Salta i links e vai al contenuto

Io lei e il mio amico

Tre mesi fa, dopo 2 anni di relazione, e una crisi da parte sua di qualche mese, ho scoperto che lei stava intrattenendo (o come dice lei solo flirtando) una relazione con uno di quelli che pensavo essere il mio migliore amico.
Non abbiamo vent’anni, io 40 e lei 32, l'”amico” 30.
Ho scoperto un sms tra di loro, non ho voluto approfondire, quando ho chiesto cosa stesse succedendo lei mi ha risposto “mi sono rotta i coglioni”. Lui non ha nemmeno avuto il coraggio di parlarmi.Poi ha detto ad altri che io “potevo essere sacrificabile” per il loro amore. Lei l’ultima volta che l’ho vista (3 mesi fa) mi ha detto tra le lacrime, dopo che insistendo cercavo di farle capire quanto questa cosa mi avrebbe spezzato in due ” che ci posso fare, mi emoziona!”. A quel punto ho deciso che tutti e due dovevano restare fuori dalla mia vita, perchè nessuno dei due ne poteva più far parte.

Io e lei convivevamo, io non stavo lavorando e questo sicuramente ha contribuito ad accrescere la sua crisi. Ma in questa lettera non sto giudicando se sia stato giusto o no da parte sua lasciarmi, ma semplicemente lasciarmi per lui. E’ devastante. Io ho dovuto lasciare la mia casa (di cui attualmente non potevo pagare le rate dell’affitto), avevamo progetti lavorativi comuni che ovviamente ho dovuto accantonare. E poi ripenso a tutte le confidenze fatte a questa persona, che come un cuneo si insinuava nella nostra relazione. E’ umiliante.
Attualmente sto cercando di farmi una vita nuova, non esco mai, e sono per la maggior parte del mio tempo solo. Son dovuto tornare a vivere dai miei, che mi vedono come un fallito.
Ovviamente ho tagliato i ponti con tutte le amicizie comuni, loro sono felici e non hanno minimamente cambiato abitudini. A volte vorrei riprendermi tutti i miei spazi, pure con la forza se servisse, ma mi rendo anche conto che forse, di quegli spazi, in mezzo a quella gente non so che farmene. Nessuno degli altri amici ha preso una posizione definita. Mi sento solo.

Ovviamente Lei mi manca ancora, poichè l’amavo. Non capisco come far subentrare la razionalità in questa cosa e riuscire a vedere obiettivamente il male che mi è stato fatto ed utilizzarlo per guarire. Se non altro un po’.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amicizia - Amore

34 commenti

Pagine: 1 2 3 4

  1. 1
    camy -

    la prendo io una posizione chiara: che stronzi!!!!! mi dispiace tanto, hai preso un colpo pazzesco. guarda, lei non ha giustificazioni, lo si vede anche dal modo in cui ti ha risposto “mi sono rotta i co...oni”, totalmente irrispettoso e presuntuoso!!. mi spiace, molti oggi sono eterni bambini, non crescono, se ne fregano, questo è quello che hanno dimostrato questa tua ex e questo tuo ex amico. sono disgustata, sono due perdenti… non ti preoccupare perchè non sanno che significa amare e voler bene e fra poco tempo, pochissimo, lei rifarà a lui tutto ciò che ha fatto a te probabilmente con un loro altro amico! certe persone son proprio stronze dentro e non saranno mai felici! non so se questo po’ aiutarti. comunque hai fatto benissimo a chiudere i ponti con tutti, il problema però è che non devi star solo.. cioè nessun altro amico solo tuo? altrimenti non puoi frequentare un qualche posto dove far nuove conoscenze? cerca di distrarti, non stare solo. e per inciso lei non ti ha mollato perché non lavoravi, molte altre donne purtroppo dicono le stesse cose quando vogliono mollare: “non c’erano più emozioni!” indipendentemente dal lavoro o meno del fidanzato. mi dispiace.. 🙁
    queste persone immature che non si fanno scrupoli a distruggere gli altri e i loro sentimenti non le sopporto proprio…

  2. 2
    madina -

    mah più che per il comportamento di lei e lui, io sono molto più amareggiata per il comportamento dei tuoi amici, anzi dei vostri amici in comune. nessuno ti cerca? nessuno ti chiama per uscire insieme e sapere come stai?

  3. 3
    Joshua -

    Blackpainted, benvenuto nel club!
    Oramai non conto più neanche le volte in cui ho detto ‘benvenuto nel club’ a uomini che vivono la tua da ora, la mia da cinque/sei mesi, medesima esperienza.
    La realtà è una sola: le donne italiane di oggi si alimentano da e alimentano in continuazione una sottocultura secondo la quale ogni, ripeto: ogni, relazione, non importa la durata, i progetti fatti, le risorse investite, l’intensità, può essere interrotta in qualsiasi momento se ne è meramente possibile un’altra che sia, anche in via del tutto ipotetica, migliore dal punto di vista delle emozioni vissute o vivibili.
    Su questo sito, rispetto alla tua lettera, scriveranno donne che in buona fede oppure in nome di un malinteso femminismo d’accatto troveranno mille e mille motivi (talvolta o spesso puramente retorici) per legare la tua storia a fatti specifici e contingenti, escludendo a priori la generalizzazione.
    Ma le generalizzazioni riconoscono un fenomeno sociale e al tempo stesso ammettono eccezioni e gradazioni; la relativizzazione a qualsiasi costo invece è consolante e ingannevole, e di facile adozione.
    C’è una pressione sociale sempre più dominante ad aver fatto fare quello che la tua ex ha fatto a te. La parola magica è ‘emozioni’: magica per loro, ovvio, per noi è la porta dell’inferno.
    Non so come consigliarti per uscire dalla tua personale buca: proprio perché è personale ognuno deve trovare il proprio modo di farlo, consapevole che la strada è lunga e che si imboccheranno tanti bivi sbagliati, che si dovrà tornare indietro più volte, che ogni tanto si girerà in tondo e si pedalerà a vuoto.
    E’ un brutto affare quello che ci ha regalato questa società decadente e declinante, prima ancora che la debolezza delle nostre ex; e come in tutti i brutti affari, uscirne senza perdite è impossibile, ma uscirne prima o poi si può ancora fare. Alè.

  4. 4
    Angwhy -

    Cerca di trovarti un lavoro,volta pagina e comincia una nuova vita.ci sono miliardi di donne là fuori,questi lasciali perdere tra un po di tempo ti faranno solo una gran pena

  5. 5
    Blackpainted -

    In realtà qualcuno si è fatto sentire. Dico di fregarmene, di non pensarci, ovviamente sono in imbarazzo. E ovviamente non riesco a non pensarci. Il mio sentitmi solo, ovvio, è più una condizione mentale ed emotiva. Quando due persone a cui avevi dato tutta latua fiducia si comportano così, beh è difficile fidarsi di tutti. Non giudico la scelta di lei di lasciarmi, lo ripeto, ho le mie colpe e ne sono consapevole. Ma facendo così, le mie colpe mi sembrano montagne abnormi, poichè il prezzo che mi è stato fatto pagare è molto alto. E io so di averla sempre amata, l’unica vera colpa è probabilmente stata quella di distrarmi e non prendermi cura di lei. All’altro invece, l’ho sempre trattato come un fratello, e come un fratello avrei voluto essere trattato.

  6. 6
    Blackpainted -

    @ cami … Io spero che invece sia la storia della loro vita. Almeno sto schifo che sento addosso forse un giorno lo troverò giustificato dal fatto che fossero fatti per stare assieme. Non ci credo molto però. Time will tell.

  7. 7
    IO -

    dovresti solo essere felice di aver scoperto che stavi progettando la tua vita con una PUTT e perdevi tempo dietro ad un verme che ti sorrideva mentre pensava a cosa avrebbe fatto la sera con la tua compagna.
    Pensa se magari succedeva dopo un figlio o dopo il matrimonio.. insomma ritieniti fortunato.
    Questo dovrebbe bastarti per farti ricominciare, non perdere tempo pensando ad una persona che ti ha semplicemente trattato come un oggetto vecchio e noioso.
    Esci è privamera! il mondo è pieno di ragazze in cerca d’amore
    e poi scusa, non capisco perchè vuoi “giustificarla” a tutti i costi, insomma sapere che è l’uomo della sua vita ti fa sentire meglio? ma che discorso fai? tu devi solo concentrarti su te stesso e pensare che hai buttato via anni della tua vita insieme ad str..

  8. 8
    angel -

    Ciao, premetto che so ciò che sto per dirti che non è per niente facile da realizzare, ma non è giusto che tu oltre a rimetterci l’amore debba pure rinunciare alle altre amicizie x loro. tu puoi camminare a testa alta, sono loro che sono stati disonesti nei tuoi confronti per cui fatti forza e non abbandonare gli altri, se hanno un minimo di buon senso la tua ex ed il tuo ex amico cambieranno loro la compagnia. mi sento di darti questo consiglio anche se sarei la prima a far fatica a seguirlo ma credo in ciò che ti ho detto, tu non hai nulla da rimproverarti e ora come ora hai bisogno di stare in mezzo alla gente e del calore degli amici.

  9. 9
    Eibon -

    Ciao Blackpainted, beh che dire se non che ti capisco benissimo…ormai è cosi, la maggior parte delle persone pensa prima a loro stesse, giustificano il loro comportamento con ogni mezzo, quindi non ti aspettare scuse da parte loro…in genere gli amici intorno non le prendono bene queste cose (ma non è detto che ne prendono le distanze)però non aver paura a oragnizzare qualche uscita con loro che erano e dovrebbero essere ancora tuoi amici, chi dev’esserre in imbarazzo sono quei due “COSI”…comnque se non andava con lui sarebbe stato qualcun’altro, lui preso perchè il più vicino, stai sereno e sorridi, sei caduto ti sei fatto male, ma adesso devi solo pensare a rialzarti

  10. 10
    Aton -

    Da un punto di vista razionale: stappa una bottiglia di champagne.
    Direi che il tuo problema maggiore è che non hai lavoro, il resto sono cose che capitano. Sceglierai meglio le tue amicizie.

Pagine: 1 2 3 4

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili