Salta i links e vai al contenuto

Come sono visto? Come devo comportarmi?

Lettere scritte dall'autore  

Ciao a tutti….
piccola “introduzione” per chiarire meglio….. :
Alle superiori, anche (ma non solo) per colpa mia, persi i contatti con gli amici avuti fin lì delle elementari e oratorio e mantenni il contatto con questo “amico” ( eravamo compagni di classe).
Terminate le scuole superiori, ( nel quale solo l’amico, rivelato poi non tale, mi accompagnò nel percorso scolastico) mi posi alcuni obbiettivi: tagliare i ponti con i compagni di scuola, lavorare e coltivare il mio hobby. ( praticato fin da bambino).
Lavoravo e coltivavo il mio l’hobby dedicandoci anima e corpo perchè era ( ed è tutt’ora) la mia passione : mi diverte, mi rende felice e realizzato.
In quel momento della mia vita volevo fare così: lavorare e divertirmi e migliorarmi nella vita extra lavorativa.
Grazie all’hobby ho conosciuto tantissime persone con la passione in comune; ad oggi ho la fortuna di avere 5/6 amici di quelli veri!
Il problema è che tali amici sono molto più grandi di me!
L’hobby che pratico attira poco i giovani: per carità, di giovani ce ne sono, ma una manciata e sparpagliati in varie provincie.
Sul perchè non so. ( secondo me perchè è molto tecnico, bisogna fare tanti sacrifici, quello che ho fatto io, dedicargli tantissimo tempo, come fatto io ( ecco il perchè di una “vita sociale atipica”) e soldi ed aspettare che i risultati avvengano dopo tempo… un po’ come la vita…).
Dopo una giornata di lavoro, dedicavo altre ore al hobby… era quasi più un lavoro l’hobby che il lavoro.
Ma a me non è mai pesato fare questo : era il mio sogno e la mia passione e qualsiasi cosa la facevo col cuore, passione a discapito di tutto quell’altro che la vita poteva offrire: amici, vacanze, relazioni, feste, ecc. A me no interessava quello menzionato qua sopra. Ero in pace con me stesso.
Tutto questo anche grazie al mio carattere e alla determinazione.
Però, da qualche mese mi sono fermato e ho cominciato a riflettere e a guardarmi in giro, le altre vite…i coetanei, i vecchi amici…ecc.
Il tutto sotto “l’impulso” di:
1) avere ottenuto sia dal lavoro sia dall’hobby traguardi che ad oggi mi rendono più che soddisfatto e realizzato, come, se non meglio, da obbiettivi prefissati a 19 anni
2) essere venuto a conoscenza che : “marco era andato a convivere, paolo si era sposato, giulia era incita ecc “ ( tutti miei amici d’infanzia poi persi) e tutti erano ancora in contatto tra loro da 20 anni a questa parte. Nell’arco di 10 anni loro si erano creati una vita ed io avevo fatto tutt’altro…era come se fossi stato su marte.
Potevo arrivare a rifletterci prima, magari a 25 anni o prima?
Se ci penso direi di no! ( purtroppo o fortunatamente non so)
A 25 anni ( o prima) non ero professionalmente, extra lavorativamente ed economicamente realizzato come lo sono ora.
E la mancanza di una vita sociale “normale” non mi pesava per nulla; non mi interessava proprio.
Ora invece mi pesa un po’ di più.
Non voglio rimpiangere il mio passato dai 19 ai 29, perchè ho fatto tutto quello che volevo io ( sicuramente commettendo errori) divertendomi e riuscendo a togliendomi soddisfazioni non da poco, ed avere delle grosse responsabilità che volevo prendermi sin da ragazzino.
Ma ora sento “un bisogno” di : avere un amico/ci pochi ma buoni con cui passare del altro tempo; dal semplice giro al bar per un caffè, o vedere moto, partite ecc… fino ad un più impegnativo ( per me) festa e…….
Non voglio abbandonare tutto questo sin qui fatto, ma vorrei “diversificare” un po’ la mia vita:
Ecco che allora mi sorgeva la domanda:
come può essere possibile “rientrare” nella società e riuscire a rifarsi qualche amico (coetaneo però) ?
Mi ritengo un tipo simpatico, allegro, disponibile brillante a volte anche troppo estroverso ( ma dipende dal contesto) quindi non ho difficoltà ad interagire, ma……il fatto che ho avuto “esperienze diverse” e altre che non ho avuto, rispetto ai miei coetanei, mi blocca nella ricerca di nuovi rapporti più stretti di amicizia.
Finchè mi trovo in ambito lavorativo o hobbystico, mi sento un leone, se invece dovessi presenziare ad una cena di ritrovo ex alunni mi sentirei un pesce fuor d’acqua.
Quindi nessuna nuova attività di conoscenza la vedo come percorribile proprio per questa mia reticenza nel dover raccontare la mia vita privata nel ciò che ho fatto rispetto agli altri e parallelamente quello che non ho fatto (cose “normali” che i giovani fanno…).
Reticenza dovuta al fatto di aver timore di essere visto come un “alieno” o in italiano “sfigato” ( cosa che non mi sento assolutamente, visto che ho fatto cose che alcuni giovani se le sognano).
Non ho semplicemente fatto alcune cose che per la mia età si fanno.
Stavo pensando di riallacciare i contatti di una volta ma ho timore che pensino che sia stato su marte fino ad adesso ( non li sento da 10/12 anni) e non ho idea di come raccontare la mia vita fin lì o peggio “ inventare scuse ” per poter far parte di una compagnia. ( scuse e bugie che verrebbero a galla )
E poi magari pensano: come mai questo salta fuori adesso??
Vorrei aprire un account facebook, ma a parte che non sono un patito dei social network, ( anzi…tutt’altro…non li sopporto ) anche qua non ho idea di cosa raccontare. Per poi sentirmi dire “perchè ti sei iscritto adesso?”.
Detto questo:
Secondo voi, sono proprio un alieno?
Come vi comportereste al mio posto sul come affrontare le situazioni di nuova conoscenza?
Avete qualche consiglio “generale” da dare, su cosa andare a raccontare e come della mia vita per riuscire ad entrare in qualsiasi nuova attività e conseguentemente alla vita sociale “normale”?
E al posto degli amici ricontattati (o nuovi amici o nuove persone conosciute), come mi vedreste se raccontassi la mia vita fin lì? Su quello che ho fatto ma soprattutto su quello che non ho fatto?
Meglio mentire, essere realisti o omettere alcune cose e aggiungerne altre? ( sono andato una sola volta in discoteca, ma non mi pento di non essere più andato; che fare, dire che la discoteca la si conosce bene o no? )
Un grazie a tutti.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Condividi su Facebook Come sono visto? Come devo comportarmi?

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso - Relazioni

6 commenti

  1. 1
    Clara -

    Ciao!

    chiedi se puoi avere di nuovo amici tra i tuoi coetanei. Per me è molto difficile. Io stessa (vabbè che ho problemi fisici) non riesco ad integrarmi con gente della mia età. Quindi io lo vedo molto difficile. Certo è che, con i tempi che corrono, un hobby costoso non è il massimo per coinvolgere gente.

    Buona giornata!

    Clara

  2. 2
    Confusa30 -

    SCUSA MA CHE HOBBY è

  3. 3
    aifon6 -

    Confusa30, capisco la tua curiosità, ma in questo momento per motivy di privacy non vorrei dire di che cosa si tratta.( spero mi si possa capire)
    Ai fini della mia lettera sopraesposta, non ha molta importanza che hobby pratico, sia esso l’uncinetto, la bocciofila, le gare con i motoscafi offshore o paracadutismo.
    Io chiedevo come verrebbe visto un ragazzo che ha svolto poco di quello che hanno fatto i coetanei ( indipendentemente da ciò che ha fatto di altro) e soprattutto come comporartsi con loro, se fregarsene, mentire, essere onesti su ciò che non si è fatto nella vita “sociale normale”.
    Per Clara, grazie del tuo commento; comunque non ho mai pensato di coinvolgere gente nel mio hobby.

    buona serata a tutti.

  4. 4
    Yog -

    Interessante la tua vita. Potresti scriverci un film, immagino già i trailer di “The Hobbist”. Secondo me, su Facebook ti conviene contare un sacco di frombole perché, se poco poco dici la verità su te stesso, rischi che ti arrivino sei ambulanze sotto casa. Racconta che vai in discoteca ogni giovedì sera così passi per un originale e che hai problemi a trovare le mutande al mercato perché c’è lo hai di dimensioni esagerate: qualcuna è probabile che ti inviti ad accompagnarla in un privè. Tu rilancia e rispondi che preferiresti andare a mangiare in un sushi bar, se lei ti manda a quel paese ti gargarizzi una boccia da o.75l di Unicum, se invece accetta le dici che hai cambiato idea e che la porti a casa tua per uno spaghetto aio e oio, se lei ti manda a quel paese a questo punto ti gargarizzi 1 l di Narda. Certo che vivere è un casino. Ti consiglio di trovarti un hobby, forse è meglio. Ah no, quello lo hai già.

  5. 5
    Golem -

    A me interesserebbe sapere di che hobby si tratta. Sono pur sempre il capo dell’hobbytorio no? Anche perchè questo aifon6 mi sembra un ottimo cliente per il mio “negozio”.

  6. 6
    Clara -

    Ciao,

    mi sembrava di aver letto in un tuo passaggio che volessi coinvolgere altri nel tuo “Hobby”… Chissà qual è? Adesso siamo tutti curiosi (ma forse era proprio questo che volevi ottenere non scrivendolo) :)!

    Buona giornata!

    Clara

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili