Salta i links e vai al contenuto

Vorrei sparire

Io mi odio..odio tutto di me.. ma perchè sono nata? La mia vita non ha senso.. Ho 20 anni e già ho sofferto di depressione.. Inoltre la mia famiglia contribuisce ogni giorno a farmi sentire sempre più una delusione, uno schifo, una merda… Appena adesso mia madre mi ha fatto sentire così insulsa…
Ho studiato al conservatorio per molti anni.. ma poi ho lasciato.. continuando però a studiare canto, il mio sogno, in una scuola.. mi ha detto che ci sperava che sarei riuscita almeno ad andare a cantare e a fare serate o comunque a finalizzare qualcosa.. ma io sono troppo insicura ..lei e mio padre non lo capiscono.. e io li ho delusi.. come deludo sempre tutti.. in 20 anni non sono riuscita a costruire nulla.. e so che non ci riuscirò mai.. il mio carattere è debole e non andrò mai da nessuna parte..spesso penso a come potrei morire.. ma sono una vigliacca perchè non ho mai il coraggio di farlo..

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

21 commenti

Pagine: 1 2 3

  1. 1
    Toro77 -

    Ma kira hai 20 anni una vita ancora tutta da vivere.
    I genitori sono fatti cosi,ma fidati che ti vogliono un bene dell’anima.
    Sei tu che credi di essere una delusione,ma non è per niente vero.
    Devi metterlo tu nel culo al mondo,vai e prendi in mano la tua vita cazzo!!!!!!
    Vedrai un giorno troverai qualcuno accanto a te,e per quel qualcuno tu sarai la numero 1 .
    un beso

  2. 2
    silvana_1980 -

    e allora lotta per i tuoi sogni, non ascoltare gli altri, e realizzali perchè tempo ne hai…la famiglia non sempre aiuta…se avessi dato retta a mio papà voleva farmi fare l’infermiera, diceva che il lavoro che volevo fare (informatica) era un lavoro per modo di dire perchè era solo “passare le carte” “giocare col computer”
    ok, indubbiamente il lavoro che ho scelto e che faccio è sicuramente è meno pesante di fare l’infermiera, che è un lavoro delicatissimo, con turni, fatiche, gestione degli imprevisti e responsabilità
    ma obbiettivamente casinista e distratta come sono a far punture e quant’altro si rischiava l’omicidio di un paziente a cui poteva arrivare un iniezione coi dosaggi sbagliati o quant’altro può accadere con una che come me non ha la mano ferma e si emoziona e si spaventa con niente.
    Bisogna anche fare un esamino delle proprie attitudini e competenze, secondo me.
    si si…ciao papi, la vita è mia
    Ma lascia stare…canta quando puoi e dove puoi, cerca, impara cose nuove, ci vorranno sacrifici, dovrai lottare contro la tua insicurezza come prima cosa forse lotterai da sola ma il risultato alla fine ti ripagherà
    in giro ci sono sicuramente persone meno oneste e competenti di te che hanno raggiunto traguardi
    fai vedere agli altri la differenza tra chi ha avuto la pappa pronta sempre, chi è andato avanti soltanto perchè aveva le spalle coperte e chi invece…
    ha provato e riprovato migliorando la sua tecnica, ha anche sbagliato e ha pagato di tasca sua, si è messa contro chi non la voleva, è caduta e si è rialzata tante volte da sola da essere più forte degli altri…e resistere quindi alle delusioni che tutti incontriamo prima o poi
    gli altri appena gli manca l’appoggio cascano rovinosamente perchè non hanno altro a cui aggrapparsi
    Coraggio

  3. 3
    Ahmed -

    Se per tua stessa ammissione in 20 anni non hai costruito nulla, e – mi pare di capire – non hai intenzione di rimboccarti le maniche, mi sa che non hai un gran futuro. Come biasimare i tuoi genitori?
    Ma cosa speri che il successo o la realizzazione ti cadano addosso dall’alto? Beh ti do una notizia mia cara: non è così. Guardati attorno: c’è gente che si spacca la schiena tutti i giorni per campare. Con i tempi che corrono non c’è spazio per chi non ha voglia di fare nulla.

  4. 4
    Stan -

    Perchè hai lasciato il conservatorio? comunque sei sempre in tempo..a fare tutto quello che vuoi, hai soltanto 20 anni!! non occorre sempre ottenere dei risultati “fisici” per sentirsi bene con se stessi..scopri quello che vuoi fare veramente e fallo, godendo degli attimi in cui ti impegni e ti senti viva! Secondo me sei già la numero uno per qualcuno, compresi i tuoi genitori, che probabilmente sono severi con te soltanto per spronarti, anche se forse stanno sbagliando il modo..Trova la forza e l’equilibrio dentro di te e impara a volerti bene! Non ti conosco, ma sono certo che sei una ragazza meravigliosa, con un mare di potenziale che però non riesci a mettere in pratica soltanto perchè non lo vedi!

  5. 5
    ANTONIA -

    ohhhhh ragazzina hai VENTI ANNI e una vita avanti a te….
    smettila di piangerti addosso, rimboccati le maniche e datti da fare. i tuoi genitori vogliono spronarti anche se usano il modo sbagliato ma tu reagisci

  6. 6
    magda -

    A 20 anni si deve sognare tanto, ma non di morire!
    Ho conosciuto e conosco la depressione, anche se a me è toccato dopo i 20 anni… Non permetterle di sopraffarti! Non farti fregare, devi essere tu più forte e tentare, tentare sempre, anche sbagliando: se non va una strada, vorrà dire che ce ne sarà un’altra e se non sarà quella ce ne sarà un’altra ancora… Ho un po’ di anni più di te e purtroppo, sempre avuto fin da giovanissima, la tendenza a demoralizzarmi, poi è venuta la depressione…
    Finora però, devo dire che questi ultimi anni mi hanno insegnato una cosa: solo quando ho perseverato e con convinzione volevo “fare” ho ottenuto quello che volevo (si vede che non sono mai stata particolarmente fortunata).. Quando è successo però, non sai che soffisfazione! Quei brevi momenti, ti assicuro, mi hanno fatto dimenticare le lacrime e i sacrifici fatti e capire che in qualche modo ne è valsa la pena…
    Per riuscire però bisogna prima di tutto non essere così affranti dalla vita! “Vorrei sparire”: è una cosa che ho pensato anch’io quante volte…
    E allora ascolta: devi solo stare tranquilla, ora stai toccando il fondo (lo so, ho desiderato anch’io non essere nata pur di non soffrire come stavo soffrendo), ma ad un certo punto scatterà quel qualcosa, che ti dirà “vai, c’è tutto un mondo là fuori che ti aspetta.. Conquistalo, Tu sei IMMENSA e forte, unica, una regina” (senza necessariamente sforzarti di esserlo)
    Il fatto che non trovi il coraggio di morire ti dovrebbe far capire che nel fondo della tua anima non vuoi mollare, è un particolare che devi tenere presente: non sei vigliacca perchè non riesci a darti la morte, vigliacca lo saresti se rinunciassi totalmente a darti altre possibilità! Ricordalo.
    Ora ti sei abbandonata alla sofferenza, conosco quello stato, forse, chissà, siamo due caratteri simili(?) Ok, accettala, non respingerla e non vergognartene, arriverà quella spinta interiore, potresti sentirla domani o tra un mese, o chissà, ma arriverà, fidati, devi solo stare tranquilla e saper ascoltare te stessa,(e un po’ meno gli altri-anche se so che è difficile). Viviti i tuoi silenzi: ti diranno un sacco di cose vedrai, l’importante è ascoltarsi…
    Sentirai molte cose brutte, ma se presterai attenzione e soprattutto rimarrai aperta a questo tuo dialogo interiore, dovresti sentirla lì la “frase magica”, dentro di te e da nessun altro… Sii pronta allora!
    Stai su e abbi fede

  7. 7
    anila -

    abbiamo la stessa età, forse sn cose ke si pensano a 20 anni….Nn pensare ke sei la sola a vivere male, a essere insoddisfatta, a litigare coi genitori..Anzi, se posso dirti una cosa, ritieniti fortunata di averli…Ok, magari tua madre ti fa sentire la peggior ragazza del mondo, ma tu nn sentirti così! sei giovane, hai una vita davanti, c’è ki sta peggio di te (senza offesa…Ma in momenti di sconforto ke prendono anke me, io mi ripeto sempre qst cosa).Un giorno incontrerai qualcuno ke ti farà sentire unica, e allora potrai condividere con qualcuno ke sappia ascoltarti i tuoi dispiaceri e i tuoi problemi, ma nn buttarti troppo giù x quello ke gli altri, anke se sono i tuoi genitori, dicono di te….Puoi esser tu, se lo vuoi, a fargli cambiare idea….

  8. 8
    kira1988 -

    Grazie per tutti i consigli che mi avete lasciato..ci tengo innanzitutto a dire che non sono una persona che gli piace piangersi addosso..è la prima volta che dico queste cose e lo sto facendo perchè so che tanto qui nessuno sa chi sono..devo dire anche che prima di pensare tutto questo il mio culo l’ho rialzato tante volte..ma come mi sono rialzata sono ricaduta..ho combattuto per raggiungere degli obiettivi…ma è stato inutile..un continuo passo avanti e passo indietro..passo avanti e passo indietro..non sono stata 20 anni a non fare niente come qualcuno possa aver pensato..i miei obiettivi li ho raggiunti quando ho voluto ma poi mi è sempre scappato tutto dalle mani..Il fatto della depressione già dice tanto..nel senso come fa una ragazza di 20 anni ad aver già sofferto di depressione?”cazzo ho 20 anni” lo dico anche io..Io quei due anni di merda li ho superati da sola senza andare mai a piangere da nessuno..la sofferenza che avevo dentro me la sono tenuta tutta per me per orgoglio..ma mi sento vulnerabile..ho paura..a volte mi sembra di non averla superata perchè sento che lei è li..e forse io non l’ho eliminata l’ho solo coperta con un velo…e non sto così tanto male come stavo prima forse perchè sto fingendo..perchè cerco di non guardare la realtà..ma la realtà c’è e quando riprendo consapevolezza ricado nel baratro..e quello che mi rende peggiore è che pensavo di essere una con le palle,una determinata..e invece no..ho sempre gli stessi problemi e le stesse cose che non riesco mai a superare..e dai miei genitori vorrei solo che non mi demolarizzassero ogni volta..non chiedo nient’altro da loro..figurati se possono comprendere..sono morta per due anni e loro neanche se ne sono accorti

  9. 9
    lulu80 -

    Kira, mi dispiace dirlo, ma qua alcune persone ti hanno scritto cose totalmente idiote! nemmeno ti conoscono e si permettono di darti della svogliata. ma che ne sanno loro della realtà?
    se ti può consolare vivo esattamente come te, stessa insicurezza, stessi pensieri…voglio sparire è la frase che più mi ripeto.
    ragazzi, per voi che criticate, credetemi, la depressione è una cosa pesante e non c’è modo di riuscire a vedere oltre. è una cosa mentale, dovreste saperlo tutti, non è una cosa logica, quindi poche critiche a riguardo se per voi questo è solo un termine!
    posso solo consigliarti di farti aiutare da un terapeuta, è quello che sto facendo anch’io che ho gli stessi problemi e ti posso garantire che il mio non mi ha guardato in faccia dicendomi che devo rimboccarmi le maniche, ma ha capito che questi pensieri e le mie paure a fare passi avanti sono dettati da una grande sofferenza interiore. non prenderla sotto gamba, più tempo fai passare più sarà difficile.
    con affetto sincero perchè ti capisco più di quanto pensi!

  10. 10
    anila -

    “…li ho superati da sola senza andare mai a piangere da nessuno..la sofferenza che avevo dentro me la sono tenuta tutta per me per orgoglio”: hey, forse anche qui sta uno “sbaglio”, ma non prenderla come una critica o un giudizio..anch’io come te trovo difficile parlare con le persone, specie se di problemi miei, ma chi rimane solo, per scelta propria o altrui, non va da nessuna parte, anzi secondo il mio modesto parere, si convince di stare bene da solo e che tutti gli siano contro.Circondati di persone che ti dimostrano di tenerci a te, cerca di interessarti a qualcosa, renditi utile agli altri, ma stai bene prima con te stessa….Non cercare di rimanere sola!!

Pagine: 1 2 3

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili