Salta i links e vai al contenuto

Le manifestazioni popolari non sono il sale della Democrazia

Lettere scritte dall'autore  

Proprio all’ora di pranzo, ecco il commento del Presidente Napolitano sulla manifestazione di Vicenza:
“le manifestazioni popolari non sono il sale della Democrazia”.
per la miseria, se il TG ha detto il vero, come dire che il popolo non conta niente e comandano loro.
Davvero una bella frase (se il TG ha detto il vero) per un Presidente, per giunta comunista, di una Rep. democratica (= governo del Popolo).
Non ha mica detto che 200.000 persone non possono condizionare le decisioni del Governo e del Parlamento, no no, ha detto che non può farlo il Popolo! il che ratifica una cosa che del resto avevamo già visto, ossia che il Referendum NON ha alcun valore costituzionale!
Il CDestra è comandato da un venditore di pannolini porta a porta, Bertinotti è praticamente spento, quest’altro parla così, possiamo stare tranquilli; la Democrazia occidentale, CVD, gode ottima salute.

Spero caldamente che il commentatore TG abbia male interpretato le parole di Napolitano e non che Napolitano sia vittima di una conversione fascista.

L'autore ha scritto 18 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Politica

1 commento

  1. 1
    Kojak -

    Vogliamo anche parlare del decreto Nicolais che in un momento politico come questo si preoccupa di abbattere il tetto massimo dei compensi stabilito nell’ultima finanziaria in modo che pippo baudo e la hunziker possano guadagnare un po’ di più di quei pochi micragnosi 250000 euro altrimenti dovuti?
    Che messaggio è questo per il paese?

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili