Salta i links e vai al contenuto

Ditemi che la vita è giusta

In un passo dei promessi sposi, quando Lucia abbandona Lecco dice questa frase “Dio non toglie la gioia ai suoi figli se non per regalarne una maggiore”.
Vorrei che fosse così, vorrei che questo momento nero della mia vita finisse…vorrei sapere che questo “serve” per un futuro migliore.
E’ invece nulla: vedo gli altri avanzare, andare avanti, evolversi…E io invece sto ferma come se avessi i piedi infossati nel cemento a presa rapida..
Dov’è la giustizia nella vita? Perchè alcuni hanno tutto e altri nulla? Perchè per alcuni la vita è facile come bere un bicchiere d’acqua e per alcuni è un rebus senza soluzione?
Amore, lavoro, famiglia, affetti….perchè non spartiti in egual misura?
Mi è stato detto che ogniuno è artefice del proprio destino e che se uno ha tutto è perchè quel tutto se l’è creato…..
Ci vorrei credere anch’io…..ma non ne sono certa…Certe cose capitano perchè è il destino che le fa capitare..
Faccio un’esembio stupido… Una mia collega si iscrive a un corso di nuoto e finisce in un gruppo di ragazzi suoi coetanei con stringe amicizia…. io mi iscrivo allo stesso corso di nuoto un’anno dopo e finisco in un gruppo di “vecchietti” con cui al massimo stringere un rapporto nonno-nipote. Anno successivo, un conoscente si iscrive allo stesso corso e finisce in un gruppo di suoi coetanei…
lì non centra ne capacità, ne intelligenza o simpatia….. vai scegli il corso e ti iscrivi…..
Idem per qualsiasi cosa nella vita….amore, amicizia e lavoro..
Ho sentito storie strampalate, ho sentito di persone che si sono innamorate in modi strani o amicizie che sono nate in situazione assurde. Ho sentito anche di persone che hanno trovato lavoro mentre facevano il pieno di benzina, perchè, per puro caso passava da lì un imprenditore che cercava personale.
Una mia amica ha trovato l’amore ad un gruppo di preghiera…e pensare che era più laica che credente; un’altra per una questione d’orgoglio…
Quello che voglio dire è perchè certe occassioni capitano solo a qualcuno? Perchè non tutti abbiamo quella possibilità per dare una svolta alla nostra vita? Allora si, dopo potrei dire che il seguito dipende da me e solo da me….
Ma se resto in pachina come faccio a “sperare” di fare goal?

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

17 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    claudio -

    Si capisce chiaramente dalla tua lettera che in questo momento vedi tutto nero e hai poca fiducia in come si potrebbe evolvere la tua vita. Bhe’, quello che ti posso dire e che ognuno di noi puo’ crearsi quello che c’e’ intorno a noi solo se lo vogliamo. Il destino e’ uno solo, ma se vogliamo e se capiamo il momento possiamo cambiarlo come desideriamo. Bisogna avere forza e non vedere solo i lati negativi che la vita ci prospetta. Tu pensa invece che ci sono persone che sono malate o che per un motivo o un altro sono sedute nella sedia a rotella e devono avere l’aiuto di qualcuno per muoversi o fare qualcosa. Tu, non hai bisogno di aiuti o altro. Tu hai bisogno del carattere di queste persone che non mollano mai e che vedono la vita in un certo modo. Ecco, al momento che i tuoi occhi si illumineranno, capirai che tutto quello che hai passato e che passerai non sara’ negativo ma solo un modo o una strada per crescere. Tutto dipendera’ da te…….Buona fortuna

  2. 2
    perlanera -

    E’ proprio questione di destino invece. Tutto è scritto nella nostra vita ne sono convinta. Non si spiegherebbe altrimenti perchè uno nasce in Africa dove deve fare chilometri per un secchio di acqua tutti i giorni o si becca la malaria ecc. e un altro nasce a New York dove ha tutto ecc. E’ ovvio che poi a nche a New York si può avere un destino di merda, ma qlo che voglio dire è che secondo me ogni cosa, gli eventi, gli incontri ecc sono segnati, già stabiliti in partenza. Se ognuno fosse artefice del proprio destino staremmo tutti bene no? chi, avendone la possibilità, non si creerebbe delle condizioni felici? Ci sono periodi, anche lunghi, in cui la vita ci mette in panchina, come dici tu, e non c’è niente che si possa fare x cambiare se non attendere. Ci sono filosofie che spiegano le disuguaglianze con la legge del karma: ad ogni causa che muovi segue un effetto, x cui tutto sarebbe conseguenza di un qcosa fatto in precedenza. A me ha molto aiutato (e stupito) lo studio dell’astrologia karmica. Ho trovato corrispondenze strabilianti. Se credi potresti avvicinarti x curiosità.
    Se non fosse che c’è un motivo x tutto, OGNI cosa accadrebbe per caso, e personalmente non credo alla casualità degli eventi…

  3. 3
    raffaele -

    Sixlaneve, davvero interessante la tua lettera, la vita penso sia sempre un caso, però chi insiste in qualcosa che veramente desidera ha più probabilità di essere ricompensato, all’improvviso si può essere fortunati, ma anche viceversa, quando sento di certe disgrazie che accadono in certe famiglie mi viene male, e se ciò capitasse a me ?
    Meglio non pensarci perchè se viviamo con la paura non faremo mai nulla, dobbiamo agire con più istinto senza pensare troppo, senza programmare il futuro come vogliamo noi.
    Cito una frase di uno scrittore antico : NELLA VITA NON ACCADE SENMPRE CIO’ CHE SPERI, MA NEMMENO CIO’ CHE TEMI

  4. 4
    sixlaneve -

    non sono d’accordo. Perchè devo pensare che c’è gente che sta peggio per essere felice?! Pensare di stare peggio? Io voglio andare avanti, pensare che le cose possano migliorare e non sedermi su una sedia accontentandomi di quello che ho pensando che potrebbe andare peggio…
    IO VOGLIO VIVERE VOGLIO ESSERE FELICE…
    E per fare ciò voglio poter esprimermi….
    Quello che voglio dire non è che sto chiusa in una stanza a chiedermi perchè alla porta non bussa l’uomo della mia vita…ma che pur “vivendo”, uscendo, cercando di vivere al meglio i mie anni non riesco ad avere le stesse opportunità che hanno gli altri. E mi chiedo perchè….
    Il destino uno se lo crea, ma non credi che certe opportunità ti vengono concesse a prescindere dalla tua volontà..
    L’esempio che ho fatto è una cosa stupida, banale, ma sta a dimostrare che per qualcuno certi “progetti” nascono con una prospettiva di successo e per altri con la certezza di fallimento….
    Poi è vero che certe opportunità se le deve creare, ma se il destino è avverso, ci possiamo realmente fare qualcosa?
    NOn è ch vedo tutto nero e che nei miei vent’anni di vita non ho visto risultati…e non parlo di diventare una velina o presidente del consiglio, ma semplicemente quello che ogni ragazza/o di 20 anni vorrebbe…amore, amicizia ecc…
    E’ giuro che ciò provato…

  5. 5
    claudio -

    Non devi pensare gli altri che stanno peggio, ma riflettere………

  6. 6
    Eli -

    Ciao sixlaneve.
    Solo 20 anni…hai una vita davanti chissà quante cose sono già scritte per te.
    Io penso che nella vita ci vuole volontà, auto-stima ed anche un pizzico di fortuna. Per altre cose è vero, il destino ci mette lo zampino ma tu devi cercare e devi credere. Non penso che se ti guardi indietro non hai nemmeno un dono di cui rendere grazie alla vita (non so, anche solo un amico, una parola di conforto di un estraneo capitata per caso al momento giusto, il supporto di un genitore, una risata…), guarda…non ci posso proprio credere che non hai avuto niente. Ognuno ha i suoi tempi, se inizi a paragonare i tuoi con quelli altrui è la fine. Il tempo sociale che impone di avere una comitiva, un matrimonio entro i 30 anni, un figlio entro i 33 ecc. è una cosa, il tempo di ciascuno di noi è un’altra. Non avere fretta, tutto arriva e se ti arrivano cose diverse da quelle che arrivano alla maggior parte della gente evidentemente c’è un motivo. Sono convinta che c’è un significato in tutte le cose che accadono, aspetta ma sii attiva e attenta.
    Eli

  7. 7
    silvana_1980 -

    la vita non è giusta, ma non bisogna guardare gli altri
    e spesso dietro a quello che vediamo apparentemente nella felicità degli altri, nasconde comunque delle infelicità
    cosa possiamo sapere noi degli altri? possiamo immaginare che siano felici ma siamo sicuri che lo siano davvero? viviamo 24 ore insieme a loro?
    no.
    non possiamo migliorare tutto ma qualcosa si….non possiamo evitare tutto ma qualcosina si…poniti degli obbiettivi raggiungibili e non avere troppa fretta
    la felicità arriva, non dura tantissimo..ma goditela finchè dura

  8. 8
    sixlaneve -

    bisogna aspettare di essere sull’orlo del burrone per capire di aver sbagliato strada.?
    ho 20 anni, ma so quante cose nella mia vita non ho mai fatto e che pultroppo non potrò più fare. certe cose, certe sensazioni, nascono con la data di scadenza. Festeggiare i 18 anni non è come festeggiare i 21, la prima vacanza da solo non è la stessa cosa se si fa a 18 o 25 anni…
    Anche i primi amore, le comitive enormi….
    Certe cose hanno senso se fatte all’età giusta.
    Chi farebbe a 30 anni le cose che ha fatto a 15?
    E anche “mettendosi alla pari”, come dici tu, sposarsi nei 30 anni e fare figli per i 33, non si rimarebbe con l’amaro in bocca di essersi persi qualcosa nella vita? Mi sento spesso dire “goditi questi anni perchè sono i migliori nella vita” ma poi so che non riesco a combinare niente..
    E sinceramente mi chiedo perchè…..per gli altri sembra una cosa normale, quasi naturale…si cresce si trovano amici, ci si innamora, ci si crea una famiglia….invece per altri diventa quasi un’impresa…possibile?

  9. 9
    luca -

    Ciao a tutti, questo argomento mi interessa molto e vi do un mio parere… Anch’io diverse volte soprattutto in questi ultimi due anni in cui le cose mi vanno davvero male mi sento un po come sixlaneve…Mi chiedo perche tutti piu o meno riescono a vivere una storia felice o almeno un inizio felice e io invece non riesco mai a iniziare una relazione in modo normale ma trovo solo storie che cominciano per motivi vari male e finiscono peggio… E questa domanda me la faccio da sempre… E un paio di volte mi ero innamorato alla follia e davo davvero tutto me stesso.
    Ci sono dei momenti in cui la colpa la do a me e puo essere in parte vero, altre volte volte la do al Destino o Dio se preferite, altre la do alla sfortuna. Quello che penso io è che non esista un Dio o un Destino che ha gia scritto tutta la nostra vita, o peggio ancora un Karma, esiste il caso, una serie di coincidenze e di probabilita che ci capitano per forza dato che siamo 6 miliardi, ci muoviamo e interagiamo, quindi qualcosa che ci faccia incrociare le nostre vie ci capita per forza. Bisogna solo essere bravi o fortunati in quel momento a essere al posto giusto al momento giusto, questo vale per amore, lavoro e amicizie…e in quel momento bisogna dimostrare tutto ciò che valiamo, dare il massimo! E questi momenti capiteranno per forza se uno si muove nel mondo, tra altre persone, pensa positivo, si fa vedere aperto… Una persona in una vita grazie al suo modo di porsi o anche solo per essere li avra 1000 momenti in una vita, un altra meno aperta o sfortunata ne avra 100 ma questi 100 per forza li avra, proprio per la legge delle probabilita, è brutto da dire ma secondo me questo è il senso della vita. Sfido chiuque a chiudersi in casa e non uscire piu, tagliare i ponti con il mondo…quanti momenti pensate che capitatino belli? io penso 0 o al max 1o 2 perche in questo caso voi avrete ridotto la probabilita di farli accadere. La vita è un caso, eventi che capitano in cui noi siamo coinvolti, decisioni che prendiamo che cambiano il nostro avvenire ma che nello stesso tempo andranno a intrecciarsi per forza con altre strade e altre decisioni prese da altri.La vita insomma…. Scusate per la risposta lunga

  10. 10
    ChiaraMente -

    Certo, l’erba del vicino è sempre più verde

Pagine: 1 2

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili