Salta i links e vai al contenuto

Distrutta dal migliore amico e collega

Lettere scritte dall'autore  

Non sto a scrivere la mia età, servirebbe a poco, l’unica cosa e’ che ho passato i 40 anni anche se nn li dimostro e so di essere una bella donna:
Avevo un amico e confidente, che con l’astuzia ,non potendomi avere diversamente, ha cercato di entrare nella mia testa ascoltanto le mie confidenze, aiutandomi nei momenti bui,cercando di essere l’uomo ideale ai miei occhi, tutto cio per diversi anni fino a quando non mi sono lasciata dal padre di mio figlio:
Da quel momento e’ stato un continuo perseguitarmi, fino a seguirmi sotto casa, sentivo la sua presenza ovunque; quando eravamo in ufficio prima di andarsene mi baciava sul collo e affettuosamente mi faceva una carezza:
Un giorno , forse io era all’apice della mia fragilita, ho ceduto e anche se non ero innamorata di lui mi sono lasciata andare a un amore quasi folle, sempre da parte sua, cosi che ho accettato di dividere la mia casa con lui:
Lui non faceva che ripetermi la sua ossessione nei miei confrontri, e di ripetermi che non mi avrebbe mai fatto soffrire, finche’ un giorno come un altro mi ha sbattuto in faccia la cruda realta’: aveva messo gli occhi sopra un altra……una donna brutta e volgare, e tutto questo senza che io mi sia mai resa conto che il suo amore fosse finito. Quella sera stessa io l’ho mandato via da casa mia e mi sono messa in malattia e ho smesso di vivere per tre giorni , senza ne bere ne mangiare, ma solo piangere senza tregua …cosi che sono dovuta ricorrere a farmaci pesantissimi. Il comportamento di lui? non solo non mi ha mai chiamata per sentire come stassi, visto che mi aveva lasciata in condizioni pessime, ma ha fatto di tutto in quei giorni della mia malattia, per farsi vedere dagli amici, parenti e persino da mio figlio in giro con lei in atteggiamenti non solo a dir poco osceni ma ridicoli e imbarazzanti. Quando sono rientrata al lavoro ho solo cercato di difendermi chiedendogli un po di rispetto, ma lui mi ha chiamata al telefono di fronte la sua nuova fiamma, massacrandomi persino nelle cose piu intime.Ora lo odio, vivo tutti i giorni pregando che potesse almeno stare un solo giorno di quei tre giorni che ho passato io, ma non vivo piu, nonostante abbia conosciuto diversi uomini, non sono piu riuscita ad apprezzare nulla, in loro ho sempre solo visto l’inutilita’ di fermarsi ancora a cercare di conoscere, di apprezzare la vita e infine di cercare di innamorarmi: Ho perso un amico , un collega e la fiducia in me stessa…..di cosa posso avere bisogno?????Spesso penso che per me sia finita qui,e sto pensando di non uscire piu di casa, ma di affogare i miei dispiacere nel cibo, o nelle sigarette e se non fosse perche sono ancora responsabile anche nell’alcool.Si e spezzato qualcosa dentro e non riesco a venirne fuori, in piu il fatto che tutti i giorni sono costretta a vederlo e spesso mi porta davanti anche lei,non mi fa stare piu tranquilla nemmeo sul mio posto di lavoro…….non so piu a chi chiedere aiuto…ho bisogno di ricominciare a vivere e non di sopravvivere.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amicizia - Amore

9 commenti

  1. 1
    cogito -

    ti sta bene!!!

  2. 2
    marco -

    E’ un seduttore, non dirmi che in più di 40 anni non ne avevi mai conosciuti…sicuramente si…eppure ci sei cascata lo stesso…perchè voi donne siete così, non riuscite a resistere ad un corteggiamento ben fatto…e anche se in cuor tuo sapevi che stavi sbagliando sei comunque caduta, era inevitabile, se uno ci sa fare cedono tutte, ma proprio tutte. Perchè hai voluto conviverci se non l’amavi? Avevi paura della solitudine? Be adesso hai imparato che si sta meglio soli che male accompagnati…hai due possibilità secondo me: uno molli il lavoro, cambi città, nazione…insomma volti pagina. due: assoldi qualcuno per fargli molto, molto male…deve stare almeno 3 mesi in ospedale…ma non puoi continuare così come se nulla fosse, altrimenti starai sempre peggio.

  3. 3
    Leonardo88 -

    La vita è un’altalena.
    Colpe e ingiustizie si alternano in un gioco senza fine.
    Anche tu in fondo hai usato la situazione perchè eri in un momento di fragilità.
    Perdona prima te stessa, poi riuscirai a perdonare anche lui.
    La cosa difficile da mettere in atto è il cercare di ricomporre il puzzle del proprio sé senza la compagnia di nessuno.
    Siamo esseri sociali, e la nostra stessa coscienza è filtrata dall’occhio dell’altro.
    Ma non è che un frammento del nostro essere.
    La perdita della propria autostima è forse la cosa che più fa soffrire una persona.
    Ma solo tu puoi ricomporre il tuo io, nessuna persona esterna potrà mai andare oltre a quello che tu le dai a vedere. Di conseguenza, nessuna persona esterna può veramente determinarti e quindi non dovresti accettare di stare male per aver perso la fiducia in te stessa.
    Si sbaglia nella vita, e non può essere altrimenti.

  4. 4
    arlette -

    ok lo so che ho sbagliato ma non ho mai fatto del male a nessuno io…..se prima non l’amavo ora e’ l’odio che mi fa andare avanti, perche mai piu avro’ un sentimento diverso da questo per lui……ottimo tutti si sbaglia..ma quando si sbaglia si cerca di andare in punta di piedi.e lui non l’ha fatto.non posso lasciare il lavoro il mio paese non e molto ricco anzi….trovare un altro lavoro???? dovrebbe farlo lui..ma gli uomini veri non ci sono piu! il corteggiamento fatto bene??? ma di che si parla di un uomo che ha usato l’amicizia per portarsi a letto un sogno?? di una persona volgare che a me non mi ha mai sedotta, in caso l’ho fatto io, ma senpre con rispetto, e se poi l’avessi mai fatto senza rendermene conto.
    Io reclamo il rispetto per l’amicizia per le persone, e la cosa che mi fa piu male e’ capire che e’ meglio stare da soli perche in giro non ci sono piu persone con delle qualita e se poi ti tradisce il migliore amico di chi ci si puo fidare?? Tutto si puo fare in questa vita nessuno ci appartiene ma sempre con tatto. e cercando di fare il meno male possibile! Deduco quindi , leggendo queste risposte che il mondo e tutto uguale ed e fatto di uomini tutti uguali.

  5. 5
    arlette -

    Io non sono italiana sono francese, e forse e ‘ questo che mi rende diversa,ho un altro metro per giudicare le cose!

  6. 6
    marco -

    si vede che sei francese, classica presunzione transalpina…Ti ha sedotta e poi ti ha abbandonata e adesso capisco pure il perchè…ha fatto bene! ahahahahha

  7. 7
    dolcevita -

    Salve Arlette, guardi, penso che gli idioti non abbiano nazionalità, e il rispetto per l’amicizia, così come la lealtà, siano uguali dappertutto.
    Lei ora è tanto delusa e arrabbiata con questa persona, però le consiglierei di considerare anche le sue responsabilità in tutta sta storia. Vorrei che considerasse il fatto che questa persona non ha fatto tutto da sola, l’ha sedotta e lei ha ceduto, certo in un momento di fragilità, ma ormai è successo. E dopo esser stati insieme, non si trattava più di amicizia, ma di qualcos’altro. Quindi, ora, probabilmente non ha senso appellarsi all'”amicizia” precedente al vostro legame, non crede?
    Mi spiace che soffra tanto, perchè potrebbe essere la mia mamma e un po’ la capisco. Magari s’è sposata giovane e non ha fatto in tempo a fare delle altre esperienze con diversi tipi di persone, parlo di esperienze negative che ci insegnano a non fidarci troppo delle belle parole.
    Come la ha scritto Marco, è semplicemente caduta nella rete di un seduttore. E un seduttore è capace di amare una sola persona: se stesso. Quindi non aspetti che si penta o che cambi il suo comportamento. Lui sta facendo semplicemente la sua vita. Penso che ora lei sia davvero molto arrabbiata e per questo vede ogni comportamento di quest’uomo come qualcosa contro di lei (fà così per farsi vedere da me, sta in giro con sta qua per farsi vedere dalla mia famiglia). Come dice Leonardo88, si perdoni Arlette. Cioè, poteva capitare a ciascuno di noi, a maggior ragione in un momento di fragilità. Vedrà che la prossima volta si insospettirà di lusinghe troppo pressanti, gesti esagerati, promesse impossibili di amore eterno, e sarà facile smascherare questo tipo di persona.
    Per ora con la sua sofferenza non fa altro che alimentare l’ego smisurato di questo signore, insomma, lei si sta comportando esattamente come lui si aspetta, cioè sta soffrendo per lui. E lo so che è un po’ perverso, ma lui si sta divertendo a vederla così. Beh, l’unico consiglio che posso darle è: lo stupisca. Visto che ora s’è divertito solo lui, è ora che si diverta un po’ anche lei! Dovrà pensare ad un piano alternativo, anche recitare se necessario, ma tolga il divertimento a questo signore. Trovi un modo divertente per uscirne e prendersi delle piccole soddisfazioni. In bocca al lupo!

  8. 8
    francesca -

    arlette
    cosa ti posso dire? sono sicura che tutto passerà e ritroverai la serenità,non è vero che hai sbagliato, nella vita si tende a credere a ciò che in un periodo ci rende felici o ci da il sogno della felicità e capita a tutti a volte però è solo una delusione dietro l’angolo pronta a ferire.
    per cui non stare a farti una colpa di ciò che è stato ti consiglierei di allontanarti da quel lavoro e di evitare quell’uomo, ma se non puoi assolutamnete devi cmq superare se per te è una tortura vederlo ogni giorno lascia li lavoro e trovane un altro ce la farai. baci

  9. 9
    dancan -

    Ehm.. Scusa se mi permeto, alrlette…. Innanzitutto, gli stronzi esistono ovunque. In secondo luogo… Eri sposata, hai un figlio… E basta uno che ti fa le moine? Fammi capire.. Amico e confidente? Chi? Uno che non è il tuo uomo????????? Scusa, ma.. Se avevi una famiglia.. Che sei andata a fare ad appoggiarti ad un altro? Io non dico che ti sta bene e che te lo sei cercato.. Perchè in fondo, tutta la storia non l’hai raccontata.. Comunque, tu sei l’esempio di come ragionano certe donne.eh si che non sei neppure una ragazzina… Se avevi una famiglia.. Per quale motivo vai ad appoggiarti ad un altro uomo?????? Cosa pensavi di fare? Poi vi lamentate se i rapporti finiscono male e soffrite..C…o, ma impegnarvi concretamente, vi fa cosi schifo? 1 compagno, 1 figlio. Fine delle cose. Non 1 compagno 1 figlio 1 confidente 1 amico per il tennis 1 amico per il lavoro 1 amico per il caffè… Poi vi lamentate…
    Sei una di quelle che si lamentano che non ci sono gli uomini veri.. Secondo te un uomo vero usa l’amicizia per farsi una scopata o fregare la donna di un altro????? Guarda che , come hai detto tu.. Sei tu che sei andata con lui.. E te ne vanti pure!!!Però ti lamenti che ti ha fatto soffrire????? E non ti rendi conto che forse la relazione con il padre di tuo figlio ( strano che non lo definisci ‘il tuo uomo’) è finita anche perchè invece di affrontare i problemi e discutere con il tuo uomo, fai la figa in giro e ti confidi con uno che palesemente ti sta corteggiando??? Perchè non ci credo che non ti sei accorta che il personaggio ti seguiva da tempo. E che c….. Ma che avete in testa? Poi vi lamentate e andate a rompere i……? Tenetevelo stretto, il vostro uomo. E tenetevi un po di piu i pantaloni addosso. No amica mia.. Non ti ha distrutto il tuo migliore amico. Hai fatto tutto tu. Mi dispiace per te. Ma come dico sempre: gli uomini veri, pretendono donne vere. Poi, come sempre chiedete consigli scrivendo neanche la metà di quello che dovreste scrivere per avere un consiglio. Forse è anche per questo, che mi inc…. cosi tanto tutte le volte. Mi dispiace se hai sofferto. Ma quando lasciate un uomo per un altro, meritate solo di trovare degli stronzi.. L’unico consiglio che posso darti è questo: vuoi una motivazione? Pensa a tuo figlio. E a quello che lui puo pensare di te.

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili