Salta i links e vai al contenuto

La Lega “Fuori dalle balle”

Lettere scritte dall'autore  

Spero vivamente che le persone di buon senso o che ancora conservano dose di raziocinio abbiano avuto un sussulto di indignazione per l’indegna sceneggiata messa in scena dalla compagnia teatrale “Lega Nord”, sedente in Parlamento. Il “clou” dello spettacolo di questi saltimbanchi è stata l’esposizione di un paio di decine di copie del “giornale” “La Padania” (tanti quanti sono più o meno i parlamentari leghisti alla Camera su oltre seicento e guarda che casino fanno …), sulla cui prima pagina campeggiava il sublime messaggio politico indirizzato all’attuale Governo: “Fuori dalle balle” (con quali soldi si comprano i giornali, si fanno le fotocopie, si distribuiscono striscioni ?). Mi dispiace solo degradare la “sceneggiata”, nobile forma di arte popolare frutto della tanto vituperata (spesso proprio dai leghisti) cultura partenopea, di cui mi onoro di fare parte, accostandola a figuranti da quattro soldi, che abitavano ancora le caverne, quando dalle mie parti sorgevano esempi insuperati di cultura e di didattica, quale la “Scuola Salernitana”. Spero anche che le stesse brave persone alle quali mi arrogo la presunzione di rivolgermi abbiano finalmente capito chi vuole il bene della collettività e chi no; chi adotta come assunto “politico” l’offesa, l’aggressione, il becero insulto fine a se stesso, con quella puzza sotto il naso dovuta ad una presunta superiorità culturale, con il susseguente, unico e neanche tanto nascosto intento della mera paralisi dell’attività parlamentare, in attesa di una “spallata” che raggiunga il solo obiettivo che interessa loro, il ritorno al potere, non può volere il bene della collettività e chi non lo riconosce è in malafede. Sono anni che cittadini perbene come me sono costretti ad assistere a sgradite esternazioni, sgarbi ed offese gratuite da parte di questi figuri (Calderoli – sic … – qualche giorno fa ha dato dell'”ignorante” a Padoa-Schioppa una decina di volte in pochi minuti), che hanno l’unico “merito” di aver raggiunto i gangli del potere e ritenersi pertanto intoccabili, al riparo dai rigori della legge per tutti gli “strappi” della normale dialettica politica di cui si sono resi protagonisti. Questi signori non hanno alcun vero programma politico alternativo, l’unico loro vero programma è lo sfascio, del potere centrale, perché a livello centrale contano pochino pochino, per la conquista del potere in sede locale, dove possono sperare in una qualche rappresentanza, per il loro innegabile radicamento in talune realtà, radicamento anche lì frutto non tanto di strategie concrete per il perseguimento del bene pubblico, quanto per il sapiente sfruttamento delle peggiori pulsioni dell’animo umano (paura, odio, risentimento e quant’altro). Altro che federalismo, qui è tutto un “dagli all’immigrato, che ti ruba il lavoro, ti scippa l’identità nazionale, ti frega il sussidio”, eccetera. E’ questa e solo questa la “politica” di questi signori e non ce l’ho con la gente del Nord, dove risiedo e dove – come in qualsiasi parte d’Italia e del mondo – vivono tante persone perbene, quanto con questi presunti “rappresentanti”, che di “rappresentante” hanno ben poco, perché vogliono, in modo uguale se non maggiore, la stessa cosa dei rappresentanti della “Roma ladrona” da loro tanto sputtanata: IL POTERE. E’ solo ed esclusivamente una questione di potere, niente di più. Cos’altro può volere chi non sa fare altro che tentare di bloccare – e niente più – i lavori di un Parlamento, la cui attività, sebbene mille volte perfettibile, è pur sempre l’unica e vera rappresentanza della volontà popolare e che tenta, tra tante difficoltà, di tradurre in atti concreti il mandato conferitogli ? E sebbene non mi sia mai passato neanche dall’anticamera del cervello di votare per questi signori, pretendo che gli inqualificabili atteggiamenti di questi “onorevoli” vengano in qualche modo censurati, poiché finanziati anche con i MIEI soldi, soldi di chi li vedrebbe volentieri cacciati da un luogo che non compete loro. Pertanto, “LA LEGA FUORI DALLE BALLE”. Ciao da Fabio.

L'autore ha scritto 14 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Politica

51 commenti

Pagine: 1 2 3 6

  1. 1
    Ombra -

    io sono invece indignato perchè con i miei soldi mantengo i parassiti comunisti e pure i no global in parlamento..

  2. 2
    Fabio47 -

    …. e basta con ‘stì comunisti !! Chi continua con questa solfa muffosa è perché non ha altri argomenti, kakkio !! Ragioniamo sulle cose concrete, su quello che si sta facendo e che ancora si può fare di buono. I “comunisti” oggi al potere (ma chi, poi, Prodi ? Mastella, lo stesso Padoa-Schioppa ?) hanno rimesso in sesto in UN ANNO i conti pubblici, con innegabili benefici per tutti, quando quelli di prima non hanno fatto nulla, se non piombarci agli ultimi posti delle classifiche mondiali per competitività. E’ questo, del “comunismo” che fa tanto paura ? Il non poter più evadere le tasse ? Il poter imporre da parte dei tassisti ai propri clienti i prezzi che meglio credono ? Il permettere ai notai di arricchirsi sull’acquisto di case da parte di gente che ha sudato una vita per questo ? E’ insomma l’equità sociale che non volete voi che ci sventolate sotto il naso sto’ termine, “comunisti”, ogni cinque minuti ? Bertinotti, “comunista”, è una persona perbene, non insulta, non lancia oggetti, non invoca il …REGICIDIO (questa sublime proposta è di ieri, l’ha lanciata Berlusconi …), non è implicato in scandali di sorta. Puoi dire altrettanto dei tuoi (presumibili) idoli, Ombra ? Eri contento di sapere che il Presidente del Consiglio, semplice “amministratore” del mandato conferitogli dalla maggioranza votante e di conseguenza anche di quello che non lo votò, per la sacrosanta legge della maggioranza, si arricchiva e traeva vantaggi personali dalla sua funzione (nei giorni scorsi lo stesso Berlusconi si è lamentato del dimezzamento del valore delle azioni Mediaset da quando era capo del Governo ad oggi …) ? Ma in che razza di politica credete, gente come te ? Dell’accumulo meschino, tipicamente italiano, in culo al poveraccio di turno o finalmente in una rinascita civica e sociale che ci faccia finalmente ridiventare un grande popolo, di livello mondiale come ci meritiamo, capace di comportarsi secondo etica ed osservare i dettami di legge, quanto di rispettare gli altri, per semplice spirito civico, anche quando magari nessuno ci guarda e ci riteniamo furbi ed al riparo della giusta punizione ? Fatti un giro in Europa, al Nord, magari, caro Ombra; com’è che lassù le cose funzionano bene ? Perché la legge e la conseguente sanzione in caso di infrazione della legge sono rigorose, è vero; ma anche perché lì si applica una cosa che qui è andata smarrita: il R-I-S-P-E-T-T-O !!! Lo vuoi capire o no che se si distrugge il governo (nel senso più lato) della società, si piomba nel caos ? E come fai a non ammettere che quelli che sanno solo strillare ai “comunisti” (ma dove sono, poi ?), senza proporre nulla di concreto per rimuovere il marcio dalla nostra società – semmai contribuendo ad alimentarlo – fanno solo il gioco allo sfascio ? Lo scontro politico c’è sempre stato, ma il mortificante scadimento sapientemente alimentato da qualche anno in qua è prodotto tipicamente “D.O.C.” delle destre, mai visto a memoria d’uomo. Ciao da Fabio.

  3. 3
    Ombra -

    Caro Fabio,
    ok facciamo un discorso serio… punto per punto..
    padoa schioppa and company non hanno messo i conti pubblici a posto per la loro grande intelligenza ma per due motivi oggettivi: 1 il ricavato delle imposte avute grazie alla finanziaria del governo di prima arrivate dopo l’insediamento dell’attuale e 2 per il tirannico alzamento delle tasse su tutti i fronti.
    Per quanto riguarda l’averci fatto piombare agli ultimi posti nel mondo vorrei ancora un volta farti notare che dopo l’avvento dell’euro e due guerre l’economia mondiale si è fermata, è fisiologico che un paese dopo una recessione ricominci la ripresa e se questa non avviene il paese è definitivamente defunto. Le aziende italiane non hanno fatto altro che licenziare e tagliare i costi fissi perchè la pressione fiscale non permette alle aziende d’investire e di competere. Solamente grazie alla nota fantasia ed intelligenza italiana stiamo uscendo fuori da un periodo di stagnazione a prescindere dal governo, quindi non attribuirei nessun tipo di merito al governo attuale.
    Visto che ti soffermi sulla parola “comunista” che ti inalbera così tanto, beh parliamone.. i comunisti sono tutti quelli che siedono al governo e che non permettono di al governo stesso di cambiare, il governo è in scacco da una parte politica che rappresenta forse il 5% del popolo italiano, cioè che non conta un c..zo, ma che in realtà conta molto perchè senza quel ridicolo 5% il governo attuale se ne va a casa.
    Poi divaghi parlando del nord europa, parlando degli altri paesi.. non c’entra assolutamente nulla con berlusconi o prodi.. quella è storia..quella è cultura diversa, quello è il risultato di una politica che quando sale al governo fa quello che deve fare, nel bene o nel male, senza dover rendere conto a insignificanti partitini politici, ma rendendo conto al popolo che se non soddisfatto alle successive elezioni li fa cadere.
    per quanto riguarda berlusconi, ti assicuro che non aveva bisogno di entrare in politica per arricchirsi, questa è la scusa dei soliti bigotti, berlusconi avrà fatto anche i cavoli propri, come tutti quelli al governo di destra o sinistra, ma una cosa è certa nel suo “arricchirsi” come lo definisci tu, a me era permesso di fare lo stesso.. se sei un dipendente molto probabilmente non ti rendi conto in modo tangibile del benessere, perchè questo scende a caduta movimentando l’economia in tutti i settori.
    Ia mia azienda ora paga motlo di più rispetto a prima e questo è insindacabile, perchè non lo dico io ma i numeri a fine mese.
    Per quanto riguarda il RISPETTO questa è un’altra cosa a prescindere dal governo e poi l’ultimo esempio, a napoli si lamentano dell’immondizia ma ti sei chiesto perchè continuano a votate la jervolino e quel caprone di bassolino? in fondo dovrebbero mandarli a quel paese ma non lo fanno.. chiediti perchè e controlla se sono di sinistra o di destra.
    per me lo “scadimento” di cui parli è attribuibile solo al tuo lato della barricata.

  4. 4
    Fabio47 -

    La “tua” azienda …; non ho capito se sei dipendente o piccolo industriale, caro Ombra; nella seconda, tutto quadra, perché è proprio quella categoria ad aver protestato di più del nuovo corso fiscale. Io invece faccio parte della prima categoria e ti dirò di non aver riscontrato il “tirannico” aumento di cui parli e ti prego di credermi, non sono certo un pazzo a cui piace pagare tasse a k..zo di cane. Così come non sono pazzi Prodi e Padoa-Schioppa, l’uno con alle spalle un’esperienza di risanatore, ma forse ora ancora condizionato dalla sua esperienza europea e quindi proteso principalmente all’adeguamento dei nostri conti pubblici a Maastricht; l’altro è uno stimato signore, universalmente riconosciuto come uno dei massimi economisti al mondo, checché ne dica il … “colto” Calderoli, massimo responsabile, tra l’altro, dell’attuale stallo politico/istituzionale per la famosa “porcata” da lui stesso definita. Ammessa la non pazzia dei due, credo che la “cura da cavallo” alla quale ci hanno sottoposto sia purtroppo l’unica medicina ai disastri di Tremonti e Berlusconi, quest’ultimo troppo indaffarato a modellare la giustizia italiana alle sue vicende, per schivare le bordate che gli arrivavano per la sua precedente “disinvoltura” affaristica, nonché per piegare l’informazione italiana ai suoi desiderata e fornirci un’informazione beautifulliana e dimostrarci quanto era bello/bravo/intelligente/dongiovanni/perseguitato/invidiato, eccetera, eccetera, eccetera … Sarei curioso di sapere cosa sarebbe successo se fosse rimasto al Governo ed il “lavoro sporco” avesse dovuto farlo lui, invece che i soliti comunisti e spero che tu sia almeno d’accordo sul fatto che il Cavaliere & co. hanno sfasciato le casse pubbliche. Vero, i corsi e ricorsi economici ci sono sempre stati e meno male che almeno non mi hai citato l'”undici settembre”, spesso tirato in ballo in modo vergognoso come scusante di tutti i guai nostrani. Dopo l’avvento dell’euro e due guerre non è vero che dappertutto l’economia si è fermata; rallentata forse sì, ma qui da noi è divenuta stagnazione, segno dell’incapacità di mettere mano ai problemi; le tasse FORSE erano anche calate, ma da allora io debbo pagarmi tutti i servizi in loco che prima erano anche solo parzialmente finanziati dagli enti territoriali. I comunisti, dici, bloccano il Parlamento; ma quella è dialettica e alla fine la quadra si trova, non ho mai visto i “comunisti” fare le pagliacciate che fanno a destra; a proposito, cosa mi dici della Lega, si è no il 3%, che costringe a continue sospensioni dei lavori ? Ma non sono pagati con i nostri (anche i tuoi) soldi ? Perché non cercano un dialogo costruttivo e provano a fare qualcosa di positivo ? Per quanto riguarda la “monnezza”, come al solito si fa confusione tra vittime e colpevoli, come se chi produce i rifiuti dovesse mangiarseli; su Bassolino & Iervolino anche io non li stimo, dico solo che peggio della destra che è finalmente andata a casa, non era possibile, Fab.

  5. 5
    Irina -

    Condivido in pieno tutto cio che ha scritto Ombra.
    Ombra, sai che uomini intelligenti è la mia debolezza?
    Potrei aggiungere qualcosa ma parto per vacanza

    “””l’altro è uno stimato signore, universalmente riconosciuto come uno dei massimi economisti al mondo”””

    falso

    “”sia purtroppo l’unica medicina ai disastri di Tremonti e Berlusconi””

    credo che Tremonti sia uno dei migliori economisti del presente

    “”””Dopo l’avvento dell’euro e due guerre non è vero che dappertutto l’economia si è fermata; rallentata forse sì, ma qui da noi è divenuta stagnazione, segno dell’incapacità di mettere mano ai problemi””””

    economia di tutti paesi ha subito uno stato di shock, nel’settore dove lavoro io c’e stata una ripresa solo paio di anni fa. dal 2001 quattro anni

    “””non ho mai visto i “comunisti” fare le pagliacciate che fanno a destra”””

    ma come? e con generale Speciale di guardia finanza? oltre che paglicciata anche vergognosa

  6. 6
    Ombra -

    inizio col parlare di jervolino e bassolino… il quella città chiamata Napoli la destra non è mai stava votata, la sinistra la fa da padrona da decenni.. vedi ti sfugge una cosa… in quel letamaio che ormai impera tra le vie della bella napoli lo sai cosa si dice? che è colpa del governo..la colpa è sempre degli altri.. la colpa è di quell’entità chiamata governo che sembra non far nulla per napoli.. in realtà, perchè la realtà è solo questa, il sindaco e il presidente della regione se ne sbattono per interessi e mi permetterei di dire anche per convenienza, indicando come colpevole il governo, in verità esiste quel porcile perchè la camorra altrimenti non li farebbe stare seduti sulla loro bella poltrona. Una poltrona che ormai è diventata casa loro.
    Vedi il concetto di federalismo sta proprio lì.. se non raccolgono l’immondizia non potranno + dare colpe al governo, ma al proprio sindaco e al proprio presidente di regione.
    Ma questo è sconveniente..
    io faccio parte della seconda categoria da te citata e ti assicuro che quelli che lavorano da me se ne sono accorti che se si meritano un aumento non gli viene dato perchè per me vuol dire che il loro costo arriverebbe ad essere insopportabile..quello di uno moltiplicato per tutti gli altri, perchè se uno lavora bene di certo non è l’unico e quindi un riconoscimento va dato a tanti e non solo ad uno, non è più sopportabile fiscalmente.
    Vorrei farti notare anche che ora se un povero disgraziato sta male e va al pronto soccorso deve pure pagare il ticket.. cosa inammissibile.
    io credo che da persone dotate di una minima e basica intelligenza possiamo convenire che il malessere italiano sta nell’avere una politica frammentata, perchè quando mi citi la lega è uguale al citarti il pc e compagnia.. ti sei chiesto perchè spingono nel fare un bel partitone unico? beh per togliersi dalla scatole proprio quella parte del “tuo” governo che non fa altro che bloccare qualsiasi iniziativa.
    Le pagliacciate di cui parli, i “comunisti” le fanno in piazza ed è assurdo vedere che una parte dello stesso schieramento si fa l’occhiolino in parlamento alla mattina e poi nel pomeriggio scende in piazza a manifestare contro i propri amici..questa è una barzelletta, questo è vergognoso..
    In germania quando ha vinto schroeder ti ricordi cos’ha fatto? ha detto io mi propongo per le elezioni e la mia coalizione non si unirà al partito di estrema sinistra, ha avuto le palle e ha vinto, perchè sapeva che altrimenti si sarebbe trovato nella stessa situazione in cui si trova oggi il governo.
    Ora credo che il discorso possa procedere ad oltranza, ma è ovvio che io e te vediamo la stessa cosa da due punti diametralmente opposti.
    Per finire prodi è andato in europa perchè era caduto il governo, arrivato d’alema ci si è chiesti e dove lo mettiamo prodi!? lo mandiamo in europa così non fa brutte figure..
    I comunisti stanno morendo e quindi dove trovare i voti? la risposta è ovvia

  7. 7
    Fabio47 -

    Allora, concordo con te nell’evitare l’oltranza, ma forse abbiamo perso un attimo il filo: io puntavo l’indice contro un modo di governare che mi fa semplicemente schifo, come quello della Lega, che, da una parte sbraita “Roma Ladrona” e dall’altra ripropone gli stessi schemi di quella politica da cui apparentemente si dichiara lontana, se non addirittura peggio. C’è una logica nelle nostre posizioni diametralmente opposte: io faccio parte della prima e tu della seconda categoria citate e chi è stipendiato difficilmente avrà le stesse rivendicazioni di un imprenditore. Solo che siamo ancora in una democrazia parlamentare, che ancora prevede la redistribuzione la più equa possibile delle risorse conferite allo Stato da tutti noi. Gente come Berlusconi, questo piccolo particolare sembra esserselo scordato, voleva avere le mani libere per fare come gli pareva; non è un caso che tutta questa aspra ostilità contro le Istituzioni (facciamo un esempio: Visco) si manifesti dopo cinque anni di destre al potere. Quello che dico è che non possiamo fare a meno di questo sistema, pena il caos e la legge del più forte. Io non dico nemmeno che i “comunisti” siano meglio, dico solo che dobbiamo avere più rispetto verso le istituzioni e lasciarli lavorare, non fare ostruzionismo, perché nuoce a TUTTI. L’entourage del Cavaliere ci ha fracassato le palle per anni con il “lasciamolo lavorare” e si è visto il risultato. Io in Nord Europa ci sono stato e lì, come del resto dicevi anche tu stesso, la politica, destra o sinistra al governo, è più seria e si lavora insieme. E’ questo che rivendico, non mi sembra chiedere la luna. Non ho detto io la parola “barricate” perché sono proprio le barricate che vorrei evitare. Preferisco questo esecutivo, in buona sostanza, a quello di prima perché fanno il proprio lavoro secondo regole simili a quelle che piacerebbero a me; lavorano per la collettività e non per particolarismi e questo non significa che non vi possano essere degli svarioni, anzi. Io, come Marco Travaglio, avanzo molte critiche anche all’operato di questo stesso Governo che ho contribuito a mandare a Roma con il mio voto. Detesto tuttavia la demonizzazione dell’avversario con epiteti tipo “comunista”, che dovrebbe racchiudere, per chi lo dice e per sola definizione, tutto il peggio degli insulti possibili e questo non mi pare un buon modo di fare dialettica politica. Ci sono fior di fascisti dichiarati in Parlamento, per loro stessa ammissione, nonostante il divieto costituzionale di fare apologia del fascismo, ma non sento mai appellare “fascista” qualcuno, anche quando magari se lo meriterebbe davvero. C’è un’isteria collettiva, sapientemente pompata, che mi fa paura e che si traduce in feroce astio contro chi cerca di far funzionare una macchina zoppicante, come quella statale, isteria, al cui dilagare mi opporrò con tutte le mie forze. Ciao da Fabio.

  8. 8
    Ombra -

    ..ma ciao irina,
    è un pò che non ti si vede.. 😉
    vai in vacanza? wow ..
    io devo aspettare agosto 🙁

  9. 9
    Fabio47 -

    Un’ultima cosa, per il metodo: non ho risposto ad Irina perché non ha rispettato le semplici regole di etichetta che per fortuna esistono ancora in questi forum. Ha contestato quanto detto da me (cosa legittimissima, per carità), senza tuttavia mai rivolgersi direttamente a me e dicendo che condivide quanto sostenuto da te, Ombra, aggiungendo però che ha un debole per le persone intelligenti, come dire che tu sei intelligente perché la pensi come lei …. Qui l’intelligenza centra poco, perché io mi considero una persona intelligente; si tratta piuttosto di comunanza ideologica. Mesi fa tentai di scambiare con Irina qualche chiacchiera su questo sito intervenendo garbatamente ad un suo commento su questioni informatiche, ma lei non mi ha mai risposto, chissà perché. Se pertanto non sto simpatico ad Irina per suoi motivi a me del tutto ignoti, almeno lasciamo perdere l’intelligenza. Qui ci si viene per chiacchierare e confrontarsi ed in proposito faccio infine notare come comunque nessuno abbia risposto sul punto da me sollevato, ossia sull’inaccettabilità di certe sceneggiate nelle aule parlamentari. Dal tuo ultimo post, Ombra, fai capire che non vuoi andare avanti nella discussione con me e non c’è nessun problema, ma non si può chiudere dicendo “abbiamo posizioni diametralmente opposte” solo perché non si hanno più argomenti logici per confutare le tesi dell’interlocutore. Complimenti a te e Irina per la disponibilità dialettica, Fabio.

  10. 10
    filippo -

    discutere anche accademicamente della farsa politica di questo paese è legittimo, ma discutere faziosamente è perseverare nella stupidità.
    tanto per la cronaca, vi ricordo che il 18 c.m. è il termine ultimo per pagare la patrimoniale sulla casa, che si aggiunge a quella sulla macchina e a quella sul televisore.
    con dette patrimoniali, applicate a prescindere da CSinistra e CDestra, si vogliono turare le falle prodotte dalla Politica e dalla PA, ladroni mafiosi dei contributi previdenziali, e gli interessi sul debito pubblico generato da loro stessi, che intanto ci si arricchivano sopra (Berlusconi come Prodi, come D’Alema etc…).
    vero è che la Lega Nord e Forza Italia difendono gli evasori fiscali, perché sono essi stessi evasori fiscali, ma è anche vero che i Comunisti, i quali comunque evadono pure loro, hanno avuto una pertecipazione notevole nell’appesantimento del deficit e nella creazione del Debito, come è vero che nessuno di questa congregazione di malfattori ex-fascisti o ex-partigiani mostra il più piccolo interesse a modificare la Costituzione della Repubblica italiana, che farebbe schifo a un giusperito di Hammurabi.
    perciò, sulla questione della pagliacciata della Lega Nord in Parlamento, ma quale sdegno e sdegno, se l’unica cosa che dovrebbe venire in mente a gente di buon senso è tagliare la testa di questi serpenti, come si faceva quando la gente aveva le palle?!

Pagine: 1 2 3 6

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili