Salta i links e vai al contenuto

Nella vita è meglio stare da soli

Sto male. Sono due mesi che il mio ragazzo dopo una storia di 8 anni mi ha lasciato (perché non mi vedeva piu come il suo per sempre), ed io ho cominciato a realizzare quello che mi è successo solamente adesso. L’estate mi è servita a non pensare, a rimandare l’incontro con la sofferenza. Ma adesso che l’inverno è alle porte è tutto diverso. Ho 26 anni, tutti mi dicono che ho una vita davanti, che chiusa una porta si aprirà un portone, ma io sono sprofondata nella tristezza piu totale. Ogni canzone mi ricorda lui, per 8 anni ho sempre pensato che avremmo vissuto tutto la nostra vita insieme, perché noi eravamo diversi dagli altri e non ci saremmo mai lasciati. Per otto lunghi anni ho pensato che sarebbe stato lui il padre dei miei figli e gli altri ragazzi non esistevano, non lo eguagliavano. Io volevo solo lui e questo mi bastava. Adesso che tutte queste certezze sono crollate, mi sento vuota e non riesco a guardare avanti perché sono sicura che non riuscirò piu ad amare nessun’altro come ho amato lui. Nessuno riuscirà piu a farmi battere il cuore e ad emozionarmi, perché nella vita esiste solo un grande Amore con la A maiuscola; l’anima si dà una volta sola e quando l’hai data ecco… l’hai data; ci saranno altri incontri, altri sguardi, ma non sarà lo stesso. Agli occhi di chi soffre, il mondo intorno appare piu brutto, piu triste, senza speranze. Vorrei urlare, prendere un aereo sola andata per il posto piu lontano possibile da qui, chiudermi in camera e buttare via la chiave; cerco di non pensarci, di uscire per divagare la mente…ma la sera, quando rientro a casa dopo una giornata bella o brutta, la mia mente, i miei pensieri tornano sempre li.. a quei giorni felici, a quando toccavo il cielo con un dito e adesso che ho toccato il fondo non mi resta altro che scavare. Non c’è una soluzione, non c’è rimedio.. forse solo il tempo cancellerà piano piano il dolore che si è impossessato della mia anima, della mia persona. Ma so già che questa flebile speranza non sarà esaudita: un dolore forte lo custodirò dentro di me per tutta la vita; non mi abbandonerà mai; la ferita non si rimarginerà e avrò sempre paura di lasciarmi andare perchè le esperienze del passato non mi faranno vivere fino in fondo quello che la vita vorrà donarmi.
E alla fine di tutto mi domando: che senso ha avuto amare tanto una persona per poi soffrire cosi? E capisco che in fondo nella vita è meglio stare da soli, per evitare che prima o poi quella tua metà che credevi unica si stanchi e ti abbandoni lasciandoti cadere giu, nel burrone.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Me Stesso

29 commenti

Pagine: 1 2 3

  1. 1
    moni80 -

    Paoletta ti capisco e non sai quanto..io ho dato l’anima per una storai di quasi anni… eposso capire te e il tuo dolore ancora + forte.. 8 anni sono tanti..
    io ho cercato di rialzarmi di trovare un modo..per ridere e sorridere il mio ex mi ha lascaito a novembre dell’anno scorso…dopo appunto quasi anni..lui era il mio Amore con la A maiuscola come dici te..
    lo sbaglio + grande che ho fatto è stato a gennaio uscire con un altro ragazo.mi sono lasciata trasportare e quesot mi ha fregato..e adesso che con lui era finita ufficialmente a marzo e poi non ufficialmente era durata fino a metà agosto sono nel baratro..
    e come dici te credo sia meglio stare da soli..
    io avevo provato a fidarmi di nuovo…ma avevo sbagliaot..

  2. 2
    Cantautore -

    Paoletta,
    anch’ìo ti capisco benissimo e mi dispiace tantissimo per quello stai passando! Anch’ìo infatti sto vivendo lo stesso dolore e sto soffrendo così tanto che le mie due utlime canzoni le ho intitolate appunto: “L’amore è un’illusione” e “Ora sono solo”.
    Ti auguro di ritrovare presto il sorriso (il mio si è spento ormai da tempo ed è anche per me un dolore che porterò sempre dentro).
    Un caro saluto.

  3. 3
    silvana1980 -

    ti do ragione sul fatto che ci si innamora credo una volta sola, e quella intensità è difficile da raggiungere…se non impossibile
    ti do ragione anche sul fatto che esperienze negative ti segnano e non puoi, anhe volendo, essere ottimista nei confronti dell’amore quando sei stata trattata come un bell’oggetto da tenere e poi buttare
    vedi sempre un pò di nero
    ma nessuno di noi si può fermare in solitudine per sempre, equivalerebbe a morire piano piano
    innamorarsi è bellissimo, anche della persona sbagliata…ma non possiamo sapere a priori come sono gli altri
    quindi il mio consiglio è di amare, sempre e comunque…ma con gli occhi aperti e quella sana diffidenza che ti fanno capire se l’altro ti può dare altrettanto
    stare soli non è bello, per sempre…abbiamo bisogno degli altri

  4. 4
    Eli -

    Cara Paoletta,
    mi sento proprio come te…5 anni intensi, la convivenza e a breve il matrimonio…abbandonata e mai più cercata. Sono passati più di 3 mesi, come se non fossi mai esistita e lui? Anche lui mi sembra un ricordo, non posso credere che non è più nella mia vita, forse ho sognato. Ci sono dei giorni in cui penso che forse ho perso la memoria e quando mi sveglierò lui sarà lì al mio fianco. Abbiamo costruito TANTISSIMO insieme non riesco a credere che lui abbia scelto di escludermi dalla sua vita, diceva che ero TUTTO. Capisco il tuo dolore Paoletta, credimi, hai 26 anni, io 32, alla mia età perdere la stabilità è triste, molto triste, mi sembra veramente impossibile ricominciare da capo a costruire, impossibile. Penso che a questo punto il destino mi voglia sola, inizio a rassegnarmi ad un futuro con me stessa, mi dispiace, non so darti nessun consiglio, sto tanto male, finora ho dato tanto a troppe persone, chiedevo solo un compagno fino alla fine ma evidentemente devo camminare da sola. Scusami tanto ma oggi proprio non riesco a trovare un senso alla vita.

  5. 5
    Angelo -

    Cara Paoletta,
    sono con te, ti capisco..anche se non è paragonabile alla tua esperienza, io sono stato lasciato per telefono due settimane fa dalla ragazza che credevo fosse finalmente quella giusta. Benchè il tempo tra noi sia stato molto più breve, io le ho donato l’anima, il mio cuore con la stessa intensità e la stessa importanza di una storia più lunga. L’ho sentita e la sento ancora, qui nel profondo della mia anima. Ora sto malissimo perchè per l’ennesima volta ho lasciato aperta la porta del mio cuore, sono stato vicino a lei in momenti difficili, e mi ritrovo solo, con sogni e speranze tradite. Anche lei mi diceva che ero stato l’unico uomo nella sua vita ad averle fatto battere forte il cuore. Mi riempiva la testa, ma anche il cuore, di progetti di vita insieme, di condivisione di un futuro che sento ancora presente. Un suo sms, il giorno prima che mi lasciasse era un trionfo di locuzioni amorevoli ed affettuose..TUTTE BALLE! Non posso fare altro che pensare a questo, e alla mia ingenuità a quasi trent’anni nel dare tutto me stesso in ogni storia d’amore e a restare ogni volta così violentato nell’anima da tutto squallido egoismo. Scusa la mia ira ma non ne posso più di persone che si riempiono la bocca di Amore ma non conoscono il senso di questa parola. L’unico consiglio che posso darti, e che in questi giorni terribili nei quali mi sono abbandonato con tutta l’intensità al mio dolore, rischiando di mandare a rotoli persino il mio lavoro, amati; amati davvero tanto, fai tutto quello che possa servire ad amare te stessa perchè viene prima di tutto. Per il resto neppure io riesco a vivere con la consapevolezza di restare solo, mi spaventerebbe molto, ma capisco che non c’è nulla di più terribile che perdere la propria anima strappata via dalla persona amata.

  6. 6
    Paoletta1981 -

    quello che mi fa piu male è sentire che ci sono tante persone come me, come voi, che soffrono per amore. Per colpa di qualcuno che ci è stato accanto fino a quando gli ha fatto comodo, che ci illuso per anni e al quale è sembrato piu facile dire “addio” e scappare piuttosto che rimboccarsi le maniche e trovare una soluzione ai piccoli e grandi problemi di coppia, ora ci troviamo nel buio, da soli. I consigli degli amici non servono a niente, perchè fino a che non ci passano anche loro non ti possono capire a pieno, non possono capire quanto dolore e vuoto ti lascia una storia finita dopo tanti anni e proprio quando tu credevi che sarebbe stata x sempre. é brutto, è bruttisimo guardare al futuro e vedere IL NIENTE.Non hai piu obbiettivi, i tuoi sogni sono stati calpestati e gettati via, strappati e malmenati. E cosi conciato, veramente, non riesci a trovare la forza x ricominciare, non riesci piu a sognare e non sognare piu equivale a non vivere.

  7. 7
    sakamura -

    Paoletta1981,
    ascoltami……..e credimi ti posso capire benissimo….io sono stato lasciato dopo 7 anni di convivenza, casa, progetti di figli e matrimonio…bluf…di punto in bianco addio è sparita e ormai vive con un altro. Però quello che voglio dirti è che sicuramente queste sono esperienze che ti lascieranno un segno per sempre ma devi darti tempo….piangi, urla….versa tutte le lacrime che puoi…..ma vedrai che un pò alla volta risorgerai….ci sono passato e credimi ti svegliarai una mattina e ti accorgerai che devi volerti bene…..sarà così!!!. Certo……..i pensieri ritorneranno spesso al dolore che hai provato e che ti porterai dentro per moltissimo tempo…….ma ritroverai il sorriso, la voglia di vivere e sicuramente amerai ancora!!!!. Queste esperienze cambiano le persone ma chi le subisce ne esce sempre migliore di prima e sicuramente un giorno troverai un uomo che saprà darti la’more che cerchi!!!. In bocca al lupo.

  8. 8
    Cantautore -

    Gli uomini hanno un’ala soltanto: possono volare solo rimanendo abbracciati. La mia nuova compagna di volo non l’ho ancora trovata, e forse non la troverò mai perché forse nella realtà non esiste davvero, ma in un piccolo angolo del mio cuore conserverò pur sempre accesa una piccola fiammella di speranza, nonostante tutto. Come tanti altri di voi, inoltre, anch’ìo dalla vita sono stato bastonato un po’ troppo per i miei gusti, e tutte le sfortune sembra si siano davvero concentrate ed accanite sul povero sottoscritto, per la miseria (e non mi riferisco solo all’amore, ma in generale); quando poi io non chiedevo altro dalla vita che un po’ di felicità alla quale anch’ìo avevo diritto. Ma questa grossa opportunità putroppo non mi è stata data!
    Quindi la solitudine, è inutile che tanti sprechino solo parole a casaccio per cercare di sostenere il contrario, tocca profondamente l’esistenza umana e la rende triste e insopportabile ed è sinonimo di morte. L’essere umano sente di essere fatto per la comunione con un tu, sente intensamente la fame di questa comunione, e se questo suo bisogno non viene in qualche misura soddisfatto si sente profondamente male e finisce per morire per asfissia.
    Questa è la verità, il resto sono solo chiacchere!
    Un caro saluto.

  9. 9
    ChiaraMente -

    E’ sempre vero che è meglio esser soli che male accompagnati, ma penso alle persone che per età e per salute non possono permettersi la solitudine..sarà anche opportunistico come discorso ma a volte nella vita serve un fratello che ci sostenga laddove da soli non siamo capaci di arrivare. In fondo l’uomo è un animale sociale e cosa spinge con tanta forza le persone a innamorarsi contro ogni logica? Madre Natura avrà pensato anche a questo suppongo. Quando incontro una persona che penso possa piacermi, chissà perchè, mi chiedo sempre: quando avrò ottantanni e lui altrettanti cosa mi piacerà di lui? E tu ti sei chiesta se a 80 anni rimpiangerai ancora questo ?futuro padre dei tuoi figli’? Forse l’amore non è poi vero consista in tachicardia, respiro corto, senso di soffocamento, calore al viso e torcibudella. Forse è qualcosa di più discreto, più lieve, dai colori così delicati da essere quasi impercettibili come i sottili profumi di primavera che tuttavia non scolorano quanto più li annusi ma anzi si intensificano con l’attenzione necessaria a percepirli. Forse l’amore non decide che è per sempre ma si limita a d attuarlo senza pensarlo, forse l’amore non fa progetti presuntuosi ma si limita a desiderare e predisporre con cura gli elementi che se il tempo vorrà si trasformeranno nella direzione sperata, e non si sgomenta di fronte all’imprevedibilità del destino perchè l’amore esiste anche per fronteggiare l’imprevedibile. Forse l’errore più grande più grande che si possa fare è quello di credere che l’emore duri per sempre perchè appena lo si crede con certezza (presunzione?) l’amore fugge via. Non vuole essere dato per scontato. Non è un caso che spesso si viene lasciati “sul più bello”, quando ci son “le certezze” e si trascura di chiedersi se le nostre certezze son le stesse dell’altro. Spesso le nostre certezze ci fanno dimenticare di porre attenzione al mondo interiore dell’altro, credendo certo anche quest’ultimo, e l’altro lo sento, si sente imprigionato, definito, scontato, comandato perfino. A volte si ribella. L’amore non tollera legami imposti perchè se li vuole imporre da sè in piena libertà, scegliendo ogni giorno la stessa persona. Ma se l’altro ha già deciso dentro di sè per noi a noi cosa resta? Solo la fuga. So che è brutto dirlo ma a volte si scambia l’amore con il tranquillo senso del possesso di un uccellino meraviglioso tenuto nella gabbia d’oro dei nostri desideri già certezze. E puntualmente l’uccellino prima smette di cantare ma non ce ne accorgiamo, poi smette di cantare ma non vogliamo accorgercene, poi scappa via e alora lo odiamo. Perchè voleva essere libero di amarci senza le nostre fastidiose “certezze” che lo avrebbe fatto. A volte chiamiamo amore il bisogno o l’imperativo di essere amati. Spesso amiamo come vorremmo essere amati noi senza conoscere l’altro se non in quello che sa fare per noi. Non ti arrabbiare.Certo non scorderai mai, ma ricorderai con più serenità più avanti.

  10. 10
    Paolo Yedlow -

    Ciao a tutti! Io sono dalla parte di quello che “molla”. Perchè? Perchè sto per mollare la mia ragazza dopo quasi 10 anni. E credetemi che non mi sento affatto bene, sto male anch’io. Ma per risolvere certi problemi a volte la soluzione drastica e quella migliore. Come stare accanto ad una persona se non mi sento più bene vicino a lei? Se mi sono accorto che in 10 anni non abbiamo mai fatto un discorso VERAMENTE serio, che riguardasse la vita, i sentimenti, la religione. E’ stata la mia unica ragazza, mai avuto altre. E ora non ne posso più. Ho 26 anni e senti di dover fare le mie esperienze. Mi dispiace tantissimo per lei, ma la mia vita è mia, e non mi posso cotringere ad amare una persona.

Pagine: 1 2 3

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili