Salta i links e vai al contenuto

L’infelicità

Caro direttore, scrivo questa lettera in quanto sto attraversando un periodo molto duro e difficile, solo le 22. 16 e mi trovo a fissare il tablet con cui sto scrivendo, da cui riesco a distinguere i miei occhi lucidi e gonfi, occhi che molto spesso evito anche davanti allo specchio.
Mi sento davvero uno schifo, è da quasi 2 anni che ho conosciuto la ragazza di cui sono follemente innamorato, ragazza con il quale sono stato insieme per un anno e mezzo e che ora mi ha definitivamente detto che tra noi è finita.
Per tutti coloro che leggono questa lettera inizio a spiegare le cose dal principio facendo alcune premesse e sperando di riuscire ad aprirmi con qualcuno per cercare di sollevarmi un po’; parto con il dire che sono sempre stato un ragazzo un po’ timido ed ermetico ma anche simpatico e tutto da scoprire.. provengo da una famiglia con dei sani principi, la quale mi vuole bene, ma in cui non riecco a trovare il conforto a il coraggio di esprimere i miei disagi che mi stanno man mano spegnendo la voglia di vivere e la forza di affrontare le giornate… mi sento davvero solo e non ho nessuno a cui rivolgermi per chiedere conforto.. due anni fa ho conosciuto una ragazzi di cui mi sono innamorato follemente, la mia prima e unaca ragazza avuta finora. Ho 21 anni e mi sono diplomato da un anno, ma più passa il tempo più la mia vita sembra essere un disastro, non sono mai stato un ragazzo felice e completo, seppure non mi sono mancati i bei momenti della giovinezza, ma non riesco a trovare nulla che mi renda felice, nulla… non faccio sport, non studio non esco quasi più di casa, lavoro da poco come impiegato e quando torno a casa alla sera non guardo nemmeno più il telefono, tanto non troverei nessun messaggio, nessuno che mi cerca.. mi sento soffocato da un senso si solitudine misto a malinconia dal quale non intravvedo un minimo di spiraglio di felicita, non so come uscirne, e non so come ci sono entrato, ma mi piacerebbe davvero che qualcuno mi aiutasse a stare meglio… questo mio problema e nato anni fa, più o meno all’ inizio delle superiori, ma ora e diventato troppo pesante da sopportare… compiuti i 18 ho conosciuto lei, la persona che fino a poco tempo fa era la mia ragazza, l’ unica persona che sia riuscita a farmi felice, l’unica persona che ho mai amato… insieme abbiamo passato momenti bellissimi, romantici e indimenticabili, come da film, lei la mia prima e unica ragazza era l’ unica ragione per cui sorridevo alla vita e per cui mi sentivo felice e realizzato.. anche io per lei significavo tutto, fino a quando, qualche mese fa ha iniziato a farmi capire che iniziava a stufarsi, lei diceva di amarmi ancora, finché il suo atteggiamento è cambiato, è diventata più fredda ed insensibile, ha iniziato a frequentare le sue vecchie amicizie e a dirmi che non gli davo più quello che una persona si espetta da una relazione stabile e importante come la nostra. Mettendomi d’impegno ho provato a dargli tutto l’amore che provavo per lei, ma in risultato e stato ancora peggiore, finché mi ha mollato, dicendosi dispiaciuta e addolorata mi ha piantato perché non più innamorata di me… io sono distrutto, non riesco più a mangiare, a dormire a sorridere, non riesco a reagire…. avevo una ragazza bellissima (non solo perché mi piaceva, ma tutti me lo dicevano) e speciale al mio fianco che ora non c’è più…. non mi reputo e non sono uno sfigato, sono abbastanza simpatico, anche un bel ragazzo, alto e con un bel fisico, ma non riesco a farmi amiche o amici su cui contare, con cui confidarmi e con cui sorridere…. tutto il mio mondo girava intorno a lei, perché per lei provavo qualcosa di indescrivibile… persino dopo un anno mi venivano le farfalle allo stomaco quando uscivamo insieme, ma ora è tornato tutto come prima, mi sento triste e senza nessuna ragione di vita, quasi rassegnato, mi faccio quasi schifo che non ho nessuna forza di reagire… mi sto facendo l’ idea tramite le mie sofferenza e anche tramite quelle degli altri che il mondo è sempre peggio, un posto per il quale non vale la pena combattere…. questo sentimento era ancora sopportabile finché c’era lei, ma ora che so di averla persa non so davvero cosa fare, mi sento perso…. nonostante tutto auguro un buon natale alle persone che hanno trovato la felicità, e che hanno una persona da amare, la quale ricambia i vostri sentimenti.

L'autore ha scritto 5 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Me Stesso

12 commenti a

L’infelicità

Pagine: 1 2

  1. 1
    Gabriele -

    Ciao lorenzo.

    Ho letto il tuo sfogo e noterai subito da te, che non sarai il solo a soffrire.
    Come te ci sono anche altre ragazze e ragazzi, dai cuori spezzati.
    Hai 21 anni, ed è comprensibile che tu in un certo senso abbia bisogno più che della famiglia, dei tuoi amici, ai quali confidarti e confrontarti.

    Da quello che ho capito, da quando questa ragazza è entrata nella tua vita, il tuo mondo è diventato lei.
    Molto bello e tenero allo stesso tempo che tu abbia avuto solo attenzioni per lei, ma altrettanto negativo il fatto che tu ti sia isolato.
    In un rapporto non bisogna mai annullarsi, annientarsi o fare questo all’altra persona.

    Probabilmente hai idealizzato l’amore per lei, e lei stessa, avendo per lei quasi una venerazione. Ripeto, è un sentimento molto nobile, bello e puro, ma che rischia di rendere il rapporto squilibrato, come dea e schiavo.
    Non so se sono riuscito a essere chiaro.
    Probabilmente questo che in principio, è stato molto bello, con il tempo l’ha annoiata.

    Non temere, l’unica cosa che a parere mio hai da rimproverarti, è che ti sei annullato per un nobile sentimento quale l’amore.

    Una cosa, non fare nulla per te stesso è ciò di peggiore tu possa fare.
    E’ equivalente a scavarti una fossa.

    Non sei perso, sei solamente tornato alla realtà, una realtà senza alcun punto di riferimento e ciò ti impaurisce.
    Sei perfettamente conscio di non potere più avere il suo amore e questo giova a tuo favore, in modo da non illuderti.

    Leggi bene quello che ti scrivo, hai 21 anni, milioni di chilometri di strade da percorrere. Alzati e comincia a camminare.
    Questo è solo il tuo primo amore, e come tale quando finisce ti lascia molte ferite, che si rimargineranno.

    Cerca le tue passioni, studia, lavora, ma sopratutto pratica dello sport, fallo per te stesso.

    Sicuramente il tuo stato d’animo da 0 a 10 sarà -10, ma è normale, anzi normalissimo.
    Mi meraviglierei del contrario.

    Se hai bisogno di sfogarti, scrivi pure, qualcuno leggerà i tuoi pensieri.

    Ciao

  2. 2
    Samurai83 -

    Ciao ragazzo…cerca di tirarti su di morale, sappi che io a 30 anni quello che stai passando tu adesso io l’ho passato 3/4 volte.
    Adesso sto male per la mia ex con cui sono stato per 4 anni. Sto gia meglio piango sbraito quando non riesco a stare tranquillo ma non fa niente.
    Sei giovane e non devi mollare. Gli amici? esci incontra gente, gente che magari sta come te ora, sarà facile entrare in sintonia. Sappi che i miei due piu grandi amici adesso sono due ragazzi che stavano come me qualche anno fa…ci consigliamo sempre a vicenda, e oltre ad essere veri amici sono validi supporti nei momenti di tristezza! Se vuoi confidarti con me io ci sono, posso dirti tutto sulla mia prima storia andata come la tua.

  3. 3
    cogito -

    ed eccone un altro ancora.. non c’è limite, come un fiume in piena!
    forza e coraggio ragazzo! magra consolazione ma non sei solo, il 99,9% delle lettere presenti in sto forum (così come in altri forums che trattano argomenti simili) sono come la tua: trattano di uomini lasciati.
    fattene una ragione! tira fuori le palle e vai per la tua strada. sei caduto? rialzati e continua a camminare! Questa è la vita: un continuo cadere e rialzarsi!! e lascia perdere l’amore per le femmine perché ti fai solo del male! leggiti le lettere presenti qui ed i relativi commenti e capirai tante cose. Buona fortuna e solidarietà anche con te!

  4. 4
    serenella0immacolata -

    eh, sì, caro cogito; ecco un altro giovane cuore, spezzato dall’eros! Cosa dire a costui! Avete già detto voi con i vostri commenti. Io però, vorrei dire all’amico: lorenzo, non preoccuparti. Forte, non è ki non cade, ma ki cade e si rialza. Quindi fatti animo e coraggio, che la vita va avanti. Ringrazia dio, che hai un lavoro, ke ti aiuta a dimenticare: sei così giovane! Auguri.

  5. 5
    Lovesad -

    Lo so è dura, ma non perdere la fiducia. hai 21 anni tutta una vita davanti. Fatti forza, esci, fai sport, trovati degli amici, questo è un suggerimento comune..vedrai passerà..tutto passa ci vuole tanta forza di volontà ma perché non mettercela? In fondo farsi distruggere dall’amore non è il massimo. Dobbiamo porci altri obiettivi e andare avanti. E’ dura, ma fidati se ne esce.

    @Cogito: mi togli una curiosità? Hai scritto una lettera anche tu? Non trovo nulla. Vorrei capire perché sei cosi ma cosi esageratamente arrabbiato con il genere femminile!!

  6. 6
    Gabriele -

    Ciao cogito.

    Premetto che non è mia intenzione cambiare il tuo parere in merito al genere femminile, e neanche tanto meno avere ragione, ma una cosa voglio comunicartela.
    E’ più facile comportarsi da disfattista, che da persona edificante.
    Ammiro quelle persone che sanno cosa vogliono da un rapporto e lo costruiscono giorno per giorno, anche se può accadere di rimanerci male.

    Hai una tua personale vita vissuta, di momenti belli e momenti brutti.
    Probabilmente, una persona ha calpestato i tuoi sentimenti, facendo venire fuori del sano e giusto risentimento.
    Scrivo giusto, perchè ogni persona reagisce in modo diverso, e questo è il tuo modo di reagire.
    Questo tuo modo di fare e di pensare rappresenta la persona fragile, che si trincera dietro un muro di diffidenza e aggressività.

    Dall’altra parte, è anche vero che ci sono delle ragazze che personificano al peggio il genere femminile, comportandosi come neanche una passeggiatrice farebbe.
    Ma non sono tutte così, come i ragazzi non sono tutti uguali, e in questo sito ci sono pagine scritte di cuori spezzati.

    Certo che una “guerra” tra i sessi, e quindi che si vuole fare?
    Bisogna solamente comportarsi come sempre, facendo tesoro delle esperienze.

    Ciao

  7. 7
    Ste91 -

    Ciao Lorenzo..
    Ti premetto che è un anno che mi sono lasciato con la mia ex ragazza e ancora c penso..E così l amore spacca il cuore come diceva Samuele Bersani..Però cerca di pensare al dolore che t ha procurato e nn alle cose belle che t ha portato e vedrai che cominciarai a pensare se davvero ne è valsa la pena stare così male.. Esci divertiti, svagati senza pensare troppo alle conseguenze.. Ovvio nn esagerare ma vedrai che starai meglio.. T dico ESCI stai il minimo possibile a casa.. E poi verrà da se.. Auguro buona fortuna a te e a tutte le persone che sono state lasciate dalla persona che pensavano fosse l amore della propria vita.. LA VITA E UNA GODETEVELA FINO ALLA FINE PERCHÉ POI NN TORNA PIÙ… Ciao ragazzi…

  8. 8
    ele -

    Condivido quanto detto da Gabriele, non bisogna vivere in funzione di un’altra persona. Prima di tutto bisogna amare se stessi, altrimenti si diventa un peso per l’altra persona.

  9. 9
    lorenzo89 -

    Ciao ragazzi, voglio ringraziarvi del vostro sostegno, sapere che molte persone passano momenti simili ti fa riflettere e pensare, e sicuramente aiuta ad aprirsi e a vedere come le persone intorno a te hanno gli stessi problemi che col tempo vanno risolti,,..non so quanto tempo servira perche sulle mie labbra torni il sorriso e la voglia di amare, ma spero arrivi e spero di potermi rialzare piu forte di prima

  10. 10
    lorenzo89 -

    @Samurai83 non vorrei essere invadente, ma mi piacerebbe davvero che mi raccontessi la tua prima volta, quella che hai descrito molto simile alla mia…a volte penso che una cosa del genere non mi sarebbe mai capitata, non a me almeno, si vedono e si sentono molte storie ma penso sempre che quello che provavo e l’amore che c’era tra noi due non e minimamente paragonabile e quello descritto o sentito dagli amici, nei film, o in altre occasioni, e invece eccomi qua, piantato in asso e senza piu nessuna certezza, proprio come mai ti saresti aspettato…. se ti va di raccontermi la tua storia te ne sarei grato, sapere che qualcuno ha provato qualcosa di cosi forte e poi e riuscito ad uscirne mi sarebbe davvero di aiuto

Pagine: 1 2

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili