Salta i links e vai al contenuto

Manifestazioni di protesta contro la finanziaria

Ottima, anzi perfetta manifestazione della destra all’ultimo raduno contro la finanziaria Prodi. Molti, tantissimi , troppi non erano la solita gente “PAGATA” per partecipare ai “giochi”, ma anzi al contrario erano persone che non :” si erano, neanche mai sognate di manifestare” a detta loro e sicuramente era la prima volta che lo facevano. Questo secondo i tg mediaset , e se lo dicevano loro , noi possiamo anche crederci. Tanta gente di destra e di sinistra ha notato l’affluenza, ma anche le bandiere fasciste. Due milioni di persone, e c’è chi tra i politici ha gridato alla “riscossa”.De che? .Hanno perso l’elezioni è sicuro , aspettino democraticamente altri turni di votazioni. Il fenomeno mediatico è stato seguito interamente dai tg di mediaset, con tanto di commento , minuto per minuto, attimo , per attimo. E non lo sapevamo che Berlusconi usa i mezzi d’informazione a suo uso e consumo?. Ma perchè i commenti erano sempre gli stessi?. Nessuno però ha messo in luce la parte diciamo “spettacolare “della cosa, canzoni, luci, spettacolo, effetti speciali e colori ultravioletti, gli ufo. Chi non sarebbe andato solo a dare una “sbirciatina”?. E perchè chi non è venuto si deve sentire dire di “doversi prendere la responsabilità della mancata partecipazione”? Siamo ancora in una democrazia no? Ah meno male! Avevo capito di aver sbagliato paese. Certo sarà stata anche un grosso” evento “ma perchè dovecva essere anche offensivo?. Come:” Prodiboia, luxuria è la tua troia “e simili?. C’era anche l’aereo con lo striscione”Silvio ci manchi” chissà questo chi l’ha pagato ?.Ma? Io sinceramente quella sera non ho chiuso occhio, dalla curiosità.

L'autore ha scritto 107 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Politica

14 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    Infinite -

    Di opinioni più o meno colorite, con tanto di esagerazioni, se ne possono dare quante se ne vuole, finchè ci si limita a fare libere chiaccherate tra individui, o di sinistra o di destra, ma quando si accende la televisione o qualunque altro mezzo di informazione, allora sarebbe il caso che uno la accenda per avere il diritto di conoscere quello che accade REALMENTE… A PRESCINDERE DAI PUNTI DI VISTA DI PARTE, cosa che nei media ITALIANI, purtroppo, è stata persa di vista da fin troppo tempo, e in questo peccano tutti, di destra come di sinistra. PERO’….però….quando uno afferma di NON VOLERE DARE NESSUNA SPALLATA…quando uno afferma di non volere insultare nessuno, mentre poi si ringhia da un palco “FAREMO CADERE IL GOVERNO” e tra la platea dei neo-manifestanti di destra (tra cui a detta di “certi” sembravano mancare solo i Re Magi…) gli insulti di certo non sono stati “centellinati”…allora a me viene in mente solo una parola…forse anche due, anzi no, sicuramente due… : MALAFEDE e ARROGANZA…
    e non tanto da parte dei suddetti (ammesso che lo siano realmente…) neo-manifestanti, che alla fine sono stati solamente come tanti soldatini schierati in parata… ma sicuramente da parte dei loro organizzatori (…o aizzatori) che, a forza di risalire nelle loro gerarchie, alla fine riconducono immancabilmente ad una sola persona, SEMPRE LA SOLITA PERSONA….non tanto alta ma in compenso, tanto ricca…”probabilmente” ben più ricca da essere stato proprio LUI a pagare le spese…
    Quali spese? quantomeno quelle dell’elicottero a se stesso inneggiante…!
    COMUNQUE alcune cose non sembrano essere interpretabili come semplici opinioni…e queste cose sono : sfoggiando i suoi muscoli (nonchè quelli del “suo” popolo), Berlusconi ha allo stesso tempo mostrato un punto debole…e cioè CHI SARA’ IN GRADO DI ORGANIZZARE LE STESSE COSE CHE HA ORGANIZZATO LUI, nel momento in cui o per un motivo o per un altro, lui sarà costretto a farsi da parte, nel suo ruolo di leader? E poi c’è il dato politico di fatto, che Casini ha preso le distanze, e a prescindere dal fatto che queste distanze vengano o meno riavvicinate in nome della comune causa dell’anti-prodismo, a prescindere se il “figliuol prodigo farà il ritorno alla casa del padre” (…che razza di paragoni da assoluta demagogia…!) forse potrebbe venire in mente che anche (o soprattutto…) con lo stesso Berlusconi nel pieno dello svolgimento delle mansioni del suo ruolo innato da leader….e forse forse non potrà cementificare, tenere a bada TUTTI ma TUTTI quelli della “casa delle libertà”…anchè perchè, se veramente è della libertà essa ne è la casa…prima o poi a qualcuno potrebbe venire in mente di avere voglia di prendersi la LIBERTA’ di andarsene…da tale suddetta “casa”!!! O no? Certo, le divisioni dall’altra parte, nell’ “unione” assolutamente non mancano…fin qui sono state tante e tali, al punto da nascondere alla vista quelle ben presenti anche in questa destra…
    però alla fine

  2. 2
    Infinite -

    …tutto questo è solo un gran rumore di fondo, tutti questi discorsi sono solo chiacchere, e le mie hanno tutto il diritto di esserlo, visto che non andrò MAI a scriverle su di un giornale, o a dirle come commento a NESSUNA trasmissione, dunque sempre rumore di fondo, assolutamente, rimane…! La vera musica, la grande sinfonia che invece vorrei tanto sentire (e assieme a me presumo anche a tanti altri garberebbe di sentirla…) è questa…(e devo rubare una ben celebre battuta per dirla…) :

    PRODI…FA QUALCOSA DI SINISTRA…ma aggiungo anche VERAMENTE !!!!!

  3. 3
    Fabio47 -

    Mah … io nemmeno la curiosità, se abitassi a Roma … Da questa affermazione, i “soliti” diranno che non ho rispetto per gli avversari politici, ma non è vero .. Il fatto che quelli che hanno organizzato questa cosa, di politico non hanno proprio niente. Lo stesso fatto che siano stati ospitati (e dico OSPITATI, non si erano … imbucati) gente tipo 3^ posizione, Forza Nuova e quelli che gridavano le cose carine che Viseminara citava, ha infettato anche quanto di buono e di spontaneo poteva esserci in una manifestazione come quella di Roma e quando dico buono mi riferisco alle persone di buonafede. Ma i politici, quelli che hanno chiamato a raccolta i famosi duemilioni (che poi erano meno della metà), quelli no, non sono in buonafede. Come può essere in buonafede uno come Bossi che, ancorchè indirettamente tramite i suoi Calderoli, Borghezio, eccetera, non è capace di spiccicare altro concetto che non sia “Roma ladrona”, “a morte i terroni”, “urina di porco nelle moschee” e che sventola stà cazzo di secessione ogni mese prima di una qualsiasi elezione, solo per abbindolare i soliti fessi per farsi votare e poter così continuare ad esercitare gli stessi riti perpetrati da chi abita le tanto vituperate stanze del potere “romane” ? Ma quelli che credono a queste fandonie lo sanno o non lo sanno che i leghisti in Parlamento sono in prima fila nel magna-magna politico che tanto vanno condannando ? Come può essere in buonafede chi ha usato per cinque anni le istituzioni a proprio tornaconto, che ha sfasciato la giustizia, clericalizzato e privatizzato la scuola (tanto da togliere l’aggettivo “pubblico” dal Ministero dell’Istruzione, aggettivo per fortuna subito ripristinato dal centrosinistra), che ha imbavagliato la libertà di opinione radiotelevisiva, che ha sfasciato le ferrovie, l’Alitalia, che ha condonato tanti evasori per poter per primo fruire dei condoni, che ha legiferato per aiutare gli amici e gli amici degli amici a non finire in galera, che ci ha fatto diventare la barzelletta del mondo, tra pacche sulle spalle, bandane, corna, insulti come “kapò” ad un tedesco, che andava baciando operaie in Russia, che non gradivano tali “effusioni”, che ha piazzato un leghista al …. Ministero delle Riforme Istituzionali (sic ..), che ha insediato uno che ha interessi nei lavori pubblici stradali ai Lavori Pubblici e la lista potrebbe continuare all’infinito se questa maledetta memoria (difetto che mi accomuna a tantissimi miei concittadini) non si lasciasse sfuggire le centinaia di altri motivi per cui gioire che quelli di prima se ne siano finalmente andati a casa, spero per decenni e decenni a venire. Non è odio, qui si sta parlando di consenso (se no le elezioni che le facciamo a fare ?) e se Berlusconi avesse fatto bene, non avrei avuto alcun problema a votarlo e rivotarlo. Solo che lui ha fatto solo enormi danni al nostro paese e non vederlo per motivi ideologici, sarà una iattura di cui solo i nostri figli potranno valutare la portata. Fabio

  4. 4
    Ari -

    La maggior parte di coloro che scrivono sui blog sono schierati con la sinistra. E’ un fenomeno che bisognerebbe studiare.

  5. 5
    Fabio47 -

    Non si tratta di schieramenti …. Prima che arrivasse Berlusconi, che ha apologizzato il “o con me o contro di me”, mi sentivo semplicemente un cittadino che – teoricamente – dovrebbe essere libero di esprimere le proprie idee. Non ho inventato io la parola “comunista”, di cui è stato fatto abuso e sproposito negli ultimi cinque anni, con la sua derivazione “rosso” (coop rosse, magistratura rossa, scuola rossa e via … rosseggiando), tanto da affibbiare l’appellativo a persone o cose che con il “rosso” hanno ben poco a che fare (Presidente della Repubblica, il Papa, “pacifista”, quindi contiguo con i “rossi”, quando si schierava contro la guerra, Magistratura, Cooperative, Regioni con giunte di centrosinistra, eccetera, eccetera, eccetera, eccetera ….). La dialettica sociopolitica è sempre esistita, ma mai, mai, mai, a mia memoria, una tale contrapposizione che ha fatto diventare …. “comunisti” vecchietti come Enzo Biagi, o ex Presidenti come Scalfaro e via discorrendo. Pertanto, questo “schierarsi” di cui parla Ari è frutto del clima prebellico da guerra civile permanente che hanno alimentato determinati personaggi, politicamente del tutto ottusi, che non sanno neanche dove stia di casa il confronto, culturale, politico, ideologico (Ideologia: “Il complesso delle idee e delle mentalità proprie di una società o di un gruppo sociale in un determinato periodo storico” – Dizionario Devoto – Oli e non una forma di chiusura mentale, quale taluni hanno spacciato il termine in questa accezione negli ultimi tempi). Il confronto è proprio l’opposto dal dire “comunista”, per zittirlo, a chi la pensa diversamente da te; al contrario, è l’ascolto, l’accettazione delle diversità, il rispetto dell’interlocutore, tutti concetti di cui la destra prima al potere non conosceva nemmeno l’ABC. Ad un’analisi onesta, si noterà come gli argomenti a confutazione dell’avversario da parte delle destre, siano – quelli sì – solo insulti o quantomeno slogan (Prodi affamatore, Visco succhiasangue, per stare sul … carino); nessuno che ci dica il PERCHE’ di queste accuse, aldilà delle contorsioni verbali. Com’è che a me servono tremila parole per sostenere una politica che ritengo valida e a “quelli dei due milioni di Roma” bastano poche (male) parole ? Chi è schierato, uno che dice “che la maggior parte di quelli che scrivono sui blog sono schierati a sinistra” o uno come me che cerca – onestamente e in buonafede – di spiegare il proprio pensiero, condivisibile o meno ? Se davvero vuoi studiare qualcosa, Ari, studia come mai tanti italiani comuni (non ricchi o industriali) vorrebbero ancora il ritorno di uno come Berlusconi, un Robin Hood alla rovescia, populista nemmeno tanto originale che, anche volendo, per formazione culturale, non potrebbe fare mai l’interesse della gente semplice, se non passando da interessi di casta o corporativi. E se non ci riesci, comincia quantomeno a provare a smettere di guardare il TG4. Fabio.

  6. 6
    Cesare -

    Io personalmente rispetto Le Vostre opinioni, anche se non le condivido.

    Ari ha ragione: “la maggior parte di color che scrivono nei blog sono di sinistra”…tuttavia io che scrivo sono tendenzialmente di destra (tendenzialmente , perchè mi sento libero di criticare “eventualmente” i politici di destra)

    A Fabio47:Berlusconi avrà anche detto “o sei con me o contro di me”, il che logicamente ha senso, ma non dimenticare che Prodi in un’intervista passata ha affermato che si sentiva sicuro sulla fiducia del governo alla Finanziaria, perchè se cadeva lui , cadevano tutti !!!!……..e chi, per fare il bene del Paese, facendo cadere Prodi, è disposto a perdere la poltrona ??? ecco quindi Prodi…….il prof. delle minacce a coloro che gli hanno dato la poltrona…..oramai è un sistema chiuso: per questo credo che purtroppo Prodi governerà per ben 5 anni……perchè nessuno , per farlo cadere , vuole perdere la poltrona!!!

  7. 7
    Ari -

    Ad un’analisi onesta noto che le discussioni in politica hanno sempre più spesso toni da sceneggiata napoletana, sia da destra a sinistra che da sinistra a destra. Credo che questa legge elettorale (che tutti criticano, ma nessuno si sogna di cambiare) abbia portato ad codesta specie di bipolarismo che in Italia nessuno digerisce, perchè noi italiani siamo geneticamente moderati. La prendiamo alla leggera, insomma. Inoltre leggendo attentamente il post di Fabio vedo che, in effetti ha speso 3000 caratteri, ma non ha detto nulla a sostegno di quella politica che ritiene valida. Cosa ha fatto questo governo di politicamente valido? A me, che mi occupo di amministrazione e finanza, ha complicato la vita, ma non fa nulla, lavorare devo, quindi va bene. Ma per gli anziani? Le famiglie in difficoltà? Insomma per le categorie che è naturale pensare che un governo di sinistra dovrebbe aiutare? Cosa significa ridistribuire il reddito? Che se io guadagno 60000 euro l’anno e il mio collega 30000, dall’anno prossimo ne guadagneremo 45000 tutti e due? Oppure ne daremo entrambi 2000 in più al governo? Bah. Intanto credo che comincerò a studiare il fenomeno di questi blogger rossi… 🙂

  8. 8
    Fabio47 -

    Caro Ari,
    una cosa giusta l’hai detta, che c’è qualcosa di napoletano e sono io, ma la sceneggiata l’ho praticata pochissimo, se non per nulla, ma ho capito che ti piace … sfruculiare …. Intanto che tu cominci a studiare, posso dirti che è già tanto che è stata bloccata la deriva sudamericana all’economia italiana, per cui chi era povero lo diventava ancora di più, così come chi era ricco … Un industriale al Governo, che ti incita a non pagare le tasse, me lo dirai tu che visione può avere dell’equità sociale … Non ho capito, parli di “rossi” nei blog, come fossi di destra o centrodestra e poi accusi Prodi di non essere stato abbastanza “rosso” nella ridistribuzione del reddito ? Mi sa che debbo cominciare a studiare pure io, và … A criticare siamo bravi tutti (ti ricordi chi parlava di “60 milioni di commissari tecnici” ?), a fare, un po’ meno … Ce l’hanno menata PER CINQUE ANNI, fino alla fine del mandato, che a Berlusconi “non lo hanno fatto lavorare”, con una maggioranza di centinaia di parlamentari, ma dove sono questi che si lamentavano ? Prodi, con una maggioranza al Senato affidata all’augurabile stato di buona salute dei Senatori a vita, ci sta mettendo – tutto sommato – buona volontà. Certo che mi ci vogliono tremila caratteri, per imbastire una tesi; per sfasciarla, come fanno tanti come te, caro Ari, ne bastano pochissimi .. Se vai ai comizi di Berlusconi, Fini, Bossi, Borghezio e compagnia bella, di termini ne sentirai pochissimi e saranno – quelli sì – male parole contro i “rossi”, i “ricchioni”, gli “extracomunitari”. eccetera .. IO, piuttosto, in CINQUE ANNI, non ho sentito da Berlusconi alcuna idea propositiva, ma solo lamenti, attacchi all’ex opposizione, anatemi contro le “coop rosse”, la “scuola rossa”, la “Magistratura rossa” ed altre amenità simili, che forse a te piaceranno, a me no. Era al Governo e parlava alla stessa maniera di ora che è all’opposizione, quantomeno una sua penuria di idee originale me la vorrai concedere, spero .. I termini della Finanziaria non mi sono ancora del tutto chiari, ma, oltre alle uscite, ci sono anche molte voci in entrata (famiglia, scuola, lavoro, ambiente, eccetera). Io, a differenza vostra, aspetto a vederne i risultati a cose fatte, poi deciderò se è buona o meno … Intanto, caro Ari, studia, studia … Fabio.

  9. 9
    Fabio47 -

    Manco a dirlo, eccoli gli argomenti della destra …. Tremonti che da del “demente” a Prodi, …. proditoriamente ! Eccoli i programmi, la politica, la dialettica, l’alternativa …. Perdono le staffe perché i senatori a vita permettono alla maggioranza di governare, quando la fiducia al primo governo Berlusconi, venne ottenuta CON UN SOLO VOTO DI SCARTO, grazie agli allora senatori a vita Agnelli, Cossiga e Leone, come lo stesso Cossiga ha ricordato al “Cavaliere”, vera iattura che ha avvelenato e continua ad avvelenare la nostra vita democratica. Non mi pare infatti che l’allora opposizione di sinistra si permise di insultare beceramente i senatori o di inscenare le indegne gazzarre come fanno Berlusconi e soci oggi. In un normale paese democratico, una volta finite le elezioni, si lavora assieme – maggioranza ed opposizione ognuno nel suo ruolo – per il bene del paese, concetto di cui le destre se ne sbattono altamente, preferendo l’occupazione dei gangli istituzionali a fini di esclusivo potere. Preferirei pagare tutto lo stipendio in tasse con chiunque, piuttosto che vedere tornare la combriccola di prima, che ha squalificato a suo tornaconto la legittimità democratica delle istituzioni, la sua etica, la sua autorevolezza. MAI PIU’, MAI PIU, per Dio. Fabio.

  10. 10
    Ari -

    Sei un pò fanatico, eh? Prendila con filosofia: una bella fetta di stipendio in tasse, quest’anno, ti ci va di sicuro ed è un bene che tu ne sia contento. Quanto a questo governo, certo che cambierà, cosa credi? Che d’ora in poi gli italiani voteranno sempre a sinistra? Vuoi saperlo? Io scommetto sulla replica del compromesso storico, che personalmente detesto ma, credo, garbi molto al popolo italiano. Ah, buon Natale. E rilassati.

Pagine: 1 2

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili