Salta i links e vai al contenuto

Follia imperante

Lettere scritte dall'autore  Esse
La lettera è pubblicata a Pagina 1

L'autore ha scritto 9 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

687 commenti

Pagine: 1 2 3 4 5 6 69

  1. 31
    Esse -

    Non so in che modo ti possa servire l’info, rispetto a nuove considerazioni della cosa ma la risposta è No. Io per non fare un’eventuale futuro incontro al buio, gli proposi di inviarci foto ma lui non volle per rendere tutto naturale, senza suggestioni o simili. Attendo curiosa la tua analisi. Fidati..è un soggetto strano.

  2. 32
    Anna88 -

    Ho semplicimente capito di aver fatto la figura della ragazzina acida. Mi sono vergognata e ti chiedo scusa, Esse. Leggendoti ho capito che sei una donna intelligente, priva di preconcetti, sensibile . Ma anche determinata, autonoma, forte, decisa. E un po’ ti invidio, devo dire la verità. Il tuo caso mi appassiona, perché illustri una nuova realtà. Quella dei fessi on-line. Non capisco perché sostengono che potresti aver inventato tutto, credo che ci siano molti casi come il tuo invece. Perché i ragazzi sono così acidi e vulnerabili? Ho letto certi commenti che mi hanno fatto sbarrare gli occhi. Frustrazione e cattiveria allo stato puro. Quando devono sedurre si propongono in modo diverso. Fanno i galanti, i “Signori”. Sono confusa, dico davvero.

  3. 33
    Sarah -

    Un uomo davvero galante lo è sempre con la sua donna e non solo quando la deve corteggiare all’inizio.

  4. 34
    Esse -

    Anna, apprezzo l’aver rivisto la tua idea. Quando dico che do e voglio rispetto intendo che non direi gratuitamente un parere solo per ferire. La vita è breve e dovremmo interagire per migliorarci non massacrarci. I disaccordi restino pure ma non superino il limite dell’assurdo e del godimento nel fare male. Detto ciò, mi muovo cosi pure col maschile. Credo che alla base ci sia una incapacità di accettare che non siano come si raccontano e se una al contrario ciò che dice è, si sentano destabilizzati. Io mi racconto diretta eb
    schietta. I “miei” uomini pure poi quando come nei casi raccontati, loro non lo sono ed io si, credo si sentano davanti ai loro limiti che non vogliono avere e quindi devono contestare/eliminare chi crei loro un malessere interiore che invece di elaborare, buttano in caos e fuggono. Un pò come essere davanti allo specchio. Se l’altro per le sue caratteristiche (intelligenza, sensibilità o capacità analitica o istinto) ti sgama e ti rimanda l’immagine vera e non quella che ti convinci di avere..e non sei abbastanza uomo da metterti in discussione, da sostenere lo “specchio” tendi a non guardarti, a dire che è “lui” deformato, sporco e non te stesso che non sei chi dici. Ora rifletto pure che portato all’ennesima potenza, oltre ad una follia di fondo, molti dei casi di violenza pure mortale di uomini su donne, vi è proprio tale insostenibile incapacità. Tu donna vuoi esistere, vuoi esprimerti, vuoi scegliere (di lasciare un uomo che scopri non giusto) vuoi essere rispettata……io uomo non tollero che tu possa fare tutto ciò e ti elimino piuttosto che risolvere me e miei problemi. I meno matti non ti uccidono ma sono comunque aggressivi e ti cancellano come se non esistessi. Sei un numero, un whatsapp in meno o in più. La cosa che in questi anni mi avvilisce nei rapporti è l’altro che da 0 a 50 e più, chiude il dialogo o rapporto tramite mezzi freddi perche per il confronto diretto ci vuole CORAGGIO. Cosi come per scusarsi.

  5. 35
    Esse -

    ..ma quanti sanno farlo davvero? Quanti pur sbagliando sono supponenti ed arroganti e chiedono mezza scusa perche per l’altra mezza è colpa della donna se loro poi hanno sbagliato. Cumuli di giustificazioni! E poi quanta chiarezza? Non sanno cosa vogliono, non riflettono che l’altra ha un cervello o anima diversi dai loro e che possano risultare vaghi, inconcludenti. Tanto al max sei il solito numero di cui sopra, ti cancellano, poi se tu ci resti male giustamente, di una mancanza ricevuta,non è un loro problema. Una relazione raramente la vogliono, un’amicizia senza sesso non la trovano interessante e allora con questo maschile che ci fai? O aderisci a tutto ciò che millantano o prima o dopo…sei annulata. Questa è la mia fotografia degli uomini intorno a me e non solo. Pochi si distinguono e di certo sono già presi. Nb. Chi qui “apre bocca e da fiato” anna, non realizza di confermare totalmente ciò che racconto. Se ti senti offeso senza essere citato,appari ed offendi, dimostri che appunto sei uno degli incapaci che cito. Ma il paradosso è che loro vorrebbero screditare me, asseriscono che sia io a dire sciocchezze, agendo tutto ciò che trovo detestabile.

  6. 36
    Master-and-Commander -

    E’ difficile mettersi a nudo, Esse. Per un uomo e per una donna. Mille anni fa, quando avevo 20-25 anni, ho letto un racconto di un grande scrittore del quale non ricordo il nome, purtroppo. Si tratta della vicenda di una ragazzotta di campagna che arriva nella Torino bohemienne tra le due guerre. Non si stima bella, ma scopre di esserlo. Non trova lavoro, finisce col diventare la modella di un pittore “bello e maledetto”. Posa nuda, e l’artistello strafottente fa entrare ed uscire dal suo “atelier” la gente come se niente fosse mentre lei posa. Ovviamente, la ragazza si sente umiliata, il suo pudore viene violato.

    E’ una bellissima metafora. Mettersi a nudo non è facile. Molti uomini non ci riescono. Alcuni Uomini sì.
    Credo che le due metà del cielo non debbano farsi la guerra, dal momento che siamo attratti gli uni dalle altre. Semmai ci vorrebbero più sforzi per comprendersi, per fondersi mantenendo intatta femminilità e virilità. A volte ci sono riuscito, altre volte no. Ma non ha senso chiedersi “di chi è la colpa?”. E’ un falso problema. Un fallimento è un fallimento, un successo è un successo. Meglio chiedersi le ragioni del fallimento, e lasciar perdere i difetti di chi ha contribuito al fallimento. Stessa cosa per i successi. Si tratta di opinioni, ci mancherebbe, se ho dato l’impressione di voler salire in cattedra faccio un passo indietro.

  7. 37
    rossana -

    Master-and-Commander,
    “Meglio chiedersi le ragioni del fallimento, e lasciar perdere i difetti di chi ha contribuito al fallimento.” – concordo.

  8. 38
    Erlene -

    Ciao Esse
    Allora, questo tipo ti contatta sul forum, gli piace ciò che scrivi. Vi scrivete e, quasi immediatamente decidete di sentirvi al telefono. Evidentemente siete entrambi attratti da qualcosa, magari da qualche idea comune. Non vi scambiate foto, lui preferisce di no, lasciando tutto al caso.
    Escludo che ti abbia contattato per…portarti a letto. In fondo non ha nemmeno una tua immagine. Dici che é attratto dalla tua voce. Ma spesso a una bella voce non fa riscontro per forza un bell’aspetto fisico.
    Per cui, a mio parere, sia tu che lui cercate qualcosa di diverso che non sia una semplice avventura.
    D’altra parte ti propone una pizza, non un week end a casa sua.
    Questa mia idea é rafforzata dal fatto che lui, anche se non immediatamente non ti nasconde la sua situazione sentimentale, é separato.
    Potrebbe fermarsi li, invece ti parla di situazioni, storie più o meno problematiche, conoscenze e quant’altro. Perché parlarti di ciò se cercasse solo sesso? Avrebbe potuto limitarsi a dirti di essere separato o single e tacere sul resto. Invece seppur in maniera confusa e fumosa qualcosa di più ti dice. E, anzi, ti rimanda ad un colloquio a voce. Segno evidente che, comunque, é sua intenzione parlartene. Magari al telefono si trova solo in difficolta’ a parlare di determinate cose. Non so, suppongo.
    Ma tu lo incalzi. Vuoi sapere qualcosa di più preciso, probabilmente memore di qualche esperienza che ti ha scottato o ferito. Lui sente la pressione e te lo dice. Ti accusa di essere aggressiva e che con una donna aggressiva non vuole avere a che fare.
    Tu ti senti offesa e…..a questo punto cosa succede? Cosa vi dite ? Ma soprattutto, “cosa gli dici?”. Perché quello che ti dice lui già lo riferisci.
    La mia professione mi porta a studiare le psicologie comportamentali e, come ti ho già scritto, in passato,ho avuto un’esperienza molto molto simile alla tua.
    Dopo aver letto e riletto ciò che hai scritto sono quasi fermamente convinta che la terribile frase sul fatto che sei single perché nessuno ti vuole e che tra un po’ di anni sarai da buttare, sia stata da lui pronunciata non perché ti sei mostrata aggressiva col tuo pressing sulle sue storie problematiche e non. Ma proprio per colpirti e farti male quasi fosse stato ferito lui stesso, forse da qualche tua accusa o offesa da te lanciata nei suoi confronti a seguito del suo accusarti di essere aggressiva.
    Ovviamente non conosco ne te ne lui ma mi pare strano e assurdo che quest’uomo possa averti offeso in que

  9. 39
    Erlene -

    ..questo modo solo perché ti saresti “permessa” di chiedere, seppur in maniera pressante, notizie più accurate riguardanti il suo attuale status. O perché lui, per questo tuo pressing, ti abbia trovato aggressiva e non voglia avere a che fare con una donna dotata di tale aggressività.
    A mio parere deve essere successo altro.
    Non avrebbe senso altrimenti.
    D’altra parte fino all’ultima vostra telefonata nulla lascia presagire un qualcosa di simile.
    Da quello che scrivi infatti non noto nulla di strano in voi. Lui sembra addirittura talmente entusiasta che vuole sentirti più volte nello stesso giorno. Rendendosi anche conto di poter sembrare pressante.

    Conclusione della mia analisi: A me sembra che sia tu che lui, come animali feriti da precedenti esperienze negative, abbiate voluto, inconsciamente, far pagare all’altro, colpe non vostre.
    Posso sbagliarmi ovviamente ma, credo che entrambi, per eccesso di difesa, vi siete massacrati a vicenda.
    E forse, dico forse, buttato via un’occasione

  10. 40
    rossana -

    Erlene,
    “Posso sbagliarmi ovviamente ma, credo che entrambi, per eccesso di difesa, vi siete massacrati a vicenda” – analisi a grandi linee condivisibile, a cui aggiungerei che, secondo me, non è il caso di fare un terzo grado sulla condizione di coppia di una persona fin dal primo colloquio, per di più telefonico.

    non che la questione non abbia la sua importanza ma mi sembrerebbe giusto che la risposta venisse cercata in modo meno pressante. in fondo una persona ha un valore in sé, da appurarsi indipendentemente dai suoi presenti o passati legami sentimentali. forse è pure questione di rispettare i tempi dell’altro…

Pagine: 1 2 3 4 5 6 69