima volta però, lui cominciò a diventare strano, tornava a casa sempre più tardi dopo il lavoro, succedeva molto spesso di stare insieme, ma ben presto mi resi conto che ero sempre io a cercarlo, sebbene nei pochi giorni la settimana in cui tornavo tardi la sera, lo trovavo sempre sveglio davanti alla tv, ma non sempre disponibile  a stare insieme. Era sempre stanco! Non gli ho chiesto mai spiegazioni di cosa facesse in quelle 3, a volte 4 ore dopo il lavoro. Capì di essermi messa in trappola, di avere ormai troppa paura di scoprire altre verità che avrebbero potuto buttarmi ancora più in basso, quando un giorno alla porta si presentò una ragazza urlando, dicendo di amarlo e di essre stata con lui fino a poco prima! Lui uscì per parlare con lei, al ritorno mi riempì di bugie facendola passare per una pazza, piangeva per paura che la ragazza, impazzita per le non risposte al telefono, lo avrebbe scoperto e lasciato!

Lo so sembra banale adesso dire che sono stata stupida che avrei dovuto capire, ma ero a pezzi avevo toccato il fondo ancora di più e avevo bisogno di credere che la persona che avevo conosciuto all’inizio esistesse davvero! In fondo non lo conosco mi dissi, posso dargli una possibilità. Decisi di credergli! Rimanemmo tutta la notte a parlare, lui ci provò la sera stessa con me, e poi il giorno dopo, ma io non ci riuscivo…! Il giorno dopo ancora ritornò ancora più tardi senza una spiegazione e da allora lo fece per tutto il mese! A Natale incominciò con le cene di lavoro, due credo fossero vere, la terza no: oltre il solitò ritardo, uscì a cena, tornò a mezzanotte e mi salutò per le vacanze… a letto!

Dopo Natale cominciò a cambiare, sempre più freddo! Decisi di parlargli e dirgli che sospettavo avesse un’altra relazione, mi rassicurò gurdandomi in faccia con gli occhi lucidi e mi accontentai di quello che volevo sentirmi dire. Furbescamente smise di tornare troppo tardi dal lavoro, ma lo trovavo già a dormire quando ero io a fare tardi la sera. Capì che continuavano a vedersi con la differenza che invece di uscire insieme dopo il lavoro, lo facevano quando io non c’ero o quando lui andava in palestra! Più chiedevo spiegazioni, più lui era cattivo, scostante, per poi puntualmente venire in camera mia a fare pace, a volte piangeva dicendo di tenerci a me, di non volere che lasciarmi un brutto ricordo, di non volere che stessi male anche per lui. Forse aveva paura che facessi uscire tutti i suoi scheletri dall’armadio rovinandogli la vita con la donna che diceva di voler sposare: la sua ragazza!

Arrivato il momento, andò via freddamente, partiva con un’ora di ritardo era appena stato con l’altra e mi ignorò totalmente. Tutti i baci, le carezze, le rassicurazioni erano sparite, sembrava un mostro!

Perchè sto male? Lo amavo? No credo di no, ma stupidamente gli volevo molto bene, avevamo parlato tanto, non lo credevo capace di farmi del male, si lo so sono stata cieca e stupida, forse lui mi riteneva anche pazza perchè mi sono ribellata, la verità è che abitando insieme avevo più possibilità di controllarlo, l’altra o meglio le altre, visto che poi ho scoperto una serie di storie di contorno, era più facile prenderle in giro. Ero distrutta dalla situazione precedente e avevo bisogno di credere che ci volessimo bene in qualche modo, che il fatto di vivere insieme avesse creato un affetto quantomeno! E’ facile dire che sono stata stupida, ma il dolore mi bendava gli occhi!

Solo dopo ho capito che la persona con cui passava più tempo non ero io ma l’altra e che con me non era mai più uscito nonostante le continue promesse; che con lei faceva sesso tutti i giorni (la accompagnava a casa dopo il lavoro) e con me era stanco; che mi definiva amica, perchè l’amante già ce l’aveva! Poteva essere sincero, dirmi che aveva tante storie invece di mentirmi, ma io quelle cose non le ho viste subito, solo dopo ho ricostruito tutto e sono a pezzi perchè non ho potuto parlare con lui, confrontarmi, sfogarmi! Sono entrata in un tunnel di depressione e rabbia dal quale non esco, provo dolore, un dolore che rimane intrappolato e non potrà mai uscire. Sono una bella ragazza, molto corteggiata, ma per lui venivo dopo, sento di non valere nemmeno come donna visto che lui preferiva la compagnia dell’altra! Mi sento usata, violentata perchè mi sono concessa a delle bugie! Mi uccide pensare che abbia fatto con lei tutto quello che aveva promesso a me! Mi sento stupida ma non mi sono mai comportata così, solo io so quanto stavo soffrendo allora e quando peggio sto ora e pensare che sia stato proprio lui che sapeva e si fingeva amico, fingeva di aiutarmi a farmi questo male mi uccide!! Muoio di dispiacere, l’autostima sotto i piedi, un dolore che mi sta lacerando!

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

26 commenti a

Mi ha usata provo un dolore immenso

Pagine: 1 2 3

  1. 1
    Rossella -

    Non capisco cosa intendi per vulnerabilissima. Ogni persona ha la sua statura. E’ chiaro (es.) che al mio matrimonio non inviterei mai l’ex fidanzata del mio futuro sposo (anzi, la sua famiglia non la includerebbe nella lista degli invitati su sollecitazione del figlio) perché non vivo la mia emotività come una manifestazione d’insicurezza. Mi manifesto e facendolo riconosco all’altra donna lo stesso diritto che rivendico per me stessa. A causa di questa mia emotività scivolerebbe nel cliché della donna madre o sorella e anche il mio futuro marito finirebbe per apparire come un debole, perché non siamo abituati a stare in società per motivi diversi dalla rappresentanza o dal commercio. La realizzazione umana passa dalla porta della famiglia, ed in questo caso proprio perché c’è stato qualcosa di diverso dalla semplice amicizia potrebbero nascere dei fraintesi. Ogni persona, nei limiti del possibile, si sforza di agire secondo il suo naturale modo di essere. E’ fuori di dubbio che in qualche altra occasione me la potrebbe presentare. Mi è capitato. E’ stato lui a dirmelo. Non ho questo genere di problemi.

  2. 2
    Marius -

    Cara Terry se posso chiedertelo quanti anni hai?

  3. 3
    terry -

    @rossella
    Cara Rossella, non credo di aver capito bene cosa intendi… comunque, ero vulnerabilissima perchè uscivo da una storia che mi aveva annientato psicologicamente. In condizioni normali non mi è mai successo di incappare nella trappola di certe persone, ma in quel momento mi sono resa conto che il suo modo di corteggiarmi era quello di cui avevo bisogno, che mi faceva stare bene e si sa, quando tocchi il fondo l’istinto di sopravvivenza prende il sopravvento. Ho spento il cervello, come fosse un momento di pausa dal dolore e invece di risalire mi sono trovata a scavare! Quando stai male e la tua autostima cala, certe situazioni hanno molta più presa sull’umore e sul modo di affrontarle.

  4. 4
    terry -

    @Marius
    Caro Marius, ho 27 anni! Tuttavia, mi piacerebbe sapere il perchè della tua domanda, hai inteso come infantile il mio comportamento? In cosa in particolare? La verità è che al di là dell’età, sono situazioni dalle quali sono sempre stata alla larga e per questo forse non sono stata in grado di gestirla nel migliore dei modi. All’inizio sembrava essere nata un’amicizia e non solo una storia di letto, mi ero affezionata alla persona, mi ero e si era confidato, mi piaceva parlare con lui, il sesso non sembrava essere al primo posto. Non ho mai preteso nulla da lui, nulla di quello che prometteva, non l’ho assillato e lui non mi ha dato nulla, ma il vedere che per un’altra era disposto a fare quelle che per me erano solo parole, mi ha fatto dispiacere moltissimo!

  5. 5
    Gian88 -

    Direi che ogni commento sia superfluo, tu sai benissimo in cosa hai sbagliato quindi ogni cosa che chiunque potrebbe dire rosulterebbe superflua. Posso solo dirti che capisco il tipo di dolore che provi ( situazioni diverse, ovviamente) e ti dico che passa, ci vorrà tempo ma passerà. Sappi che non sarai mai più la stessa di prima, nel bene o nel male. Buona fortuna.

  6. 6
    Itto Ogami -

    Le donne come al solito tirano fuori la tiritera :” lo so che ho sbagliato”. Ma chi se ne frega ?
    Hai sbagliato…? Hai dato tutto allo sconosciuto che ti alluso ? Affari tuoi. Ora se incontrerai un geloso retroattivo non ti vorrà più. E farà bene.

  7. 7
    terry -

    @Marius
    Considera che molte delle cose che ho raccontato e che sembrano ora banali o fanno sembrare me molto ingenua, sono cose che ho scoperto solo dopo e che hanno generato in me tutta questa delusione, in quel momento davanti a me avevo probabilmente un attore, ma che godeva ancora del beneficio del dubbio! Avrei dovuto accorgermene da tante cose? Può essere! Ma tu capisci che è facile dirlo a postumi per chi ha chiaro il racconto finale con tanto di particolari, ma in quel momento niente era chiaro, al massimo hanno incominciato ad esserci delle ipotesi non immediatamente confermate e la mia voce in capitolo era poca non essendo la sua ragazza, non potevo assillarlo di domande.

  8. 8
    terry -

    @Marius
    Ho detto di non essere innamorata, ma non vuol dire che per me fosse solo una storia di sesso e vista la situazione nemmeno sarebbe stato saggio lasciarmi andare totalmente, gli volevo comunque molto bene e non mi aspettavo da lui la persona che ho scoperto essere quando ha gettato la maschera!E’ stato improvviso e scioccante e mi chiedo come abbia fatto a fingere fino a quel momento di essere un altro, deve essere stato davvero faticoso, deve avermi odiata! Poi il giorno in cui è andato via freddamente e col sorrisetto cattivo…! Il fatto è che tutti al mondo siamo potenzialmente attori, ci sono sempre delle facce nascoste, cose che non diciamo e che gli altri intorno a noi non dicono, cose che non ci aspettiamo da loro e che non si aspettano da noi, ma allora? Come si fa? Non vogliamo bene più a nessuno?
    Non parliamo più con nessuno? Ci chiudiamo in noi stessi? Non viviamo scappando da ogni situazione? Io avrò sbagliato certo, a postumi poi ripeto è ancora più facile dirlo, ora che è tutto chiaro anche io mi sento stupida, ma in quel momento non era così e stare con lui ha significato reagire, vivere e rischiare di nuovo. Purtroppo è andata male, malissimo e ora penso sia normale la delusione e il dispiacere, ho perso in tutto, ma se ci pensi l’alternativa qual’era? Chiudermi completamente nel mio precedente problema?

  9. 9
    Marius -

    @Terry

    Da come avevi esposto il tutto avevi dato l’idea di una ragazza completamente ingenua e perdonami anche un po stupida.
    Ti “assolve” solo il fatto che eri in una condizione psicologicamente debole, però comunque hai fatto tanti errori.
    Però magari per cercare consolazione invece di infilarti nel letto col primo sconosciuto che hai trovato potevi frequentare amici, uscire con ragazzi per bene, coltivare delle relazioni un po più sane, non pensi?
    Rimane il fatto che anche tu hai le tue belle colpe.
    Tanto per iniziare tu ti trovi in casa con uno sconosciuto e inizi a farci del sesso pur sapendo che era fidanzato?
    Allora hai avuto quello che ti meritavi, scusami se te lo dico. Se poi in mezzo c’era pure un’altra che si era abbassata a fare l’amante che cambia? Quella se ci pensi è un’altra poveretta come te, senza un briciolo di stima e amor proprio.

    Ma io mi domando ma perchè vi buttate via così? Con tutti i bravi ragazzi soli, che magari solamente per il fatto di essere un po timidi ed introversi non emergono in evidenza. Al contrario vi fate abbindolare da questi farabutti che vi farciscono la testa con un sacco di stron*ate e ci cascate in pieno. Va bene l’essere giù di morale però essere così oca è un’altra cosa.

    Di lui che devo dirti, ti parlo da uomo ora. Per un uomo perdonami la volgarità ma “più ce n’è meglio è”…
    Tu sei stata la trombamica perfetta, già pronta a casa.
    E’ normale che sei rimasta male.

  10. 10
    Marius -

    @Terry

    Ti insegno un trucco per il futuro.
    Il sesso fallo solo con chi ami veramente e possibilmente che stia solo con te in quel momento.
    Almeno fregature di questo tipo te le eviti.

    Comunque non disperarti, gli uomini non sono tutti così, ce ne sono anche di peggio!

Pagine: 1 2 3

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili