Salta i links e vai al contenuto

Vigili e multe

Lettere scritte dall'autore  

Ho ricevuto una multa il giorno 23/10/2006 da Signore Vigile Vincenzo V. (se servono altri dati riguardo la multa potrei fornire). Era divieto di sosta, ho parcheggiato la macchina senza rendermi conto del divieto; c’erano altre macchine parcheggiati e non ho visto bene la segnalazione. Al mio ritorno ho trovato la multa sulla macchina, lo preso e mi sono rivolto al vigile che era lì presente. Non ho fatto in tempo di dire due parole e il vigile mi ha detto: NON SI PREOCUPI VADA TRANQUILLO LA MULTA NON LA PAGA PIU’. Meravigliato sono andato via. Dopo 3 mesi mi arriva la multa a casa con il supplemento da pagare. L’ho pagato ma, sono rimasto molto amareggiato per diversi motivi.
Perchè il Sig Vincenzo V. mi ha detto una bugia?
In quel istante il Sig Vincenzo V. era per me l’istituzione e avendo sbagliato dovevo dare il dovuto, ma perché trattarmi in questo modo?
A chi mi devo fidare al vigile Sig Vincenzo V. o allo Stato che lui rappresenta? E perché devo pagare anche il supplemento?
Rimango ancora molto amareggiato per questo comportamento del Sig Vincenzo V. e di ciò che lui rappresenta. Non ho fatto nessun ricorso ne intendo fare causa…
Desidererei avere qualche spiegazione del comportamento in merito!
Distinti saluti.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Cittadini

2 commenti

  1. 1
    stefano -

    Semplice…perchè è un vigile e si può permettere di prenderti in giro….la prossima volta rigagli la macchina 🙂

  2. 2
    lancer -

    invece di prendersela con il vigile, perchè non ammettere serenamente di aver sbaglaito?? Quel vigile potrebbe aver risposto così perchè lei sarà stato l’ennesima persona che andava a rompere le scatole millantando di non aver visto il segnale di divieto… una volta che la multa è stata elevata, per annullarla ci vuole una bella “trafila” e ne risponde personalmente il vigile, nel caso in cui, al vaglio successivo, non risultino motivazioni fondate per l’annullamento.
    Se a Roma, dove c’è una situazione quotidiana di”disordine stradale” (ben peggio di quella napoletana o palermitana, ormai considerate proverbiali..) i cittadini imparassero a comportarsi un po’ più rispettosamente al volante, avremmo meno problemi di traffico (e di parcehggio) e un corpo di polizia municiaple più educato!
    Infine, apprezzo veramente l’incitazione strisciante di questo forum a “menare un vigile urbano”. Comlòimenti, bella lezione di civilità e senso civico.

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili