Salta i links e vai al contenuto

I genitori di lei non mi accettano, come fare?

Lettere scritte dall'autore  Luca1907

Ciao a tutti, sono un ragazzo di 19 anni, sono fidanzato da 7 mesi con la mia ragazza, io sono italiano, lei è albanese, ci amiamo tanto, ci vogliamo bene, siamo sinceri gli uni gli altri. Il problema è che i suoi genitori non sanno che stiamo insieme, non so cosa succederebbe se saprebbero che stiamo insieme.Gli albanesi prendono i fidanzamenti molto sul serio, questo lo so, io sono serio, anzi, io e lei siamo seri, relazione seria! I miei genitori lo sanno e hanno accettato, ho presentato la mia ragazza a mia mamma e papà ed erano felici. Lei dice che se i suoi lo saprebbero si arrabbierebbero perchè dice che sono all’antica, ha paura che ci farebbero lasciare e non ci farebbero più incontrare, io non voglio perderla, la amo tanto e lei ama tanto me. Cosa fare?

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Condividi su Facebook: I genitori di lei non mi accettano, come fare?

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

2 commenti

  1. 1
    Rossella -

    Ciao,
    purtroppo sono cose che possono capitare. Quando non le vivi sulla pelle il pensiero ti mette davanti al dolore per la dignità offesa. Questa idea ha cominciato a prendere piede nelle nostre vite e tendiamo a ragionare per partito preso senza guardare all’essenziale. Io non ho vissuto un amore giovanile che mi ha consentito di superare l’attrito che nasce dal confronto con la propria famiglia. Crescendo i genitori smettono di essere delle figure distanti che si possono avvicinare con il pensiero perché cresce in noi il senso della memoria e gli stati d’animo cominciano a fluire senza fissarsi su particolari che determinano la “separazione” dei padri dai figli. Quella separazione consente di caricare le tinte schiette e modeste di un carattere preso intorno ai 17-18 anni di una passione tenue che conferisce stabilità alla coppia nascente. Oggi i 18 anni vengono rappresentati in maniera letteraria. Ma ti assicuro che a 17 anni anche un colore di capelli appariscente e un trucco pesante mettono a nudo l’estrema semplicità della nostra anima e le condizioni favorevoli ci portano a credere nel valore della purezza. Questo valore viene contrastato dalla società perché è molto più semplice vincere i tabù con l’orgoglio. Invece io ho sempre affrontato questi tabù… o meglio: ho notato che la mia anima, dopo una certa età, cominciava a tendere spontaneamente verso amori “impossibili”. Masochismo? Non credo!

  2. 2
    Rossella -

    Io direi piuttosto necessità di ricreare quell’attrito per poter un giorno vivere la gioia piena che nasce dalla sensazione di essersi fatti da sé, di aver cooperato con l’azione della grazia. E posso dire che ho sempre avuto delle conferme. Anche uomini che hanno tentato di far prevalere la parte razionale (e anche un certo moralismo) si sono sentiti come in dovere di tornare… mi hanno scacciata con il pensiero, ma sempre mi hanno trovata dentro di sé, in quella sorta d’itinerario interiore che non ci ha portato all’altare come una sposa va verso lo sposo, con una gioia nel cuore che è il frutto di una passione che non nasce dalla concupiscenza. Insieme, come chiesa, siamo cresciuti e il fragore delle onde non ci turba. Fino a quando ci invocheranno saremo presenti lì dove il piacere di restare unti ripaga dalle incomprensioni.

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili