Salta i links e vai al contenuto

Amare quattro donne

Lettere scritte dall'autore  

Volevo proporre questa storia perché visto le innumerevoli lettere sulle problematiche affettive e di coppia, mi sembra il posto adatto.
Sere fa durante una cena fra amici e parlando delle cose della vita, Sergio che vive all’estero ci confidava di avere tre amanti (lui le chiamava amate) e una moglie.
Alle nostre domande su come facesse a gestire tale situazione ci rispondeva che lui le amava tutte e quattro con la stessa intensità, ne era innamorato e dall’entusiasmo che trasmetteva sembrava la persona più felice del mondo. Naturalmente, ognuna non sapeva nulla dell’altra. Le “amate” sapevano solo che era sposato.
La questione morale, diceva, è una morale ipocrita, nata sui tabù messi in piedi dalla religione e da regole della società in cui viviamo.
Società anche ipocrita, visto che il valore di fedeltà è sceso ai minimi termini……….. avere una “AMATA ” o averne tre, cosa cambia?
E molto altro ancora……………
Che ne pensate?

L'autore ha scritto 6 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

65 commenti

Pagine: 1 2 3 7

  1. 1
    Irina -

    Mamma mia, che storia, avra molto tempo libero e molti soldi quel tuo amico..

    Senza fare la moralista, Aldo potrei ribadire a l tuo amico per questa sua frase “””è una morale ipocrita, nata sui tabù messi in piedi dalla religione e da regole della società in cui viviamo””” –
    che non mi risulta che la fedelta e monogamia dei cigni,per esempio, sia dovuta alla religione oppure alle regole della societa dove vivano…

    Quindi se un maiale un giorno dovrebbe parlare forse ci racconterebbe che stare nel fango e la cosa piu bella del mondo e non pensare cosi si e dovuto solo alle regole che hanno inventato gli uomini…

    E poi, se ama veramente queste donne gli darebbe fastidio sapere se le amante frequentano altri uomini dal’altra parte non li puo impedire anche perche cosa li puo dare è gia sposato…

  2. 2
    Dordon -

    Interessante discussione, sinceramente penso che più donne se sono a conoscenza l’una dell’altra possono realmente vivere una storia a tre o viceversa.
    Mi spiego meglio, o almeno ci provo non sono mai stato una cima a spiegare il mio pensiero.
    Se sono amiche possono compensare la mancanza che un uomo ha. Nessun uomo è realmente in grado di dare tutto come nessuna donna è in grado di dare tutto. Ci sarà sempre una cosa che si dovrà rinunciare perché quella persona non è in grado di darlo, [esempio forse sono le coppie omosessuali, stanno con il loro stesso sesso per attrazione fisica ma anche perché la controparte non compensa proprio il bisogno affettivo], quindi diciamo che c’è la complicità e non la rivalità.
    Secondo me sta nell’apertura mentale, io sono religioso non praticante, ma non credo che, se voglio bene a una donna e questa vuole bene a un’altra persona debba costringerla a qualcosa che la farebbe star male, libertà e soprattutto situazione del momento.

  3. 3
    may73 -

    Ciao, rispondo in maniera forse molto sarcastica ma realistica.. forse il tuo amico Sergio ha trovato la strada giusta .. qui molto sono distrutti e depressi alcuni fino a pensare al suicidio per la fine di un amore.. lui forse persa una ne ha altre tre prima di sentrisi non più amato triste e solo .. Comunque è probabilmente una persona che ha davvero molto tempo libero, non ha hobby particolari se non “le sue amate” .. io sincerametne tra lavoro, saltuariamente amici e attualmente un rapporto direi puramente sessuale faccio fatica a trovare tempo per me ..Tutto sommato forse mi piacerebbe essere lui, ma non per quello che fa, ma lo spirito e la coscenza mentale con cui affornta la situazione .. non farmi troppi problemi e vivere le emozioni che le “amate” (nel mio caso gli “amati”) mi potrebbero dare.. tuttavia sono una donna (e non un uomo come lui) .. se racconto una cosa cosi agli uomini c’è solo una parola che credo vi venga in mente.. probabile che gli amanti sarebbero disposti ad accettare il tutto solo se “impegnati” .. mah .
    In verità non è purtroppo nella mia indole, se sono innamorata lo solo di una persona alla volta (al max mi è capitato indecisione temporanea fra due) e tutte le mie attenzioni ed energie sono per quell’unica persona… che sfiga eh .. cosi spesso si soffre anche troppo 🙁

  4. 4
    aldo -

    irina scusa ,
    posso capire per la gestione del tempo, ma i soldi che c’entrano?
    Provo a ricordare per descrivere meglio la storia.
    Sergio è un affermato professionista, sposato da anni, che con la moglie diceva di avere un’ intesa
    ottima, ma tipo ormai fratello-sorella.
    Due sue “ amate”, single, hanno anche rapporto di lavoro con lui.Una dipendente , l’altra collaboratrice in città diverse.
    .Poi, la terza, è sposata ma il marito non ha più interessi per lei, restano insieme
    per un motivo di facciata.
    Lui dice di essere innamorato di tutte e tre, perché se così non fosse non riuscirebbe ad avere rapporti sessuali con loro.

    Comunque tutte donne che non esigono la sua costante presenza, e si accontentano di condividerlo, ( pensano loro!) solo con la moglie.
    La questione, come accenna anche may 73, è come fa questa persona ad entrare e uscire, per poi rientrare e uscire di nuovo con tanta disinvoltura e senza sensi di colpa dalla sfera SENTIMENTALE
    di ognuna di loro?
    .
    Ciao

  5. 5
    Irina -

    Aldo,

    il tempo spesso è equivalente ai soldi. Se un operaio deve lavorare duro per mille euro per sfamare la famiglia, guarda anche se gli piacerebbe l’idea di frequentare 3 donne forse non avrebbe molto tempo e possibilita.

    Poi credo che non si tratta di Amare veramente ma avere una situazione comoda e piacevole quindi tuo amico si giustifica dicendo che le ama, ma io non ci credo.

  6. 6
    Raffaele -

    Irina, questa volta sono d’accordo con te, per Sergio la parola sentimento o amore non c’è nel suo vocabolario, per lui l’importante è soltanto scopare, non sono cretino, anche a me piace fare l’amore, ma nello stesso tempo amo la mia donna, e solo lei e me stesso.

  7. 7
    aldo -

    irina , ok che un operaio debba pensare prima a sbarcare il lunario e che questa e roba per benestanti.
    Raffaele, tu che hai viaggiato,
    mai sentito parlare di poligamia?
    Volete che vi faccia conoscere alcune storie vere di uomini, in Italia, che di fatto convivono sotto lo stesso tetto con due donne
    ,spesso sorelle, con figli da ambedue?
    Dai. non ditemi che vivo fuori dal mondo.,,
    Sono casi rari, ma ci sono, e a volte ci fanno anche i film.

  8. 8
    Raffaele -

    Secondo me un vero seduttore, sa concentrare meglio le attenzioni con una donna alla volta, con più d’una e sotto lo stesso tetto, mi sembra una cosa ridicola, “un uomo fra due dame fa la figura del salame”, e poi sono cose da arabi.

  9. 9
    Maria -

    Una sola cosa:
    NON si può essere innamorati di più persone.. non con la stessa intensità..
    Non è amore.. per nessuna delle quattro..
    Può sembrare paradossale ma..è un uomo solo..
    Maria

  10. 10
    aldo -

    Brava Maria,
    daccordissimo sul tuo paradosso,
    che capisco molto bene e che spesso spiego a molti ragazzi che vanno in cerca dell’anima gemella ,.
    a volte si vantano di avere diverse ragazze, e questo mi fa pensare che spesso soffrono pure di un grande senso di vuoto…………..
    E’ cosi stupendamente meraviglioso “appartenere” ad una SOLA persona……………
    e poi,
    quando si è veramente nello stato di innamoramento,
    non c’è spazio per niente altro….
    E nessun altro………….
    Maria, veramente grazie per questo tuo post.
    Ciao.

Pagine: 1 2 3 7

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili