Salta i links e vai al contenuto

Il governo di sinistra è un governo cattolico?

  

Dopo aver ascoltato il telegiornale , mi è sorta una domanda: Ma il governo Prodi è un governo cattolico o no ????

Oggi Prodi, interrogato sulla sicurezza di papa Benedetto XVI , ha detto:”Ci sono le sue guardie”.

Ora mi chiedo : si può con un frase tanto leggera , trattare un tema come quello della sicurezza della persona più importante della cristianità.

Se ci sono cattolici di sinistra in Italia , li invito a chiedere al loro presidente del consiglio di chiarire la sua posizione verso il papa, approfittando del chiarimento che darà alla Camera ,il prossimo 28 settembre, relativo al caso Telecom.

Credo che ogni vero cattolico cristiano debba dimostrare almeno un minimo di interesse e preoccupazione in più per la Santa Sede.

L'autore ha scritto 32 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Politica - Spiritualità

16 commenti a

Il governo di sinistra è un governo cattolico?

Pagine: 1 2

  1. 1
    Francesco83 -

    Perchè frase tanto leggera? è la verità!

    sicurezza? avrà non so quante guardie il Papa Tedesco.

    sarà la persona + importante per i credenti ma a livello umano non ha niente in + ne in – di me o te.

  2. 2
    leo -

    credevo che la persona più importante della cristianità fosse Gesù Cristo!
    si sono fregati anche questo?!
    comunque, da quando un Governo è tenuto ad essere cattolico o musulmano o ebreo, piuttosto che semplicemente il “Governo del Paese”, lasciando la religione dove “pertiene”?!
    per lo Stato il Presidente del Cattolicesimo ha diritto – e comunque deve aver diritto – per definizione alla stessa sicurezza di qualunque altro cittadino; se ne vuole di più, che se la paghi con il suo stipendio a spese dei suoi iscritti; o forse devo pagargliela io che cattolico non sono?!
    a scanso di equivoci, lo stesso “direbbesi” per Rabbini ed Imam, anche se mi risulta che questi finora non abbiano avanzato pretese in tal senso, pure se a rischio.
    spero vivamente che Prodi stia sostenendo questo punto di vista e che non ripudi lo straordinario concetto da lui espresso in cambio di .. convenienze politiche, paura giustificata dallo straordinario fervore religioso-crociato che sembra aver colto Casini, il compagno di Azzurra Caltagirone e primo competitor di Silvio Berlusconi, in questi giorni. non so se è chiaro!

  3. 3
    Cesare -

    Per rispondere ai post precedenti :
    io infatti ho detto che il papa è importante ( più delle altre persone ) solo per i credenti, in quanto è il simbolo della cristianità ( e di Gesù, anche non sostituendosi o equiparandosi a questo ); a livello umano è uguale agli altri , ma livello religioso no ! è normale che un “non credente” dice che lui non si sente di preoccuparsene più di tanto , ma io mi rivolgevo ai credenti !
    L’Italia non è un Paese giuridicamente cattolico, anche se la Chiesa gode di più facilitazioni :
    Art. 8 della costituzione

    Tutte le confessioni religiose sono egualmente libere davanti alla legge.

    Le confessioni religiose diverse dalla cattolica hanno diritto di organizzarsi secondo i propri statuti, in quanto non contrastino con l’ordinamento giuridico italiano.

    I loro rapporti con lo Stato sono regolati per legge sulla base di intese con le relative rappresentanze.

    ————-
    Come in una famiglia la persona più importante è quella del padre e della madre ,d’importanza principale perchè da loro deriva il futuro dei figli, così nella comunità cristiana è il papa,cioè la guida del gregge. Ora mi rivolgo quindi ai soli cattolici cristiani credenti ( per evitare equivoci ): è normale che un presidente del consiglio da tutti definito cattolico cristiano credente , abbia parlato con tanta superficialità ????? quindi , secondo voi , il governo di sinistra, instaurato da Prodi , è un governo cattolico o no ????

    ….. è una domanda alla quale nessuno ha risposto nonostante è il titolo della discussione……….

  4. 4
    Francesco83 -

    Ciao Cesare, credo che leo ti abbia già risposto ma forse non hai capito.

    Perchè un Governo deve essere cattolico? un governo deve essere un governo.
    la religione credo sia un’altra cosa.

  5. 5
    leo -

    solo una piccola notazione: il Papa siede (impropriamente) sul trono di S. Pietro.
    in teoria, lui e la Chiesa dovrebbero rappresentare l’apostolato di Gesù, non Gesù.
    in pratica però, definendo in più occasioni gli attributi unici e supremi della Chiesa cattolica, pretendono d’essere equiparati al principio supremo medesimo, ossia ciò che essi chiamano paganamente “Dio”, il che li squalifica anche come apostoli di Cristo e come interpreti delle sacre scritture.

    Ora, il Governo non è dei soli cattolici credenti (ometto deliberatamente il “cristiano” perché appunto i cattolici non lo sono) ma di tutti, ossia anche mio, che non sono cattolico, come tu stesso confermi citando la costituzione.
    perciò, la questione che puoi porre ai cattolici credenti è la prima e cioè:

    “è normale che un presidente del consiglio da tutti definito cattolico cristiano credente , abbia parlato con tanta superficialità?!”

    tuttavia, se può risponderti anche un non cattolico, Prodi s’è espresso come “Presidente del Consiglio” e non come Romano Prodi, forse cattolico credente; perciò non poteva esprimersi diversamente, poiché è Capo del Governo, che è di tutti, ossia anche mio!
    in questo dimostrerebbe più serietà di Casini, il quale come Casini, detto Ferdinando, può anche farsi la navata di S. Pietro sulle mani, Caltagirone e Azzurra permettendoma come rappresentante del Popolo che lo ha disgraziatamente votato, non può fare dichiarazioni crociate sulle inesistenti radici ebraico-cristiane d’Europa, primo perché gli Ebrei vi sono stati umiliati e perseguitati e secondo perché i cristiani in Europa vi sono stati solo di passaggio e occasionalmente martirizzati.
    ma del resto sappiamo tutti perché Casini dice quel che dice. speriamo solo che in Europa la religiosite di stato abbia attaccato solo lui e gli spregevoli Bondi e Ronchi!

  6. 6
    Bruno -

    Ma sto cesare è come pilato o calderoli?
    Non ne becca una, nemmeno a pagarla.

    Il governo italiano è fondamentalmente laico e non vedo il motivo di schierare un esercito a favore del papa, visto le ricchezze dello stato vaticano (e dire che cristo è morto povero), potrebbe pagarsi un centinaio di guardie del corpo, come ad esempio fa il dittatore berlusca.
    Quest’ultimo, Ha tanta di quella fifa che per andare al water, deve fare la fila tra un agente e un affare.

  7. 7
    Cesare -

    Purtroppo su questo argomento non ci troviamo daccordo,in quanto esiste un’abissale differenza tra un cattolico laico (che pensa principalmente a sè, e per il quale l’intero mondo cattolico e quindi la figura del papa, che ne è la guida ,deve vedersi i suoi problemi da solo) e un cattolico credente (che ritiene importante la figura del papa e a cui non dispiace se i soldi pubblici vengono spesi per la sua protezione invece di essere spesi per i politici pluripagati sia a destra che a sinistra).
    Secondo me ( ed è una mia opinione , condivisibile o meno)l’Italia deve essere un governo cattolico , almeno nel rispetto del suo passato, pur continuando a rispettare le altre religioni, come ha fatto sinora ;il papa non siede impropriamente sul trono di San Pietro(in quano è il suo successore (termine da non prendere alla lettera,in quanto non significa successore in senso stretto !!!)); il governo non è dei soli cattolici, ma basta solo un pò di rispetto e altruismo da parte di tutti(infatti io non dico allo Stato “proteggete solo il papa”, ma al momento è il solo ad essere minacciato; le altre religioni non hanno ricevuto minacce esplicite (almeno per quanto ne sò));non ho mai parlato di schierare addirittura un esercito a favore del papa;cristo è morto povero,ma lui non attacca la ricchezza in generale , ma attacca l’uso improprio che se ne fà(di questi tempi la Chiesa non può aiutare gli altri,cioè i poveri, se è povera lei stessa) ;A Bruno : se tu dici che io non ne beccco nemmeno una, vuol dire che pretendi di essere sempre nel giusto, e non mi sembra un atteggiamento da democratico ,che rispetta gli altri e le loro idee: se poi non sei democratico, non sei proprio adatto a essere membro di un forum di discussione e quindi di quello che in teoria è un libero confronto di opinioni; se Berlusconi ha tanta fifa addirittura, anche di andare al bagno, non è certo per un motivo inesistente, ma per il fatto che ci sono persone che lo odiano a tal punto che addirittura in questa discussione,dove si parla di un qualcosa fatto dal governo di sinistra, si coglie l’occasione per mettere in gioco il centrodestra, che nel post originario io non ho nemmeno nominato, e che insultano ripetutamente lui e gli altri componenti del gruppo.

  8. 8
    leo -

    Dice Cesare:

    “… un cattolico laico .. pensa principalmente a sè .. per il quale l’intero mondo cattolico e quindi la figura del papa .. deve vedersi i suoi problemi da solo .. un cattolico credente .. ritiene importante la figura del papa .. non dispiace se i soldi pubblici vengono spesi per la sua protezione invece di essere spesi per i politici pluripagati sia a destra che a sinistra”

    mi sa che c’è un po’ di confusione in questo!
    un cattolico laico è semplicemente uno che non si fa dire dalla CEI, ossia da cardinali etc…, come deve comportarsi nella vita; un cattolico credente invece sì. Che a un cattolico credente piaccia di vedere spesi i miei soldi per il suo Papa Re vuol dire solo che vorrebbe ulteriormente offendere la Costituzione pluriconfessionale della Repubblica, aggiungendo ai privilegi concordatari e ai vari “per mille” anche qualche altra prebenda.

    ” .. Secondo me .. l’Italia deve essere un governo cattolico, almeno nel rispetto del suo passato, pur continuando a rispettare le altre religioni, come ha fatto sinora ..”

    l’Italia non deve essere altro che un paese plurietnico e pluriconfessionale in conformità con la Dichiarazione Universale dei Diritti e con la propria Costituzione. finora, mi spiace contraddirti, non è così, poiché dalla scuola dell’obbligo alle convenzioni pubbliche si vede che la Chiesa Cattolica ha un trattamento di favore. quanto al passato, la Chiesa cattolica romana vive da 1400 anni, si fonda sulla caduta e sulla corruzione dell’Impero romano e sulla prepotenza dei vescovi di Roma che s’imposero con la forza sulle Chiese di Costantinopoli, di Antiochia, di Gerusalemme e di Alessandria. lascio stare tutte le schifezze che hanno combinato nei secoli e delle quali un Italiano non può essere tanto fiero da rivendicarle come sua Storia, anche perché la Storia d’Italia è radicata nella cultura dei popoli italici, degli Etruschi, dei Greci, dei Romani, del Medioriente, della Rivoluzione francese e dell’800 liberale, con il quale ha molto più a che fare che con questi preti qui.

    …………………………..

  9. 9
    leo -

    …………….

    “.. il papa non siede impropriamente sul trono di San Pietro in quanto è il suo successore (termine da non prendere alla lettera,in quanto non significa successore in senso stretto !!!) ..”

    il Papa siede impropriamente sul “trono di Pietro”, perché a Roma il trono di Pietro non c’è mai stato; c’è stato bensì Pietro qualche volta, l’ultima per esservi crocifisso. il Papa non è il successore di Pietro, che era titolare della chiesa cristiana ortodossa di Gerusalemme insieme con Giacomo. i Papi di Roma si sono autonominati e si sono appropriati della Torah ebraica, di altri libri sapienziali ebraici e dei resoconti evangelici greci e altro; perciò, sono dei “sedicenti” e dei ladri, che hanno usato l’autorità temporale della capitale dell’Impero per fare quello che a loro pareva più comodo. di recente, il MEA CULPA di G. P. II ha inteso chiedere perdono per tutto questo, ma il solo pensiero di ciò che hanno fatto rende impossibile quest’amnistia a chiunque abbia un poco di coscienza storica.

    “.. il governo non è dei soli cattolici, ma basta solo un pò di rispetto e altruismo da parte di tutti …”

    esatto! proprio ciò che non fa Ruini, che non fa Tonini e soprattutto che NON ha fatto Ratzinger ultimamente, provocando deliberatamente, ingiustamente e criminalmente non solo i musulmani ma l’estremismo islamico, che può mettere a repentaglio con facilità la vita di gente innocente in tutto il mondo, dimostrando così che tiene molto di più al monopolio cattolico che alla vita della gente.
    dicono di volere il dialogo interreligioso ad Assisi! sì, purché a comandare sia poi la Chiesa di Roma! finché saranno abbarbicati al potere temporale, ossia alla doppiezza di Bonifacio VIII e di quelli come lui, questi non saranno mai credibili.

    “.. insultano ripetutamente lui (Berlusconi; ndr) e gli altri componenti del gruppo.”

    insultare uno come Berlusconi è un DOVERE CIVICO! tanto vuoto di cervello ma tanto pieno di sé che, dopo essersi arricchito alle spalle anche tue, caro Cesare, s’è fatto fare un mausoleo nella sua villa e recentemente ha messo a soqquadro l’ordine locale in Sardegna perché ‘sto cretino integrale doveva simulare un vulcano sul suo terreno e così ha alzato tanto di quel fumo da far credere in una catastrofe ambientale. non è pensabile che gente di Destra con il cervello sano e un poco di orgoglio nazionale voglia ancora questo tanghero come rappresentante.

  10. 10
    Bruno -

    Leo: insultare uno come Berlusconi è un DOVERE CIVICO!

    Chi non insulta il berlusca è fondamentalmente ignorante, oppure tanto per essere più educato, è un corrotto con qualifica.

    Non è che altri politici gli sono da meno, ma quantomeno cercano di salvare la faccia!

    A questo “signore” gli è venuta la sindrome di napoli, gioca col vesuvio, inquinando mezza sardegna.

    La cosa ridicola, non tanto per lui, quanto per i napoletani, che quando arriva a napoli gli vengono appaluditi anche gli sbuffi anali.

    Ma tutti sappiamo che il popolo napoletano è radicalmente oppresso nei suoi modi di fare, nel gestire un territorio bello come pochi al mondo e renderlo invivibile. In pratica a napoli basta dire ad alta voce “FORZA NAPOLI” per vincere le elezioni. Vedi la Jervolino, che di napoli non ha nemmeno un parente di 40°.

    Per concludere, il berlusca vorrebbe crearsi un nuovo territorio da cementifiacare, come ad esempio ga fatto con Milano 1, 2, 3 rtc.. etc..-

    Credo che ci riuscirà senza troppe difficoltà: Forza Napoli!

Pagine: 1 2

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili