Salta i links e vai al contenuto

Avevamo programmato tutto il nostro futuro

Ciao amici. Ho davvero bisogno di sostegno perché sono disperato. Dopo 4 anni la mia ragazza mi ha lasciato dicendo che nonostante sia per lei la persona più importante della sua vita e che con me la trascorrerebbe tutta, non sa più se mi ama come amico o come compagno. Sono letteralmente disperato e ho smesso di mangiare. La amo da morire e con lei non solo ho passato anni stupendi, non solo avevamo programmato tutto il nostro futuro, non solo io le ho dato tutto ciò che è umanamente possibile dare a una donna facendola piangere di felicità, ma ho anche sacrificato tutto ciò che avevo per potermi dare tutto a lei (lei invece non l’ha mai fatto). Quindi ora sono solo e con il cuore a pezzi. Dato che non accettavo l’idea di perderla sono arrivato addirittura al punto di implorarla di non tagliare i ponti con me solo per poterla continuare ad averla vicina e aiutarla. Lei ovviamente era più che d’accordo ma io non credo di aver fatto la scelta giusta. Non so come andare avanti anche perché mi guardo intorno e non vedo nessuna alla sua altezza. Il ricordo di ciò che abbiamo vissuto mi distrugge, l’idea che lei potrà avere un altro in futuro mi fa piangere. Vivo solo nella speranza che lei si penta di ciò che ha fatto, capisca che un altro che la può amare come me non esiste e torni da me. Se c’è qualcuno che ha vissuto o che capisce ciò che sto vivendo, per favore mi dia un consiglio. Grazie.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

11 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    bluesilver -

    Ciao Daniele, vorrei dirti qualcosa di sensato, ma forse è tutto tropppo duro da leggee… comunque, ci provo. Ti perlo perché ci sono dentro, anche io purtroppo, forse storia un po’ più breve ma ad età un po’ più matura (credo) e questo peggiora (per me) le cose.
    Ho dovuto prendere atto che l’amore può finire, frse non improvvisamente, gradualmente, ma può terminare anche senza una ragione. Quando succede non possiamo prendercela con nessuno, perché è un meccanismo che neanche il “carnefice” può controllare. E’ semplicemente una luce che si spegne. A noi resta solo il dolore, verso il quale siamo completamente vulnerabili. Per quanto riguarda il domani sì, c’é chi sostiene che gli amori possono ritornare, io è qualche mese che spero, ma non sono mai riuscito ad avere in vita mia questa gioia…
    non so cosa dirti, è difficile dare consigli, comunque ti seguirò come posso, Ciao

    (se posso però, ti suggerisco di guardare il film “l’uomo che ama”, è indicativo di come questo genere di esperienze siano inevitabili nella vita di ogni persona)

  2. 2
    claudia -

    come dici hai fatto tutto x lei e lei lo sa almeno cosi’ dice
    secondo me non c’e’ altro che si puo’ fare
    anch’io sto vivendo una siuazione simile, lui mi ha lasciata dopo 14 mesi dicendomi che lo sa che non ci sara’ nessun’ altra come me, e che sta soffrendo ma… non c’e’ piu’ entusiasmo
    io sto soffrendo sicuramente piu’ di lui, ma non penso che c’e’ un modo per fargli cambiare idea, sono passati 3 mesi e l’unica cosa che faccio e …aspettare sperando che un giorno si penta e mi telefona dicendomi che vuole ritornare da me. Quasi impossibile lo so. Ma non ho nessuna voglia di andare avanti e di cercare un’altro. Purtroppo. La mia vita adesso e’ lavoro-casa-lavoro, non ho voglia neanche di parlare con amici, o di uscire per distrarmi

  3. 3
    raffaele73 -

    Ciao Daniele anche io ho vissuto la stessa esperienza però a me erano sei anni..sono rimasto sconvolto quando lei quel giorno mi disse che era finita..ma ho capito con il tempo la mentalità di chi ti fa sognare ad occhi aperti..Non sanno affrontare la realtà..e non prendono la decisione di stare con te per sempre..non sono coscienti delle proprie scelte ..te vai avanti per la tua strada ..arriverà il momento che capirà di aver sbagliato ma sarà tardi.ricordiatis che questa è una ruota che gira…in bocca a lupo

  4. 4
    Credo -

    Daniele,
    allora.. allora.. premetto che a me sono 4 mesi che è finita la mia storia di 8 anni, quindi ti capisco benissimo… però io a differenza tua, non gli sto vicino o le do una mano.. ma scherzi? allontanati, perchè standole vicino, allungherai solo la tua agonia, credimi… ha preso la sua decisione? bene auguri e falla andare per la sua strada.. non ti basare sul pensiero utopistico che tornerà, perchè non lo puoi sapere, ma devi pensare a te, solo a te.. lo so il pensiero che lei può stare con un’altro ti distrugge.. ma non credere, io da quando ho saputo che la mia ex si è rifidanzata con un’altro dopo nemmeno 3 mesi, ci sono rimasto da schifo, ma poi mi sono detto che non vale la pena, non vale la pena fermarsi, per lei.. dopo che gli ho dato l’anima, perchè devo morire per una persona così.. no..no.. coraggio, andiamo avanti.. il tuo migliore amico sarà il tempo, più passa e più ti sentirai meglio, certo non è che io sto alla grande, ma non mi dispero. Stammi a sentire, allontanati, niente sms, email, telefonate ecc… niente… e vedrai che piano piano ti sentirai meglio… dai.. fatti coraggio, pensa a te.. e ne uscirai più forte e maturo… ciao.

  5. 5
    Sandro -

    Daniele, credo che sia più utile per te sapere qual’è la chiave della questione, perchè prima te ne rendi conto, meglio è. Io personalmente per ben tre volte di fila ho affrontato quello che affronti tu ora (tutte storie di 3 anni ciascuna). E vuoi sapere quali sono stati i fattori comuni e che ho visto essere assimilabili ad un po’ tutte le storie che finiscono?

    1) Quando ti lasciano non amano più, e non è vero che pensano davvero cose tipo “uno come te non esiste”. Lo dicono solo per indorare la pillola, ma la verità è che hanno trovato di meglio (un’altro; una nuova esperienza; una nuova concezione di vita; ecc).
    2) Nessuno lascia “a caso” o “senza motivo”. Il motivo c’è sempre, ed è semplicissimo: tu non vai più bene, quindi si cambia, e si cambia come detto perchè si intravedono nuove strade (quando già non le si hanno già intraprese).
    3) Detto questo, il nocciolo della questione è che mentre tu ami ancora, lei no, e siccome le cose si fanno in due, basta che uno dei due non ami più e si trova così un ottimo motivo per interrompere la relazione.

    Insomma, ora devi tirar fuori i cosiddetti, devi rivalutare tutto sotto una luce diversa e soprattutto non devi idealizzare. In fondo lei è solo una.. ragazza, niente di più, niente di meno. Si, è solo questo anche se siete stati da dio insieme e sì, tutto finisce, si trasforma, cambia e può anche non tornare più.

  6. 6
    daniele d -

    grazie.sapere che esiste gente che puo capirmi e che ha la mia stessa propensione ad amare qualcuno,mi fa sentire bene..oggi sto ancora da schifo,ma le tra le lacrime che mi scendono inizia ad insinuarsi la rabbia.infatti,nei brevi lampi di razionalità riesco a capire che per molto tempo sono stato sfruttato,manipolato e ingannato..tutti me lo dicevano.nell’ultimo anno stava con me solo per interesse e in cuor mio lo sapevo.lo sapevo che se fino a 1 mese fa veniva sotto a casa mia dopo una lite a baciarmi i piedi e strapparsi i capelli implorandomi di non lasciarla,era solo perchè aveva ancora dannatamente bisogno dell’aiuto che potevo offrirle e che le ho offerto..poi le cose sono cambiate:è uscita dal brutto periodo che stava vivendo,ha ritrovato l’affetto delle amiche,ha intravisto per la prima volta che il suo futuro poteva essere roseo anche senza di me e che io ora ero diventato addirittura un soffocamento della sua nascente voglia di libertà,e ha deciso di farla finita..ci sono persone che sono in grado di cambiare i propri sentimenti in relazione al contesto..è una capacità adattiva fondamentale.non è che queste persone fingono o non sono sincere quando dicono di amare,semplicemente sono sanamente egoiste..i malati siamo noi che rinunciamo alla nostra vita per servire l’altro..ho sempre pensato,da disincantato quale sono,che i rapporti umani si basano tutti su fini utilitaristici,ma,da stupido idealista quale paradossalmente sono,credevo che l’amore fosse l’unico ambito della vita in cui questo fatto passa in secondo piano e si va oltre la valutazione del rapporto benefici/costi..quindi so bene che certe persone non mi meritano ma per ora non riesco a lasciarla andare..in cuor mio so che mi ha amato e che mi ama ancora da morire,che il suo è solo un periodo più o meno lungo di confusione esistenziale che riguarda non solo il nostro rapporto ma tutta la sua vita e che un giorno potrebbe tornare da me(così mi ha detto)..il vero problema è solo:la aspetto o no?

  7. 7
    daniele d -

    lei poi è dannatamente gelosa di me e nonostante che in 4 anni non l’ho mai tradita e le ho fatto capire in tutti i modi che non volevo nessun’altra a parte lei(rifuggivo qualsiasi rapporto con le donne),fino a 2 settimane fa faceva ancora incubi in cui andavo dietro ad un’altra e arrivava a piangere nel sonno..sapendo questo,secondo voi potrebbe essere utile farla ingelosire in qualche modo,nella speranza che questo possa darle una “spallata” e l’aiuti a riflettere?

  8. 8
    Credo -

    Concordo con Sandro…
    ma non ti avvilire se dice che ne trovano uno meglio, è metaforico… tu sei tu, credi in te, come mi scrissero… tu non sei nessuno, ma nessuno e come te…

  9. 9
    The Dreamer -

    Ciao Daniele.
    Ti scrivo con tutta la sincerità di cui sono capace: a me è successo un periodo come alla tua ragazza, ed era profondamente sincero.
    Lui era tutto, ma davvero tutto per me. Sono una ragazza molto molto riflessiva, ho sempre bisogno di porgermi un sacco di domande, forse illudendomi di sfuggire alla supeficialità. Un giorno mi sono resa conto che dopo 5 anni se dovevo paragonarlo ad un’immagine nella mia testa lui era un punto di domanda colorato. E, come sempre, gliene ho parlato.
    Ti hanno scritto che quando succede questo in qualche modo tutte le frasi sono solo convenevoli per attenuare il colpo. Posso garantirti, morissi adesso, che avergliene parlato è stato il mio gesto d’amore, di qualsiasi natura esso sia, più grande che abbia fatto nei suoi confronti. IO NON VOLEVO INGANNARLO, nemmeno inconsciamente. Io gli ho illustrato i dubbi, non i fatti già scelti tipo “mi disp. ma non posso più andare avanti”.
    Ti spiego il dubbio: io non ho amici -e a quanto pare nemmeno la “tua” lei- e lui è stato l’unico a starmi vicino in certi momenti in cui avrei voluto lasciarmi andare sotto un treno. Lui mi ha salvata e la mia riconoscenza nei suoi confronti non avrà mai fine.
    Proprio per questo mi è nata l’incognita: lo amo davvero oppure la mia dedizione -gli ho dato davvero tutto quello di cui ero capace, nonostante lui spesso abdicasse- è una forma di gratitudine?
    Quando gli dicevo che lui per me è l’unico assolutamente ti garantisco che gli parlavo con la limpidezza che mi caratterizza. Mi farei ammazzare per dimostrarglielo.
    Beh, di comune accordo abbiamo deciso di continuare a vederci, in quanto entrambi (a suo dire) non saremmo stati in grado di non condividere la vita (messo e presupposto che noi abbiamo sempre condiviso tutto, anche se molto spesso lui lo faceva con avarizia -non intendo materiale-).
    Abbiamo passato un periodo in cui abbiamo continuato a vivere come prima, sapendo di amarCI, lo avevo capito bene.
    Risultato? Mi ha tradita.

  10. 10
    daniele -

    ciao the dreamer.la tua storia è molto simile alla mia e mi interessa moltissimo come è andata a finire.ti ha tradita:e tu che hai fatto?lui è tornato da te?i tuoi dubbi sono scomparsi con il tempo?pensi che per riconquistarla è più utile che io scompaia dalla sua vita o che le rimanga accanto sforzandomi di comportarmi da amico e sperando che un giorno si renda che sono davvero il meglio di ciò che può ottenere dalla vita?

Pagine: 1 2

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili