Salta i links e vai al contenuto

Vorrei urlare

Vorrei urlare. Qui, adesso, seduto alla mia scrivania a studiare Guguin.. vorrei fermarmi , schiarirmi la voce.. e urlare.. non importa se il vicino mi sente, se perdo la voce, voglio urlare. Farlo sapere a tutti : IO SONO INFELICE! Ebbene si , signori, io sono infelice. Agli occhi di tutti , io sono il comico, colui che fa ridere, che imita i professori, che sa comportarsi, empatixo, intelligente, ironico, carino.. ma nonostante ciò, sono infelice. Beh qualcuno lo diceva.. non si può avere tutto dalla vita… ma allora cosa mi ha dato la vita? Io vorrei la felicità.. ma a quanto pare non ce l’ho. Credetemi quando dico che non so neanche io stesso , il motivo di quuesta tristezza, male vivere e insoddisfazione. Credetemi! Mi rendo conto di avere tutto nell vita ( per ora). C’è gente che proprio adesso, mentre io sono al caldo, sazio ,e lavato , sta sotto un ponte, dormendo sotto una sottile coperta… senza nessuno… senza amore. Forse è una ragazza che mi manca ? Non lo so.. so solo che io non ho proprio quella priorità( per ora). Perciò vorrei urlare… urlo per rivelarmi e ribellarmi a questo sistema , a questo ambiente che mi circonda e che ritengo sia ipocrita e irrispettoso, basato sulle apparenze , su sabbia che si perderà nel vento. E allora.. che ne sarà di me ? ” andrò a imputridire come un cane.. lontano.. dove non vi è più nulla” come dice il grande Prèvert?

A questa domanda non posso e non voglio trovare risposta… forse grazie a questi sfoghi riuscirò a conoscermi e a capire meglio cosa voglio.

Nella speranza che, almeno tu, sia felice… tuo

Prometeo.

L'autore ha scritto 23 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:
Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

18 commenti a

Vorrei urlare

Pagine: 1 2

  1. 1
    Gabriele -

    Ti dico una cosa dal profondo: che paio di pa**e.

  2. 2
    Yog -

    Prometeo, studia piuttosto Shaupenur e dopo valuterai meglio se fare la fine di un cane imputridito. Che poi ‘sto cane murtizzo mica va lontano come dice Prepert, io una volta ho firmiato l’auto per liberarmi d’un peso e dietro n’arbolo ho trovato proprio ‘na carcassa come dici tu. Non è spettacolo bono, credimi.

  3. 3
    Prometeo -

    ah Gabrie’ se ti scoccia non scrivere proprio , un consiglio ;)

  4. 4
    Golem -

    Ma tutti i comici sono tristi nell’intimo. Se pensi che una nota figura di clown mostra dipinta una lacrima sulla gota, puoi capire quanto sia antica questa regola.
    Una lacrima, come quella della famosa poesia di Prepert (che tra l’altro apprezzava molto le opere di Guguin e leggeva con interesse Shaupenur).

  5. 5
    Yog -

    Troppo aggressivo, Gabriele, troppo. E’ vero che questo è un forum con limiti oggettivi, ma da quello che ho capito, Prometeo non è nemmeno lui nella fase di dipendenza fisica.

  6. 6
    Bohemien82 -

    Ciao, le tue parole mi ricordano me in età adolescenziale. Immagino tu sia giovane. Nomini Guguin (però si scrive Gauguin eh) per cui suppongo studi arte magari dipingi anche, sei un pò artistoide insomma.
    Lo ero anche io: dipingevo, studiavo musica classica in Conservatorio, leggevo decine di poesie e mi ero fatto un idea della “vita reale in rima”, amore compreso. E pensa..anche io ero infelice! :) ma amavo, inconsapevolmente, quello stato d’animo perchè da quella sensazione perenne di “melanconia” ne traevo ricavo. L’intuizione artistica e di conseguenza la creazione di una mi opera arrivava proprio da quello stato di tristezza. Questo odio/amore per la mia condizione mi faceva sentire comunque superiore ai miei coetanei, di certo non uno sfigatello che non aveva ragazze che non usciva ecc., perchè io avevo altro a riempirmi la giornata! Sorrido a ricordare ciò.
    Ti dico, goditi questo periodo perchè con tutta probabilità scomparirà! a me è scomparso totalmente intorno ai 27 anni (ne ho 36).

  7. 7
    Bohemien82 -

    Per concludere, Kurt Cobain gridava in una sua canzone “I miss the confort in being sad” – che tradotto letteralmente significa “ho perso la comodità nel sentirmi triste”. Puoi capire da solo che queste parole definiscono la perdita di quello stato emotivo che ti ho descritto sopra.
    Bè…perdendo ciò, lui si è sparato in bocca.
    Io ho iniziato a fare meno il poeta e a correre molto più dietro le gonnelle.
    Spero anche a te succeda la mia stessa cosa! :D

    Ciao!

  8. 8
    suzanne -

    Prometeo, però comico lo sei per davvero, mi fai un sacco ridere! Guarda però che se gridi “SONO INFELICE” i vicini chiamano i carabinieri per schiamazzi. Quindi ti conviene urlartelo in silenzio ;)

  9. 9
    Prometeo -

    grazie bohemien82 ! comunwue no non sono un pittore ahahahah … studio arte ma non e’ materia di indirizzo e non so disegnare!(purtroppo). mi limito a scrivere , pensieri , per cercare di capire il modo di essere felice.. ma sai e’ vero ,alle volte mi sento superiore proprio a causa della mia ricerca filosofica di vita ma , a volte , questo senso di superiorità mi uccide… a volte vorrei fare parte di questo sistema completamente

    si , lo so , Gaguin è errato ( nelle mie lettere sono molto impetuoso e non rileggo, forse perché a voi mi voglio mostrare trasparente,anche nei miei stessi errori).

  10. 10
    Gabriele -

    Ahahahahahah, ho riso tanto Yog, giusto hai ragione.
    Prometeo, era in tono del tutto affettuoso, nel senso che alla tua giovane età, ed avendo avuto ragazze virtuali, è più che normali essere un pò infelici; è tipico dell’adolescenza. E in certi casi anche dell’età adulta, specialmente da parte delle donne.

Pagine: 1 2

Lascia un commento

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili
Ricorda che sei personalmente responsabile di quanto scrivi su questo forum: prima di inviare il commento verifica che non infranga norme di legge e che non arrechi danno, non offenda la reputazione e non violi la privacy di alcuno.