Salta i links e vai al contenuto

C’è la possibilità che torni da me? Come devo comportarmi?

Lettere scritte dall'autore  

Salve sono un ragazzo di 24 ann, ho conosciuto per caso questo sito e devo dire che è molto interessante e in questo periodo un po’ buio mi sta aiutando a riflettere e a confrontarmi con chi, come me, ha dei problemi simili ai miei. Adesso vi espongo un po’ cosa mi è successo.
A gennaio 2009, dopo aver in parte superato un brutto periodo dovuto alla fine di una storia d’amore durata 3 anni e mezzo, ho conosciuto su badoo una ragazza della mia stessa età ma di un’altra città vicina alla mia. Praticamente io vivo a Palermo mentre lei è di Agrigento, ma il caso ha voluto che lei studiasse a Palermo già da 3 anni e vivesse in una casa per universitari poco distante da casa mia. C’è stata subito una forte intesa fra di noi fin dalle prime conversazioni e finalmente dopo qualche settimana di conoscenza abbiamo deciso di incontrarci. Il nostro incontro credo sia stato magico si avvertiva nell’aria la soddisfazione reciproca nell’aver conosciuto una bella persona con la quale probabilmente sarebbe nato qualcosa di importante… e cosi fu. Da quel giorno abbiamo iniziato a frequentarci sempre di più, uscivamo insieme ai miei amici ai quali stava simpatica, e oltretutto è davvero una ragazza che non passa inosservata per la sua bellezza, insomma tutto procedeva bene. Fin da subito mi ha invitato una sera nella casa in cui alloggia per vedere un film insieme e parlare un po’ di noi. Bene quella sera ci siamo dati il nostro primo bacio ed io stavo provando nuovamente emozioni che credevo non avrei più provato dopo la fine della mia vecchia storia d’amore. In quel periodo proprio in relazione a questo la mia ex si era rifatta viva, credo alla notizia che io mi frequentavo con una nuova ragazza, e questo creò in me un po’ di confusione perché era stata una storia molto importante ed io ero combattuto se tornare con la mia ex oppure procedere con questa nuova entusiasmante conoscenza. Ovviamente di tutto questo la ragazza con cui mi frequentavo ne era al corrente e più ci vedevamo e più passavo i giorni più lei soffriva perché si stava affezionando a me ed aveva paura di perdermi se io avessi scelto di tornare con la mia ex. Alla fine io presi la mia decisione di continuare questa nuova conoscenza e devo dire che nonostante ancora non eravamo ufficialmente fidanzati, abbiamo passato diciamo a partire dal secondo mese in poi che ci frequentavamo dei giorni e dei momenti da veri e propri fidanzati. Ad Aprile ci mettemmo insieme eravamo felici ed io mi innamorai di lei dichiarai i miei sentimenti e tutto filò liscio per un bel po’ fino a quando a me per vari motivi iniziò a prendermi la gelosia soprattutto quando lei alcuni fine settimana tornava nella sua città. Premetto che la mia gelosia non è stata del tipo “tu non devi uscire… tu non fai questo… tu non fai quello… ecc… ” assolutamente no, non sono il tipo, però spesso quando usciva le chiedevo con chi fosse, chi aveva incontrato, dove andava, come fosse vestita ecc.. insomma tutte domande che fatte una volta possono essere anche normali ma dopo un po’ di tempo mi rendo conto che diventano pesanti e diventavo io ossessivo. Purtroppo il problema è che io non mi sono reso conto di essere così pesante e la mia gelosia è nata quasi all’improvviso credo da quando lei per la prima volta tornò a casa sua ad Agrigento e credo che sia stata la paura di perderla che ha fatto scattare in me un meccanismo di autodifesa che mi ha fatto reagire in questo modo incontrollabile. La paura di perderla era infondata ma la mente umana a volte è strana ed io sono certo che tutto sia nato a causa di alcune mie insicurezze dovute anche alla mia storia passata finita un po’ d’improvviso che mi ha lasciato una ferita dentro che credevo fosse cicatrizzata mentre probabilmente ancora non lo era. Tutti questi miei atteggiamenti continui, nonostante lei mi rassicurasse, hanno fatto si che lei pian piano si stancasse anche perché lei è una ragazza dalla mentalità molto libera, ha bisogno dei suoi spazi e con questi atteggiamenti si è sentita soffocare. Per questo motivo verso fine giugno abbiamo iniziato ad avere le nostre prime discussioni che in un modo o nell’altro siamo riusciti a gestire. Voglio puntualizzare che lei mi ha dimostrato a parole e con i fatti il suo amore per me che era molto forte nonostante stavamo insieme da poco tempo. Questi problemi sono continuati anche a luglio e c’è stato un periodo in particolare che abbiamo litigato ogni giorno per ogni cavolata perché lei davvero era troppo nervosa e quindi ad ogni stupidaggine si arrivava a litigare. Proprio a luglio la penultima settimana di luglio lei è tornata a casa e in quella settimana io la sentivo fredda e distaccata, più volte le ho chiesto cosa avesse e mi diceva sempre che erano una serie di problemi e pensieri ma che non c’entravo io, però io vedendola cosi distaccata nei miei confronti, poco affettuosa le chiedevo continuamente cosa avesse ma lei mi rispondeva sempre allo stesso modo. Il 24 luglio lei tornò a Palermo per il mio compleanno passammo una giornata fantastica da soli al mare e di sera festeggiai il compleanno con i miei amici a casa. Tutto andava bene lei mi disse di amarmi la giornata è stata davvero stupenda. La sera andai a dormire a casa sua e l’indomani l’accompagnai alla stazione perché lei doveva tornare a casa stavolta definitivamente per le vacanze estive. Nel frattempo io decisi di cercare una camera ad agrigento per poterle stare vicino e stare insieme per la nostra prima estate. Già ne avevamo parlato a maggio di questo però avevamo parlato della possibilità di fare dei fine settimana ad agrigento perché lei quest’anno doveva studiare per preparare la tesi, poi voleva un po’ i suoi spazi visto che tutto l’anno è a Palermo e inoltre aveva un po’ nervosismo in questo periodo. Io invece ho insistito dopo per prendere la camera per le prime due settimane di agosto, lei mi disse che non era il caso ed io egoisticamente, sempre per la stessa paura che magari lei non mi volesse lì e potevo perderla, mi sono imposto e da qui sono nati liti molto intense perché giustamente lei si è sentita ulteriormente soffocare. Tutto questo legato a continue discussioni nel periodo che io sono stato ad Agrigento l’ha portata ad essere totalmente indifferente nei miei confronti, uscivamo ed era come se io non esistessi per lei, nessuna parola dolce, né un abbraccio niente di niente. Questo mi ha fatto soffrire molto anche perché sino a fine luglio ha espresso i suoi sentimenti e mi ha detto di amarmi e inoltre nonostante le incomprensioni ci sono stati anche giorni fantastici. Questo ha creato in me ulteriore insicurezza ed abbiamo discusso quasi ogni giorno. Lei mi disse che con questo ritmo non se la sentiva di continuare la nostra storia perché stava soffrendo molto e per tutte queste discussioni il suo sentimento verso di me è cambiato quindi se per prima lei non prova quello che provava prima per me non riuscirebbe ad andare avanti facendo finta di niente anche se io le ho promesso di non comportarmi più cosi ed ho ammesso i miei sbagli. Lei è tornata a Palermo abbiamo parlato l’altro ieri e lei è stata decisa a chuderla qui perché crede che sia la decisione più giusta perché non se la sente di continuare e il suo sentimento non è più quello di prima. Io sto molto male non so cosa fare mi pare assurdo che alla prima difficoltà non abbia voluto provare ad andare avanti per vedere le cose si potessero sistemare, e mi fa male sentirmi dire che il suo sentimento non è più quello di prima dopo che a fine luglio mi ha detto ti amo. Come possono cambiare i sentimenti cosi in fretta? Come mi devo comportare per avere la speranza che torni? Lei ha un carattere molto forte c’è la possibilità che torni da me? Datemi tutti i consigli che potete se avete avuto situazioni simili. Grazie.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

23 commenti

Pagine: 1 2 3

  1. 1
    psYco -

    Be se vuoi perderla definitivamente non devi fare altro che starle dietro… e d’altronde mi sembra che non siate fatti l’uno per l’altra. Siete stati insieme, avete provato e non vi siete trovati. Oramai lei si è fatta un’idea di te che sarà difficile che cambierà (e tu insistendo non farai che confermarla). L’unica cosa è che spero questa cosa ti servirà per il futuro. La fiducia o c’è o non c’è. Le scuse sul passato servono a poco, perché come hai potuto vedere geloso o no se una persona ti vuole mollare ti molla, e la gelosia serve solo a far peggiorare le cose.
    Ricordati che c’è chi nasce tondo, e chi quadrato. Sta a te capire in quale forma stai.
    In bocca al lupo.
    by psYco

  2. 2
    Ares -

    Tu hai espresso molto chiaramente quali sono stati i tuoi errori e sai benissimo cosa avresti potuto fare per evitarli: darle più libertà e non starle così addosso. Più una persona la lasci libera e più correrà da te, mentre più la costringi e più scappa. E non si tratta che lei abbia un carattere forte: lei è solo sicura di sè, sa cosa vuole e sa esattamente l’entità del sentimento che prova per te. Mi dispiace, ti amava, hai gettato via tutto per le tue stupide paure. Io sono d’accordo con Psycho. Oramai lei ha capito come sei e forse ha già valutato il fatto che se ritornaste insieme, tu non cambieresti. Le persone non si possono cambiare, la natura umana non si può cambiare. Tu sei pieno di insicurezze, lei no. Le tue insicurezze e le tue ansie, lei non te le può curare e se si sta insieme ad una persona si sta per starci bene e non per soffrire. Forse hai proiettato su di lei la tua sindrome di abbandono dopo la fine della tua storia con l’ex che si concentra nel ripristino della situazione di idillio e di stabilità. Ogni uomo cerca stabilità. Ma tu non puoi accollare a lei la responsabilità della vostra felicità. L’unico consiglio che ti posso dare è renderti psicologicamente indipendente perchè tu ora stai dipendendo dal vostro rapporto perchè ti manca la tua stabilità ma non ti manca lei. E se lei ritornasse, saresti in grado di renderla felice? Di non opprimerla più? Che senso ha chiedere tutte queste continue conferme, esplicitarle in questo modo tanto da quasi costringere lei a rassicurarti continuamente? E’ una pressione insopportabile per qualsiasi essere umano perchè poi, lei stando male per la vostra situazione, sono sicura che anche lo studio ne risentirà e tutto il resto della sua vita: non può preparare bene la tesi con sta ansia che le metti addosso e penso sia anche per questo che abbia deciso di troncare. Non per essere più libera, ma per essere più serena. Tu non puoi fare più niente per farla tornare, più insisti e più è peggio.

  3. 3
    Ares -

    Il mio unico consiglio, se proprio vuoi, è scriverle una lettera a cuore aperto in cui le spieghi in modo chiaro il perchè di questa tua insicurezza e bisogno di conferme, spiegandole eventualmente, se non lo sa già, da cosa sono scaturite le tue paure, magari da situazioni successe con la tua ex o cose simili. Scrivile che non era tua intenzione opprimerla e che la ami davvero e sei pronto per ricominciare. Le parole scritte rimangono più delle parole a voce. Anche perchè alla fine di un rapporto si tende principalmente a ricordare le cose brutte, tipo i litigi e la rabbia, o i difetti del partner e non i pregi. Con questa lettera lei potrà rileggere in qualsiasi momento ciò che tu provi, e dopo tu non la cercare più. Le scrivi la lettera, non ha importanza la lunghezza, ma le devi dire tutto quello che provi e ciò che sei disposto a rinunciare per lei ed a non fare più. Devi fare in modo che lei senta la tua mancanza e che ricordi i momenti belli e dimentichi le litigate, è un po’ come una sorta di campagna elettorale: tu devi convincerla che tu sei l’uomo della sua vita, (e dirle: questo lo sai anche tu), che solo con te potrà essere felice (e poi le elenchi tutti i vostri momenti felici). Deve essere una lettera dolce e colma di affetto, di amore, ma non di amore soffocante, lei deve capire che con te sarà libera. Perchè è ciò che vogliono tutti: sentirsi liberi essendo legati. Lei ci penserà su e se ti ama ancora, sono sicura che tornerà ma lo farà coi suoi tempi e ponendo le sue condizioni, alle quali tu dovrai assolutamente stare se non vuoi perderla di nuovo. Non penso che possa rimanere indifferente ad una cosa simile. Al massimo potrà dirti che i suoi sentimenti per te, sono cambiati e che non intende più continuare nonostante la lettera le abbia fatto piacere. Dopo di allora, tu devi SPARIRE e non farti più sentire IN ALCUN MODO. Se lei sentirà la tua mancanza, tornerà. Altrimenti, no. Ma almeno tu ci hai provato e lei hai dimostrato di amarla davvero.

  4. 4
    Boss92 -

    NON CAGARLA!Molto probabilmente ora si è abituata ad avere tutte quelle tue attenzionie pensa di poter fare a meno di una cosa che ora è difentata quotidiana !Fidati , lascia scorrere il tempo , magari fatti un amica e/o ragazza , ppoi vedi che anche lei ( come la tua ex , ne hai una prova d’avanti ) si farà viva più gelosa di te!è sempre così , prima o poi se ogni giorno ci si bacia cominci a sentirla prima emozionante , poi normale poi noiosa .

    Lasciala stare per un po’ , e fidati che quando lei non avrà più un ragazzo che la ama come te ( perchè da quello che ho capito tu gli vuoi davvero troppo bene ) tornerà ! A quel punto , dagli sempre un po’ di amore e un po’ di “incuranza” che la spingerà
    – a capire che ha fatto una gran bella ca…..
    – a fare ancora di più nei tui confronti
    – a farti capire che intenzioni ha

    Buona ortuna ! Ciao

  5. 5
    Masin85 -

    Io non credo di esser mai stato ossessivo o abbia voluto scaricare le mie paure su di lei e sono altrettanto sicuro che la mia non è una scusa per farle capire che io realmente non sono cosi. Io non sono fatto in questo modo lo sò perchè ho vissuto una storia di 3 anni e mezzo e non mi sono mai comportato in questa maniera nonostante la mia ex ragazza fosse pure lei un tipo molto libera. Certamente ciò che mi è accaduto ha contribuito ad alimentare questa paura di perderla ed ho reagito cosi e come vedete sono il primo che se ne rende conto, però mi rendo conto pure che in amore se si è davvero innamorati di una persona e si tiene davvero a salvare un rapporto basta discuterne trovare dei punti di incontro e vedere se si possono risolvere le cose, altrimenti non era amore vero io la penso cosi, non è vero che “chi nasce tondo non può morire quadrato” o meglio non è sempre valido questo modo di dire. Il fatto che mi dice che il suo sentimento è cambiato mi fa pensare molto anche perchè sino ai primi di agosto nonostante alcune incomprensioni era cmq vicina a me con i sentimenti, dopodiche nel giro di due settimane piene di discussioni e quant’altro non può lasciarmi perchè il sentimento è cambiato, io non ci posso credere, posso capire che sia arrabbiata, nervosa e questo la accieca ma di li a dire che se il sentimento è cambiato non ci sono le basi per andare avanti mi sembra eccessivo. Non mi pare di averle fatto nessun torto volutamente per farle male. Non sò che pensare e come comportarmi è troppo decisa e secondo lei è la soluzione migliore questa. Ma come si fà a non voler fare nemmeno un tentativo e mandare all’aria quello che si è costruito sino ad ora?

  6. 6
    simo90 -

    Caro Masini85, io ho vissuto poco fa una storia simile alla tua. Il mio ex ragazzo viveva nell’incubo del passato, lasciato dopo una storia seria, e subito rimpiazzato dalla sua ex. Questo lo ha portato ad avere una scarsa fiducia nei confronti delle ragazze e in particolare su di me, che sono seguita, sfortunatamente, alla sua ex. Per questo non era tanto ossessivo (perchè di me non gli importava davvero), ma non aveva per niente fiducia (nonostante sia stato lui a tradirmi con la sua ex), e per questa scarsa fiducia mi ha lasciata, e lui era convinto di non amarmi più e che era apposto con la sua coscienza. E tra l’altro gli dava fastidio che io, giustamente, non avessi fiducia in lui. Ho voluto aspettare la fine della sua vacanza, per farmi sentire emagari chiedergli di provare di nuovo. e invece? Lui stesso mi ha detto che si è fidanzato. Insomma, le mie speranze sono andate in fumo. So che sei prso dalla tua storia e della mia non te ne frega molto, ma tutto questo per dirti che secondo me è inutile che continui a sperare. Sembra una ragazza molto determinata e convintà di sè e dei propri spazi e libertà. Ora non vuole stare più con te, non ti ama, e poi si è fatta un’idea di te come di un ragazzo ossessivo, geloso, opprimente. Questa idea non cambierà mai! Quindi non avrà voglia di tornare con te. E forse non sbaglia, perchè se già prima avevi paura di perderla, se itornassi con lei, avresti ancora più paura, perchè spaventato dal fatto che è già successo. quindi saresti ancora più “insopportabile” e dunque potrebbe non andare bene di nuovo. E che serve posticipare e prolungare la sofferenza? Io ho quasi costretto il mio ex a ritornare con me la prima volta che mi ha lasciato, ha detto che non mi amava, io speravo che le cose potessero cambiare e invece 18 giorni dopo mi ha lasciata definitivamente. Le persone così determinate e sicure non cambiano idea.

  7. 7
    simo90 -

    e al contempo persone come me e te, sensibili, ingenui, poco sicure di noi stessi, non cambiamo facilmente, tranne se la persona che ci è di fronte non ci mettenella condizione di poterlo fare. e la tua ex, o il mio ex, non sono proprio persone che ci permettono di farlo.
    Fai passare il tempo, pensaci, perchè è inevitabile farlo, ma non illuderti. Ogni persona è diversa dall’altra, ma il mio parere è negativo1 mi dispiace, ti capisco. Cerca di conoscere gente nuova, frequentare nuovi posti, non chiuderti in te stesso.
    Siamo giovani, non serve distruggerci per chi se la gode alle nostre spalle. io sono esausta di soffrire per voi ragazzi!
    Ma che ci posso fare….siamo troppo sensibili!
    un bacio, in bocca al lupo!

  8. 8
    Masin85 -

    Grazie simo90 dei tuoi consigli però credo di poter dire che io non sono stato insopportabile cioè non sona stato un tipo che l’ha messa alle corde volendola privare della sua libertà, assolutamente no. Purtroppo in un periodo soltanto della nostra storia è uscita fuori una parte di me che non sono riuscito a controllare e vedendo lei fredda e distaccata di certo questo non mi ha aiutato anzi ha solo alimentato le mie paure, perchè sono sicuro che se lei sin dal principio mi avesse parlato dei suoi problemi che il mio atteggiamento non le piaceva, che ci stava male ecc… insomma se si sarebbe aperta con me probabilmente avrei capito prima io stesso che dovevo cambiare non carattere, perchè non sono cosi, ma atteggiamento. Lei spesso mi diceva che non c’entravo io se lei era cosi giù di morale e se era distaccata era perchè stava passando un periodo di stress per altri motivi ed era diventata apatica a volte. Adesso è molto decisa ed io non voglio più forzare le cose, le ho espresso i miei sentimenti, il mio amore per lei e l’importanza che ha per me questa storia per poter tentare di andare avanti, ma pare che per il momento non sia servito a nulla, ed io non voglio essere ripetitivo perchè rischierei solo di complicare ulteriormente le cose. Mi dispiace da morire, ci sto male ma non posso fare altro se non aspettare un pò di tempo…magari si rende conto lei di cosa sta perdendo, perchè mi reputo un ragazzo dolce, rispettoso sincero ed ho tante qualità che bisognerebbe apprezzare prima di prendere decisioni cosi drastiche, ma purtroppo è la sua scelta e anche se non la condivido devo rispettarla….

  9. 9
    enemy -

    Anche io ho vissuto una storia incredibilmente simile.. Il punto a cui sono giunto è fondamentalmente che una storia si fa in DUE, e quando si è in due a tenerci davvero fino in fondo non c’è nulla, nessun ostacolo che non possa essere superato. Le persone sono per definizione tutte diverse (per quanto possano apparire simili all’inizio) e non c’è modo che possa essere superata la necessità del venirsi incontro a vicenda. Questo anche a prescindere dalle esperienze passate, che possono sì, condizionare moltissimo la nuova storia ma non possono pregiudicarne l’esito come invece è accaduto. Le ansie e tensioni all’interno di una storia non sono mai a mio parere causate soltanto da uno dei due, ma da entrambi. Uno le provoca e uno le subisce. Allora per me esiste per forza un problema di fondo in cui uno dei due non vuole andare incontro all’altro e sforzarsi di diminuirgli/le le paure e ansie, forse perchè gli costerebbe troppo o non è davvero pronto ad amare davvero. Ma iniziare una storia significa sempre per forza di cosa un mettere in gioco se stessi tra cui anche le proprie libertà e il proprio stile di vita magari indipendente. Se una delle due parti non è disposto a farlo allora probabilmente non è una cosa importante e per cui è disposta a combattere. E se non si è disposti a combattere e ad affrontare problemi e paure all’inizio della storia allora non si sarà mai in grado di affrontare i problemi che potrebbero accadere in futuro, problemi che con ogni probabilità sarebbero stati anche più grandi. Come ho già detto mi trovo nella tua esatta situazione, la cosa migliore è la più dura cioè il venire a patti con il senso di colpa che non consente al cuore in frantumi di guardare avanti. E’ inutile pensare a cambiare o agli errori fatti (tutti ne fanno) ognuno deve essere ciò che è, se questa persona accentua atteggiamenti sbagliati allora è la persona sbagliata. Hai amato e combattuto per qualcosa in cui credevi… Ma lo hai fatto da solo… Buona fortuna.

  10. 10
    psYco -

    @enemy
    “…esiste per forza un problema di fondo in cui uno dei due non vuole andare incontro all’altro e sforzarsi di diminuirgli/le le paure e ansie, forse perché gli costerebbe troppo o non è davvero pronto ad amare davvero.”
    Non sono per niente d’accordo. Difficilmente una persona aperta si trova bene con una gelosa, specialmente se la persona aperta è lei e il geloso è lui. Lui le chiede di non uscire con gli amici, e lei cosa dovrebbe fare? Chiudersi in casa per lui? Il problema è ovviamente lui, ma se non lo capisce perché lei dovrebbe rinunciare a vivere? Per amore di lui? Ma per carità… uno così fa bene a mollarlo. Poi lui cosa fa, non la manda al lavoro, in palestra, con le amiche? Diventerebbe una vita d’inferno per uno, se non per tutti e due.
    E’ il geloso quello insicuro, e scarica le sue paranoie sull’altro.
    Lo sto vedendo con una mia amica che è proprio in questa situazione: la sua frase top: “E’ allucinante: riesce a farmi sentire in colpa anche se non faccio niente, solo per il fatto che esco a mangiare una pizza con gli amici…” Chiaro il concetto? E poi tanto se uno vuole te le fa sotto il naso lo stesso…
    by psYco

Pagine: 1 2 3

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili