Salta i links e vai al contenuto

Questa è un’altra storia, confusione totale, paura di perdere lucidità

Sto completamente fuori di me.. non capisco più nulla.
Scrissi qualche giorno fa di un amore mai cancellato, eppure mi viene spesso il dubbio che sia voglia di pensare a qualcuno quando mi sento così sola, o forse no.. mi sento troppo confusa. Facile dire parole di conforto agli altri, e ne ho dette in questi giorni, ma dall’esterno è tutto più semplice, e se qualcuno mi scriverà sarà oro per me, come forse io ho dato qualche parola di speranza a chi stava male. Aiutiamoci, ragazzi, non ci capisco un cavolo.
Nuova parte di me: appena lasciata (più di un anno fa dopo 4 anni) con un ragazzo che amavo tantissimo ma in una relazione super sofferta e complicata ho trovato un ragazzo che mi faceva star bene.. e di lì pian piano è sbocciato l’amore da parte mia, da parte sua non credo perché mi ha lasciata.. poi supplicata in ginocchio di tornare da lui con tutti i possibili corteggiamenti. E così PER QUATTRO VOLTE IN UN ANNO, lasciata e poi risupplicata in ginocchio di tornare con lui.. dicendo che si era sbagliato… che il suo orgoglio non gli permetteva di amarmi perché non andavamo daccordo su alcune cose, del tipo che a me piace un uomo “cavaliere”, lui invece non vuole esserlo.. litigavamo perché lui non era minimamente geloso di me.. ecc.. e cose di questo genere.
Diceva che ero sempre nervosa e spesso era vero, ma non con lui e l’amore potrebbe essere comprensivo no? e poi se torni da me sai che hai lasciato e se nel cassetto c’hai messo una fragola non ci puoi trovare una prugna!
Cmq ci sono sempre tornata, brava scema.. e poi mi ha nuovamente lasciata perché si ri imbatteva sui lati che odiava di me.. e stavolta definitivamente già da mesi. Mi sento rifiutata, mi sento sbagliata, e mi ha messo dentro di me questa convinzione pure se continuava a ripetermi che non lo ero.. eppure mi ci sento. Gli ho mollato un pugno quando mi ha rilasciata per l’ennesima volta, eh sì, ho sbagliato, ma cavolo l’ha detto in un momento in cui si era autoinvitato a una festa con la mia famiglia.. per poi dirmi che in realtà non ci sarebbe voluto essere.. roba da pazzi.. ma voi avete mai sentito dire follie simili? ma niente giustifica l’aggressività fisica.. Il ragazzo con cui stavo prima quello di cui parlo come grande amore, è successo che mi ha alzato le mani.. mi picchiava quando litigavamo.. ma non mi sento affatto vittima in ciò.. anzi, io mi sento un’aggressiva repressa.. non so se riuscite a capirmi.. e certo che era sbagliato il suo comportamento, infatti ho avuto il buon senso di non tornarci più col mio ex.. eppure sarò pazza ma mi piaceva come persona, tant’è che spero solo il bene per lui e non ho alcun risentimento.. ma aveva dei seri problemi.. droga ecc.. ed era vigliacco a picchiarmi, e non riusciva a contenere la sua rabbia, aveva sto tipo di problema, ma era una persona autentica.. e molto meglio lui che uno che sta con me, come l’ultimo che ho avuto, ma che in realtà non ci vorrebbe stare e allora perché si sente obbligato di starci? perché si sente in dovere visto che mi ha ricorteggiato così tanto ogni volta che ci siamo lasciati.. e perché HA PAURA CHE IO CI RIMANGA MALE!!………. ROBA DA PAZZI
Ma io ci sono rimasta molto peggio che mi ha rilasciata per l’ennesima volta!!!
scusate se vi sto appallando… ma finite di leggere please… AIUTATEMI A CAPIRCI QUALCOSA.
Cavolo, come io accettavo i suoi difetti lui così avrebbe dovuto accettare i miei.. e invece per 4 volte è tornato con la coda tra le gambe a illudermi sempre di più… e io pronta e riperdonalo e riaccettarlo sempre.. provo odio.
Si è ri inserito per l’ennesima volta nella mia vita, frequentando tutto ciò che mi ero riconquistata da sola per poi risparire.. che male!
E poi ora? ciliegina sulla torta!!! ho frequentato un altro ragazzo con il quale già avevo avuto tempo prima delle uscite, rapporti ecc.. e questo, notate bene che questo non stava al fatto che io non mi volessi innamorare di lui.. rosicava per questo, ed era gelosissimo di me.. possessività, altro che amore.. poi mi conosce poco. Io lo supplicavo di non vederci più perché mi sentivo confusissima.. ancora l’ombra di quei 2 ex precedenti.. ma niente da fare.. insisteva insisteva.. e poi? ci sono riandata a letto.. e lui? è sparito…!!!! e mi aveva corteggiato fino alla sera prima supplicandomi di uscire con lui e vietandomi di vedere altri.. non ci posso credere!!!!! ma che cavolo c’hanno gli uomini!! secondo voi dovrei parlargli almeno per farmi spiegare i motivi se ha le palle di dirmeli, oppure lascio perdere.. perché tanto non mi sembra uno che dice la verità.. è uno di quelli che si rigira sempre l’acqua al suo mulino, un furbo!! ma che cavolo c’ha adesso questo! si è anche lui già stufato!!! cioè, sembra che gli uomini impazziscano per conquistarmi e poi… puff… una volta ottenuto… ciao bella!!
E poi, tanto per finire in bellezza, io non ho lavoro e vivo da sola.. devo ahimè andare a prendere due lire dai miei perché sennò non mangio e per orgoglio, per non chiederglieli ho già perso non so quanti chili perché non ho nulla da mangiare.. e non mi va di farmi vedere dai miei sempre nervosa.. e soprattutto ho paura, molta paura della mia rabbia.. che quando sono debole così si scatena molto più facilmente.. perché sono esaurita e ho paura di rispondere male, di aggredire..
E che cavolo.. l’ennesima batosta di fila no!!!!
In tutto ciò, mio padre ha una grave malattia e io mi sento terribilmente in colpa di andare a casa loro che sto in questo stato.. che mi vedono sempre insoddisfatta.. e che a loro non posso dare nulla.. proprio nulla.. neanche la tranquillità di avere una figlia che sta bene e che se la cava da sola.
Che imbarazzo a scrivere tutte queste cose.. vi prego, non mi prendete in giro, grazie.

L'autore ha scritto 11 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

5 commenti

  1. 1
    Mezzaluna -

    Mia cara Casadolce, detesto parlare come una rivista femminile di infimo livello, ma metti te stessa al centro della tua vita.
    L’approccio vittimista del perchè-gli-altri-sono-degli-stronzi-con-me-? intrappola spesso in un girotondo controproducente. Io non credo che le persone di cui parli si siano comportate bene, capisco il dolore di un amore che finisce (pourtroppo lo capiscono tutti), ma sei responsabile di come ti fai trattare. Tutti lo siamo. Bisogna essere amici di se stessi. Le persone si comportano con noi come noi gli permettiamo di farlo più spesso di quanto non crediamo.
    Quindi coraggio, perchè ci vuole molta forza e costante impegno!
    Ti sono molto vicina per il problema del lavoro in quanto sono nella tua stessa situazione: dopo aver girovagato per un pò mi ritrovo di nuovo in Italia momentaneamente a casa di mia madre (che ormai da un pò non è più casa mia) e non riesco ad andarmene perchè non trovo lavoro! Speriamo che questo si risolva presto perchè l’indipendenza è una delle prime cose che fa stare bene! Ti abbraccio.

  2. 2
    originaljo -

    Ciao, è vero l’approccio da vittima non aiuta ma certo no hai avuto dell storie semplici. Forse hai talmente troppa paura che diventi negativa su tutto quindi negatività attrae negatività. Devi rimmetterti in gioco senza paura, via l’orgoglio, via l’aggressività devi riprendere in mano la tua vita. Secondo me un periodo da single potrebbe aiutarti per riconquistare la tua indipendenza. Coraggio… Affronta la vita…sempre.

  3. 3
    CASADOLCE -

    scusate, ma io più che vittima mi sento in confusione e per questo disperata.
    l’atteggiamento ” lamentoso ” che avevo nella lettera è perchè era il linguaggio dello sfogo, non era come per dire:
    CAVOLO SUCCEDE TUTTO A ME!!!
    ma era come per dire : SONO UN DISASTRO!!! NON RIESCO A FARMENE ANDARE BENE UNAA!!!!
    e poi scrivo più volte che nn mi sento vittima neanche quando il ragazzo con cui stavo mi piccchiava, perchè anche io ero folle: super paranoica, super gelosa ecc..
    Non mi sento affatto che mi stessi giustificando dando colpa agli altri.. ma mi lamentavo di me.. non degli altri. di quello che faccio e di quello che non riesco a fare.. è normale che le batoste se le prendo, non è perchè il mondo è sbagliato.
    ma è che io mi ci inficco.. ma è ovvio che HO PERSO IL CONTROLLO DELLA MIA VITA.
    cavolo, mi sembrava di essere stata chiara,ma grazie mielle per avermi dedicato del tempo.
    quindi mi sento non capita in questo caso anche da voi, ma vi ringrazio comunque e di quello che avete scritto cerco di prenderne il bello. baci

  4. 4
    Mezzaluna -

    Casadolce mi scuso se non ti ho capita o non ci siamo capite. E’ come dici tu hai perso il controllo della tua vita e ci vuole impegno per riprenderlo questo lo capisco molto bene perchè anche se non in ambito amoroso anche io mi sento così. Bisogna però essere responsabili di se stessi e della propria vita. Mi raccomando quello che ti picchiava piuttosto denuncialo ma non giustificarlo mai, non ci sono scuse alla violenza! Un abbraccio.

  5. 5
    CASADOLCE -

    grande mezzaluna!
    Sei una persona davvero umile!! 🙂 che carina..Grazie di cuore!
    ti abbraccio anche io!
    baci

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili