Salta i links e vai al contenuto

Voglio uccidermi

Buonasera a tutti,scrivo qui perchè non so più con chi sfogarmi e cosa fare.Racconto in breve la mia storia, io ho 30 e la mia ex ragazza quasi 29 lei. Lei abita difronte casa mia e diciamo che sin da piccolo sono sempre stato innamorato di lei solo che lei purtropponon usciva mai di casa e quindi gli anni sono passati e io non sapevo come fare per conoscerla. Ci siamo sempre guardati però niente di chè. 5 anni fa mi feci coraggio e le scrissi una lettera e la imbucai nela sua cassetta postale le feci qualche complimento e lascia scritto il mio numero di telefono. Dopo una settimana ricevetti una chiamata anonima (probabilmente era lei) però io provavo a parlare ma non ricevevo nessuna sua risposta. Passarono due mesi da quando avevo imbucato quella lettera e in cuor mio aspettavo che un girono lei mi chiamasse. Una sera ricevo un messaggio da lei e da li è cominciato tutto. Ci siamo scambiati tanti messaggi però io non le avevo detto chi ero perchè avevo scoperto che lei era fidanzata. Un giorno lei mi diede un ultimatum e mi disse o mi dici chi sei o non ci sentiamo più io in quel momento le svelai chi ero e sembrava che lei era felice. I mesi passavano e ci sentivavamo quasi tutti i gironi ma solo per sms io non volevo andare oltre perchè sapevo che era legata ad un ragazzo. Lei stava con questo ragazzo da 8 anni e per come poi mi ha spiegato stava perchè era sola non sapeva nemmeno lei perchè stava con questo ragazzo non si era innamorata alme no così mi ha sempre detto tanto che non ricordava nemmeno la prima volta che aveva fatto l amore con questo ragazzo. Purtroppo lei soffriva una situazione familiare abbastanza delicata suo padre trattava male la madre e la tradiva la madre poi era costretta a lavorare fuori ogni stagione estiva per portarsi qualche soldo a casa. in quell’anno che l ho imbucato la lettera in casa sua era successo il gibilero suo padre minacciava la madre che era fuori e le diceva che se rientrava sarebbero stati guai. lei mi raccontò che piangeva sempre e pregava che non accadesse nulla il ragazzo le era molto distante e lei era sola. Conobbe qualche mese per volonta sua un ragazzo che l’attraeva per come era vestito per com’era lui fisicamente e per la macchina bella. Lui aprofittava di lei la chiamava solo per fare sesso e lei lo faceva credendo che un giorno lui sarebbe diventato suo. Quando sentii tutto questo io la volevo allontanare ma il mio cuore soffriva perchè era innamorato di lei della sua fragilità e cercai di aiutarla cercai in tutti i modi di farla allontanare da quel mascalzone le parlai in mille lingue e dopo un po di tempo sembrò che ci fossi riuscito. lei riuscì ad allontanare questo tizio. Il suo ragazzo lo lascio perchè lei non lo amava e io le stetti accanto le porsi una spalla la facevo distrarre ero diventato il suo punto di riferimento e lei il mio punto di riferimento. Lei iniziò a fare viaggi spirituali perchè sentiva dentro di lei un senso di colpa e cercava di perdonarsi dopo un anno ci siamo messi insieme. premetto che io ero ancora vergine e lei no, io le spiegai il mio motivo di verginità e lei era molto contenta del mio modo di pensare. sono passati 4 anni ci sono stati degli alti e bassi come in una normale coppia, io credo forse che in alcune occasioni forse ho esagerato forse ho alzato troppo la voce ma poi cercavo di farmi perdonare. l’anno scorso mi disse che voleva iniziare a lavorare in ospedale però purtroppo non avevav la laurea e l ‘unico modo per lavorare era frequentare un corso. Inizia ad ottobre il corso e fino a gennaio tutto tranquillo. una sera di febbraio la vado a prendere a sua insaputa e mi inzia a fare una scenata dicendomi che la dovevo avvisare quando la dovevo andare a prendere che non aveva senso che io le facevo questi scehrzetti che per lei io non avevo fiducia. Io mi sentii molto offeso e in quel momento iniziai a gridare perchè non vedevo niente di male mi sentivo offeso per le parole che mi diceva io lo facevo per lei per non farle spendere i soldi per il viaggio e che per me lei nascondeva con quello che mi diceva qualcosa. Dopo un giorno quasi mi chiese scusa perchè lei aveva sbagliato ma mi rinfacciava il fatto che io avessi gridato e che mi diceva la prossima volta cerca di controllarti. Passano i mesi e tutto tranquillo, arriva maggio lei mi dice che mi vuole sposare anzi me lo diceva da piu di due anni che con me stava benissimo non le facevo mancare nulla ero sempre presente nonstante io avessi un lavoro abbastanza impegnativo. Tralatro ho avuti mesi difficili da superare ho perso diversi miei cari e anche un posto di lavoro. a settembre del 2011 ebbi il miracolo di trovare un nuovo posto di lavoro. Insomma ho sempre lavorato e lo facevo per lei perchè l amavo. arriva maggio 2012 i primi di maggio mi dice che mi ama, che ci dobbiamo sposare e dopo una settimana che lei viene spostata in una clinica a fare lo stage mi dice una bella sera che è confusa che non sa nemmeno lei spiegare cosa si sente. Be potete immaginare le mie grida sono arrivate sino alle stelle mi sono molto arrabbiato perchè mi sentivo offeso mi sentivo preso in giro dalla donna che io amavo e da cui ho creduto alle parole che lei mi aveva sempre detto. Resta il fatto che per una settimana non ci sentiamo lei manco si è fatta sentire e probabilmente nemmeno lo voleva fare, tanto che io dopo una settimana di silenzio volevo delle spiegazioni. La chiamo e lei si scusa dicendomi hai ragione ti devo delle spiegazioni e il bello che lo voleva fare per telefono. Io le chiedevo che le spiegazioni io le voglio di persona e lei aveva paura di affrontarmi.Riesco a convincerla e dopo un ora ci vediamo lei senza nemmeno versare una lacrima non riesce nemmeno a dirmi che è finita ma mi dice soltanto che non riesce più a darmi quello che mi dava prima??e che vuol dire?? che per lei si è rotto qualcosa,e che nemmeno lei riusciva a capire e a dirmi la verità. Insomma passano 4 settimane di completo silenzio arriva il mio compleanno e spero di ricevere i suoi auguri macchè non arriva niente provo a contattarla e lei mi risponde dandomi gli auguri e dicendomi che non voleva farsi un giro con me perchè non voleva illudermi. Dopo una settimana dal mio compleanno la incrocio per strada e la fermo lei con aria molto disinvolta e come se niente le fosse accaduto nemmeno mi chiede come sto niente niente di niente. Noto che è stata la mare perchè era abbronzata noto che era molto soddisfatta con un viso molto rilassato insomma io per lei non sono mai esistito. Ho provato in tutte le lingue ma niente lei era di ghiaccio. Dopo due mesi di completo silenzio la ritrovo per strada era la festa padronale del mio paese e la vedo con due tipi uno sembrava ben vestito il tipico fighettino l’altro non sono riuscito a vederlo e capisco che qualcuno gli ha fatto il lavaggio del cervello. Da allora e completamente scopmarsa se incrocio o il fratello o la madre mi abbassano la testa e mi evitano ho incrociato lei un po di volte ma in un paio di occasioni si è nascosta dietro le macchine senza farsi vedere e poi ha cambiato strada. Nei giorni passati ho provato a chiamare sul suo cellulare ma come ben potete immaginare il numero l’ha cambiato. la ritrovo qualche giorno fa in chiesa che fa pure la comunione ma io dico ma perchè ha fatto questo perchè mi ha detto che si sente cambiata da quando ha inizizato sto maledetto corso io sto impazzendo sono finito in psicoanalisi sto cercando di affrontare il problema ma non ci riesco più ho perso un po di kili e chiunque mi vede me lo dice e mi chiede come mai ho questa espressione spenta di solitudine. Quando io racconto quello che mi è successo cercano di starmi vicino ma è solo passeggero le persone se ne fregano se stai male. Non nego di pensare alla morte sarebbe per me la soluzione più veloce lasciare questo mondo che io forse non accetto per comè. Alle volte mi dico perchè l ho a fatto e mi addosso delle colpe forse sono scuse per giustificare il suo gesto forse sono stato io meno presente forse gli ho fatto mancare qualcosa ma non so che cosa forse ho esagerato nelle volte che si è bisticciato ad alzare la voce. non so più che cavolo pensare io so solo che sto male la mia vita e diventata vuota. cerco di dimenticare ma non ci riesco e la sola cosa è per me ammazzarmi uccidermi. spero che qualcuno mi possa dire un suo parere se sono io che ho sbagliato se ci sarà un probabile suo ritorno o se ci sarà qualcosa che nemmeno io so che cosa. So solo una cosa ho bisogno di essere aiutato.

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Me Stesso

6 commenti

  1. 1
    diana -

    hai fatto girare la tua vita attorno a questa donna e hai asbagliato. Riprendi la TUA VITA!

  2. 2
    IO -

    Il corso non c’entra nulla, al corso ha incontrato qualcuno che le piace tutto qua.. oppure semplicemente non c’è scritto da nessuna parte che una persona ti debba amare per tutta la vita per forza.
    Detto questo, se ti vuoi uccidere perchè la tua ragazza ti ha lasciato sei un emerito cog..ne.
    Scusa voglio essere dure e diretto, senza tutti i vari “poverino” che vorresti sentirti dire, tutti prima o poi nella vita stiamo male per amore, ma non ci possiamo permettere di alzare a divinità nessuna persona tanto da farci sentire il bisogno di morire senza di essa, non esiste.
    Devi trovare un pò di orgoglio dentro di te e poi esci, gira, svagati, vai in palestra, fai qualcosa.. non chiuderti in casa.
    Vedrai che il tempo te la farà dimenticare e forse un giorno sarai d’accordo con me nel pensare che in fondo lei non valeva la pena di farti stare così male.
    Buona fortuna e forza!!

  3. 3
    Evidenza. -

    C’e troppa bellezza per morire, te lo dice un ragazzo di 21 anni, senza genitori, senza soldi, povero d’amore.
    Ci sono cose troppo fondamentali che devi sapere, per esempio che la tua felicità sei tu, tutto dipende da te, la realtà te la costruisci tu.
    Invece di avere pensieri auto-lesionistici e dannosi inizia a pensare di andare avanti. Ricorda che l’esperienza è un insegnante severa, prima gioca con te, poi ti insegna la lezione, ma sopratutto si impara troppo dalle cose brutte per poter starci male.
    Pur essendo senza genitori, senza soldi, e povero d’amore e supporto, ho capito che l’unica cosa fondamentale è prima imparare ad amarsi e saper stare soli, e poi magari decidere di amare il prossimo.

  4. 4
    max71 -

    Ciao, la tua storia ricalca quasi alla perfezione quello che mi e’ capitato a me un’anno fa’…anche io ho spesso pensato alla morte come unica soluzione..era solo un modo per mettere subito fine alla mia sofferenza. Oggi con il senno del poi non riesco a credere che abbia pensato una cosa del genere e sai il perche? Perche’la soluzione sta proprio nel vivere e non c’e’ donna o uomo che possa farci pensare di toglierci la vita per loro..la cosa che e’ accaduta a te deve avere il suo decorso , il dolore, la sofferenza servono proprio a crescere interiormente,ci vuole tempo a volte tanto ma alla fine si esce piu’ forti di prima anche se ora ti sembrera’ impossibile. Comincia lentamente…ma non isolarti, cerca sempre compagnia, amici, familiari..ti devi distrarre il piu’ possibile affinche’ piano piano la tua mente si liberera’ per far spazio a nuovi stimoli. Ora ci sei solo te e il bene per adesso lo devo volere solo a te stesso, un po’ di sano egoismo e tanto orgoglio! In bocca al lupo di cuore…

  5. 5
    pablito0453 -

    Buonasera a tutti e grazie per avermi risposto. Qui per ora è l’unico posto dove posso parlare. Purtroppo i miei amici sono quasi tutti sposati e il mio amico più intimo e fidanzato anche lui e quindi uno sono io che non mi va di andare con lui e due e anche lui che sembra che evita almeno il sabato sera ad uscire. Passo ormai da maggio il sabato e la domenica solo a casa il lunedi cerco di farmi forza e di andare a lavorare ma li sembra per quelle ore che ci sto di starmene più tranquillo il dramma riinizia quando torno a casa. Per distrarmi ho ripreso a studiare sto cercando di prendermi qualche specialistica ed sto pensando di andarmene per sempre dal mio paese purtroppo so che farò star male i miei familiari ma la mia vita non la posso più vivere nel mio paese anche perchè la mia ex mi abita difronte e anche se lei fa di tutto per evitare di farsi vedere io so sempre che è li e ci sto male male male. Se mi avesse chiesto la vita gliela avrei anche data per come ero innamorato di lei e lei lo sapeva. Mi ha solo illuso mi ha fatto credere di essere innamorata di me ma l’evidenza è chiara 4 anni con me e faceva la santarellina casa e chiesa e ora non so e ne tanto meno me ne può fregare. il problema sta a me che sento la mancanza ma allo stesso tempo rabbia. rabbia di essere stato preso in giro dalla persona che io ho dato tutto me stesso e questo è stato il mio ringraziamento. Sparire completamente e nemmeno un sms nel chiedermi che fine ho fatto come sto niente di niente. sparita. Le donne hanno un cuore di pietra non tutte ma la mia ex si. Piangono quando un uomo le ferisce e fa il bastardo con loro però li che vanno appresso. Quando trovano il bravo ragazzo che sa e crede ancora nei vecchi valori lo usano o scappano perchè non lo sanno nemmeno loro. Nella vita per me ci sono solo tre cose uno e amore due sincerità tre fedeltà parlarsi. La bellezza è solo uno schizzo che un giorno potrà anche svanire. e le donne per me queste cose non le capiscono.

  6. 6
    Noemi88 -

    Perfettamente d’accordo con Max71! E’ semplicemente imbarazzante sentire “voglio uccidermi” da una persona solo per la fine di una storia d’amore. Immagino che tu lo dica, ma non lo pensi sul serio, perchè come saprai molto bene anche tu che non è questo un motivo valido per voler porre fine alla propria vita… A tutti è capitato di soffrire per amore, anche per più di una volta ma non per questo bisogna arrendersi! se questa ragazza ti ha preso in giro e adesso se la spassa alla faccia tua, il modo migliore in cui puoi “vendicarti” è farti vedere determinato, sereno e vitale (anche se all’inizio non è per niente facile) e imparare prima a pensare alle cose che hai: hai una famiglia che ti vuole bene, un lavoro, avrai anche delle amicizie suppongo… Non ti sembrano questi motivi sufficienti almeno per provare a vivere?? A me si…! Purtroppo tutti almeno una volta incontrano una persona a cui danno tanto, o tutto, e in cambio vengono trattati ad un certo punto come una cosa da buttare via.. Ma è per una persona così che bisogna smettere di vivere facendo soffrire tutte le persone che ti vogliono bene??? Ma dai..! Te lo dico non per filosofia spicciola ma per esperienza personale.. Anche a me è capitato di mettermi in gioco al 100% (almeno secondo me) per una persona che addirittura diceva che voleva vivere con me ed avere dei figli.. Poi un bel giorno comincia ad allontanarsi, gradualmente ma inesorabilmente, senza parlarmi chiaramente o darmi spiegazioni sensate, ma così come ha fatto la tua ex per telefono.. All’inizio ho lottato ,cercato di capire, ho cercato anche di riprendermelo.. Ma poi , grazie anche ai consigli degli amici, ho cominciato a rassegnarmi alla cosa, a dire “basta”. All’inizio non ti vuoi rassegnare, vorresti capire, vorresti tornare indietro.. Ma poi cominci a rinsavire e ti dici: “MA siamo sicuri che voglio stare con uno che il lunedì mi dice che vuole sposarmi e il giovedì che mi molla?” E perchè poi? Mah… ” E da lì comincia il lento ma sicuro percorso di risalita che ti riporta di nuovo alla “normalità”, capisci anche gli errori che hai commesso tu e, quando incontri la persona che davvero i merita il tuo amore, non solo saprai cosa vuoi dal tuo partner ma saprai anche tu come comportarti per farlo stare al meglio.
    Comunque sulle donne non generalizzare.. Per fortuna non siamo tutte uguali, come non lo siete voi uomini. Esistono ancora quelle che sperano di trovare un ragazzo di forti valori, sensibile ma che allo stesso tempo le protegga e le rispetti, come mi pare di aver capito sia tu.

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili