Salta i links e vai al contenuto

Delusione d’amore, richiesta di aiuto e pareri

Ciao a tutti, vi racconto la mia storia poiché tutto questo continuo rimuginare, mi sta portando alla follia… Ho 23 anni, ed a 18 anni, dopo tante storielle passeggere, arriva lei, il mio sogno di un intera vita. Bionda, occhi azzurri, fisico perfetto. Aveva 14 anni a quei tempi, ed era stregata da me. Tant’è vero che fu lei a cercarmi facendosi dare il mio numero da un mio amico.. Però, a quell’età (ovviamente) i suoi genitori, non le permettevano di stare con me poiché ero già maggiorenne e chissà cosa avrei voluto da una ragazzina (pensavano loro) . Pensa così, lei decide di lasciarmi, inventando che non provava più nulla per me.. Ed io col cuore in gola, dopo l’ennesima delusione da parte di una ragazza, l’ho lasciata andare credendo alle sue parole. Fortunatamente non provavo ancora qualcosa di intenso e così, dopo qualche settimana sono riuscito a superare la cosa è riuscire a frequentare nuova gente.. Passarono 5 mesi da quel giorno ed io non la pensavo più.. Una sera, ero in un bar con i miei amici, e lei, mi passò davanti, mano nella mano col suo nuovo fidanzato.. Appena mi vide, rimase bloccata, ed io, un po’ rancoroso per quello che aveva fatto precedentemente, la guardai con sufficienza… La sera stessa, lascio il suo ragazzo per me e mi mandò un messaggio anonimo con scritto un pezzo della canzone che le avevo dedicato all’inizio.. Decisi così di darle un’altra chance e da quel momento,ho rricominciato a credere nell’amore.. Abbiamo vissuto insieme i migliori anni della nostra vita, ricordo ancora il primo appuntamento, lei era nervosa e ansiosa di uscire con me, ed io, con un mazzo di rose in mano, 5 rose per l’esattezza ((ogni rosa era una lettera della parola “ti amo”), insomma, avevo cominciato a perdere la testa per quella bambina, che diventò poco a poco la mia bambina.. Per un certo periodo andò tutto bene, ci amavamo come non mai, eravamo felici, e lei non perdeva occasione per farmi capire quanto ci tenesse a me.. Mi diceva che non ci credeva di stare con me e che era felice di avermi al suo fianco.. Parliamoci chiaro.. Fin da piccola, lei ha iniziato a prendersi cura di me, ad investire tempo, fatiche ed energia, (anche denaro, poiché trovare un lavoro è impossibile al giorno d’oggi), e questo mi faceva capire ancora di più quanto io sia stato fortunato nell’aver trovato una persona così speciale.. Non la ringrazierò mai abbastanza per questo.. Ovviamente, tutti hanno dei difetti, ed è giusto accettare che se ne abbiano, infondo non siamo automi! Solo una cosa mi faceva impazzire, il fatto che tutte le volte che affrontavamo una discussione, anche banale, lei mi lasciava.. Ma ho sempre pensato che questo comportamento, era dettato dalla sua tenera età e che col tempo sarebbe cresciuta e avrebbe capito che non è così che si risolvono le cose.. Sono sempre stato paziente con lei perché la mia convinzione era quella di crescere la mia bimba e farla diventare una donna che mi amasse.. Infondo non avrei mai voluto perderla, e quindi mi davo da fare per non far accadere ciò. Poi, all’improvviso, quando meno te lo aspetti, cade un fulmine a ciel sereno.. Mi mando un messaggio con scritto che mi doveva parlare. Tra me e me pensai:ecco ci siamo, mi vuole lasciare! Non era questo.. Mi disse che si era incontrata sotto casa col suo ex e si erano baciati, mi disse che era dispiaciuta e che aveva capito di aver sbagliato… Così tra mille pensieri negativi e dubbi, la perdonai, perché era ancora in tenera età e ci stava che avesse sbagliato.. Infondo, si impara sbagliando.. Ho buttato tutto nel dimenticatoio, andando avanti con serenità senza dare peso al fatto accaduto.. Per me non era successo nulla.. Siamo così arrivati a passare un anno, ed io ero sempre più innamorato di lei ed anche lei di me.. Prima di conoscere Lei, avevo delle amiche di chat, a cui ero molto affezionato, a cui volevo molto bene e con cui non avevo interrotto i rapporti di amicizia, un giorno, Lei mi chiese entrare col mio contatto fb e lesse questa conversazione con la mia amica in cui le dicevo che mi mancava e che le volevo bene.. Lei si arrabbiò e mi lasciò.. Le corsi dietro e cercai di convincerla e ci riuscii.. Le promisi che non avrei più parlato con nessuno pur di non perderla, chiudendo così ogni sorta di contatti con amiche. Passato quel periodo, Lei continuava ad essere molto gelosa di me, arrabbiandosi anche se mi fermavo a salutare le mie compagne di scuola.. Insomma, era ancora molto piccola e ci sta a questa età agire in modo impulsivo. Continuavo ad amarla sempre di più perché per me si è fatta davvero in mille. E nel frattempo ho conosciuto tutta la sua famiglia, ed avevo stretto un fortissimo legame con i suoi genitori. Erano una seconda famiglia per me, davvero! Suo padre che si chiama come me, è stato sempre dalla mia parte e sua madre, anche se un po’ contro la nostra storia, alla fine, sono riuscito ad entrarle nel cuore. Insomma, ero FELICE! Di una felicità incredibile. Gli anni passano, la mia adorata 15enne, diventa 16,17,18 enne.. Nel frattempo i problemi continuavano a crescere insieme alla sua voglia di crescere.. Non avevo ne auto ne patente e questo è stato uno dei problemi maggiori perché dipendevamo dai nostri genitori per uscire. Quante volte abbiamo litigato su questo argomento perché lei non era soddisfatta della vita che conduceva. Non le andava bene il fatto che tornassimo sempre presto a casa il sabato, e tutte quelle cose che una ragazza della sua età avrebbe vissuto e che lei non ha potuto vivere con me. Ma lei mi è rimasta sempre accanto e questo mi faceva capire ancora di più quanto lei ci tenesse a me.. Il tempo passa e passano gli anni insieme, con non poche difficoltà.. Nel corso di questi anni sono successe delle cose: un giorno, dopo la scuola Decisi di farle una sorpresa.. Le dissi che non potevo andare sotto casa sua perché dovevo fare delle cose.. Invece io stavo proprio dirigendomi sotto casa sua per farle una sorpresa.. Riderete quando vi dirò che la sorpresa l’ha fatta lei a me, perché arrivato sotto casa e dopo averle mandato “affacciati alla finestra amore mio”,(perché lei mi aveva detto che era acasa), lei mi spunta alle spalle e mi domando dov’era stata..  dicendomi che era stata dentro il portone con un suo amico (che ci ha provato a portarmela via).. Non so cosa l’ha spinta a farmi questo, so solo che sentii dentro un vuoto ed una rabbia indomabile e un senso di delusione perché non avrebbe dovuto entrare dentro il portone, poteva benissimo restarci a parlare fuori, infondo non sono mai stato possessivo, anzi, le ho dato tutto lo spazio che le servisse per crescere e tutta la pazienza di questo mondo per farla crescere.. Quell’evento ha cambiato in me un sacco di cose. La sicurezza che avevo in lei, era decaduta, non sapevo cosa fosse successo dentro quel portone e mai lo saprò con certezza.. Lei, dispiaciutissima, cercava di farni comprendere che non era successo nulla.. Ed io in silenzio, non dicevo nulla. Ero in balia della rabbia e di tutti quei sentimenti che ti portano a pensare che sei stato tradito, ma non le ho fatto capire nulla, alla fine le dissi che credevo alle sue parole e basta! Decido di dimenticare il tutto e ritornare ad amarla.. È così fu! La nostra storia continuò tra alti e bassi, lei che si arrabbiava per ogni mio pensiero o comportamento perché non erano affini a lei, il mio amore per lei, pian piano si stava trasformando in qualcosa di insano, una droga per me, tant’è vero che tutte le volte che litigavamo, la colpa era sempre mia, ero sempre io quello sbagliava ecc ecc.. All’inizio ho detto che sono stato abbastanza pazienzte, infatti la mia pazienza è durata per quasi tutti i 4 anni che siamo stati insieme, cercando di sopprimere quanto per me era giusto mentre quanto per lei era sbagliato! La mia pazienza si è tramutata in stanchezza, che diventò poi rabbia.. È così il bravo ragazzo comprensivo, si trasformò in una bestia (per così dire). Ero arrivato al punto che se lei piangeva per un litigio, io ero insofferente ed anzi la cosa mi dava parecchio fastidio.. Durò così per circa un anno! Non le stava più niente bene, io non le stavo più bene, qualsiasi cosa facessi, non andava bene, aveva la mania di controllare tutto ciò che mi riguardasse, compreso il vizio di fumare, eh già, anche quello,, infatti non ero libero di fumare quando ne avevo voglia, ma dovevo aspettare che passasse del tempo e questo (chi fuma lo sa) era una cosa che mi mandava in malora il sistema nervoso con conseguente scene di ira! In questo ultimo anno, comunque, io avevo iniziato a lavorare e lei ad uscire con alcune amiche.. Il mio lavoro mi teneva costantemente lontano perché lavoravo in città diverse e tornavo a casa solo per il week end.. Ed a volte non ci vedevamo nemmeno al week end perché arrivavo a casa troppo tardi per uscire e non avendo macchina, non c’era possibilità di organizzare.. Io non so cosa è successo in questo periodo, ma mi sono sentito molto distante da lei.. Quando la vedevo, non avevo quella sensazione che provavo prima, la felicità, la gioia, sentivo che ci stavamo allontanando ed io, non sapevo che fare per rimediare.. Si litigava sempre e la mia insofferenza ai suoi pianti era sempre più evidente, un po’ per lo stress del lavoro e un po’ perché avevo terminato tutta la pazienza! Io ho sempre creduto che mi amasse fino a quando, ci siamo lasciati dopo l’ennesima litigata, e dopo nemmeno 10 giorni, si è messa con un amico di nostra conoscenza, per poi andarci a letto immediatamente… Questa cosa, oltre a farmi stare male, mi fa chiedere come sia possibile che una persona che dice di amarti, si mette subito con un altro e ci va a letto, come se io non fossi mai esistito? Come se la sua sofferenza in realtà non era reale.. Perché io, nonostante sia consapevole che questa storia non doveva nemmeno cominciare, dopo 4 mesi sto ancora da schifo e infliggermi pene che non mi si addicono. Aiutatemi ad uscirne fuori! 

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:
Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Me Stesso
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

19 commenti a

Delusione d’amore, richiesta di aiuto e pareri

Pagine: 1 2

  1. 1
    Andrea -

    Se rileggi attentamente ciò che hai scritto riesci a risponderti da solo.Lei non ti ha mai amato e solo una ragazza che cerca ancora di capire se stessa.In futuro cercati una donna non una ragazza che è diverso.

  2. 2
    Feanor92 -

    Mi dispiace tanto amico mio te lo dico con il cuore in mano perché non so chi ti abbia dato la forza di sopportare tutto questo e come ringraziamento hai ricevuto anche questo!! Sotto certi aspetti mi viene da pensare che lei in fin dei conti ti ha sempre tradito in quanto aveva una mancanza di fiducia totale in te forse perché più grande di lei. Poi la velocità con cui ti ha sostituito perdonami del termine ma e cosi quindi c’e l’aveva nascosto sotto al letto. La spiegazione a tutto questo e molto semplice non ti ha mai amato purtroppo anche se come dici e non lo nego avrà fatto qualcosa che ti ha convinto definitivamente del suo coinvolgimento e che ti ha tratto in inganno.

  3. 3
    Rossella -

    Ci stai male perché sei maschio e vorresti avere la meglio sui tuoi rivali… oltre l’istinto ci sarebbe anche la ragione! Prova a ragionare come si converrebbe ad un uomo e vedrai che te la toglierai dalla testa in men che non si dica… e poi, a dirla tutta, penso che il suo atteggiamento sia imputabile alla tua mancanza di concretezza… quale donna non si comporterebbe come lei? Cerca di preservare la sua femminilità… la coppia talvolta neutralizza l’identità di genere e quindi si tradisce per tenere insieme il proprio io… conosco ragazze assolutamente casa e chiesa che si sono trasformate dopo il matrimonio. Prima di mettersi con una donna bisogna chiedersi: – sarò all’altezza di fargli fare la donna?- e questo vale anche per le donne. Questo non significa che quell’uomo ha bisogno di una donna per fare l’uomo, non è un debole ma neanche un superuomo.

  4. 4
    ivanz -

    Scusami, ma sarà anche bella come aspetto, ma nel cuore non è poi granchè….se ti posso consigliare, guardati attorno perchè penso che meriti molto di più-)))

  5. 5
    malasuerte -

    @Rossella

    Se quello che dici corrisponde a verità, sono contento di esdermi comportato così. In amore non esistono ruoli. Non esiste chi porta i pantaloni o chi porta la gonna. Per me l’amore è mettersi in pari guardando insieme nella stessa direzione. Quando dici che soffro perchè vorrei averla vinta sul rivale, sbagli pure. Se Avessi voluto riportarla a me, avrei fatto di tutto, ma non ho agito poichè per me questa fine doveva avvenire da tempo. E l’amore che ho provato nei suoi confronti, era qualcosa mai provata prima ed è stato questo che mi ha indotto a continuare.. che se la goda pure il mio rivale. So già cosa lo aspetta.

  6. 6
    Laura• -

    Io invece sono convinta che dietro a ogni singolo comportamento esista un motivo. Ci sarà sicuramente un motivo. Ricorda che le cose si fanno in due. Hai scritto che lei ha sempre lottato per te. Tu hai lottato per lei?

  7. 7
    diana -

    purtroppo, è così: non ha mai provato alcun sentimento per te.

  8. 8
    malasuerte -

    @Laura
    Tutti i giorni ho lottato per averla. Ho lottato contro il nemico peggiore da abbattere: me stesso! Ed il fatto che lei non abbia capito quanto l’amassi, è per me una sconfitta. E credimi che lottare contro se stessi e le proprie convinzioni, non è da tutti, perché quando sei convinto di una cosa è difficile cambiare idea, specialmente se incontri una persona che è orgogliosa, come lo ero un tempo io, e che ho messo da parte per non lasciarla scappare. Esistono però limiti in cui la sopportazione cessa di esistere, ed in quel momento ti abbandoni alla sorte. Riuscire a far capire ad una persona che tu ci tieni a lei è assai difficile, specialmente se quella persona fa l’errore di aspettarsi azioni che dopo tutto quello che ho passato, non sarebbero mai arrivate, o per lo meno, prima di iniziare a farle, avrei voluto vedere che le cose cominciassero a prendere la piega giusta prima di ritornare ad essere la persona sensata che ero un tempo. Il fatto è proprio quello. Si fa l’errore di avere delle aspettative sulle persone che abbiamo accanto, nel mio caso, lei aspettava che ritornassi nonostante sbagliava nel rapportarsi con me, nonostante io abbia mostrato molta pazienza con lei, ma su una cosa in particolare devo darti ragione assoluta… le cose si fanno in due! Ma ce sempre chi inizia le cose per primo/a, il restoè soloconseguenza..
    Per tutti i lettori: ciò che voglio capire, non è capire se mai mi abbia amato. Ho scritto questa lettera per capire quali errori sono accaduti all’interno della coppia, in modo da non farne più in futuro con altre persone a cui mi legherò. Quindi non ditemi che non mi ha mai amato o robe varie.. su questo punto, ho tratto conclusioni da me e so già quali erano i sentimenti che provava per me! Grazie comunque a tutti per il supporto.

  9. 9
    rossana -

    Malasuerte,
    concordo soprattutto con:

    – non ditemi che non mi ha mai amato o robe varie.. su questo punto, ho tratto conclusioni da me e so già quali erano i sentimenti che provava per me! – perfetto! a mio avviso, SOLO tu conosci i contorni e il nocciolo della tua storia. tutti gli altri possono esprimere il LORO parere, filtrato dal loro ambito sociale, dalle loro esperienze e dal loro attuale vissuto. ed è normale che sia così!

    – “ce sempre chi inizia le cose per primo/a, il restoè soloconseguenza..” – molto vero anche questo, con tutto quanto ne può derivare.

    secondo me non hai sbagliato niente. hai provato, più o meno assecondato, a far quadrare i tuoi con i suoi bisogni, come fanno tutte le persone seriamente attratte da un’altra del sesso opposto. lei ti ha seguito per quanto le è stato possibile ma è ancora troppo immatura e troppo instabile per orientarsi verso una scelta sicura.

    sia i maschi che le femmine cambiano molto dai 14 ai 18 anni. con i tempi attuali non sono emotivamente del tutto affidabili nemmeno a 25-30 anni. ci hai provato e non ti è riuscito di realizzare quanto avresti desiderato. dal mio punto di vista, meglio provare e perdere la partita che non cominciare nemmeno a giocarla!

  10. 10
    Feanor92 -

    Si adesso e chiaro quello che vuoi capire perché parlando in generale ho pensato che non avevi compreso il fatto che per lei eri sacrificabile. Arrivo subito al nocciolo della questione tu vuoi capire cosa e stato sbagliato credo che da parte tua sia sbagliato che tu abbia represso il tuo carattere per una persona che non sapevi se effettivamente ci teneva a te anche se il tuo subconscio aveva intuito che se non facevi in quel modo potevi perderla dato che un po di superbia e egoismo si avverte nella descrizione che hai fatto di lei. Non devi reprimere il tuo carattere per nessuno al mondo altrimenti non potrai mai capire se ama te davvero o vuole solo usarti capendo che tendi ad adattarti per non far soffrire o fare questioni inutili capito?? Questo e il consiglio che mi sento di darti fammi sapere poi come starai a presto!

Pagine: 1 2

Scrivi un Commento

I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18, 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica etc) o promozionali. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema": per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
(1) modifica possibile prima della pubblicazione solo dallo stesso computer del commento (da qualsiasi postazione se hai fatto il LOGIN).
(2) i commenti fuori tema vengono cancellati alla sessione successiva; le risposte ai commenti fuori tema non vengono pubblicate, è possibile però rispondere in Chat.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili
Ricorda che sei personalmente responsabile di quanto scrivi su questo forum: prima di inviare il commento verifica che non infranga norme di legge e che non arrechi danno, non offenda la reputazione e non violi la privacy di alcuno.