Salta i links e vai al contenuto

Parte del governo Prodi scende in piazza, …contro chi?

Lettere scritte dall'autore  

Perdonatemi se parlo spesso (per alcuni troppo spesso) di Prodi , ma veramente qui siamo all’assurdo !!!!

Uomini di governo protestano contro se stessi.

Duecentomila persone sono scese in piazza a Roma contro Prodi. Duecentomila «amici», fra cui anche un ministro, tre sottosegretari e il leader di Rifondazione. Hanno issato striscioni e gridato slogan contro il premier che però minimizza: «Non ce l’hanno con me>>A manifestare a ci sono anche due sottosegretari all’Economia che hanno scritto con Padoa-Schioppa la Finanziaria.C’era anche il fior fiore di quel movimento arcobaleno che, ai tempi del centrodestra, ha fatto vedere i sorci verdi al Cavaliere.
Le parole ai megafoni erano :«Più soldi ad armi e banche, avari con deboli e precari»; «Siamo la sinistra che sta in basso, quella a cui in campagna elettorale avete promesso e ora non date niente»

Dopo questo primo assurdo ne segue un altro:

Prodi: ci fa o è? Questo è il dilemma: perché ogni volta che il premier viene messo sotto accusa, non dall’opposizione – cosa naturale – ma dalla sua stessa maggioranza, oppone una maschera che lascia interdetti i suoi interlocutori. Sulle tasse, ricordiamolo, disse che era contento di averle alzate anche se, aggiunse, “so di aver fatto un provvedimento impopolare”; sulla Finanziaria è stato l’unico a riderci sopra, tanto che proprio Forza Italia ha fatto affiggere nelle città il manifesto con il faccione del premier sorridente; ora che mezzo Governo sfila contro di lui – i sottosegretari e i viceministri rappresentano il 50% dello schieramento – afferma che “non c’è problema”.

Per Romano Prodi, quindi, non c’è problema, va tutto bene, la protesta non è contro di lui, il Governo è saldo, la legislatura durerà cinque anni, chi era in piazza non ce l’aveva con lui.

Il domandone della settimana dunque è : Contro chi si protestava ?Di sicuro contro la Finanziaria; la Finanziaria l’ha fatta il governo, dunque si protestava contro il governo …..

e Prodi cosa fà ? Ride e nega l’evidenza !!!

Tutto il Paese è in rivolta. I tassisti, i medici, i farmacisti, gli operai, gli impiegati, i militari, le forze dell’ordine, i commercianti, gli artigiani, gli industriali. Il Paese rosso – quello della sinistra massimalista – non vuole le riforme, vuole più soldi e meno ore di lavoro. Il Paese moderato chiede meno tasse, più sviluppo, meno burocrazia, più riforme.

Voi cosa ne pensate ????

L'autore ha scritto 32 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Politica

10 commenti

  1. 1
    Fabio47 -

    Caro Cesare,
    ho letto solo il titolo, dove dicevi che, secondo alcuni, parli anche “troppo” di Prodi. Secondo me è così, per cui, io personalmente, credo che non seguirò più e ti lascerò solo a gestire la tua monomania ….. Ciao da Fabio.

  2. 2
    Fabio47 -

    …. a proposito, quando ti accomunavo a fabbricatori di notizie taroccate, ti ho chiamato “Roberto” Farina e mi sbagliavo. Volevo dire “Renato” Farina, vicedirettore di “Libero” e spione prezzolato, appena proposto per la radiazione dall’albo dei giornalisti (che prima di cacciarne uno dai propri ranghi ….). Fabio.

  3. 3
    publio -

    bravo cesare non ascoltare fabio47 vai avanti e scrivi. tanto si sa la verità fa male! fin quando si parlava male del cavaliere era tutto ok ora mi dispiace fabio ma cè prodi e si parla del suo operato.

  4. 4
    Cesare -

    Grazie publio !

  5. 5
    Fabio47 -

    Caro Publio,
    ma io non ho mica detto che non bisogna parlare (male) di Prodi; sto solo cercando di dire che i vostri argomenti sono fatti in fotocopia e spesso si limitano a dire che uno “è di sinistra” per bollarlo come infame. Io invece voglio giudicare chi mi amministra in base a fatti concreti e tutta ‘stà caciara sulla finanziaria è stata fatta su una bozza di finanziaria. Posso quindi ragionevolmente supporre che chi strilla “contro” sia solo animato da pregiudizi e non ha la serenità giusta per valutare correttamente il governo, che pertanto sarà sempre criticato da gente come voi – a prescindere, come diceva il sommo Totò – anche se dovesse darvi la luna. Ma andate pure avanti così, che l’evoluzione della società e della storia non è cosa che appatriene a tutti. Fabio.

  6. 6
    scala40 -

    Un saluto a tutti voi 😀

    Cari amici , io ho votato Italia Dei Valori …..Antonio Di Pietro …., perchè il programma che hanno fatto e firmato tutti i partiti dell’unione , rispecchiano i miei valori che ho nel cuore , la cosa principale …parlamento pulito senza condannati , perchè la legalità deve essere al primo posto , sono stata a Montecitorio per gridare a tutto il mondo ….nò all’indulto ….legge vergogna per noi cittadini onesti , quello che mi ha fatto tanta rabbia è che votando a sinistra , la sinistra ha votato per l’indulto , per avere voti , gridavano legalità e parlamento pulito , poi invece sono stati loro a tradire chi li ha votati , io ho votato Antonio Di Pietro e lo ringrazio per aver votato contro l’indulto e ringrazio gli altri partiti che hanno votato nò all’indulto , secondo voi noi che eravamo a Montecitorio per dire nò all’indulto , contro chi protestavamo ? per chi non voleva la legge indulto o per chi votava a favore della legge indulto ? Un caro saluto a tutti voi con un cielo di sorrisi 😀 . Dalla vostra amica Angela scala40

  7. 7
    publio -

    caro Fabio47,
    io non critico Prodi perchè è di sinistra,io critico prodi perchè potrebbe cambiare l’ italia ma solo che non può farlo. esempio la legge per le pensioni richiesta dall’unione europea e dagli italiani non potrà farla perchè non è scritta nel programma dell’unione e quindi per alcuni alleati come comunisti italiani e rifondazione non si deve fare.e così per altre leggi. altro che riforme strutturali! e molto difficile mettere d’accordo i suoi alleati perchè sostanzialmente hanno idee diversissime su tutto e si devono attenere a ciò che hanno scritto nel programma elettorale. non so dove arriveranno.

  8. 8
    dago44 -

    A tutti voi che scrivete su questo sito,vorrei chiedervi di leggere l’ultima lettera che ho scritto alla direzione di questo magnifico blog.I PRIVILEGI DEI PARLAMENTARI..chi scrive non è sicuramente di sinistra,ne tantomeno di destra ma poi esiste davvero ancora la destra?ne simpatizzo per berlusconi,sono solamente un cittadino,penso onesto dal momento che pago le tasse,a volte facendo anche debiti per pagarle.Ma che ne ha veramente le scatole pine di questi pseudoparlamentari,drogati,analfabeti,e……..Comunque indipendentemente da come la si pensi mi interessa l’opinione di tutti,perchè a mio avviso sarebbe ora di darci un taglio…grazie a tutti
    DAGO44

  9. 9
    filippo -

    va bene!
    confrontiamo due tipi di manifestazioni:
    a. quella di sabato che era a favore dei giovani precari;
    b. quella prossima del CDestra in Campania “contro Finanziaria + Camorra”.
    quanto alla prima, c’è da chiedersi il senso .. nel senso: visto che sono al Governo, che senso ha una qualunque manifestazione in piazza?! cos’è?! tanto per non perdere l’abitudine?! facciano invece l’opportuna revisione della Legge che porta illegittimamente il nome del povero Biagi là dove stanno, ossia in Parlamento!
    conclusione: una colossale BUFFONATA!
    quanto alla seconda, passi che sia contro la Finanziaria, ma che c’entra d’associare Finanziaria e Camorra?! naturalmente c’entra perché così si tira molta più gente in piazza e si può dire che il CDestra è in forte ripresa, come per le elezioni del Molise, che non hanno rappresentato alcun progresso e manco alcuna novità! altra BUFFONATA!
    che poi quel chiocciante cacofonico “Pievino” di Tremonti venga a farfugliare in TV che la Finanziaria è iniqua perché non colpisce i ricchi, detto da parte di un commercialista evasore fiscale che faceva il 740 a Massimo D’Alema è veramente roba da mercante in fiera!
    DEMAGOGIA signori, DEMAGOGIA!!
    brutto affare quando la Politica piglia questa piega perché significa che la Politica è morta!

  10. 10
    Scaglioni Erika -

    Carissimi Governatori,
    non seguo tanto la politica, ma vedo che le cose non stanno andando benissimo.
    Ho 30 anni e ho 2 negozi di alimentari assieme a mio marito e qualche dipendente.
    Parlate di aumentare gli stipendi, secondo me è assurdo, in quanto fra poco tempo, con gli aumenti delle tasse, luce, acqua, gas, ecc.. ci troveremo daccapo.
    Secondo me sarebbe meglio agevolare coloro che offrono lavoro, come artigiani, commercianti, imprese, e via dicendo.
    A noi diventa impossibile lavorare avendo tantissime norme da rispettare, tante tasse e dipendenti svogliati che non compiono il loro dovere adeguatamente e non riusciamo a licenziare in quanto tutelati dallo stato, così facendo non riusciamo a dare spazio a coloro che veramente sono in grado di lavorare e sviluppare il lavoro, o che veramente hanno bisogno.
    Se la ditta che offre lavoro, che fa girare soldi, che porta clienti e turismo, verrebbe agevolata, questa avrebbe la possibilità di abbassare prezzi, dare lavoro a più persone, che a loro volta si troverebbero uno stipendio da poter spendere come meglio credono.
    Non so se il mio commento ha valore, ma è il pensiero di tante persone che vorrebbero un futuro ma non hanno garanzie, per questo il nostro Paese non si sviluppa.
    Cordiali saluti………………….ERIKA

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili