Salta i links e vai al contenuto

Volersi bene non basta per stare insieme

Dopo un mese appena che stavamo insieme (premesso che è stato lui a cercarmi e volermi a tutti i costi e per questo la situazione mi sembra ancora più strana) il mio ragazzo è partito con un suo amico in vacanza ( programmata prima del mio arrivo nella sua vita) un mese circa…
Sono una persona abbastanza diffidente di natura e questo viaggio è stata una dura prova per me ma l’ho superata, ci siamo sentiti sempre, sembrava che tutto andasse per il meglio.. finchè non è tornato. Dopo un mese ci siamo rivisti una sera e io aspettavo da tanto quel momento, dalla macchina invece è scesa una persona scostante, fredda, indifferente a detta sua per la stanchezza e per lo sfasamento generale dato da un viaggio tanto lungo in cui non devi rendere conto a nessuno se non a te stesso.. una noia della routine che sta per ricominciare ecco.
Il problema è che nella routine credo di esserci anche io e da quella sera le cose sono cambiate in peggio.. non temo che ci sia qualcun altra assolutamente, della sua “fedeltà” sono certa.. La mia paura è che questo viaggio abbia fatto emergere la profonda diveristà con la quale concepiamo un rapporto di coppia, forse dato anche dal fattore età, io sono più grande di lui e considerando che ne ho 22 questo fatto non è trascurabile. Un pò per esperienza, un pò perchè mi ritengo una persona che già le sue esperienze importanti (e non) le ha fatte e le decisioni più importanti per il proprio futuro le ha prese io non sto cercando una persona ma LA persona, non so se mi sono spiegata. Invece più passano i giorni e più mi rendo conto che per lui io rappresento un eventuale ritaglio di tempo fra amici, feste e quant’altro… mi sento esclusa dalla sua quotidianità e invece a parer mio è proprio nella vita di tutti i giorni che si costruisce un rapporto.. non in qualche splendido momento passato insieme (e devo dire che ce ne sono stati) che è appunto un momento.
Sento di avere una persona davanti a me che mi vuole molto bene e a cui piaccio ma che in realtà non trova il coraggio di dirmi che forse per il momento un rapporto diciamo “serio” non è pronto ad affrontarlo. Stasera ho deciso di parlarci fra qualche ora ci vedremo e ho una gran paura di tirare fuori questa brutta sensazione che ho dentro perchè ho paura delle conseguenze; ma viste le premesse e visto che una storia specialmente all’inizio dovrebbe farti stare tre metri da terra e non creare tutti questi problemi dovuti forse all’incompatibilità, credo sia inutile nascondere la testa sotto la sabbia.. tanto prima o poi si deve uscire.
Mi convinco sempre più del fatto che volersi bene non basta per stare insieme. Grazie a tutti dell’attenzione. Un bacio.

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

4 commenti

  1. 1
    ChiaraMente -

    Ti auguro che vada tutto bene. Per conto mio ho vissuto una situazione simile e probabilmente ho sbagliato. Anche io ero convinta che all’inizio si dovesse navigare a tre metri sopra il cielo e poi invece ho scoperto che questa non è affatto una regola universale. Esistono persone che si innamorano col tempo. Quando il ragazzo in questione mi disse che lui si innamorava col tempo e che ci rimaneva male perchè tutte invece lo mollavano quando per lui diventava una cosa seria io ho pensato che era solo una scusa e che invece lui si innamorava solo perchè si vedeva mollato- che poi innamorato…per modo di dire- e anche io gli ho fatto un bel discorso e tutto quanto e siccome lui continuava imperterrito col suo atteggiamento l’ho lasciato. Non mi pento perchè comunque c’erano diverse cose he non andavano, ma riguardo a quel punto poi ho avuto molti ripensamenti. In fondo non siamo tutti uguali e tutto sommato perchè le storie devono cominciare tutte allo stesso modo?

  2. 2
    Windrose -

    Ti ringrazio ChiaraMente per la risposta…purtroppo non è andata bene, il discorso l’ha addirittura iniziato lui confermando quelli che fino a qualche giorno fa erano sospetti.Mi ha fatto male sentirmi dire ciò che in realtà anche io pensavo , mi ha fatto male salutarlo.. però credo fosse necessario…anche se stamattina mi manca il messaggio del buon giorno ma mi abituerò..Un bacio

  3. 3
    Spectre -

    brutta faccenda quella del messaggino mattutino. sn le prime abitudini che vanno in fumo. brutto ricordo.

    cmq concordo con la riflessione di chiara. che poi per me varrebbe anche per le relazioni che durano da tempo. estraniandomi un pò dal mio caso che è abbastanza particolare, anche DOPO, col tempo, si vivono situazioni che meriterebbero tempo, non rotture unilaterali.

    diciamo che sn tutte esperienze che servono.

  4. 4
    Windrose -

    Hai ragione Spectre..e forse questo è il modo migliore per prenderla..è comunque un’esperienza e passato il periodo iniziale rimaranno solo (per fortuna) quei bei momenti di cui si parlava…

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili