Salta i links e vai al contenuto

Itto Ogami: il mito

Lettere scritte dall'autore  Itto Ogami
La lettera è pubblicata a Pagina 1

L'autore ha scritto 18 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

233 commenti

Pagine: 1 4 5 6 7 8 24

  1. 51
    Golem -

    Non donne “come” Solzne e MG, secondo la tua malata visione. Semplicemente DONNE che usano il cervello.

    Arrabbiarmi per i tuoi commenti Itto? Provo pena. Posso arrabbiarmi con gli stupidi, non coi malati.
    Comunque sei supportato adeguatamente da un’altra ossessionata come te. Una “vera donna” secondo i tuoi folli parametri. Una così, arrivata vergine al matrimonio, ma con quella testa, e a te questo basterebbe per considerarla “valida”.
    Non servono ulteriori commenti.

  2. 52
    Solnze -

    Peccato Yog che all’interno di quei 160 milioni di persone abbia conosciuto soggetti diversissimi, dal russo truzzo a quello serissimo all’ingegnere all’operaio a quello fedele, ecc. Purtroppo chi non viaggia o viaggia con la mente chiusa abbocca a qualsiasi stereotipo.

    Fra l’altro russi e ucraini non sono nemmeno tanto diversi, cambia più che altro il sistema politico in cui vivono. Direi che gli ucraini più antirussi sono quelli che vivono in Europa. Gli ucraini che vivono in Ucraina sono più moderati, a parte il fatto che sono quasi tutti bilingue.

    Itto, io di amore ne ho tantissimo, da mio marito, da mio figlio, dalle persone che mi circondano. È di te che non sappiamo niente, tranne che farnetichi qui sopra. Comunque per me sei un troll e dunque con te ho chiuso.
    До свидания.

  3. 53
    Suzanne -

    Golem, ma sarei io la carezzevole??? Che ridere. Vedi, il tuo problema è che manchi completamente, irrimediabilmente, di obiettività. Piuttosto che concordare con alcuni utenti ( me compresa) ti faresti tagliare tutte le dita di mani e piedi, perché non si può dar ragione a chi tu consideri avversario virtuale. Siccome a me invece non frega assolutamente nulla, giudicherò un concetto sempre nello stesso modo, sia riportato da Itto o da chiunque altro. Chiamasi coerenza.
    Il discorso di Solnze è l’ennesima generalizzazione, quindi necessariamente falsa.

  4. 54
    Itto Ogami -

    Golem,

    Io sono tranquillo. Per avere ragione non mi serve l’appoggio di qualcuno. Sbaglio o mi hai dato del “malato”? Ma professore, sei anche medico adesso ? Non solo Napoleone ?
    Ah ah ah. Te l’ho detto che sei un software impertinente, ma vorrei sapere chi ti ha programmato. ))))

    Solnze, infatti emani Amore ad ogni tuo intervento !
    Ah ah ah

  5. 55
    Golem -

    No Suzy, non mi riferivo a te, la “Carezzevole” è la nostra Rossy sotto mentite spoglie, è evidente, anche perché tu non utilizzeresti mai un nick sdolcinato di quel genere.
    Tu sei comunque prevenuta verso tipi come me, l’ho già detto, e questo che per esempio ti distingue da Acqua, che è molto più “cosmopolita” di te.
    Un concetto espresso da uno come Itto non potrei mai enuclearlo dall’insieme dal quale proviene, anche se mi suonasse gradito. Non è un fiore che fa primavera insomma. E questa mi sembra più coerenza dell’altra.
    Io concordo con un utente per ragioni di affinità filologiche dimostrate nel tempo, non certo perché tifa Inter insieme a me. Nel caso specifico poi, tu hai “utilizzato” il nostro Eroe dei Fumetti (uno dei tanti utili idioti di questa piazza) per attaccare MG, che non può rispondere sul thread; ma è una cosa che potevi benissimo fare in autonomia per esempio.
    È un modus che fa parte del tuo background da “petit bourgeoise” di provincia, che ti rende molto simile all’empatica per antonomasia del forum.
    Suzy, per me qui non ci sono nè avversari nè amici. Come spero avrai notato dico senza peli sulla lingua quello che penso, senza caldeggiare consensi che confortino le mie eventuali insicurezze. Odio soprattutto le “recite” nei rapporti interpersonali. Sia benigne, come quelle che provengono dalle illusioni, che quelle maligne o strumentali, delle quali questo luogo, purtroppo, non ha mai lamentato la mancanza. Ciao

  6. 56
    Solnze -

    Golem, ma infatti quella arrivata vergine al matrimonio è la prima che ha divorziato! Ce ne era pure un’altra, tempo fa, che diceva di essere arrivata vergine al matrimonio (forse è la stessa) e dopo si era fatta annullare il matrimonio dalla Sacra Rota!
    Ma a che persone stiano rispondendo??!!

    Suzanne, qua l’unico che generalizza e fa proselitismo è quel troll che ti ostini a difendere. Per me ognuno può vivere come gli pare.

  7. 57
    Regina Incoronata di Splendore -

    Itto, non far caso ai commenti insensati dei mondani che portano il seme del peccato mortale ed il loro nesso mortale diffondono tramite web dalle loro 4 mura di dolore in cui si rifugiano, illusi di non soffrire, ma poi la carne trasuda questi risultati di abiezione, avallando infedeltà e rapporti usa e getta. Le loro tesi ed esperienze nulla hanno a che vedere con la sicurezza di un rapporto con prospettive di stabilità. Vivono il delirio delle passioni carnali con una pace interiore ed esteriore con previsioni di scarsissima o nulla durata, e questi ne sono i risultati visibili.

  8. 58
    Itto Ogami -

    Regina del cielo infinito,

    sono assolutamente d’accordo con quello che hai scritto. E lo hai scritto bene.

    La cosa piu’ incredibile è che ci sono donne (come te) che probabilmente hanno capito perché Itto Ogami combatte, e altre che invece vivono come un insulto ogni mia parola.

    Itto Ogami è la spada, il cervello che la muove è molto superiore.

    Buona giornata

  9. 59
    Golem -

    Solnze, non si può prendere sul serio un caso come quello di Itto, va giudicato sotto l’aspetto di un soggetto paranoico ossessivo con manie di persecuzione. Si tratta di lucida follia, detta anche monomania lucida, che chissà quali traumi “retroattivi” nasconde. Bisogna provarne pena.

    Nell’ossessività, il soggetto tenta di allontanare, senza riuscirvi, un pensiero o un’immagine assillante, in qualche modo “sgradevole” o che crea condizioni di “malessere”. Itto cerca di farlo nel modo che hai visto. La monomania è una malattia della “sensibilità” che si appoggia essenzialmente sugli affetti, il suo studio deve tenere conto delle passioni che l’hanno generata e come queste si sono collocate all’interno della morale con la quale sono state vissute.

    È chiaro che nella visione di Itto, la figura della donna “perfetta” è andata oltre l’idealizzazione, approdando alla “mitizzazione”. E i miti sono irraggiungibili per antonomasia. Infatti Itto nei fatti NON vuole trovare quello che dichiara di cercare. Vuole solo anelare che esista. Se per caso la incontrasse, la figura in carne ossa, in quanto femmina, ancorchè immacolata, sarebbe comunque suscettibile di “macchiarsi” per la debolezza immanente nella carne e nei pensieri. È una spirale perversa dalla quale si guarda bene dall’uscire. Per insuperabile debolezza, non per la forza delle idee, come vorrebbe far credere.>>>

  10. 60
    Golem -

    >>> Quest’uomo ha riportato dentro di sè quei paradigmi mitizzati superando la “barriera ematica” tra follia e ragione, come è ben spiegato da questo stralcio della psichiatra Beatrice Catini: «Questo è il problema manifestato e nascosto a un tempo dalla conoscenza della follia: che la follia sempre situata nelle regioni originarie dell’errore, sempre in disparte in rapporto alla ragione, possa tuttavia aprirsi interamente a essa e confidarle la totalità dei propri segreti».
    “Che la follia possa APRIRSI alla ragione e confidarle la totalità dei propri segreti”.
    Quasi poetico se non fosse tragicamente vero di quanti siano i casi di questo passaggio di “quella” dimensione nell’altra sostituendosi a quest’ultima, ma utilizzandone il crisma della “ragionevolezza”.
    È così che la follia prende subdolamente il posto della ragione, anche in soggetti insospettabili.

    Detto ciò, appare sempre più chiaro che il problema di fondo del nostro “grande” Itto è “la paura” di affrontare una “donna vera”.

Pagine: 1 4 5 6 7 8 24

Lascia un commento

Massimo 2 commenti per lettera alla volta

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili