Salta i links e vai al contenuto

Quando l’amore non vince più

Salve lettori, mi fa un po’ strano scrivere qui ciò che mi sta accadendo in questo periodo, ma credetemi, parlarne solo con gli amici e i familiari non mi basta più, perciò abbiate pazienza e cercate di essere comprensivi.
Due anni fa parto per l’Irlanda e incontro magicamente l’amore della mia vita. All’inizio naturalmente non ne ero consapevole che fosse lui, ma con il tempo, con le ripetute prove d’amore, le promesse e il costante impegno da parte sua, cominciai a fidarmi di lui, persona molto attenta e premurosa che viveva solo per me. Era davvero così, lui non faceva altro che mettermi al primo posto, prima della sua famiglia e delle sue amicizie, prima anche di se stesso. Inutile dirvi che l’amore tra me e lui sembrava qualcosa di indissolubile, tutti ci invidiavano specialmente da quando ognuno era tornato a vivere a casa propria per un anno.
Siamo riusciti a far sopravvivere la nostra relazione a distanza per altri 11 mesi di sofferenza e aerei per poterci vedere. Di punto in bianco lui dice di essere stanco di stare con una persona che è solo un’immagine nello schermo di skype.
Non credo possiate capire quanto questo mi abbia ferito, mi sentivo morire dentro e non potevo credere che a parlare fosse lui, quell’animo così più gentile e affettuoso di me, mi stava come insultando. Io ho sempre pensato che potevo fidarmi più di lui che di me stessa e invece?
Non finisce qui, a questa seguono altre brutte cose dette e il mondo continuava a schiacciarmi sempre di più. Discorsi del tipo “voglio che tu mi odi altrimenti non la smetteremo mai di prometterci amore eterno”.
Io credevo di conoscerlo abbastanza, sapevo del suo attaccamento quasi morboso a me e ora vedevo lui che mi chiedeva di smettere di sognare che non avremmo potuto avere un futuro.
Tutto questo suona strano fino ad un certo punto, quando poi si collega il fatto che non si è mai stati accettati pienamente dalla sua famiglia per il solo fatto di non appartenere alla stessa cultura. Una madre molto possessiva che ripreso il controllo del figlio inizia a manovrarlo come se fosse un burattino tanto da convincerlo di non avere altre speranze future né per ciò che riguarda la vita professionale, né per ciò che riguarda l’amore.
Lasciati a fine Ottobre, continuavamo a sentirci tutti i giorni con lui che mi diceva di non preoccuparmi che stava facendo di tutto per potersi costruire un futuro includendo sempre me. La cosa strana è però che lui mi chiamava su skype togliendo l’audio perciò ho capito che non voleva che i suoi capissero che parlava con me.
All’ennesimo fallimento di un colloquio per tornare in Irlanda, dove l’avrei potuto raggiungere, scoppia tutto, diventa nervoso e irascibile e il mio livello di sopportazione raggiunge lo zero perciò gli chiedo di finirla con questa abitudine di spiattellare su facebook qualsiasi cosa come se fosse un demente e le sue amichette sempre li pronte a commentare, cosa che odio davvero!
Da li il putiferio, ero diventata una grandissima stronza, gli stavo facendo questo proprio in questo momento, non mi avrebbe mai più voluto vedere. Passa qualche giorno e provo a scrivergli delle mail, mi insulta come non mai e vedo che su facebook risulta impegnato con una tipa, allora gli chiedo spiegazioni del fatto che sia occupato a distanza di 5 giorni dalla nostra litigata e lui risponde che non avrebbe mai voluto farmelo sapere così ma che quella era la sua ragazza che aveva incontrato per caso e tutto era successo in modo molto naturale. Il mio cuore si è frantumato in mille pezzi e nonostante ciò ho cercato di tenere la calma e capire cosa stesse succedendo in lui. Dopo diverse mail dove ribadiva il fatto che noi non potevamo più stare insieme perché ci stavamo rovinando la vita (parole che spesso ho sentito dalla madre), me ne scrive una in risposta alla mia dove io gli scrivevo ciò che pensavo gli stava succedendo la traduzione e sunto della sua mail é: “ti ho amato tanto e ti amo ancora ma non possiamo continuare a rincorrere un sogno, io ora sto con lei, non la amo per il momento ma è una persona che conosco da tanto ed è una brava persona. Troverò un lavoro qui e mi trasferirò (.. in una città vicina al suo paese… altro colloquio fallito) Non avrò mai una persona che come te era amore, amante e amica, non voglio neanche pensare all’aspetto fisico perché al solo pensiero sto male. tu sai tutto di me e sai quanto sono solo. Sai benissimo quante notti passo a piangere e che lo sto facendo anche ora. Ho preso una decisione abbastanza dolorosa perché tu mi cancelli dalla tua vita e perché ti realizzi e possa andare avanti”.
Questo mi ha distrutto ancora più che mai. Attualmente lui sta con lei da quasi un mese e non faccio altro che pregare che si lascino. So che è un pensiero cattivo, ma prego tutti i giorni che si lascino. So che lei è molto gelosa, a quanto mi ha detto lui, per il fatto che ha capito che ci siamo lasciati solo per la distanza e non per mancanza di amore.
Dovrei arrendermi? Dovrei smettere di sperare che lui torni da me dopo tutto questo? So che tutti mi diranno che un comportamento del genere mi dovrebbe far capire che non si merita che io lo aspetti, ma sono così innamorata che farei di tutto per lui. L’unica cosa che non posso fare ora è prendere ed andare da lui per impegni universitari, l’unica cosa che finora mi ha tenuto lontana da lui ma per cui non posso avere neanche la giusta concentrazione per sveltire il tutto e correre a riprendermi ciò che mi appartiene.
So che intestardirmi non mi fa bene, anzi, molti saranno pronti a dire che lui non mi abbia mai amato se si è ridotto a stare con un’altra per ferirmi e dimenticarmi. Ma dentro di me sento di conoscerlo e sento che tutte le pressioni, le prese in giro dei suoi e gli insulti lo hanno sempre danneggiato e portato a fare cose che assolutamente non voleva fare. Tante volte ho asciugato le sue lacrime per questi motivi e ora? Non potrò più farlo, non sono più la sua confidente più intima, non sono più la persona con cui voleva sposarsi e avere dei figli? Ho smesso di essere tutto questo per via di una forte depressione o non mi ha mai amato?
Ho pregato, prego e pregherò ancora per molto che Dio lo illumini, che gli indichi una via d’uscita da quella vita che non ha mai voluto fare… il lavoro all’estero sarebbe stato la sua salvezza, la nostra salvezza, e invece l’ennesimo sogno infranto, ha infranto il mio cuore.
Vi prego ditemi cosa posso fare, non ditemi di dimenticarlo perché so che sarebbe la soluzione più giusta e razionale, ma amandolo così tanto da non vedere un futuro senza di lui, chi mi sa dire come posso fare?
Aiuto vi prego.

L'autore ha scritto 3 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Mondo

8 commenti a

Quando l’amore non vince più

  1. 1
    selva -

    cara babyness,
    questo è il secondo giorno che usufruisco di questo stumento informatico per leggere e comunicare di sentimenti, e lo sto ritenendo un po’ come un gruppo di autoaiuto nei dolori e sofferenze di cuore.
    avevo una relazione così consolidata che oramai le sofferenze in amore non mi avrebbero più toccato. ma da quando sono stata lasciata dopo anni di relazione e in concomitanza lui già usciva con la collega carina e simpatica…sono stata sommersa da uno tsunami di sofferenze emozioni e sentimenti…
    e arrivo a rispondere alla tua lettera…
    per alcuni versi mi rivedo in quel sentirsi impotente difronte alla crisi dell’altro, al pregare dio affinche possa illuminare cuore e mente, ad andare oltre al fatto che lui stia con un’altra che abbia la stessa intimità che aveva con te/me, che sprechi le sue battute e le sue ironie con questa e con altri e non più con te/me…
    questo non arrendersi perchè in fondo sai con estrema certezza che la strada assunta da lui è quella completamente sbagliata…
    sentirsi impotenti, sentirsi esclusi, messi da parte…
    guarda il dolore è lacerante… io ho sofferto per 6 mesi di fila… e sto ancora soffredo,
    ma ad un certo punto non ci si può sostituire, bisogna lasciare la libertà alle persone di sbagliare, di percorrere una strada che è evidente che non sia quella giusta, ma non si può fare altro, bisgna che in queste persone così fragili (il mio ex soffriva da tempo di attacchi di panico) scatti un click, una molla che possa dare a loro la forza in primis di affrontare le loro fragilità… altrimenti si richia di essere per questi degli strumenti di salvezza… ma non di cambiamento, delle boe di ancoraggio e non delle compagne di viaggio…
    non so se sono stata chiara… veramnete ciò che dico non è per abbonire per rendere semplice, i sentimenti non sono mai semplici…
    ma perchè ciò che è successo mi ha solcato la pelle il cuore… e illuminato la mente… per ora…
    un abbraccio
    selva

  2. 2
    babyness -

    @ Selva – Ti ringrazio per aver postato la tua opinione, tutto quello che hai detto è molto saggio e vero, è quello che dovrei fare, ma continuo a farmi male sbirciando su facebook come se la spassa con la nuova ragazzetta.
    Forse è questo che mi fa più male, anzichè reagire mi faccio pena da sola attendendo che lui rinsavisca.
    Questo non succederà perché se mi ha lasciato in quanto stanco di una storia difficile, si farà piacere (e credo già gli piaccia) la storia facile che ha al momento.
    Però sai, ovvio che i miei amici mi dicano che ero sprecata per lui, troppo sveglia per stare dietro a uno così immaturo e tanto chiavo del volere dei suoi, ma come saprai, chi ti vuole bene non vuole vedere che ti autolesioni così.
    A volte, quando la notte riesco a dormire perché gli incubi mi sembrano “meno peggio”, come stamattina, mi sveglio energica e con una voglia di spaccare il mondo, dicendomi “ma che gli stai dietro a fare, non lo vedi che nel giro di 2 settimane si illude di essere innamorato e aver cambiato la sua insulsa vita?”.
    Vedo inoltre quante sia più bella la mia vita, intendo, una famiglia normale, che non mi pressa, degli amici veri con cui mi posso confidare senza che mi prendano da povera scema per aver creduto alla nostra storia, lo studio e il lavoro. Forse questi pensieri mi salvano e mi dicono che non soffro solo io, sotto altre vesti, tra le braccia di un’altra, soffre tanto più lui in quanto avermi lasciata non migliora il resto della sua vita che rimane comunque il suo incubo peggiore.
    Ma come hai detto tu, non si può essere le crocerossine di questi uomini che dimostrano di esserlo solo a letto e che, nella vita di ogni giorno, devono essere sempre motivati, spinti incitati… tutti abbiamo bisogno di muse, ma non di una mamma che viva anche per te.
    Grazie ancora, un bacione 🙂

  3. 3
    celeste -

    ciao,se posso darti un consiglio(visto che vivo1relazione a distanza da6anni),credi davvero di amarlo e k lui ti ami??
    beh…é il momento che tu corri da lui,che chiarite questa situazione di persona ma soprattutto ammettere che l uni la puoi continuare anche da lontano,perché no dall’irlanda,prendervi tutte le responsabilità per far si’ che la storia continui.prima di tutto questo pero’ devi porti la domanda “LO AMO?”e lui “TI AMA?”.ne vale la pena?
    non c é cosa peggiore di un rimorso,la vita é una e vivila al meglio
    fammi sapere

  4. 4
    babyness -

    @Celeste-Io lo amo davvero, ma non posso andare per molti motivi. Sono in tesi e mi manca qualche esame che in questi mesi devo dare così da finire al più presto ed essere libera di andare da lui, questo è il mio diabolico piano. Con lui ci stiamo sentendo ogni giorno, lui dice di essere felice con la sua ragazza che ovviamente non ama come ama me, ma lui dice che con lei può avere quella vita sociale di cui ha bisogno. Dice inoltre che la madre adora questa ragazza e io gli ho fatto presente che non mi stupiva la cosa visto che per me mi odiava. Lui ribadisce che non odiava me, anzi, ma il nostro tipo di relazione che secondo lei ci impediva di vivere i nostri anni migliori.
    Molte persone dicono che lui sia malvagio nel chiamarmi e nel volermi vedere, ma io so bene quanto lui fosse attaccato a me e di quanto gli manchi. Non me l’ha mai nascosto e neanche io a lui anche se cerco di fare la “tranquilla” perchè non voglio neanche che lasci la ragazza per via di mie pressioni. Vorrei che la lasciasse ovviamente, ma rendendosi conto che lei non può rimpiazzare me perchè è assurdo.
    Celeste, mi ha lacrimato il cuore nel vedere il tuo nome proprio perchè questo era il nome del primo bimbo che avremmo voluto avere.
    Mi fa comunque male guardare da lontano i suoi movimenti e ascoltare le sue parole. Oltretutto prima non voleva assolutamente parlarmi perchè preferiva che lo odiassi, ora invece, ogni giorno si fa sentire e chiede di vedermi, senza dimenticarsi di dirmi che sono bella e che gli manco. Potrei vederci anche un pò di cattiveria in questo, ma a che pro? Se lui è convinto che per noi non c’è futuro che tanto non ci incontreremo mai per il fatto che io non potrei in teoria andare dov’è lui (in Francia). Lo so che lo farò, mi sono ripromessa che appena stabilita la data della laurea avrei fatto il biglietto per andare da lui e fare di tutto per riaverlo. Mi ha confessato ieri di aver sognato che mi incontrava per caso li e che finivamo con l’amarci come non mai 🙁

  5. 5
    celeste -

    corri babyness,ank solox1week end ma corri.se credi k ti ama e k tu lo ami,corri visto k ormai vi manca poco.sai é strano,io nn mi chiamo celeste ma é il primo nome che con il mio compagno abbiamo deciso di dare ad1nostro futuro figlio.c é1altra coppia k la pensa o la pensava cm me.corri…a tutto c é rimedio,credimi…ma corri…fregatene della madre(anche qll del mio compagno é1rompico...oni)credi in te,in voi..sai…puo’ essere che lui vuole vedersi dimostrato qnt c tieni a lui ma soprattutto é normale k in1storia a distanza si possano avere dei momenti di smarrimento,ma aspettare che l altro lo capisca visto k nn avete neank modo di incrociarvi x caso x strada é dura.
    si vive1volta sola,1week end nn t ammazza anzi potrebbe solo farti/vi del bene.
    chiamalo urland dicendogli”MI AMI???xk sto facend1pazzia”e vai da lui.io sono cn te

  6. 6
    babyness -

    Celeste, Purtroppo non posso proprio andare, so a cosa andrei incontro. Guarada questo scenario: io che per andare devo passare sulla mia famiglia (una baraonda di gente) che però mi vuole bene e dopo tante lavate di testa mi farebbe andare, in lacrime ma mi lascerebbe libera di farlo, arrivare in un aeroporto che non si trova neanche in Francia ma in Germania, trovare il modo per andare In Francia ed esattamente dove sta lui (un paesino sperduto nella lorena) arrivare li a lavoro da lui (ossia al centro della madre), vedere quella faccia di merda che mi dice “no no no Pia, Loulou è già impegnato, non potete vivere così tu in Sardegna e lui in Francia. Tu hai 27 anni e le tue esperienze te le sei fatte mentre lui ha ancora 23 anni e deve andare a scopare a destra e a manca”…
    Sai quante volte ho sentito lei dire così? magari glielo diceva mentre eravamo su skype e io sentivo tutto e lui poverino che mi diceva “scusala amore loro non possono capirci”.
    Io mi rendo conto la mia storia non è per nulla facile, per l’età (argomento che a noi due non ha mai dato fastidio visto che sembro molto più piccola io), la distanza (abbiamo fatto 30, potevamo fare 31, fare natale insieme e poi a febbraio la laurea) e invece no.
    Lui dice di essere felice di questa nuova storia… mi ha detto che ha avuto un natale stupendo per il fatto che l’ha passato con gli amici (tutti in coppia) avendo la vita sociale normale di cui ha bisogno. Però poi si contraddice dicendo che è impossibile amarla come ama me, che io e lui eravamo unici… sono stanca, devo andare avanti anche con le mie cose altrimenti come faccio? Andrei li per due giorni e la situazione sarebbe la stessa dopo altri due… Sono troppo giù, la mia impotenza mi deprime e non riesco neanche a studiare!
    Finirà che non prenderò nè laurea nè riavrò lui e mi ridurrò a una zitella acida che non sarà capace di amare nessun altro!

    Babyness rinco

  7. 7
    celeste -

    e tu x darla vinta alla madre e la paura di affrontare o meglio vergogna vuoi restare immobile e sopportare che1altra vada a letto cn lui??no,babyness…no.se ami fai qualunqua cosa,all’inizio puoi farti mettere i piedi in faccia ma poi devi prendere tu in mano le redini della tua storia,se per te ha davvero senso e anche per lui.credo che é qst che devi capire e non come arrivare da lui,cs dirà la madre o cs diranno i tuoi.la vita é tua.basta commiserarti.credo che lui t abbia dato modo di capire che nn gliene frega né della madre né dell’ età.cmq é normale k la madre non fosse favorevole e che lui avesse ed ha impazienza di vivere una storia normale.sapessi qnt vlt m chiedo che senso ha tutta qst lontananza ma poi capisco k amo ogni cs d lui e che devo anzi dobbiamo fare in modo di trovare al+presto1soluzione.nn importa chi dei due dovrà sacrificarsi di+,l importante é sapere che poi sarai contenta.riflettici e fammi sapere.ma se puoi e ne vale la pena combatti

  8. 8
    babyness -

    Ho deciso che per il momento sparirò completamente dalla sua vita, che non mi intrometterò e che non gli permetterò di sfogarsi con me in tutti i sensi per poi andare da lei scarico delle sue ansie e frustrazioni. Gli lascerò vivere questa storia e andrò avanti, sempre con il sogno nel cuore di riaverlo un giorno se è così che deve andare. Ma ora è troppo importante ciò che sto facendo… si tratta di sue mesi, potrebbero succedere tante cose, ma devo dedicarmi allo studio. Non andrò più da lui per poi tornare qui con il magone di dover finire altro. Finirò ciò che ho da finire e solo allora, potrò sentirmi nel giusto. Lui non ha avuto tutti i torti e sono sicura che capirà presto che l’amore non è un bene qualsiasi, un surrogato, un amore non vale l’altro. E glielo dimostrerò se vorrà capire, altrimenti, se allora gli sarò indifferente e sarà davvero innamorato di lei, beh pazienza, significa che solo io tra i due sono sempre stata seriamente innamorata.
    Non so se sia la cosa giusta o sbagliata, ma ho sempre scelto le vie più facili finora altrimenti non sarei in questa situazione, perciò, ci si mette d’impegno e ci si fa sentire.
    Purtroppo sono troppo convinta che lui stia con lei tanto per avere una a fianco… effettivamente è sempre stato fisicamente solo se non per le vacanze che ci facevamo. Lui stesso mi ha detto di non riuscire a stare da solo e che non si muoverà di li per non ricommettere lo stesso errore commesso con me, ossia di andarsene lasciando la sua ragazza da sola.
    Non so cosa accadrà, sono molto spaventata, ma devo assolutamente, per la prima volta anteporre la laurea a questo mio amore che soffre.
    In ogni caso non cambierebbe nulla perchè dovrei ritornare qui una volta finita la nostra chiaccherata, dunque meglio soffrire tutto insieme e guadagnarmi il paradiso se sarà possibile, altrimenti, volo per destinazione “non saprei” in cerca di un futuro.
    Scelta sofferta, ma soffrirei ancora di più se non restassi qui a finire in questo mese!
    Bacio

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili