Salta i links e vai al contenuto

E’ giusto credere di meritare di più?

  

Sono molto confusa..
Da pochi giorni sto prendendo la sofferta, molto sofferta, decisione di lasciare il mio ragazzo. Sono convinta della mia scelta ma molto frequentemente mi sorgono dubbi sulla correttezza di quest’ultima.
La motivazione per cui lo lascio è che non mi sento abbastanza amata, che al contrario mio che per lui son disposta a sacrifici, io per lui non vengo al 1° posto, ma neanche al 2° e forse neanche al 3°…
E’ una persona molto complicata, io ho 21 anni e sono di Milano, lui ne ha 28 ed è toscano; ha avuto una sola storia importante durata 4 anni ai tempi del liceo, dopodichè tante storielle ma nulla di serio, non lavora nel senso che non ha deciso seriamente di impegnarsi, ma crea siti saltuariamente, senza una sua azienda o un lavoro fisso.
Quando ci siamo conosciuti lui è venuto a Milano 1 anno per un master, ma qualora è tornato in toscana le cose sono andate deteriorandosi, poichè non lo vedevo interessato a vedermi, dicendomi che era in un periodo difficile che non sapeva cosa fare, anche per il lavoro; e al posto di accettare il mio aiuto nel cercare di stargli vicino, mi ha allontanato dicendomi “mi manchi, ma è meglio così”. per 2 mesi non ci siamo visti, anche se lui ogni tanto si faceva sentire, ma quando mi son staccata definitivamente lui è tornato a Milano e l’ho visto cambiato. A Milano ha lavorato 3 mesi e poi non ha firmato il contratto ed è tornato giù per lavorare a Lucca, dove ha lavorato 3 gg e ora è allo stabilimento balneare dei suoi a “lavorare” e organizza le serate in una discoteca.
Con la distanza ovviamente si sono ripresentati i problemi di cui vi faccio 2 esempi: un weekend dovevo scendere dopo 3 settimane che non ci vedevamo e il giorno prima mi ha detto che non poteva più perchè c’era un’amica della madre in casa e quindi posto per me nulla. La mia delusione nacque dal fatto che anche in questo caso non ha cercato soluzioni (che potevano essere dormire nel suo lettino nella casa sul mare, andare in albergo). Un altro esempio è che in 2 anni non siamo mai riusciti a fare una vacanza insieme perchè lui mi chiede di organizzare cercare ma poi non decide mai. A giugno mi disse che voleva andare in vacanza con me e settimana scorsa ha cominciato a dire che ha problemi perchè deve aiutare i suoi allo stabilimento balneare..
Ora premesso questo, io so che lui mi vuole un sacco di bene, so che come l’ho conosciuto lui non l’ha conosciuto nessuno; con me si è aperto, mi ha presentato ai genitori, ma in 2 anni nonostante ciò mi sembra di non aver costruito nulla.
Mi sento dire che come sta con me non sta con nessun’altra, ma mi sento anche dire che sono paranoica perche mi arrabbio perchè non mi chiama per 4 giorni dopo che io mi sono alterata.
mercoledì scorso l’ho chiaamto per lasciarlo e lui non ha detto nulla, nè ok, nè parliamone e per 4 giorni non mi ha chiamato, chiamandomi ieri per dirmi “ma sei ancora arrabbiata? allora cosa dobbiamo fare?”
Non è corretto pensare che per quanto amore posso dare merito una persona che mi voglia bene incondizionatamente, anche quando siamo lontani, che senta la mia mancanza e che soffra nel vedermi arrabbiata e che non voglia perdermi? Per quanto lui da più di quanto abbia mai dato è sufficiente sapere di essere la persona più importante in questo modo?

L'autore ha scritto 5 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

10 commenti a

E’ giusto credere di meritare di più?

  1. 1
    Ant062 -

    Scusa per la schiettezza, ma mi sa, che di te, gli importa poco o nulla.
    La tua è una decisione corretta. Hai cercato in tutti i modi di tenere a galla la tua relazione, ma dall’altra prte non c’era la stessa motivazione: l’amore.
    Chi ci soffrirà, in ogni caso, (lasci o prosegui) sarai tu.

  2. 2
    Fire -

    Lascialo, siete andati fino troppo avanti…non è assolutamente innamorato di te, se ti amasse profondamente farebbe i salti mortali per riuscire a vederti anche solo per un giorno…guarda, ho avuto una storia proprio come la tua tempo fa e ho sofferto un sacco per niente, perchè lo sapevo che non mi amava, lo sentivo, ma gli volevo troppo bene e non avevo coraggio di lasciarlo, ho cercato di adeguarmi io, di portare pazienza, mi dicevo che forse ero paranoica e che quello era il suo modo di amare…balle, cercavo solo di convinvermi che infondo era amore…no, questo modo di fare non è nemmeno lontanamente il comportamento di uno che ti ama…credo anche che se tu gli dici che lo lasci per davvero, non gli dispiacerebbe poi più di tanto…

  3. 3
    Spectre -

    È evidente che, malgrado le parole, non è interessato a te e potrebbe benissimo avere un po’ di donzelle per le mani nella sua zona, mentre te sei lì a milano.

    Però, giusto per str...***iare un po’ dico anche: “ma come? È il ragazzo ideale! Ti lascia tutti gli spazi che vuoi, ti lascia tutto il tempo che desideri per realizzare te stessa! Non ti vincola con le vacanze, con gli incontri, con i suoi amici, non qui, non la… io non me lo lascerei scappare”.

    Scusa, sto ironizzando, ma lo faccio perché NO, non è giusto che tu abbia qualcuno che ti ama incondizionatamente, che soffra per te ecc… perché quando lo avrai potresti finire a dire come tante altre che “lui era troppo, mi soffocava”. Poi scusa, sei di milano. Ma proprio di lucca lo dovevi trovare? Milano è parecchio grande eh…

  4. 4
    Ant062 -

    Spectre, io son di Torino.
    La mia ex abita in uno sperduto paesino campano…
    Mi prenderesti a sprangate, vero? ;D

  5. 5
    ChiaraMente -

    Scusa ma mi acodo agli altri. qui il problema non è che tu vuoi essere al primo posto, al secondo al terzo o che so io- che poi non andrebbe neppure bene perchè uno può dirti che al primo posto ci mette la salute, al secondo la famiglia, al terzo il lavoro e tu sei già al quarto-secondo me il problema è che anche se fai la top ten tu non ci rientri proprio, anzi: il tuo pregio evidentemente sta nel fatto che sei la stampella di turno. Quella che anche se si arrabbia fa niente perchè le passa, basta aspettare. E concordo sul fatto che anche se tu lo lasciassi non si scomporrebbe più di tanto.

  6. 6
    marti -

    “ma come? È il ragazzo ideale! Ti lascia tutti gli spazi che vuoi, ti lascia tutto il tempo che desideri per realizzare te stessa! Non ti vincola con le vacanze, con gli incontri, con i suoi amici, non qui, non la… io non me lo lascerei scappare”.

    Spectre, sempre ironizzando per breve tempo ho pensato che la cosa fosse positiva per i motivi sopracitati, ma ed essere sincera.. non mi ha dato nulla, il pensiero che la libertà era diventata quasi una lotta a chi meno aveva bisogno dell’altro a chi era più indifferente, meno geloso.
    Il punto è che da questa storia non volevo superficialità, altrimenti non avrei avuto problemi a portarla avanti, frequentando altra genete e occupandomi in principio solo dei miei interessi.

    Avrò sì 21 anni, ma credo fermamente che se con una persona vuoi fare le cose tanto per fare, fallo se è così anche per l’altra, ne ho avute parecchie di esperienze simili; ma qualora trovi una persona con cui vorresti condividere certe cose, se quest’altra non lo vuole non bisogna ostinarsi.

    Come diceva qualcuno in altri post, una persona sa fin dal primo momento se questa persona è giusta per noi (senza intoccare il concetto di persona giusta nel senso di buona/cattiva). Io forse lo sapevo fin dal primo momento che non era il tipo di carattere a me; e soprattutto lo sapevo nel momento in cui ci lasciammo la prima volta.

    Non so neanche cosa pensare più di me stessa.
    perchè nonostante in molte occasioni ero più che convinta di non stare bene, ho continuato a farmi del male in attesa dei momenti di felicità.

    Non soffro neanche per il pensiero di non poter più condividere certe cose, quello che più mi fa star male è che si possa essere così miseri. Vuole possedermi a tutti i costi, vuole sapere che io per lui ci sono, ma in realtà non mi vuole.. Ha paura che possa conoscere qualcun altro, ma poi non si scompone quando gli dico che son stanca di lui..

    Non è questa immaturità ed egoismo?

  7. 7
    Spectre -

    Sì che lo è.
    Mi fa piacere tu abbia maturato il seguente pensiero, che conta molto all’interno del mio modo di vedere i rapporti: “[…] per breve tempo ho pensato che la cosa fosse positiva per i motivi sopracitati, ma ed essere sincera.. non mi ha dato nulla, il pensiero che la libertà era diventata quasi una lotta a chi meno aveva bisogno dell’altro a chi era più indifferente, meno geloso […]”.
    Brava, benvenuta nel mio modo di vederla: una sterile prova di forza e di indipendenza, perché al giorno d’oggi l’indipendenza è un valore che per alcuni passa sopra a tutto. Arriveremo ad avere un bel mondo di essere singoli, incapaci di rapportarsi completamente con gli altri. Tanti “super singoli iper autonomi emotivamente e materialmente”, che sfuggono dal rapporto più impegnativo di tutti, cioè quello amoroso. Fare gli amici è facile, intenso, ma facile.

    Aggiungo pure che, per esperienza personale, chi fugge, lotta, difende con un po’ troppa enfasi i suoi spazi, ha seri problemi di relazione. Non è normale andare i tilt se qualcuno cerca di entrare nel tuo mondo, non è normale temere di “tornare in gabbia”. Avere l’ansia di piazzare subito migliaia di paletti significa avere un problema, celato dagli impegni e dal tuo “io” che ti fa APPARIRE tanto sicuro/a come in realtà non sei. E’ l’opposto dell’attaccarsi come cozze al proprio compagno/a, ma resta un modo distorto di fare.

    […] Non soffro neanche per il pensiero di non poter più condividere certe cose, quello che più mi fa star male è che si possa essere così miseri. Vuole possedermi a tutti i costi, vuole sapere che io per lui ci sono, ma in realtà non mi vuole.. Ha paura che possa conoscere qualcun altro, ma poi non si scompone quando gli dico che son stanca di lui.. […]
    Sì, è estremamente misero.
    Vuoi fare qualcosa per te, liberandoti da un “””rapporto””” inutile, e provare a fare qualcosa anche per lui, se vorrà cogliere l’occasione riflettendoci? Lascialo nel suo brodo. Magari si farà un esame di coscienza.

    Chissà che capisca di avere dei seri problemi. Non è normale volere-per-volere qualcuno, ma temere di perderlo, giocando a proprio favore sulla distanza. Meriterebbe tu lo facessi ammattire.

  8. 8
    marti -

    Sì, Spectre credo che lui abbia davvero bisogno di avere dei problemi relazionali, nonchè dei problemi a diventare autonomo nel vero senso della parola.

    Stasera mi ha chiamata; e io gli ho risposto perchè nonostante ho sempre professato il silenzio, avevo voglia di spiegargli, perchè troppe volte lui ha voluto ridurre tutto al problema della distanza, ma ho bisogno che lui capisca che il punto non sta lì.. Non lo odio, vorrei che davvero cominciasse ad essere più concreto, a partire dal lavoro, ma di certo non starò ad aiutarlo con la mia presenza anzi…

    Stasera al telefono ha fatto la vittima, mi ha detto che ho ragione, che si è stufato di stare lì a fare nulla e che vuole andare in vacanza con me..
    Mi son messa a ridere, ma mi sono anche arrabbiata perchè ancora una volta non mi ha preso sul serio; pensava che bastasse questo per recuperare, quando una settimana fa diceva che non sapeva se poteva andare in vacanza.
    Io mi son organizzata per i fatti miei, non mi son fatta fregare, ho tanti amici, mi diverto.

    Gli ho detto no, e gli ho spiegato il motivo senza escludere nulla; per la prima volta gli ho detto un NO vero, sincero.. Per me non ha senso condividere questo tipo di esperienza, con la consapevolezza che finita saremo punto a capo, nessun miglioramento, nè della coppia, nè sua personale.

    Penso sia uno dei primi No che si sente dire.. spero gli possa servire per pensarci un pò su! Io nonostante l’aamra delusione sono a posto con me stessa

  9. 9
    *Night -

    brava Marti, ci sono persone che al primo NO vanno nel panico. Anche se capisco che è stato un NO sofferto, vedrai che se tornerà alla carica sarà più sicuro di se.

  10. 10
    carter -

    credo che tu sia veramente innamorata di questo ragazzo ti stai solo stufando di non essere ricambiata e chiaro .purtoppo per capire dovrai confrontarti direttamente con lui e mentre lo fai ascolta cosa ti dice quello spione del cuore solo cosi potrai capire quanto tu lo ami e se lui ti ama qualsiasi decisione tu prenda pensa prima al tuo benessere .il vero consiglio lo puoi trovare solo in te stessa solo una persona che sa amare sapra cosa fare

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili