Salta i links e vai al contenuto

Ho pensato alle donne della mia vita…

Lettere scritte dall'autore  

Non sono lesbica non vi preoccupate, stavo solo ragionando sulle donne che nella mia vita mi hanno dato qualcosa, a volte non ci si rende conto ma anche solo una parola detta al momento giusto può fare tanto. Ma vorrei andare con ordine…
La prima persona che mi viene in mente è mia madre, a volte ho parlato di lei qui sul forum ma ci sarebbe da scriverci un libro. Lei è una donna che mi è sempre mancata perché un male oscuro ha preso il sopravvento e me l’ha negata per anni. Ma da quello che ho potuto vedere ha lottato, anche se ne è uscita distrutta e malata, ha lottato, per la sua libertà, per i suoi sogni, per il suo amore, ha sempre lottato e lei è il primo esempio da seguire, se quel male non l’avesse presa la mia vita sarebbe stata diversa ma ho già affrontato questo passato e ora so come conviverci. Non avevo il potere di scacciare quel male ma ero lì, accanto a lei nonostante tutto, ora sono lontana ma la porto sempre con me, dopotutto la mamma è sempre la mamma!
Un altra “donna” della mia vita, se così si può dire è stata la mia cagnetta. Quando c’era lei anche mia madre stava meglio, solo la sua presenza mi riempiva il cuore di gioia, leccava le mie lacrime, era sempre gioiosa, ricordo ancora la prima volta che vide la pioggia, io mi preoccupai per lei ma lei giocava con l’acqua e non riuscivo a portala dentro, dovettimo prenderla in tre, si divertiva troppo! Ovunque vada ho sempre la sua foto con me, quando sono tornata dai miei, ho messo una sua foto in stanza e ho detto a mia sorella di non toglierla mai. La sua mancanza è stato un grande dolore ma quando ogni tanto la sogno è un sollievo, è come se lei da qualche parte mi stesse osservando.
Giusy: mi è stata vicino quando il mio cuore è stato fatto in mille pezzi, era gentile con me perché l’aiutavo sul lavoro e adesso dopo aver sconfitto il cancro lavoriamo insieme, so che è una donna fragile ma anche le i ne ha passato tante, dopo che il padre di suo figlio li ha abbandonati perché voleva che lei abortisse, ha cresciuto il bambino da sola ed è un bravo ragazzo, ora può finalmente tornare a vivere l’incubo della malattia è finito e non dimenticherò mai le parole che mi disse mentre faceva la chemio: “Dopo mio figlio sei la persona più importante della mia vita. ”
Francy: il suo nome riapre la mia ferita perché ricorda colei che ha voluto distruggere il mio cuore, ma tu sei un altra persona, grazie per essere stata con me quando sono scappata da quell’inferno, grazie per avermi portata via insieme a tutti i miei pacchi, quel giorno in cui scrissi la lettera “Ho lasciato il mio cuore in una cassetta della posta” tu eri con me.
Naty: Sono stata dura con te ultimamente perché quando sbagli e fai soffrire qualcuno non riesco a darti una pacca sulla spalla, non voglio che commetti errori di cui potresti pentirtene e forse ti sei lasciata andare al caos del momento perdendoti. Comunque ci sei stata quando sono andata via da quella casa, quando sono scappata mi hai accolto a casa tua e mi hai aiutata, grazie.
Maria: Le nostre chiaccherate mi sono sempre piaciute, possiamo parlare di tutto, mi avevi fatto prendere un colpo quando durante l’alluvione non mi rispondevi ma per fortuna non è successo niente, grazie per ascoltare i miei deliri da nerd, grazie per le uscite, il cinema e gli aperitivi, non molto frequenti ma grazie per le distrazioni che mi hai dato.
Laura: Anche se abbiamo caratteri molto diversi anche tu a modo tuo sei forte, mi hai sostenuta anche economicamente quando ho cambiata casa. Sei sempre disponibile per gli altri e sempre generosa, il tuo ex era davvero un idiota!
Klara: riesci sempre a farmi ridere, sai come sdrammatizzare le cose nonostante tu abbia incontrato una bestia che ti ha accoltellato, ma adesso hai incontrato qualcuno che ti ama e spero che ti renderà felice.
In genere ho sempre prediletto le amicizie maschili ma negli ultimi tempi ho trovato una complicità femminile che mi mancava, non è vero che tutte le donne sono cattive, non è vero che la cattiveria è nella natura delle donne, quante ne dicono su di noi, quante cose che non sono vere, le serpi ci sono ovunque da entrambe le parti, è difficile trovare gli incastri giusti con le persone e i tempi giusti, non so se i miei tempi sono giusti o sono quasi maturi ma ora so che come me ci sono molte donne che meritano di essere amate davvero in un mondo che sempre si stia autodistruggendo.

L'autore ha scritto 18 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

17 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    KATY -

    Bellissimo l’inizio….
    “Non sono lesbica, non vi preoccupate”…. 🙂

    In ogni caso, Sarah, sei davvero fortunata. Hai 6 amiche che ti hanno aiutata/ti sono state vicine….io non ne ho avute neanche la metà.
    Anzi, nemmeno una a dire il vero.

    “ci sono molte donne che meritano di essere amate davvero ”

    Siiii….e spero di esserci anch’io nel gruppo, prima o poi.

    In bocca al lupo per tutto!

    KATY

  2. 2
    Fabrizio -

    Immagino che sei tu la sarah con cui ho scambiato qualche opinione. No, non tutte le donne sono cattive. Ma la cattiveria è insita in molte di voi.
    Ci sono diverse donne che meritano di essere amate. Il problema è che spesso non sanno riconoscere quale sia il vero amore. Non riescono a percepire che l’uomo è diverso dalla donna e per quanto si sforzi non riuscirà mai a dare ciò che la donna desidera se non falsando. Siamo diversi uomini e donne, per natura ma spesso fate finta di non capire.
    Comunque sei un ‘ottima persona sarah, meriti molto.

  3. 3
    raggio -

    sarah anche se nn commento molto spesso volevo dirti che ti seguo costante..e che con il tuo post,,tu nn esisti”mi hai dato una spinta per aprire gli occhi..e strano quante storie si possono assomigliare..e vogliamo diventare forti ma poi il cuore e la parte fragile che nn subisce alla ragione..cmq volevo augurarti tutto il bene del mondo…e tutta la felicita possibile:)sei veramente una persona bella con dei veri valori

  4. 4
    sarah -

    grazie ragazzi dei commenti!
    @fabrizio
    non condivido tutto ciò che dici ma comprendo che hai sofferto parecchio e me ne dispiace tanto,non lo meritavi,io comunque parlavo solo di alcune donne,per anni ho avuto amicizie femminili fallite,finite per invidie cattive o egoismo,ora è diverso e pensa che delle persone che ho citato tre sono quasi mie coetanee le altre sono donne sui 40.Nonostante la differenza di età il bene c’è e non lo avrei mai immaginato dato le mie brutte esperienze passate.Ho avuto anche due amici maschi che mi hanno deluso,mentito e continuano ad essere falsi con tutti,quindi adesso di veri amici maschi ne ho solo due che però sono lontani ma ci vogliamo bene lo stesso e ci sentamo anche spesso.
    @raggio
    forse tempo fa ti ho letto da qualche parte,grazie delle parole e hai un bel nick 🙂

  5. 5
    Haless -

    E’ una bella lettera sarah,sei una persona con un cuore grande e piena di sentimenti,
    ho letto diversi tuoi interventi in altre lettere e alcune persone hanno scritto che sei la rondine che non fa primavera,vuol dire che sei diversa dalla maggioranza delle donne e questa righe che hai scritto me ne danno la conferma.

  6. 6
    Almost-Imperfect -

    ciao sarah, mmmm dunque, voglio andare a ritroso e cominciare da adesso

    Leti: una mia collega, entrambe siamo capitate nello stesso posto per lavoro. Anche lei come me viene da una realtà molto più grande ed “aperta” rispetto a quella in cui viviamo adesso. E’ la mia piccola famiglia, il mio punto di riferimento; lei ha grandi aspettative ed uno spirito molto profondo, tifo per lei perché la vita le renda, come minimo raddoppiato, quello che da agli altri; è una delle poche persone che comprende la mia reticenza nei rapporti troppo stretti e rispetta sempre il mio bisogno di privacy.
    Da quando ci conosciamo è stata testimone di tutti gli episodi belli e brutti della mia vita ed io dei suoi, mi piace saperla vicina, mi rende serena, basta uno sguardo e ci capiamo al volo.

    Valeria: una carissima amica che abita nella mia città di origine; da quando mi sono trasferita ci vediamo poco, ma quando torno è una delle poche persone per le quali desidero ritagliarmi un momento e passiamo ore a parlare di tante cose e… ebbene sì anche a fare pettegolezzi vari!

    Di diversi anni fa, una che non voglio neanche nominare, la mia “ex amica” che al tempo ha avuto una storia con la persona con cui stavo: al di là dello squallore e di tutto quello che si può provare quando si scopre di essere tradite, la ringrazio perché mi ha fatto sentire finalmente libera da un uomo che cercava in tutti i modi di soffocarmi e di avermi sotto controllo.

    Mia mamma: io la amo, perché se non avessi avuto lei sarei stata una persona persa… L’unica che mi ha sempre supportato; al tempo stesso è impossibile avvicinarla veramente. Ma questo potrebbe essere un capitolo a parte nel quale non mi piace parlare, troppe cose da spiegare…

    Mentre per gli uomini, non saprei. Amici veri e disinteressati? Forse fino alle elementari o medie, ma è passato troppo tempo e chi se ne ricorda!

  7. 7
    sarah -

    di ex amiche ne ho tante anche se le ho considerate come sorelle,io purtroppo quando taglio tendo a cancellare ogni cosa perchè fa troppo male ma alla fine ricordo tutto il bene che ho voluto loro e mi dispiace che non l’abbiano compreso,oggi ho chiamato al lavoro e c’erano tre delle donne di cui ho parlato,purtroppo mi sono beccata l’influenza quindi le ho salutate e ho avvisato la mia sostituta per domani,continuate a scrivere le vostre esperienze,sarò rintanata in casa almeno mi fate compagnia 🙂

  8. 8
    Almost-Imperfect -

    Oh io mi sono scordata mia sorella!!!!
    Cioè non esiste…

    Sarà che anche lei abita da tutt’altra parte e ci vediamo tra si e non due o tre volte all’anno ma abbiamo sempre avuto un bel legame.
    In realtà siamo così diverse… Però essendo vicine d’età abbiamo sempre frequentato la stessa compagnia e la stessa scuola, inoltre condividevamo la stessa camera, per cui tante sere siamo rimaste a letto a parlare e ridere… Oddio quante storie abbiamo fatto! Anche quante litigate si capisce…
    A volte quando ci penso mi prende un pò la tristezza perché ho un carattere molto rigido e credo di non averle mai dimostrato abbastanza quanto bene le volessi, mentre lei è sempre stata più diretta; ci sono momenti in cui avrei voglia di chiederle scusa… Quando la guardo negli occhi o ci salutiamo vorrei fare sempre di più di quello che riesco; che p… è più forte di me!

    Per le ex, ce ne sono tante, ma nessuna in particolare si merita l’appellativo “ex” se non quella che ho già menzionato; le altre amicizie sono finite spesso perché la vita ci ha portato in direzioni diverse, tante amiche le ricordo con affetto per particolari situazioni, ma sono convinta che adesso, non sarebbe la stessa cosa.

    @sarah come va la tua influenza? A me non viene quasi mai ma di sicuro se la becco è venerdì sera, giusta per stare male tutto il we e tornare a lavoro il lunedì
    Vabbè…

  9. 9
    sarah -

    guarda al lavoro mi piagliano in giro perchè dicono che non ho anticorpi,anzi che quest’anno sono stata brava di solito col primo venticello sono malata,in pratica ogni mese sono in mutua,nausea,vomito,dolori,pressione perennemente bassa,mancamenti,insomma di tutto!!!anzi che ora sto meglio ma per anni ho lottato con l’anemia e un ciclo mostruoso,mi vesto a cipolla,anzi mi porto sempre un maglioncino in più e sto imparando a farmi i calzettoni di lana 🙂 una mia amica dice che non sono molto sexy con tutti gli strati di roba che ho addosso,se uno vuole spogliarmi ci mette un ora!!! XD per mio padre invece la colpa è del grasso non ho,sono sempre stata magra e senza un minimo di grasso che mi protegge piglio subito freddo e basta che una persona abbia una tossetta che poi a me degenera e sono incomata per una settimana!!!ora mi faccio un bel brodo di pollo slurp!

  10. 10
    Almost-Imperfect -

    Vabbé l’abbigliamento a cipolla a lavoro credo sia uno standard di quasi tutte le donne e comunque se devi stare tutto il giorno seduta dietro una scrivania è facile che ti prenda freddo.
    Anni fa lavoravo in un ufficio all’ultimo piano di un edificio storico (ossia coibenza zero), in inverno uscivo per scaldarmi un pò e d’estate fuori mi sembrava quasi freddo.
    Hai provato mai le calze da trekking o quelle da sci??? Di certo non sono sensuali ma caaaaaldeeeeee
    E tè bollenti uno dietro all’altro :=)

Pagine: 1 2

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili