Salta i links e vai al contenuto

C’è un limite alle bugie degli uomini?

Lettere scritte dall'autore  

Caro Direttore,

mi trovo in una situazione particolare e cerco consigli e/o opinioni e/o risposte.
Non nego di sentirmi alquanto ridicola, ma forse alla fine di questa lettera mi renderò conto della banalità del mio problema e trovero’ cosi le risposte che cercavo.

Io e L. abbiamo una relazione da un anno e qualche mese,non viviamo insieme per una serie di motivi ma ci stiamo organizzando affinche’ cio’ possa concretizzarsi.Probabilmente il mese prossimo.

L. ha una “segretaria” , C., la quale lavora per lui da 3 anni e che io ho incontrato 2 volte. Fin qui credo non ci sia nulla di insolito.
Insolito è il fatto che L. e C. si considerano “migliori amici” con tutti gli annessi e connessi che tale forte amicizia porta.
E fin qui io tollero e rispetto nonostante faccia fatica a comprendere innanzitutto la natura di una qualsiasi forte amicizia tra uomo e donna ed in questo caso la natura di tale amicizia tra dipendente e datore di lavoro.

Ora, un paio di mesi fa, durante un forte litigio tra me e L., nato da un motivo irrilevante e causato da problemi differenti da ciò sopra citato,
L. mi manda un messaggio sul cellulare dicendomi che lui e C. vanno a letto insieme e che io l’ho sempre saputo ma l’ho sempre ignorato.
Qualche giorno dopo ci incontriamo per discutere il litigio a mente lucida e L. mi spiega che l’unico motivo per cui “si e’ inventato” quella storia tra lui e C. e’ stato il volermi ferire e provocare intenzionalmente.

Devo ammettere che gli ho creduto,o forse che ho deciso di credergli,ma spesso,quando non sono troppo occupata e quando so che lui e al lavoro, quindi con C., mi domando: e se fosse così?
Sono consapevole del fatto che dietro il 99% degli scherzi ci sia un fondo di verità,ma in questo caso L. non stava scherzando…
Non so cosa pensare,non sono una persona gelosa e mi odierei se dovessi diventarlo a causa di questa ridicola situazione!

Tabata

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

13 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    sarah -

    Intanto uno che ti ferisce intenzionalmente è uno stronzo e poi magari può aver detto di essersi inventato tutto perchè voleva la tua reazione,vedere se avresti perdonato qualche scappatella io non gli crederei e sinceramente un uomo che mi ama non deve dirmi cose cosi crudeli per ferirmi,non ci sono scuse,pensaci bene di andare a convivere.

  2. 2
    viola73 -

    Cara Tabata, dal tuo scritto, a mio avviso tu vorresti qualcuno che ti rassicurasse sul fatto che L. ti abbia mentito dicendoti di lui e C. solo per vendetta. Ma purtroppo, anche se non mi ascolterai, io devo essere un po’ dura. Cara Tabata, oltre al fatto che quando bisogna competere, con un’altra persona, che sia la mamma, l’amica , l’amico, la sorella… è sempre mortificante. Ma poi dico, una persona che per farti del male si inventa una bugia, ma vogliamo ancora tenercela e al prossimo litigio che si inventa? Che atteggiamento infantile e stupido! il mio consiglio, che puoi ovviamnete cestinare, è: LASCIALO. Che stia con C. !

  3. 3
    sarah -

    esatto lascialo che te ne fai di un uomo cosi cattivo!!!

  4. 4
    magirama -

    Ciao. Beh ma il datore di lavoro che ha delle scappatelle con la segretaria è un classico! Già, un classico alquanto squallido…
    Quoto le risposte precedenti sostenendo anch’io che un uomo che ti ferisce così volontariamente è un vero delinquente, poi l’ombra di questa fantomatica segretaria e amica puzza. Puzza non poco.
    Non ci sono basi per dire così su due piedi che tra loro ci sia davvero un legame anche sessuale, non saprei, dovresti indagare e procurarti delle prove… Però, detto tra noi: ne vale la pena?
    Ricordi quel telefilm… Ugly Betty?? Beh, penso che da quella fiction si possano trarre numerosi insegnamenti. Innanzitutto il figlio di papà che gioca a fare il dirigente e che seduce le segretarie carine… Si ritrova una segretaria brutta ma seria, competente, da questo impara ad avere un rapporto professionale e a rispettare una persona senza sedurla.
    Bella o brutta che sia la segretaria, dev’essere un rapporto professionale, soprattutto quando ci vanno di mezzo altre persone. Potrei capire se fossero entrambi single, entrambi in piena astinenza… Vabbhè dai, ci sta, l’amicizia tra uomo e donna si sa che non può superare certi livelli, ma in questo caso no, condanno pienamente l’atteggiamento di lui, sia per l’offesa, sia per l’eventuale tradimento.
    Puoi solo trovare un uomo migliore, fidati, pensa bene a ciò che fai.
    In bocca al lupo.

  5. 5
    Aura -

    TABATA: il limite alle bugie non DEGLI uomini, ma di CERTI uomini (cioè quelli bugiardi) non esiste.
    L’unico limite possibile è stabilito da te: quando li molli (senza tentennamenti e ripensamenti) e non vuoi averci più, in alcun modo, a che fare.
    Inoltre, CERTI uomini sono bugiardi+sadici: il tuo è così (vedi la balla, oppure la verità, chi lo sa, che lui andrebbe a letto con la sua migliore amica/segretaria. Il fatto- nota bene – è che prima ha detto una cosa, poi ha ritrattato: quindi o mentiva prima o mentiva dopo, vedi tu; quando anche tu lo avessi interrogato meglio: dunque mentivi quando hai detto che andavi a letto con lei? e la risposta fosse stata “sì”, avresti dovuto chiedergli -o chiederti – perché? e la risposta, credo, è: per farti del male. Ora: ha senso, in amore, voler fare del male?).
    Attenta: se continui ti farai del male, è bene che tu lo sappia. Sarà una tua scelta, una tua responsabilità.
    Tu non puoi cambiare un bugiardo/sadico o altro che ti faccia invece che bene, male: ricordatelo sempre. Quando incontri un bugiardo o più in generale qualcuno che tu vedi che ti fa del male (soprattutto senza nessuna ragione, sadicamente: perché di far del male, involontariamente, di sbagliare, può capitare a tutti, ma è un’altra cosa) non cercare di cambiarlo, di capire, di giustificare, ma cambia strada, e alla svelta.

    Ricapitolando: mollalo. E alla svelta. E con la maggiore freddezza che tu possa dimostrare. Perché? Perché lui, con il suo comportamento, le sue meschine parole, il suo tentativo di gettarti nell’insicurezza, nel sadismo di metterti il tarlo (cosa riuscita) è stato FREDDO. Perché non ti ama. Non ama nessuno. Nemmeno l’altra. L’altra – pensaci bene – se è vero che è amica, la sta usando. Ha informato lei di quanto ha detto a te? Cara amica, sai, ho litigato con la mia lei, posso dirle per farla arrabbiare, che vengo a letto con te? Ma dopo ritratterò, eh? Cara, cara amica mia. E lei? Oh, sì, tesoruccio, amicone mio, fai pure!
    Ma per piacere..

  6. 6
    silvana_1980 -

    rispondo solo alla domanda del post. No è una iperbole tendente ad infinito ma non solo negli uomini ma anche certe donne. Con la faccia da culo si nasce ma all occorrenza ci si può anche allenare a diventarlo

  7. 7
    Antonella -

    Lascialo perdere: ti fa solo del male e ti complica la vita inutilmente. Cercati un uomo sano di mente. Ciao.

  8. 8
    Gord pym -

    Cliché. E lui ti ha tradita, di questo sono sicuro. Spesso anche io dico cose scherzando per togliermi dalla coscienza pesi morali troppo insostenibili (anche se io non ho mai tradito la mia lei), giusto per dirmi dentro “ecco, ora qualcuno lo sa e se mi conosce bene sicuramente mi capirà e mi toglierà il peso della verità. Sentiti “Colombo” dei baustelle, parla proprio di questo.

  9. 9
    Spectre -

    “rispondo solo alla domanda del post. No è una iperbole tendente ad infinito ma non solo negli uomini ma anche certe donne. Con la faccia da culo si nasce ma all occorrenza ci si può anche allenare a diventarlo”

    ma quanto sono d’accordo con queste parole. proprio tanto. Troppo… ahimè.

    la menzogna, buona, cattiva, inconsapevole, innocente, meccanica, “di paura” o voluta, credo sia evidente che non ha veramente un sesso. La paura, più che altro, non ha sesso. La menzogna è menzogna. Stop. Io da uomo potrei pormi la stessa domanda e dire ottusamente “ma le donne riescono a nn mentire sui loro MILLE sotterfugi, amanti, amichetti, “treppi” ecc… ?” quando sono libere, cioè nn in coppia fissa, sono una fucina di intrecci che tengono celati perchè “è la mia vita e faccio quello che voglio”. Ma se è la tua vita, che problema c’è? Perchè la mascheri? Paura dei giudizi? Del sentirti dare della “stupida o della pu**ana?”

    Un mio compare direbbe, con parole più scurrili che vi risparmio: “la maggior parte delle donne è cm se nel momento del dubbio trovassero la risposta tra le mutande del maschio di turno”.

  10. 10
    Spectre -

    Mentire… per alcuni è un modo d’essere. perchè con la verità ci litigano da sempre, per quanto in molti casi essa sia semplice e per questo spiazzante nella sua evidente disarmante linearità. È un “modus operandi”, uno schema che li rassicura anche se li destabilizza un secondo dopo, e nn riescono a farne a meno. Continuano ad alimentare questo circolo vizioso perchè mettersi a nudo li spaventa. e perchè no… li capisco visto nessuno è davvero cuor di leone quando ha di fronte dei FATTI nudi e crudi e cui dare una risposta se qualcuno ti chiede di rendere conto. piacerebbe a tutti dire “ma te che vuoi? che diritto hai di mettermi sotto esame?”, ma per evitare queste parole, ed essere coerenti, credo che l’unica maniera sia quasi quasi non interagire con nessuno a livello sentimentale (amicizia/aore che sia). chiunque, credo, anche il più elevato spiritualmente e meno attaccato alla meterialità , prima o poi ti fa qualche domanda…

    Poi ho imparato sulla mia pellaccia, ormai invecchiata da questa cosa che riesco a definire solo come MERDA, che c’è la categoria dei “neo- bugiardi”, o “bugiardi lievi/innocenti/morbidi” detti anche “non mento, ma OMETTO dei fatti che in fondo è meno grave no?” i quali si districano ogni tanto dalle situazioni con piccoli giri di parole. Se sei bravo, fortunato, o loro non del tutto capaci (perchè fondamentalmente non cattivi, ma piuttosto che altro, in difficoltà), li puoi smascherare subito.

    Nn dico di essere un santo, però dentro di me, nei rapporti, prima o poi, quando mi rendo conto che sto svicolando utilizzando via di comodo, prima o poi arrivo alla resa dei conti cn me stesso e mi dico: “smettila, affronta i fatti e prenditi le conseguenze che ne derivano”.

    certo è avvilente SCOPRIRE le pochezze e le nudità degli altri “smascherandole”. trovo molto più bello, per quanto difficile da mettere in atto ed accogliere realmente, quando qualcuno si mostra così com’è. ci vuole del coraggio, che per me va “premiato”

Pagine: 1 2

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili