Salta i links e vai al contenuto

Confusione, ansia, prostrazione, infelicità

Confusione… ansia, prostrazione, infelicità… questo mi ha portato la fine della mia storia d’amore. Dopo tre anni bellissimi lui incontra una vecchia fiamma e mi lascia con una e-mail. E’ passato un mese e sono passata attraverso tanti stati d’animo. In questo momento è la tristezza che incombe, l’incapacità di reagire, anche se magari a mio modo sto già reagendo. Lui mi ha detto che saremo per sempre amici, ma io non so se lo voglio essere. Non sopporterei di vederlo con un’altra. Il mio punto di vista non può essere così imparziale nei suoi confronti. Non so nemmeno se voglio rivederlo, mi fa troppo male. Le poche volte che ci siamo incontrati ho solo cercato di cogliere dei segnali (…inesistenti…) di un suo riavvicinamento, di conseguenza non sono state belle esperienze. Speriamo che passi anche questa, perchè ho paura di ammalarmi.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

7 commenti a

Confusione, ansia, prostrazione, infelicità

  1. 1
    Ant062 -

    Ah bè, siamo arrivati all’essere lasciati con una e-mail.
    E’ passatao un mese, cara annina2008, e sei ancora “alive”.
    Non cercare segnali: riprenderesti un “uomo” che ti ha lasciato per una sua ex?
    Cerca di evitarlo, se puoi, e tagliare tutti i ponti con lui.
    Inizia a pensare a te stessa e, quando sei in crisi, cerca l’affetto dei tuoi cari e dei tuoi amici più veri e vedrai che pian piano il dolore passerà.

    Un abbraccio.

  2. 2
    ChiaraMente -

    Certo che passerà anche questa, cara, come son passate tutte le altre, come sempre. però fatti dire una cosa: hai ragione quando dici che non sai se vuoi essere sua amcia, perchè non è possibile, perchè tu lo ami, lo vuoi solo per te, non puoi gioire per lui che sta con un’altra. e non è neppure giusto che te lo si pretenda. E che sei, una santa?

  3. 3
    Spectre -

    ChiaraMente ha parlato anche per me, proprio perché non sei una santa e perché essere un po’ “irragionevoli” è un segno di amor proprio. Non si può sempre far prevalere la mediazione in onore del buon senso del ca**o. Sennò il lasciato deve sempre stare lì capire qualcosa: prima i motivi dell’abbandono perché “eh beh, devi fartene una ragione”, poi che però è un rapporto importante “e perché sai, ti vuole sempre tanto bene e sei la persona più importante”. poi toccherà il capire che l’altro è tuo amico ma deve rifarsi una vita, poi che, siccome è sempre tuo amico, è giusto che tu vada al suo compleanno perché “non puoi mica mancare”… bla bla bla fino a fare da testimone al suo matrimonio?

    Spero solo per la mia ex che non le salti in mente di farsi sentire con discorsi simili (e tutto sommato anche con altri). Ho avuto un momento in cui sarei tornato con lei subito, dopo la rabbia e l’allontanamento iniziali ho subito un ritorno. Oggi non la vedo, non la sento, e sto sempre meglio (solo sentirla nominare mi fa salire il nervoso). Anzi, se sapessi che fosse in procinto di lasciare la mia città per andare da qualche altra parte LONTANA, andrei ad aiutarla a caricare i bagagli.

    Amor proprio si chiama, non sono ripicche. È istinto di conservazione sacrosanto. O il lasciato deve sempre capire tutto? No, al diavolo.

    Ce la farai a stare meglio, vedrai che ti riassesterai. Se temi di ammalarti vedi di capire se sei soggetta a cali di questo tipo e tieniti controllata. Anzi, proprio il combattere per non ammalarti a causa di un altro potrebbe essere il 1° gesto d’amore e di rinascita per te stessa 😉

  4. 4
    Marti -

    Son sempre più spaventata dal pensiero che le relazioni non finiscano mai.. Come è possibile che dopo 3 anni una persona con uno schiocco di dita ritorni sui suoi passi. Perchè le persone non sanno prendersi le responsabilità dei propri errori e soprattutto non sanno maturare e andare avanti!
    In questi 3 anni con te che persona era?! Chi era?!
    E quando poi finirà con la ex, tornerà ancora?!

    Noooo.. non è possibile. Tagliare nettamente, sebbene possa sembrare disumano, è l’unica soluzione per questi elementi!!!

  5. 5
    rob -

    Annina,
    a quanto pare l’estate porta venti di rottura… Io, che sto vivendo una situazione analoga, mi rendo conto che non c’è mai un “modo giusto” per essere lasciati. Quindi inutile sindacare sul modo. Se lui ora ha un’altra non pensarci al riavvicinamento. Arrenditi: lui è quello forte e tu sei debole. Ma riconoscere questa cosa costituisce di per sè il tuo primo atto di forza. E fanne seguire altri. So perfettamente quanto è difficile, ma devi iniziare a spostare la tua attenzione su qualcos’altro, qualcosa che ti gratifichi e ti faccia riacquistare un po’ di fiducia (lo dico a te per ripeterlo anche a me) Arriverà un giorno in cui sentirai che quel nodo sul cuore si va allentando e via via sarà sempre meno opprimente. Sconsiglio: cercare di crearsi subito un’altra storia e anche tentare il recupero di questa. Pensa ad altro, il resto arriverà… Un abbraccio

  6. 6
    guerriero -

    nn c’è un modo giusto, ma c’è modo e modo di lasciare.
    E spesso anzichè fuggire, ci si potrebbe anche impegnare per maturare il rapporto con una persona, la quale magari negli anni ha dimotrato il suo valore.
    Quindi consiglio che: ai primi accenni e segnali di rottura da parte del ragazzo/a (il terzo incomodo c’è sempre e soprattutto d’estate) , lasciare e tagliare, prima che lo facciano loro.

  7. 7
    day -

    Sarà durissima, ma non c’è altra soluzione che cercare di non rivederlo. Cercare vani segnali non può che prolungare l’agonia. Devi riconoscere che attualmente lui è il più forte, perchè ha preso le sue decisioni. Non cedere all’amicizia, non ci può essere da parte tua per ora. Il vederlo con l’altra non può che distruggerti ulteriormente. Si dice che col tempo passerà ma quanti stati d’animo debbono ancora passare. Coraggio, vogliti bene, come dice Rob il resto arriverà. Lasciarsi con una mail a me pare meglio che con un SMS.!!!!!

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili