Salta i links e vai al contenuto

Abbandono

Lettere scritte dall'autore  

Ciao a tutti sono Giacomo Fasone di Busto Arsizio parlo di abbandono perché in certi momenti penso di essere stato abbandonato specialmente quando si e’ da soli a pensare cosa potresti per la tua famiglia ma non riesci perché non ci sono i mezzi per potere cambiare le cose.Si e’ forti in certi momenti e’ deboli specialmente quando si e’ da soli, e li il momento piu’ brutto perché pensi che non hai piu’ nulla e soffri internamente senza far capire agli altri il dolore che si prova. Il capo famiglia dovrebbe essere la guida, il sostegno e colui a cui la famiglia puo’ fare affidamento.In certi momenti vorrei fuggire da questa vita ma non lo faccio perché penso a mia moglie e ai miei figli ma credetemi e’ diventato troppo grande il peso che porto alle spalle.Io prima ero una persona tranquilla lavoravo pagavo regolarmente le mie bollette, i miei debiti e tutto quello che grava su una famiglia.E’ vero si facevano tanti sacrifici perché le rinunce erano tante ma si dormiva bene perche’ si era fieri che nessuno ti veniva a bussare perché non pagavi.Adesso e’ tutto al contrario tutti i giorni vivi con l’ansia che qualcuno viene a casa perché vuole i soldi che gli devi o per buttarti fouri di casa perché non paghi.Credetemi e’ una brutta cosa ti senti come un delinquente che ha commesso un reato e che ha paura della legge.Quando incontri qualcuno per strada che ti conosce e sa della tua situazione ci resta male e ti consola dicendoti che devi essere forte che tutto si risolvera’ ma all’inizio queste parole mi davano forza e coraggio ma adesso che mi ritrovo da tanto tempo nella medesima condizione di disagio questa forza e questo coraggio si e’ esaurito perché appunto penso di essere stato abbandonato.Sembra quasi che il destino della mia famiglia sia compiuto perché poi quando non cambia nulla e che sei da solo tutto il mondo ti crolla addosso.Io comunque non voglio perdere ne la fede ne la speranza e spero tanto che con l’aiuto di Dio e degli uomnini possa cambiare questa condizione.Domani mi piacerebbe svegliarmi e sorridere e veder sorridere mia moglie e i miei figli come una volta.Grazie a tutti coloro che leggeranno questa lettera e scusate tanto ma in questo momento ho le lacrime.

L'autore ha scritto 33 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Famiglia - Me Stesso

2 commenti

  1. 1
    bimba -

    mi dispiace molto per la sua situazione.. lei ha bisogno di un lavoro, come molti oggi in Italia.. non so se questo sia il posto giusto, però ha fatto bene a fare un tentativo, e provare.. penso che debba continuare a provare, a bussare alle porte, ad andare alle agenzie per il lavoro, a fare insomma tutto il possibile per trovare un altro lavoro… o provare qualcosa che può fare in proprio.. non so lavoretti, riparatore, giardiniere, consulenza o altro se lei ha altre capacità particolari… le mie sono ipotesi, sono piccoli consigli.. mi piacerebbe trovarle una soluzione ma purtroppo questo sito è più uno sfogo che altro.. comunque non si abbatta! le auguro di trovare qualcosa al più presto, coraggio!

  2. 2
    rg -

    ciao
    ti posso solo dire che comprendo il tuo stato d’animo. anche io mi trovo in una situazione simile alla tua….ci si sente inutili lo so…
    purtroppo l’umico consiglio scontato che ho da darti è quello di cercare di impegnarti al massimo nel trovare un lavoro…perchè purtroppo (anche se molti dicono il contrario) il vile denaro è importante per la nostra felicità.
    ti auguro di riuscire a sistemare tutto

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili