Salta i links e vai al contenuto

L’Amore conta

Lettere scritte dall'autore  

E’ per gli amici come Alex, che ho deciso di scrivere questa lettera aperta, è per gli amici come Elettra, come Lilli.Lilli2, spero di essere letto anche da Sonia83, Teo, Anna73, Alexia, Anna e da chiunque vorrà leggermi, e lasciare una traccia, Alex, e quando mi rivolgo ad Alex mi rivolgo a tutti, non mi andava più di rispondervi su un sito dal titolo terrificante, SoniaA83, Teo, spero scriviate qua così mi sarà più facile rispondere a tutti e godere anche della vostra compagnia e amicizia.

Sono entrato in sala stamattina presto, ho la notte in bianco sulle spalle a pensare come farmi sentire di più, come fare sentire di più la mia amicizia, il mio calore a te Alex, a te Elettra, a te Lilli.Lilli2. L’ambiente è immerso in un silenzio quale irreale, di Domenica non cè traffico, almen per oggi i rumori della strada non arrivano, diventa più facile la concentrazione, il mettere per iscritto i mille pensieri, le mille emozioni, mi sono seduto alla scrivania e davanti a me c’è il computer, la pagina è bianca, di un candore che mette imbarazzo, la mente è ingombra di ricordi, di domande in attesa di risposte che ho sempre continuato a rimandare a quel giorno che spero non arrivi mai, almeno non ora. Mi fermo di scrivere, adesso i ricordi stanno diventando fastidio, e il fastidio diventa insostenibile, mi giro e rigiro le mani una sull’altra, sto per dare l’avvio a nuovi scritti, ma prima stendo le mani e mi fermo ad osservarle, stropicciarmi le mani e fermarmi a guardarle sul dorso è un gesto consueto, quotidiano, ma questa mattina non so perchè lo sguardo si ferma più a lungo, penso che le mani siano una specie di cartina del tempo, una mappa del cammino che abbiamo fatto dentro il lento trascorrere del tempo, che forse ci indica il punto dove siamo arrivati, ma ancora non quello del dove arriveremo. Sto scivendo una lettera, una cosa banale forse, ma spero che la possiate leggere con intensità, con la stessa intensità con cui dovreste vivere la vita dei vostri anni migliori, dei vostri anni più belli. Ma che ancora non riuscite a gustarvi, ancora questo splenido frutto per voi non riesce a maturare, allora mi identifico, per quel poco che so di voi nelle vostre storie, nel vostro dolore quotidiano, nel vostro dover portare un peso che quotidianamente vi schiaccia, vi opprime, non vi lascia respirare. E vedo i vostri ricordi, e riesco a percepire le vostre nebbie che vi ofuscano riempiendovi di dolore la vostra esistenza, questa immane onda avvolge le vostre vite devastandovi l’esistenza, non si ha più pace con gli altri ma nemmeno con sè stessi, la paura ancor prima del dolore fisico si impadronisce di voi stessi, ci si sente vacillare, ed ecco si imbocca quello stramaledetto tunnel, si è in balia della notte, del buio, cè il freddo che ci avvolge e anche l’amore sembra perdere di valore. Ci si rivolge sempre la stessa domanda, perchè proprio a me? Leggo i vostri post, una due mille volte, li ho imparati a memoria, le vostre email, i vostri sms, sento per alcuni la voce al telefono ancora contraffatta dal dolore. Ve lo leggo dentro che soffrite e lo leggo fino in fondo all’anima. So che il primo sentimento che scatta è la disistima verso sè stessi, la paura di non farcela, la voglia, il desiderio di non farcela, e da li il desiderio di farla finita. Basterebbe che ogni tanto vi fermaste a pensare che siete vivi. Imparate ad osservarvi, imparate a conoscervi meglio, vi accorgerete che ci sono momenti della quotidianità che sono meno pesanti di altri, in cui vi sentite in pace, in cui vorreste di nuovo essere felici…. potreste ripartire da li, farvi scivolare via le idee che fino adesso vi tormentavano, e il sentirvi vivi, in quel momento vi produrrà un immenso piacere. Vi dico e vi chiedo, provate ad allontanarvi dal pensiero della non vita, avete un enorme credito con essa, ed è ora che alla vita chiedate il conto con gli interessi, non chiudetevi, ripartite lentamente, prendendovi tutto il tempo che vi serve ma ripartite. Riportate a galla i desideri, ricominciate a sognare pensando a tute quelle cose che in passato vi facevano divertire, ricominciate a sorridere, pensate sopratutto a voi stessi, Vivete intensamente la vostra vita, quotidianamente 24 ore su 24. La felicità non la si trova nei sogni realizati ma nella realtà di tutti i giorni, tra la confusione il rumore, lo stress, il tran-tran, il traffico, tra le centinaia di cose che non vanno come dovrebbero, ma sopratutto tra la gente noiosa, tra le persone fastidiose, la felicità e riuscire a donare un sorriso a chi sta peggio di voi. Bisogna essere profondi, veri gioiosi, usando intelligenza, pazienza, amore. Bisogna vivere insomma. Ecco ho finito, ho mantenuto la parola che mi ero dato, scrivere una lettera a voi cari amici. L’ho fatto, mi ci vuole sempre più tempo per scrivere.. per esprimere pensieri, per trascrivere su un freddo pc con cui sono in lotta quotidianamente le emozione che vorrei trasmettere a tutti voi, si mi ci vuole più tempo… sento sempre come una specie di rallentamento, forse anche io dovrei fermarmi più spesso a pensare.. a scrivere di più. Da giovani si crede e si ha la presunzione di pensare e in parte è anche vero che la vita non abbia confini… poi il tempo passa.. si cambia. Magari se vi va, potremo fermarci e pensare insieme, Alex… Elettra… Lilli. Lilli2. Sto cercando di capire quale sia il vero significato della vita, e vuol dire percorrere un sentiero accidentato dove il passo naturalmente si fa meno veloce. Facciamolo insieme. Un abbraccio grande, io sarò qui DAGO44

L'autore ha scritto 4 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amicizia - Amore - Riflessioni

485 commenti

Pagine: 1 2 3 49

  1. 1
    moni80 -

    Ciao Dago44,
    io ti devo ringraziare per l’aiuto che mi hai dato nei msei scorsi quando non volevo vedere la luce in fondo al tunnel della depressione che mi stava assalendo…mi sentivo vuota..senza stimoli e senza voglia di credere in me stessa..
    sia bene la mia storia…e avevo ritrovato voglai di fare..di essere me stessa in un’altra persoan..in un altro ragazzo..
    forse lì ho sbagliato..ma era quello che in quel momento mi andava di fare…e adesso mi ritrovo di nuovo a essere triste..vuota..con poca voglia di fare,,,
    devo ringraziare questo ragazzo per avermi aftt voltare pagina..ci credevo in li..mi stava dando tutto quello di cui in questo momento avevo bisogno…
    e poi dopo solo un mese e un fine settimana passato insieme lui è stato assalito dai dubbi perchè ha sognato la sua ex..
    adesso cosa dovrei fare??abbiamo deciso di troncare qui quel poco iniziato..io ci tengo a lui..ma non volgio rientrare in una situazioen senza uscita..
    nel momento in cui ci siamo alsciati mi ah detto..non avrò problemi a risentirci..ma quesot ame fa male..e mi sono promessa a me stessa di non farmi sentire..
    ieir dopo pranzo mi ha mandato un sms chiedendomi come stavo…gli ho risposot un po’ freddamente..visot che è stato lui a dirmi tra noi va tutto bene ma sono io quello che adesso non è pronto…
    e io che dovrei fare??
    lo so dopo il tunnel c’è sempre gioia efelicità..credevo di averla ritrovata ma ora devo di nuoov lottare e rialzarmi.-.credo sarà più facile di prima ma ho paura…
    un bacio

  2. 2
    Silvia75 -

    Ciao Dago,
    ti ho letto con le lacrime agli okki…..
    nn c è + voglia nè interesse…in nulla….tutto è vuoto….
    scrivi delle cose molto profonde e vere….ci vorrebbe più forza per coglierne il frutto….
    Silvia

  3. 3
    lilli -

    Ciao Dago. La tua lettera è meravigliosa. L’ho riletta un paio di volte. Molto profonda. Hai ragione. Bisogna riprendersi la propria vita, cominciando ad apprezzare le piccole cose di tutti i giorni. Lo so. Cerco di impegnare tutta la giornata per non avere pensieri negativi o per non ritornare sui ricordi dolorosi. Leggo ad alta voce, pur di distogliere il pensiero da lui. Mi rendo conto che le parole che tutti, dai familiari agli amici, mi hanno detto a tal proposito sono vere. Il tempo guarisce le ferite d’amore. Già. Il tempo. Ma com’è dura far passare il tempo. Vivere con l’ansia. Correre tutto il giorno per non avere il tempo di pensare, per non guardare indietro e vedere i propri errori e ciò che si è perduto per sempre. E’ veramente dura. A volte ho paura che questo dolore mi accompagnerà tutta la vita. Sarò lì a piangere ed avere un nodo in gola ogni qualvolta lo incontrerò, ogni volta che penserò a lui con l’altra. Spero di no. Me lo auguro, ho già sprecato tanti anni per inseguire questa illusione.
    Hai dato un titolo a questa lettera che mi piace. L’Amore conta. Si, l’amore innanzitutto per se stessi. A costo di essere giudicati egoisti. Bisogna volersi bene per poter stare bene ed evitare che la propria vita dipenda da un’altro. Bisogna volersi bene affinchè anche quando non c’è più la persona che si ama si trovi un motivo per continuare a vivere.
    Forse i ns. amici Alex ed Elettra non hanno più, o non lo vedono, il motivo per vivere, perchè, forse, hanno puntato la loro vita su altri, anzichè su loro stessi. Anche per me è stato così. Anche io mi sento smarrita ora che il mio sole non c’è più per me. Però capisco da me di aver sbagliato dall’inizio. Il sole lo dovevo cercare dentro di me. Perchè è solo lì che lo posso trovare. Oggi lo so. Sono ancora in cerca, ma sento che c’è e prima o poi, quando questo fantasma non ci sarà più, io lo troverò.
    Grazie del pensiero che hai per me. Baci, Aida.

  4. 4
    lilli -

    Ciao Moni80.
    Cerca di evitare le situazioni dolorose, perchè in questo momento ti faranno ancora più male di quanto possano farlo in altri momenti, perchè sei già ferita e debole, per cui datti tempo. Circondati di cose belle, amiche e amici, impegnati in qualcosa che ti fa piacere. I problemi mandali al diavolo. Quando sarai di nuovo “in forze” avrai tutto il tempo, se vorrai ancora, di affrontarli. Auguri. aida.

  5. 5
    Anna -

    Dago secondo me tu sei una persona eccezionale, è vero quello che tu dici, la felicità si trova nelle piccole cose e nell’amare gli altri….tendere la mano a chi ha bisogno, ma io a volte me ne dimentico, a volte non ce la faccio solo a dare vorrei avere qualcosa per me, a volte vedo tutto nero e mi dico…non sono capace di andare avanti non sono capace di farcela e in quei momenti non c’è luce fuori dal tunnel, ma leggere le tue parole mi fa bene….riesci a trasmettere tanta forza.Grazie.

  6. 6
    DAGO44 -

    Ciao MONI,ricordo bene la tua storia,e per non lasciarti sola ogni tanto ti venivo a salutare nella tua lettera.Che dire..Posso cercare di capire insieme a te il motivo per cui il tuo attuale ragazzo si sia preso la cosidetta “pausa di riflessione”la vogliamo chiamare così?Sai e questo lo metto sempre in chiaro non ho nessun tittolo per parlarti se non la mia esperienza di vita che è un pò più lunga della tua…Mi chiedo se un sogno possa destabilizzare un rapporto,e la mia risposta francamente e nò.Chiunque di noi ha avuto altri rapporti oltre al partner abituale,ma non lascierei mai mia moglie per un sogno..Penso anche che non valga la pena e lo dico per noi stessi stare così male dopo un solo mese che vi conoscete.Può darsi che lui non sia pronto veramente,e allora si può riconoscere l’onestà di questo ragazzo,in caso contrario parlerei di vigliaccheria.Coraggio però MONI,ora cerca per quanto ti è possibile di stare serena dentro,trovati magari qualche interesse che tenga mente e cuore impegnati,e lascia agire il tuo istinto.Su quello ci si può contare.Sempre.Fammi sapere.DAGO44

  7. 7
    ANNA -

    Io ero felice proprio nel modo che tu intendi…nel traffico, nel rumore, immersa nello stress del lavoro, nei problemi di tutti i giorni…sempre pronta, sempre la prima, ad indulgere di fronte ai difetti altrui ed a dare una mano…
    Mi svegliavo felice ed andavo a dormire felice, a prescindere da cio’ che era successo durante la giornata…la felicita’,come dici bene tu, e’ dentro di noi, non fuori.
    Ora io so di essere sempre la stessa persona ( non sono mica stata lobotomizzata ), ma ogni cosa mi costa una fatica che prima non sentivo, uno sforzo che mi deprime ancor prima che io inizi a compiere il gesto..
    Cavolo, mi amavo per quello che sapevo essere e per cio ‘che sapevo dare ( e ho dato ) alle persone intorno a me.
    Quel ragazzo mi ha fregato tutto, ma io voglio andarmenlo a riprendere…
    Non so dove, non so come…MA IO MI RIVOGLIO.
    Grazie, Dago.
    ANNA

  8. 8
    SONIA83 -

    Ciao DAGO
    che bella lettera che hai scritto.. sai che mi venivano le lacrime agli occhi…sei davvero una persona stupenda e sono stata strafortunata ad averti conosciuto ( anche se è solo tramite internet).
    Hai pienamente ragione quando dici che la felicità la si trova nelle piccole cose , anche semplicemente aiutando gli altri…condivido tutto..
    Grazie x l’aiuto che mi stai dando .. ti abbraccio forte..SONIA

  9. 9
    moni80 -

    Grazie Dafo…forse mi ero ingenuamente butata seguendo lui in questa avventura..e lui forse si era buttato in 5 per dimenticare il suo precedente rapporto..meglio adesso che in un secondo momento..e devo avere forza per me stessa…oggi mi ha scritto questo:”Ti mando un bacio, e se hai voglia di scrivermi fallo
    ma se questa ” vicinanza ” ti fà stare peggio allora non
    lo fare…. mi sembra di averti già fatto male io no….
    Un bacione ”
    Lo credo sincero e spero che lo sia..ma adesso la miglior soluzioen credo sia di non cercarlo…gli ho rispsoto così:
    Sono sempre io…
    purtroppo in questo momento non so neanche io ciò che è meglio o peggio…
    ho ancora mille cose che mi frullano per la testa..e penso ripenso e ripenso..
    ma sono fatta così..e non ci posso fare niente…
    mi hai fatto passare un mese stupendo…
    e per questo ti ringrazio…
    farò quello che mi sento..e fallo anche te,..
    se hai voglia di sentirmi sono qui…
    ti mando un bacio anche io…”
    e lui non si è fatto risentire…
    devo cercare di ritrovare la forza in me stessa..come stavo facendo priam di conoscere lui…
    ti ringrazio di cuore..la tua lettera è stupenda…
    un bacio

  10. 10
    Elettra -

    Grazie Dago… davvero, te lo dico con gli occhi lucidi…

Pagine: 1 2 3 49

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili