Salta i links e vai al contenuto

Video e interviste dirette agli abitanti a Mariupol

Lettere scritte dall'autore  Sergio Carnevale

Buonasera Direttore.

Ho notato, seguendo ogni giorno la sua trasmissione, che stimo per correttezza ed integrità nell’approccio all’informazione, al controllo delle fonti ed all’obiettività, che ci si lamenta sovente dell’impossibilità di ricevere immagini e testimonianze dirette dalla citta martire di Mariupol.

Ho trovato sinceramente davvero singolare che non solo la Sua, ma nessun’altra delle trasmissioni e dei giornali nazionali abbia mai mostrato anche solo UNO dei centinaia e centinaia di video presenti sulla rete – Telegram soprattutto, ma anche Youtube- che mostrano storie, immagini e testimonianze direttamente da quei territori ,ovviamente mostranti un quadro (provenendo dall’altra parte della barricata), storie personali e versione delle responsabilità per le tragedie di quei luoghi in completa opposizione con quelle mostrateci ogni giorno.

Le sottopongo qui i video di più facile accesso (da un canale Youtube) ,confidando che Lei possa non solo esaminarli e trasmetterli ,ma anche di organizzare eventualmente -magari contattando il giornalista in questione Patrick Lancaster- una discussione in diretta fra tutti questi abitanti di Mariupol, che si dichiarano testimoni oculari e vittime dirette di eccidi indiscriminati, soprusi e comportamenti disumani da parte dell’esercito Ucraino e dei battaglioni di difesa territoriali e non dei Russi, ed i suoi ospiti in studio.

Asking Mariupol Residents About Russian Attacks On Civilian Areas (testimonianze dirette degli abitanti)
https://www.youtube.com/watch?v=bml6quOki0c
Refugees Expose Mariupol War Crimes Of The Russia – Ukraine War (centro di accoglienza per i civili imbastito dalle forze russe, con testimonianze dirette delle donne provenienti dai luoghi)
https://www.youtube.com/watch?v=X1b-RKDHZOo
Mariupol Human shields (Special Report) Russia – Ukraine War
https://www.youtube.com/watch?v=kZsWKXDKI-0
The Missing Of Mariupol Special Report (The Search Is On) (recupero diretto di anziani in difficoltà ed alktre testimonianze)
https://www.youtube.com/watch?v=4XopADw6m9U
Russia – Ukraine War: Soldiers Collect Civilians After Shelling Attack on Mariupol Frontline (continuazione del video precedente ,con testimonianza della madre del ragazzo ferito del fatto che un APC ucraino abbia sparato direttamente nella loro abitazione)
https://www.youtube.com/watch?v=9sZuz4dlVAo
Russian Flag Raised In Center Mariupol (Exclusive Special Report) (c’è la testimoninza diretta dell’attacco al teatro drammatico di Mariupol da parte degli Ucraini)
https://www.youtube.com/watch?v=v2CVUlojD80
Both Mariupol Frontlines Under Fire Special Report. Russia – Ukraine War (testimonianze dirette di fuoco di cecchini di operativi Azov sui civili)
https://www.youtube.com/watch?v=lRtLFT2sbBg
Ovviamente ci sono centinaia e centinaia di simili video su Telegram, tutti a simile contenuto, dove come in questo caso si nota innanzitutto una completa libertà da parte del giornalista/operatore di girare nei luoghi ed intervistare chi vogliano.

La mole, profondità e mancanza di vincoli in tutte queste testimonianze (che io trovo semplicemente surreale non siano state mostrate ANCHE SOLO UNA VOLTA su nessuno dei nostri media nazionali !) non solo mostra una situazione totalmente capovolta ,ma rende incredibilmente deboli i servizi dei nostri inviati che ,sotto strettissimo controllo delle forze Ucraine, prospettano situazioni de relato ,senza nomi, cognomi, nomi di strade ,tempi precisi.
Insomma “l’altra campana” suona più forte e più nitidamente della nostra, e questi ed altri migliaia di video arrivano nei media Russi insieme a quelli prodotti dai nostri media per provare la nostra mancanza di trasparenza ed il controllo e l’orientamento tendenzioso delle notizie in occidente a scopo propagandistico.

Sono certo che una trasmissione con il confronto diretto fra questi uomini donne anziani ed ospiti in studio o direttamente da uno dei centri di accoglienza per i civili, potrebbe essere un momento di grande televisione e di libera informazione.
Sicuro della Sua attenzione porgo i più cordiali saluti.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Condividi su Facebook: Video e interviste dirette agli abitanti a Mariupol

Altre sul tema

Altre nella categoria: enrico mentana

5 commenti

  1. 1
    marc -

    B I N G O
    Complimenti per la sua criticità obbiettiva.
    Era una lettera che mi stavo accingendo a scrivere io, ma dato il mio poco tempo per reperire informazioni, la mia sarebbe sicuramente meno completa della sua.
    La propaganda maggiormente falsa Ucraina/Usa oltre che scorretta può alimentare sentimenti russofobici quando invece dovremmo essere in base ai “video fatti da gente comune ucraina” più nazifobici.
    Ho trovato un video di nazisti ucraini che sparano alle rotule dei prigionieri russi e altri raccapriccianti.
    Queste non sono messe in scena come Bucha questi sono video reali.
    Quando e se avrò tempo mi impegnerò in tal senso ho trovato sito molto interessante.

  2. 2
    Trader -

    Fatemi capire. Non sono i Russi a sparare, ma le milizie ucraine che sparano contro i loro concittadini. Quindi i Russi in realtà stanno difendendo gli abitanti di Mariupol dai loro stessi concittadini armati? E’ una situazione inverosimile.
    MARC, non so chi ti ha detto che quei soldati ucraini sono nazisti, ma, come ho già detto, è ovvio che entrambe le parti commettano delle efferatezze, quindi anche gli Ucraini torturano e uccidono a sangue freddo i soldati invasori. Lo farei anch’io e lo faresti anche tu, se dei soldati avessero distrutto casa tua e ucciso i tuoi familiari. Di cosa ti stupisci?

    “Queste non sono messe in scena come Bucha questi sono video reali.”

    Beh MARC, se lo dici tu, è vero. Tu sai sicuramente quali filmati siano inventati e quali siano reali. Sei testimone oculare, eri là a Bucha e poi a Mariupol, vero?
    Considera che in guerra succede di tutto. Durante la guerra di secessione americana, i soldati sudisti affamati razziavano di notte gli orti della loro gente che stavano difendendo dai nordisti.

  3. 3
    Trader -

    Se vedi il film Ritorno a Cold Mountain, gli uomini della Guardia Nazionale andavano in giro per il paese a fare gli spacconi. Succede anche questo in guerra, non c’è una linea di divisione tra buoni e cattivi. Succede di tutto in guerra. Nel caos, si fanno anche vendette personali e regolamenti di conti tra vicini di casa in lite. Ma chi ha cominciato questa guerra, chi l’ha provocata? Chi ha attaccato chi? I Russi. I Russi, Marc. Putin. Lo stesso criminale che ci minaccia con le armi atomiche.

  4. 4
    rossana -

    Marc,
    le idee che ci si fa sulle persone, sulle scelte o sulle situazioni seguono percorsi prefissati all’interno di schemi personali consolidati nel tempo.

    Talvolta si viene accusati di “farsi tornare i conti” a piacere, scegliendo quanto rientra nei propri schemi, ma anche chi lo afferma segue lo stesso identico iter, per convincere innanzitutto se stesso di essere nel giusto.

    È scomodo trovarsi in minoranza ma non è detto che si sia nell’errore. La verità in alcuni casi sta unicamente nei fatti. Molto più complesso stabilire con assoluta certezza le colpe. Persino nei processi quasi sempre si ha modo di raggiungere la sola verità “processuale”.

    Sul conflitto in Ucraina entrano in gioco due punti di vista contrapposti sullo stesso evento: provocazione NATO oppure denazificazione? O meglio: attacco ingiustificato o difesa di un territorio/cultura?

    Secondo me, nessuno dei due ma semplice “movimento” di assestamento fra 3 grandi potenze/culture. L’Ucraina ne ha solo fornito l’occasione.

  5. 5
    rossana -

    Segue per Marc

    Talvolta non è quello che si dice ma come lo si dice a suscitare reazioni.

    Secondo me, Orsini è molto preparato, ha idee chiare (condivisibili o meno) ma non è abituato a misurare le parole, come dovrebbe fare chi si presenta per la prima volta a esporre se stesso e il suo pensiero in televisione. Gli altri, abituati al mezzo, se lo mangiano vivo.

    Chi, invece, ha una carica in Parlamento o ha già dato in passato prova di sé può dire quello che vuole, dal più al meno come vuole ma, salvo alcuni particolarmente “vivaci”, tutti lo fanno con attenzione a evitare i ben noti possibili “spigoli”.

    Lucio Caracciolo, ad esempio, è preparato quanto e più di Orsini, e non ha idee molto diverse dalle sue, ma è maggiormente esperto nell’esprimerle in modo misurato, al punto di passare quasi inosservato. Prestagli attenzione, ne vale la pena.

    E presta attenzione a chiunque altro ti sembri attendibile: alcuni fiumi hanno più di una sorgente e tutti portano al mare…

Lascia un commento

Massimo 2 commenti per lettera alla volta

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'informativa sulla privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili