Salta i links e vai al contenuto

La falsità della gente non ha più limiti

Lettere scritte dall'autore  
La lettera è pubblicata a Pagina 1

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

78 commenti

Pagine: 1 6 7 8

  1. 71
    Pietro -

    Ciao Francy. La mia non è presuntuosità, ma stanchezza, visto che è la mia ennesima storia che finisce in questo modo. Questa volta mi sento ancor di più, preso in giro da me stesso a causa della chat e per questo dico che non sono presuntuoso ma stanco…stanco di queste persone, stanco di questa società e di questo modo di comunicare e di nascondersi dietro un monitor. Il mio è il primo ed ultimo errore e non mi ritengo l’uomo perfetto, perchè nessuno è perfetto. La perfezione non esiste in questo squallido mondo e perciò mi ritengo un pò ingenuo o immaturo, infatti, vista la mia età (21 anni) queste sono esperienze che fanno maturare e riesco a farti reagire in modo giusto davanti ad un prossimo ostacolo come questo, anche se spero di non ritrovarmi più davanti ad una situazione come questa.
    Saluti

  2. 72
    francy -

    Pietro..E’ un modo di comunicare come un’altro,certo che non bisogna farsi false aspettative,essere molto cauti..Poi non credere che la falsità’ esista solo qua dentro, incontri tutti i giorni i bravi imbollitori..bisogna abbandonare un po’ di ingenuità’ e fare le giuste esperienze..Parla una persona che nel passato,posso avere tutti validi o no motivi, e’ stata molto bugiarda,ma questo a danneggiato piu’ me che l’altra persona.Riconquistare la fiducia di una persona e’ difficile,l’hai persa per sempre..E questo mi e’ servito da lezione..Ciao buona fortuna

  3. 73
    Pietro -

    Hai pienamente ragione Francy, infatti non mi riferisco solamente a questo tipo di comunicazione, ma alla vita in generale e lo so che è ancor più grave ricevere una bastonata nella vita reale che in quella virtuale. Infatti come dice il proverbio “non fare agli altri quello che non vuoi venga fatto a te” e lo so che queste persone prima o poi si renderanno conto degli errori commmessi in passato e rimpiangeranno le persone con il quale hanno falsato tutto. Meglio piangere e soffrire per la verità che vivere nella menzogna.
    Grazie, buona fortuna anche a te e sappi che nella vita niente è impossibile, di conseguenza è possibile capovolgere la situazione e porre un rimedio agli sbagli commessi in passato.
    Ciao

  4. 74
    annamaria -

    non ho letto gli altri commenti ma ho letto solo la tua lettera, ti posso dire solo che io in chat ho incontrato la mia anima gemella, un grande amore iniziato del 2002 e continua ancora oggi, ci siamo conosciuti dopo un mese di chat e telefonaate infinite quasi tutto il giorno, tieni presente che allora la cam non era di moda, quindi io non conoscevo come era fatto lui e viceversa, sono una piccola fototessera inviata via posta.
    ma entrambi abbiamo sempre detto prima di vederci, puo succedere che quando ci incontriamo per una piccolezza di tatto, deformazione fisica,alito che puzza etc potrebbe non andare giu a uno di tutti e due….non prendertela se poi non continua,
    secondo me la ragazza ha cercato di mettere insieme alla tua voce e al tuo pensiero il tuo corpo in una serata ma alla fine hai avuto qualkosa che non le andava giu di sicuro…., oppure scusa se ho questa espressione vai a beccare la zo...la della chat te….spero che sei diventato piu esperto…d allora e che non hai invertito la situazione dopo tante delusioni si diventa cos’
    saluti buonanotte.

  5. 75
    chicca -

    Nelle chat, può capitare spesso di incontrare persone con le quali riusciamo ad
    avere un rapporto così intimo da confonderci le idee. Spesso durante queste
    situazioni si parla di tutto, anche di fatti piu’ segreti…non esistono filtri e freni
    inibitori ma poi quando ci si confronta con la realtà spesso si scopre che quello
    che ci siamo immaginati ed idealizzato nella nostra mente fino a quel momento,
    purtroppo nn corrisponde…e si può cambiare idea…
    Il fatto che lei abbia trascorso 5 ore in macchina con te, credo sia semplicemente
    stato un modo per prolungare l’effetto di quella magia che l’aveva fatta stare
    tanto bene durante tutte le vostre conversazioni… finchè l’incantesimo si è rotto.
    Mi dispiace molto per te e faresti bene a non cadere piu’ in simili tentazioni e
    viverti la realtà di tutti i giorni che , anche se ci regala meno emozioni, è pur
    sempre la realtà. Auguri per tutto

  6. 76
    soledinotte -

    Mi permetto di ribadire un concetto: le relazioni virtuali non possono essere paragonate a quelle vissute nella realtà e quindi la loro trasposizione in tal senso non può essere data per scontata. E’ un po’, per fare un paragone attuale e visibile alla maggioranza, come le relazioni che nascono dentro la casa del “grande fratello”, il reality tv. Essere a stretto contatto con qualcuno in un contesto che è sempre lo stesso è ben diverso che proseguire ad essere in contatto con quel qualcuno nel contesto ben più ampio della realtà esterna. E’ normale che nascano delle relazioni in un ambiente che tutti i giorni è sempre lo stesso, degli avvicinamenti, ma forse è un po’ più per circostanza e soprattutto per quell’istinto “naturale” che porta a fare le cose con più leggerezza perché senza alcun condizionamento esterno, spinto in questo caso dall’attrazione fra i sessi.
    La chat funziona più o meno allo stesso modo, soprattutto per chi la sta frequentando riponendo in essa forse più aspettattive di quelle che poteva immaginare. Uno spazio che in qualche modo ti isola dall’esterno perché quando ti metti a parlare con qualcuno non sei costretto a portare con te stesso anche tutto il tuo contesto di vita, anche se ne puoi parlare attraverso confidenze o un semplice chiacchierare. Ti senti sempre padrone di gestire ciò che vuoi e ciò che non vuoi far scoprire o sapere all’altro. E poi come qualcuno accennava nei commenti, non dimentichiamo che il relazionarsi vis à vis con qualcuno comporta un confronto fisico in cui sono chiamati in causa diversi fattori fra cui l’aspetto fisico, la postura, gli odori, la voce, la pelle. Ma anche se fosse che questi ultimi trovino riscontro in un piacersi reciproco restano fondamentali altri aspetti affinché una conoscenza possa trasformarsi da frequentazione, magari saltuaria o temporanea, in una relazione che guarda all’accettazione di tutto quello che fa parte della realtà di vita di ciascuno di noi. Ho una relazione che dura da otto anni con un uomo conosciuto in chat e che oltretutto abita a 400 km da me. Ostacoli da superare ce ne sono stati, tali e quali a quelli che incontra chiunque possa conoscere qualcuno magari al bar sotto casa e da lì si rende conto che potrebbero esserci i presupposti per desiderare reciprocamente di continuare a fare un cammino insieme. Il resto dei fattori che determinano il successo di un rapporto sono in ognuno di noi e per ciascuno di noi.
    Ciao.

  7. 77
    MARISA -

    Penso che certe cose che tu ritieni siano serie e importanti ….non dovresti esprimerle in una maniera cosi’ facile quasi come un robot vuol dire che nella tua esperienza non c’è stato il vero amore ma solo un’attrazione che adesso accende nei tuoi occhi sete di odio e vendetta …prima di annunciare certi pareri impara a vedere le varie sfaccettature della vita …perche il pensiero di giudicare se stessi e gli altri in una maniera estrma e descrittiva quasi didatta allontana l’accettare della realta’ …perche questa convinzione è fredda estranea e infantile …ma soprattutto mostra una vendetta ….strumento di umiliazione….la realta’ quella che tutti chiamano nel momento in cui cercano una risposta ..non è giudicare creano nelle situazioni un compromesso ma piuttosto bisogna utilizzare un’esperienza poco chiara per andare oltre e crescere ….le cose si devono vivere non solamente giudicare…la realta’ nasce dal superamento dei pregiudizi…e non dai giudizi che sembrano superstizioni che non fanno andare avanti….

  8. 78
    alby -

    Si infatti, la falsità delle persone è illimitata, amici, partner, colleghi di lavoro, datori di lavoro, è tutto un mondo falso, è un teatro, la gente racconta un sacco di balle, io perdonerei chi le dice per apparire, magari soffrono di una mania da protagonismo, ma la falsità intesa come falsa amicizia, è una cosa pericolosa, come quei colleghi amici che vanno a riportare a chi conta nell’azienda i nostri fatti personali o i nostri errori sul lavoro, o un amico , che alla prima occasione ci pugnala alle spalle, o un partner, che noi pensiamo di andare solo cn lui/lei ma quello , va anche con altri, ecco, io sono spaventato da queste situazioni, mi fanno odiare l’essere umano, fino al punto di evitarlo o frequentare la gente il meno possibile.

Pagine: 1 6 7 8

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili